TENTA DI STROZZARE LA COMPAGNA

Ecco quanto accaduto nella giornata dell’otto marzo, nella provincia di Caserta, questa una breve ricostruzione di quanto accaduto: ha tentato di strangolare la compagna che voleva lasciarlo, e lo ha fatto davanti ai due figli terrorizzati, e nel giorno della Festa della Donna; per questo un 49enne di Pontelatone (Caserta) è stato arrestato

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Sono stati i carabinieri della stazione di Formicola, dipendenti dalla Compagnia di Capua, ad arrestare l’uomo, chiamati dai familiari che avevano assistito alla violenta aggressione. In casa della coppia c’erano infatti i figli di 15 e 8 anni e i genitori della donna, che hanno provato in tutti i modi a fermare il genero mentre strangolava la compagna; il 49enne ha mollato la stretta quando il volto della vittima – di 40 anni – era ormai livido. Poco dopo sono arrivati i carabinieri che hanno bloccato l’uomo e lo hanno ammanettato per i reati di lesioni, maltrattamenti e minacce aggravate. Si è poi scoperto che l’aggressione era solo l’ultima di una serie di violenze commesse dal 49enne nei confronti della compagna negli ultimi mesi. Ieri sera però la 40enne, forse persuasa dai tanti appelli a denunciare diffusi per la festa della donna, aveva deciso di dire basta, ma ha trovato la veemente reazione dell’uomo.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

TENTA DI STROZZARE LA COMPAGNA

CASTEL VOLTURNO (CE) – I CARABINIERI FORESTALE DELLA STAZIONE DI CASTEL VOLTURNO DENUNCIANO IL RESPONSABILE DI UN ILLECITO SMALTIMENTO DI RIFIUTI SPECIALI SULLA SPIAGGIA

Archivio Notizie Precedenti

Agenzia Stampa Mediapress – Quotidiano on line diretto da Ferdinando Terlizzi – Testata giornalistica registrata al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere – (CE) con il num. 430/93 – Sede Legale: Corso Aldo Moro, 276 81055 Santa Maria Capua Vetere – (CE) – Telefono 388 429 38 28

Concessionaria esclusiva per la pubblicità Aziende & Media Service Srls.
Numero Rea CCIA Caserta: 334060 – C.F. e P.I. 04527430617- Codice Univoco: usal8pv – Pec: aziendemediaservicesrls@legalmail.it- Info: ferdinandoterlizzi37@gmail.com- 342.0463707/388.4293828- Sede legale Corso Aldo Moro, 276 – 81055 Santa Maria Capua Vetere- Uffici Operativi -Via Barberini, 11 Scala A Piano 2° int. 9 – 00187 Roma-

Sito Web Realizzato da SimplyWeb

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

CASTEL VOLTURNO (CE) – I CARABINIERI FORESTALE DELLA STAZIONE DI CASTEL VOLTURNO DENUNCIANO IL RESPONSABILE DI UN ILLECITO SMALTIMENTO DI RIFIUTI SPECIALI SULLA SPIAGGIA

Automobilisti daltonici in città. La segnalazione

Maddaloni. Non sono servite le strisce blu a regolamentare il parcheggio delle auto a Maddaloni. Molti automobilisti continuano ad essere refrattari alle regole e, approfittando della penuria di vigili urbani, situazione ben nota in città, parcheggiano come preferiscono. Come è evidenziato nella foto, inviataci da un nostro lettore, le auto sono comodamente sistemate negli stalli. peccato che gli stalli in questione non siano né bianchi né blu, ma gialli. Quegli stalli sono destinati ai portatori di handicap e al carico /scarico delle merci per le attività commerciali. Alcuni , per evitare che parcheggino, occupano lo stallo con un bidone.. Qui siamo in vai San Francesco d’Assisi, ma in altri punti della città la situazione è analoga. A Maddaloni c’è, tra le altre cose, anche un’epidemia di daltonismo a quanto pare.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Automobilisti daltonici in città. La segnalazione

