Caserta. Vicenda Cosentino: alla difesa bastano i ‘domiciliari’

Non si preannuncia alcun ricorso in Cassazione in caso di esito negativo per l’istanza di scarcerazione presentata dai legali dell’ex Sottosegretario.
Per l’’avvocato Nando Letizia “le motivazioni rafforzano l’ipotesi della concessione dei domiciliari che potrebbe essere concessa nei prossimi giorni“.

Subito dopo la pubblicazione delle motivazioni della Cassazione che ha annullato, con rinvio al Tribunale del Riesame, l’ordine di custodia cautelare a carico dell’ex coordinatore regionale del Pdl Nicola Cosentino, CasertaCE ha contattato, Nando Letizia, uno dei legali della difesa, al fine di comprendere quali risvolti ci saranno nelle prossime ore.

In effetti si attende adesso la decisione del giudice del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere,Guglielmo, in merito all’istanza di scarcerazione presentata dai legali dell’ex Sottosegretario.

ICosentino-Nicola-15x9-camorra+governo-306x180n caso di rigetto della richiesta di scarcerazione appare improbabile la presentazione di un’ulteriore istanza alla Cassazione, al fine di ottenere, appunto i domiciliari per Nicola Cosentino.

La difesa, secondo quanto ha sostenuto l’avvocato Letizia, sarebbe intenzionata, in caso di esito negativo pronunciato dal dott. Guglielmo di attendere la decisione del Riesame.

“Le motivazioni formulate dalla Cassazione – ha sottolineato Letizia – rappresentano un punto importante e positivo per l’ex Sottosegretario che in caso di pronuncia favorevole del dott. Guglielmo potrebbe essere scarcerato e sottoposto alla misura cautelare dei domiciliari anche nei prossimi giorni”.

(Max Ive – Fonte & Aggiornamenti: Caserta CE)