COVID 19 CASERTA, ZONA ROSSA A MARCIANISE? CASI ALLA BCC DI CASAGIOVE

Le selezioni news a cura di Luca Vestini

Marcianise, Casagiove (Caserta), 25 ottobre 2020 – I casi in aumento a Marcianise, dove una intera classe di alunni del liceo scientifico Quercia (e Ferraris) ed insegnanti sono finiti in quarantena nei giorni scorsi ed altri contagi registrati in citt�, stanno allarmando l’autorit� sanitaria che ha chiesto (a causa dell’aumento della curva epidemiologica) al sindaco Antonello Velardi di istituire la zona rossa. C’� addirittura una data, lunedi 26 ottobre, ma nulla di stabilito: il provvedimento, ad oggi, non � stato ancora redatto da chi di dovere ma non si tratta di una procedura rapida. Non si capisce perch� altri comuni con una incidenza superiore rispetto alla popolazione non siano zona rossa. Un altro comune in zona rossa � Orta di Atella.

Casagiove, casi alla Bcc Banca Credito Cooperativo

Si parla di un focolaio registrato dieci giorni fa nella filiale di Casagiove della Bcc Banca di Credito Cooperativo di Terra di Lavoro dove sarebbero andati in quarantena fiduciaria oltre dieci persone: i casi sono quasi tutti asintomatici tranne un paio

Saltano i tracciamenti dell’Asl, 12 comuni dell’agro aversano nel Casertano, contro il manager Risso (nella foto)

Tracciamenti saltati e soggetti in quarantena fiduciaria anonimi per 12 sindaci dell’agro aversano che mettono sotto accusa il manager dell’Asl di Caserta Ferdinando Russo, finito nel pallone con il suo ente. Ne vedremo delle belle

COVID 19 CASERTA, ZONA ROSSA A MARCIANISE? CASI ALLA BCC DI CASAGIOVE

CANCELLO ED ARNONE (CASERTA): SPARITI I 500 MILA EURO DOVUTI ALLA GETET

GIALLO A CANCELLO ED ARNONE, SPARITI 500 MILA EURO NEL PASSAGGIO DI CASSA TRA DUE SOCIETA’ DI RISCOSSIONE. LA SOCIETA’ DI TESORERIA USCENTE GETET CHIEDE CONTO AL COMUNE

Cancello ed Arnone (Caserta), 25 ottobre 2020 – Cinquecentomila euro �volatilizzatisi� nel passaggio di cassa tra due societ� di riscossione, la Sogert e la Getet: quest’ultima, torna alla ricarica e chiede conto al Comune di Cancello ed Arnone dopo cinque anni di attesa durante i quali il passaggio di cassa � rimasto lettera morta. Una vicenda che si trascina dal 2015 con diverse diffide inoltrate dalla Getet (societ� di tesoreria con sede legale a Roma) all’amministrazione comunale cancellese. Una serie di �rinvii pretestuosi da parte dell’ente� si legge in una delle istanze, e le �assenze del tesoriere entrante per le verifiche di cassa� hanno costretto la Getet anche a comunicare la vicenda alla Corte dei Conti della Campania in relazione alla situazione di cassa del Comune al novembre del 2014 e al mancato passaggio dei fondi. Diverse le istanze inoltrate all’amministrazione comunale che, peraltro, aveva revocato il servizio di tesoreria e riscossione alla Sogert di Grumo Nevano salvo poi tornare sui suoi passi revocandolo appena quattro giorni dopo, ovvero alla fine dello scorso anno. Nelle more i cittadini avevano anche lamentato una serie di avvisi di cartelle pazze giunte presso le loro abitazioni del tutto irrituali. Un parere pro-veritate fornito al Comune da parte di un autorevole studio legale napoletano aveva suggerito all’ente comunale di revocare il contratto con la Sogert in eventuale presenza di �inadempimenti gravi� perch� l’amministrazione aveva contestato alla Sogert di �aver effettuato dei pagamenti senza che l’ente avesse ordinato tali spese di emissione di mandati di pagamento e di avere riscontrato, per ammissione dello stesso Tesoriere, dall’elenco dei sospesi in uscita, compensi spettanti alla Sogert per attivit� espletate a favore dell’ente�. In tutto ci�, � ancora sospeso il passaggio di cassa dei 500 mila euro a favore della Getet che � pronta ad avviare una pesante azione legale. Va detto inoltre, a proposito del ruolo della compagine entrante, che non � regolare la gestione del servizio di tesoreria da parte di una societ� che ha come oggetto sociale �gestione riscossione tributi�.