Via Cancello in ginocchio per le piogge

Maddaloni/San Felice a Cancello: La storia si ripete. Tornano le piogge e via Cancello torna a soffrire, sommersa da un mare di acqua e fango che la rende impraticabile. Da stamattina la pioggia cade copiosa ed incessante creando allagamenti nelle campagne. Non solo. La strada è letteralmente invasa e l’acqua continua a danneggiare anche il manto stradale che, sommerso, non è neanche visibile e per questo ancor più pericoloso. Lo scenario apocalittico si ripete puntuale ogni volta in questa strada. Il progetto per i lavori per il collettore fognario sono sul tavolo della Regione e stiamo seguendo la vicenda passo passo. Intanto il maltempo ha le sue regole e continua a fare danni.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Via Cancello in ginocchio per le piogge

3 morti in poche ore causa Covid in provincia di Caserta.

Oggi, il sindaco di Calvi risorta, comune della provincia di Caserta, ha annunciato la terza vittima di covid nel giro di poche ore.

Ed è per questo che Giovanni Lombardi, primo cittadino, ha deciso di rilasciare una dichiarazione di allerta in merito alle ultime vicende:

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

“Dopo il secondo e dolorosissimo decesso della giornata, mi spetta il triste ed increscioso compito di informare la popolazione del terzo decesso registrato pochi minuti fa. Con questo nuovo aggiornamento il numero di decessi sale a 11.

Che questo giorno funesto possa risvegliare le coscienze di ognuno di noi e farci rendere conto della gravità dello stato di guerra in cui ci troviamo”.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

3 morti in poche ore causa Covid in provincia di Caserta.

LA DENUNCIA DELLA POLIZIA PENITENZIARIA NIENTE VACCINI IN CARCERE

carinola – L’arrivo dei vaccini starebbe arrivando a rilento anche per coloro che lavorano all’interno delle varie carceri che si trovano nella Campania e non solo.

Le somministrazioni dei vaccini  stanno andando a rilento e problemi si stanno riscontrando tra coloro che lavorano all’interno della polizia penitenziaria

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Secondo i sindacati Sinappe e Sippe vi è una situazione abbastanza drammatica,  almeno secondo i segretari Luigi Vargas, Pasquale Gallo e Michele Vegale. All’interno del carcere di Carinola ci sono stati anche cinque decessi a causa del virus covid 19 nello scorso anno allo stato la situazione per quanto concerne i vaccini è ferma.

Questo uno stralcio di quanto dichiarato da parte dei segretari del sindacato Sinappe  “Solo in Campania ci sono stati 5 decessi per Covid tra le fila della polizia penitenziaria (di cui 3 nel carcere di Carinola), ossia la metà del dato nazionale – dichiarano – Nonostante ciò siamo un delle poche regioni in cui non è ancora partita la campagna vaccinale a differenza delle altre forze dell’ordine che stanno già effettuando i vaccini.  Abbiamo proclamato lo stato di agitazione con l’interruzione delle relazioni sindacali perché i poliziotti penitenziari in Campania sono stanchi, demotivati e stressati da carichi di lavoro insostenibili a causa di una pessima gestione dell’emergenza sanitaria che a tutti i livelli si sta rivelando inefficace e fallimentare,   rivendichiamo il diritto a lavorare in sicurezza a tutela della nostra salute e di quella delle nostre famiglie – aggiungono – Non escludiamo altre forme di protesta per sollecitare gli organi competenti ad uscire dal pantano dell’immobilismo i cui maleodoranti miasmi stanno minando la serenità e la salute dei servitori dello stato”

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

LA DENUNCIA DELLA POLIZIA PENITENZIARIA NIENTE VACCINI IN CARCERE

La Red Zone di Petrucci

Compare a sorpresa Red Zone la nuova opera di street di Nello Petrucci nella centralissima via Plinio

POMPEI (NA) – Può sembrare quasi una provocazione, vista la posizione: a pochi passi dall’ingresso del Parco Archeologico dove si ammirano le rovine della città antica. La “zona rossa” di Petrucci però è qualcosa in più.