https://www.teleradio-news.it/2020/10/25/cancello-ed-arnone-caserta-spariti-i-500-mila-euro-dovuti-alla-getet/

COVID 19 CASERTA, ZONA ROSSA A MARCIANISE? CASI ALLA BCC DI CASAGIOVE

Le selezioni news a cura di Luca Vestini

Marcianise, Casagiove (Caserta), 25 ottobre 2020 – I casi in aumento a Marcianise, dove una intera classe di alunni del liceo scientifico Quercia (e Ferraris) ed insegnanti sono finiti in quarantena nei giorni scorsi ed altri contagi registrati in citt�, stanno allarmando l’autorit� sanitaria che ha chiesto (a causa dell’aumento della curva epidemiologica) al sindaco Antonello Velardi di istituire la zona rossa. C’� addirittura una data, lunedi 26 ottobre, ma nulla di stabilito: il provvedimento, ad oggi, non � stato ancora redatto da chi di dovere ma non si tratta di una procedura rapida. Non si capisce perch� altri comuni con una incidenza superiore rispetto alla popolazione non siano zona rossa. Un altro comune in zona rossa � Orta di Atella.

Casagiove, casi alla Bcc Banca Credito Cooperativo

Si parla di un focolaio registrato dieci giorni fa nella filiale di Casagiove della Bcc Banca di Credito Cooperativo di Terra di Lavoro dove sarebbero andati in quarantena fiduciaria oltre dieci persone: i casi sono quasi tutti asintomatici tranne un paio

Saltano i tracciamenti dell’Asl, 12 comuni dell’agro aversano nel Casertano, contro il manager Risso (nella foto)

Tracciamenti saltati e soggetti in quarantena fiduciaria anonimi per 12 sindaci dell’agro aversano che mettono sotto accusa il manager dell’Asl di Caserta Ferdinando Russo, finito nel pallone con il suo ente. Ne vedremo delle belle

https://www.teleradio-news.it/2020/10/25/covid-19-caserta-zona-rossa-a-marcianise-casi-alla-bcc-di-casagiove/

CANCELLO ED ARNONE (CASERTA): SPARITI I 500 MILA EURO DOVUTI ALLA GETET

GIALLO A CANCELLO ED ARNONE, SPARITI 500 MILA EURO NEL PASSAGGIO DI CASSA TRA DUE SOCIETA’ DI RISCOSSIONE. LA SOCIETA’ DI TESORERIA USCENTE GETET CHIEDE CONTO AL COMUNE

Cancello ed Arnone (Caserta), 25 ottobre 2020 – Cinquecentomila euro �volatilizzatisi� nel passaggio di cassa tra due societ� di riscossione, la Sogert e la Getet: quest’ultima, torna alla ricarica e chiede conto al Comune di Cancello ed Arnone dopo cinque anni di attesa durante i quali il passaggio di cassa � rimasto lettera morta. Una vicenda che si trascina dal 2015 con diverse diffide inoltrate dalla Getet (societ� di tesoreria con sede legale a Roma) all’amministrazione comunale cancellese. Una serie di �rinvii pretestuosi da parte dell’ente� si legge in una delle istanze, e le �assenze del tesoriere entrante per le verifiche di cassa� hanno costretto la Getet anche a comunicare la vicenda alla Corte dei Conti della Campania in relazione alla situazione di cassa del Comune al novembre del 2014 e al mancato passaggio dei fondi. Diverse le istanze inoltrate all’amministrazione comunale che, peraltro, aveva revocato il servizio di tesoreria e riscossione alla Sogert di Grumo Nevano salvo poi tornare sui suoi passi revocandolo appena quattro giorni dopo, ovvero alla fine dello scorso anno. Nelle more i cittadini avevano anche lamentato una serie di avvisi di cartelle pazze giunte presso le loro abitazioni del tutto irrituali. Un parere pro-veritate fornito al Comune da parte di un autorevole studio legale napoletano aveva suggerito all’ente comunale di revocare il contratto con la Sogert in eventuale presenza di �inadempimenti gravi� perch� l’amministrazione aveva contestato alla Sogert di �aver effettuato dei pagamenti senza che l’ente avesse ordinato tali spese di emissione di mandati di pagamento e di avere riscontrato, per ammissione dello stesso Tesoriere, dall’elenco dei sospesi in uscita, compensi spettanti alla Sogert per attivit� espletate a favore dell’ente�. In tutto ci�, � ancora sospeso il passaggio di cassa dei 500 mila euro a favore della Getet che � pronta ad avviare una pesante azione legale. Va detto inoltre, a proposito del ruolo della compagine entrante, che non � regolare la gestione del servizio di tesoreria da parte di una societ� che ha come oggetto sociale �gestione riscossione tributi�.