Nello Petrucci non è la prima volta che si inserisce nel decoro urbano con messaggi particolarmente attuali e che invitano alla riflessione.

Red Zone è infatti un esplicito richiamo alla missione Mars 2020 sviluppata dalla NASA per esplorare Marte, il Pianeta Rosso attraverso Perseverance, il robot dalle dimensioni di un’automobile, “ammartato” lo scorso 18 febbraio.

Petrucci in Red zone inserisce alcune figure di iconici affreschi pompeiani nel contesto marziano mettendole in comunicazione con il rover in viaggio su Marte.

 L’opera di grandi dimensioni – 4 metri x 250cm di carta e halftone, ovvero un effetto retinato – rappresenta dunque una forma di relazione tra epoche e topos tanto distanti. Ciononostante,  riescono a “comunicare” tra loro.

Che la collocazione in strada dell’opera sia coincisa con un momento storico caratterizzato per la Campania dalla ” zona rossa”, non è casuale.

In un periodo di stop forzato per l’intero settore artistico-culturale, lo street artist pompeiano non smette di produrre e analizzare il presente. Così quel rosso che oggi ci fa subito pensare a divieti e restrizioni, è in realtà il rosso di Marte e, prima ancora, il rosso pompeiano. E chissà se dalle “ceneri” di Marte non verranno fuori dei segni di vita.

Nello Petrucci, classe 1981) vive e lavora tra Pompei e New York.  Ha studiato cinematografia a Roma, alla N.U.C.T., laurea all’Accademia di Belle Arti Napoli in Scenografia. Ha lavorato con registi come Martin Scorsese, Ari Taub, Manetti Bros, Antonio Capuano, tra gli altri.
Artista e film maker, ha realizzato vari progetti indipendenti, da cortometraggi a videoarte  ricevendo numerosi premi. Primo italiano a esporre al Word Trade Center di New York con l’opera permanente The essence of Lightness  insieme con gli street artist  mondiali come Rob English, WhlsBe, Rubin 415,Lauren YS, Layercake, Chris RWK, nel progetto  del magnate Larry Silversteine The masterpiece in the sky.

Ha sviluppato nel tempo diversi filoni di ricerca, principalmente in cinematografia: particolarmente evidente la sua ammirazione per le locandine, che considera una vera e propria linfa d’ispirazione: … strappare dalla strada, conservare la memoria storica di un periodo e  rimescolare, comporre in un universo cinetico dove  nel pieno caos tutto prende forma, nulla si distrugge, tutto si trasforma.

La sua opera Sweet home è considerata tra le nove opere più importanti al mondo nel periodo della pandemia. Artista sensibile alle tematiche sociali, ha messo a  punto significativi lavori sull’ omofobia e il razzismo.

Attivista ambientalista, è famosa la sua installazione Plastic River, una balena colma di rifiuti esposta nelle piazze italiane per denunciare l’utilizzo smodato della plastica che minaccia il mondo.

Lo scorso autunno ha installato in modo permanente la scultura open air Margine a Torre Fossa Lo Papa di Punta Campanella.

All’indomani dell’adozione della zona rossa dello scorso ottobre, su un muro  al confine tra Pompei e Scafati , è comparso un cartello di Petrucci che rievocava quello che si poteva leggere al Checkpoint Charlie di Berlino.

Nello stesso giorno della scomparsa di Diego Armando Maradona, ha creato e installato allo stadio Maradona di Napoli il suo personale tributo artistico dal titolo La mano de Dios.

Questo slideshow richiede JavaScript.

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

La Red Zone di Petrucci

Caserta piange per Valeria D’ Esposito nuova vittima del Covid.

Caserta. La giornalista casertana  Valeria D’Esposito si è dovuta arrendere al Covid-19.