https://www.teleradio-news.it/2020/10/25/cancello-ed-arnone-caserta-spariti-i-500-mila-euro-dovuti-alla-getet/

COVID 19 CASERTA, ZONA ROSSA A MARCIANISE? CASI ALLA BCC DI CASAGIOVE

Le selezioni news a cura di Luca Vestini

Marcianise, Casagiove (Caserta), 25 ottobre 2020 – I casi in aumento a Marcianise, dove una intera classe di alunni del liceo scientifico Quercia (e Ferraris) ed insegnanti sono finiti in quarantena nei giorni scorsi ed altri contagi registrati in citt�, stanno allarmando l’autorit� sanitaria che ha chiesto (a causa dell’aumento della curva epidemiologica) al sindaco Antonello Velardi di istituire la zona rossa. C’� addirittura una data, lunedi 26 ottobre, ma nulla di stabilito: il provvedimento, ad oggi, non � stato ancora redatto da chi di dovere ma non si tratta di una procedura rapida. Non si capisce perch� altri comuni con una incidenza superiore rispetto alla popolazione non siano zona rossa. Un altro comune in zona rossa � Orta di Atella.

Casagiove, casi alla Bcc Banca Credito Cooperativo

Si parla di un focolaio registrato dieci giorni fa nella filiale di Casagiove della Bcc Banca di Credito Cooperativo di Terra di Lavoro dove sarebbero andati in quarantena fiduciaria oltre dieci persone: i casi sono quasi tutti asintomatici tranne un paio

Saltano i tracciamenti dell’Asl, 12 comuni dell’agro aversano nel Casertano, contro il manager Risso (nella foto)

Tracciamenti saltati e soggetti in quarantena fiduciaria anonimi per 12 sindaci dell’agro aversano che mettono sotto accusa il manager dell’Asl di Caserta Ferdinando Russo, finito nel pallone con il suo ente. Ne vedremo delle belle

https://www.teleradio-news.it/2020/10/25/covid-19-caserta-zona-rossa-a-marcianise-casi-alla-bcc-di-casagiove/

CANCELLO ED ARNONE (CASERTA): SPARITI I 500 MILA EURO DOVUTI ALLA GETET

GIALLO A CANCELLO ED ARNONE, SPARITI 500 MILA EURO NEL PASSAGGIO DI CASSA TRA DUE SOCIETA’ DI RISCOSSIONE. LA SOCIETA’ DI TESORERIA USCENTE GETET CHIEDE CONTO AL COMUNE

Cancello ed Arnone (Caserta), 25 ottobre 2020 – Cinquecentomila euro �volatilizzatisi� nel passaggio di cassa tra due societ� di riscossione, la Sogert e la Getet: quest’ultima, torna alla ricarica e chiede conto al Comune di Cancello ed Arnone dopo cinque anni di attesa durante i quali il passaggio di cassa � rimasto lettera morta. Una vicenda che si trascina dal 2015 con diverse diffide inoltrate dalla Getet (societ� di tesoreria con sede legale a Roma) all’amministrazione comunale cancellese. Una serie di �rinvii pretestuosi da parte dell’ente� si legge in una delle istanze, e le �assenze del tesoriere entrante per le verifiche di cassa� hanno costretto la Getet anche a comunicare la vicenda alla Corte dei Conti della Campania in relazione alla situazione di cassa del Comune al novembre del 2014 e al mancato passaggio dei fondi. Diverse le istanze inoltrate all’amministrazione comunale che, peraltro, aveva revocato il servizio di tesoreria e riscossione alla Sogert di Grumo Nevano salvo poi tornare sui suoi passi revocandolo appena quattro giorni dopo, ovvero alla fine dello scorso anno. Nelle more i cittadini avevano anche lamentato una serie di avvisi di cartelle pazze giunte presso le loro abitazioni del tutto irrituali. Un parere pro-veritate fornito al Comune da parte di un autorevole studio legale napoletano aveva suggerito all’ente comunale di revocare il contratto con la Sogert in eventuale presenza di �inadempimenti gravi� perch� l’amministrazione aveva contestato alla Sogert di �aver effettuato dei pagamenti senza che l’ente avesse ordinato tali spese di emissione di mandati di pagamento e di avere riscontrato, per ammissione dello stesso Tesoriere, dall’elenco dei sospesi in uscita, compensi spettanti alla Sogert per attivit� espletate a favore dell’ente�. In tutto ci�, � ancora sospeso il passaggio di cassa dei 500 mila euro a favore della Getet che � pronta ad avviare una pesante azione legale. Va detto inoltre, a proposito del ruolo della compagine entrante, che non � regolare la gestione del servizio di tesoreria da parte di una societ� che ha come oggetto sociale �gestione riscossione tributi�.