Valeria, 49 anni e volto noto di ” visit campania” stava combattendo contro il male del secolo già da qualche giorno . Le sue condizioni di salute erano peggiorate fino ad arrivare al triste epilogo.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Di seguito il suo ultimo twitter

Nella terza ondata, che non avrebbe dovuto esserci, il covid ha raggiunto anche me. Ebbene sì, mentre ero in attesa della chiamata per il vaccino, un giorno all’improvviso mi sono sentita poco bene. È stato davvero un attimo: ero al pc, tranquilla a scrivere e a bere il mio tè, e in un secondo ho sentito le forze venire meno, mentre la gola iniziava a bruciare e la testa a pulsare di dolore. Sembrava la scena di un film, perché proprio nello stesso momento, anche mio marito iniziava a sentirsi poco bene”.

 

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Caserta piange per Valeria D’ Esposito nuova vittima del Covid.

Il Covid 19 uccide un neonato di appena 37 giorni di vita. 

E’ morto In Grecia dopo appena 37 giorni di vita un neonato colpito dal Covid-19.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Si tratta della vittima più giovane del coronavirus in Grecia, ed una delle più giovani a livello mondiale. Il bambino era ricoverato in terapia intensiva  presso l’ ospedale ateniese di Aglaia KyriaKou . Il Ministro della salute greco aveva gia’ annunciato che stava seguendo il caso . Queste erano state le sue parole il 19 febbraio scorso :” È un’anima piccola, innocente, che combatte per la vita, i medici fanno quello che possono e desideriamo che tutto vada bene”.

Sembra che il bambino non avesse altre patologie . Avrebbe contratto il virus pochi giorni dopo la nascita . Aveva manifestato da subito gravi problemi respiratori e polmonite.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Il Covid 19 uccide un neonato di appena 37 giorni di vita. 

AVERSA, SCANDALO ASL, FALSI CERTIFICATI E FAVORI SESSUALI

Aversa-Emergono altri particolari su quella che è l’inchiesta che ha colpito l’ASL di Caserta, dettagli hot  e quant’altro su quanto accadeva all’interno dei vari uffici.

L’inchiesta che ha colpito l’Asl di Caserta e, in particolare, il settore ed il dipartimento della Salute Mentale  ha provocato una bufera nel mondo politico, sanitario e sindacale aversano. Ad Aversa e ai paesi limitrofi fanno, infatti, capo la maggior parte delle persone coinvolte. Indagati, ma al momento si tratta di una serie di ipotesi di reato che dovranno trovare ulteriore riscontro nel corso dell’iter procedimentale, ci sono ben settanta persone di cui dodici agli arresti domiciliari. Politica e sindacato risultano entrambi coinvolti.

Ma, cerchiamo di ricostruire quello che è accaduto nel tempo e quello che stava succedendo. La figura chiave dell’inchiesta è lo psichiatra che lavorava all’interno degli uffici ASL, ossia Luigi Carizzone, perno della vicenda tanto da essere presente in quasi tutte le pagine della mastodontica ordinanza. Luigi Carizzone si sarebbe permesso, stando agli atti, di tutto: dal creare un sistema di gestione dei malati di mente per trarne profitto, ad avere una presunta amante (Patrizia Rampone, 10 anni in meno di lui) per la quale chiede anche una borsa da mille euro (che lui vorrebbe pagare, ma lei non ne ha l’intenzione) con la quale colloquia attraverso un turpiloquio continuo, ad ottenere sesso orale da una propria paziente di 20 anni più giovane.

Lo stesso psichiatra, ossia il Carizzone avrebbe fatto intascare migliaia di euro a diversi dipendenti (di cui molti dell’Agro Aversano) del Dipartimento di Salute Mentale per progetti “fantasma” che poi non sarebbero mai stati attuati.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

A lui, poi, si sarebbero rivolti funzionari medici ma non soltanto anche funzionari dell’Asl ed altri sanitari per ricevere certificati medici psichiatrici per familiari e amici , tra i quali figurano altri medici come Vincenzo Grella sempre di Aversa, Valentino Di Michele altro dottore dell’aversano, più precisamente di Cesa.

In particolare, Vincenzo Grella avrebbe chiesto al quello che è uno dei suoi colleghi ossia il Carizzone un certificato da allegare alla pratica del figlio per il rilascio del porto d’armi per la caccia. Certificato rilasciato senza che il giovane Grella fosse stato mai sottoposto a visita. Esilarante, se non fosse per l’illegalità sottesa, l’episodio del certificato rilasciato ad un imputato in un processo per guida in stato di ebrezza. Dopo aver pagato mille euro, l’avvocato avrebbe chiesto di rifare il certificato con precise indicazioni tanto da far arrabbiare Carizzone che avrebbe detto alla Rampone che avrebbe diviso con lui: «Ora gli restituisco i mille euro e lo mando a quel paese», questo quello che emerge da alcune risultanze e tabulati telefonici.

Ma ci sono anche altre persone coinvolte nella maxi inchiesta, ci sarebbe poi inoltre anche una raccomandazione presso il noto politico casertano Gennaro Oliviero, attuale presidente del Consiglio Regionale della Campania, per sé stesso per prorogare il proprio incarico presso l’Asl e per il nipote Victor Gatto al quale andranno incarichi come avvocato dell’Asl per oltre centomila euro. Victor è figlio di Mario Gatto, già più volte parlamentare, che Carizzone (cognato di Gatto) deride pure, parlando con la Rampone, per non essere riuscito ad intessere una tela di rapporti da utilizzare per suo tornaconto. Carizzone e Victor Gatto sono, poi, rispettivamente, zio e fratello di Francesco Gatto, da anni segretario cittadino del Partito Democratico, molto vicino al sindaco Alfonso Golia e alla sua amministrazione. Tra i coinvolti anche Pasquale Sannino, figlio del più noto Giuseppe, Peppe per gli amici, esponente di primo piano del Pd cittadino e uomo ombra del sindaco tanto da creare non poco malcontento anche tra i fedelissimi di Alfonso Golia che gli hanno imputato, in tempi non sospetti, molta influenza, in verità tutta da provare stante la caparbietà proverbiale dello stesso Golia.

Ad essere coinvolto c’è anche uno dei sindacati della Sanità casertana, la FIALS nata ad Aversa grazie alla famiglia Stabile. Il figlio di Salvatore (il potente dirigente del sindacato in questione), Antonio, e Costanza di Pietro (nuora di Peppe Stabile, già vicesindaco e presidente del Consiglio comunale, attualmente consigliere di opposizione dopo essere stato per due volte candidato alla carica di primo cittadino) sono tra gli indagati per una serie di reati. Il magistrato parla, per i personaggi di primo piano coinvolti nell’inchiesta, di associazione «allo scopo di commettere una serie indeterminata di reati, fra cui i reati di peculato, corruzione, turbata libertà degli incanti, falso in atto pubblico, truffa ai danni della pubblica amministrazione, abuso di ufficio ed altri reati sempre ai danni della pubblica amministrazione».

Accanto ad essi vi sono, inoltre, diversi dipendenti Asl, quasi tutti dell’Agro Aversano, che hanno beneficiato di cospicue somme per progetti che non si sarebbero mai concretizzati mentre altri si sarebbero avvalsi di false giustificazioni di uscite per abbandonare il post di lavoro per effettuare faccende di tipo personale.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

AVERSA, SCANDALO ASL, FALSI CERTIFICATI E FAVORI SESSUALI

Gattuso fa rifiatare il Napoli

Dopo la vittoria di ieri sera contro il Bologna, il mister degli azzurri Gattuso ha deciso di concedere ai propri ragazzi due giorni di relax. Il motivo è dovuto sopratutto al fatto che il Napoli da domenica 14 fino al 21 febbraio avrà ben tre trasferte durissime. Milan, Juve ed infine Roma, sicuramente dopo queste tre sfide il Napoli potrà capire se davvero potrà essere in gioco per la champions fino a fine stagione.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Gattuso fa rifiatare il Napoli