https://www.teleradio-news.it/2020/10/25/cancello-ed-arnone-caserta-spariti-i-500-mila-euro-dovuti-alla-getet/

COVID 19 CASERTA, ZONA ROSSA A MARCIANISE? CASI ALLA BCC DI CASAGIOVE

Le selezioni news a cura di Luca Vestini

Marcianise, Casagiove (Caserta), 25 ottobre 2020 – I casi in aumento a Marcianise, dove una intera classe di alunni del liceo scientifico Quercia (e Ferraris) ed insegnanti sono finiti in quarantena nei giorni scorsi ed altri contagi registrati in citt�, stanno allarmando l’autorit� sanitaria che ha chiesto (a causa dell’aumento della curva epidemiologica) al sindaco Antonello Velardi di istituire la zona rossa. C’� addirittura una data, lunedi 26 ottobre, ma nulla di stabilito: il provvedimento, ad oggi, non � stato ancora redatto da chi di dovere ma non si tratta di una procedura rapida. Non si capisce perch� altri comuni con una incidenza superiore rispetto alla popolazione non siano zona rossa. Un altro comune in zona rossa � Orta di Atella.

Casagiove, casi alla Bcc Banca Credito Cooperativo

Si parla di un focolaio registrato dieci giorni fa nella filiale di Casagiove della Bcc Banca di Credito Cooperativo di Terra di Lavoro dove sarebbero andati in quarantena fiduciaria oltre dieci persone: i casi sono quasi tutti asintomatici tranne un paio

Saltano i tracciamenti dell’Asl, 12 comuni dell’agro aversano nel Casertano, contro il manager Risso (nella foto)

Tracciamenti saltati e soggetti in quarantena fiduciaria anonimi per 12 sindaci dell’agro aversano che mettono sotto accusa il manager dell’Asl di Caserta Ferdinando Russo, finito nel pallone con il suo ente. Ne vedremo delle belle

https://www.teleradio-news.it/2020/10/25/covid-19-caserta-zona-rossa-a-marcianise-casi-alla-bcc-di-casagiove/

CANCELLO ED ARNONE (CASERTA): SPARITI I 500 MILA EURO DOVUTI ALLA GETET

GIALLO A CANCELLO ED ARNONE, SPARITI 500 MILA EURO NEL PASSAGGIO DI CASSA TRA DUE SOCIETA’ DI RISCOSSIONE. LA SOCIETA’ DI TESORERIA USCENTE GETET CHIEDE CONTO AL COMUNE

Cancello ed Arnone (Caserta), 25 ottobre 2020 – Cinquecentomila euro �volatilizzatisi� nel passaggio di cassa tra due societ� di riscossione, la Sogert e la Getet: quest’ultima, torna alla ricarica e chiede conto al Comune di Cancello ed Arnone dopo cinque anni di attesa durante i quali il passaggio di cassa � rimasto lettera morta. Una vicenda che si trascina dal 2015 con diverse diffide inoltrate dalla Getet (societ� di tesoreria con sede legale a Roma) all’amministrazione comunale cancellese. Una serie di �rinvii pretestuosi da parte dell’ente� si legge in una delle istanze, e le �assenze del tesoriere entrante per le verifiche di cassa� hanno costretto la Getet anche a comunicare la vicenda alla Corte dei Conti della Campania in relazione alla situazione di cassa del Comune al novembre del 2014 e al mancato passaggio dei fondi. Diverse le istanze inoltrate all’amministrazione comunale che, peraltro, aveva revocato il servizio di tesoreria e riscossione alla Sogert di Grumo Nevano salvo poi tornare sui suoi passi revocandolo appena quattro giorni dopo, ovvero alla fine dello scorso anno. Nelle more i cittadini avevano anche lamentato una serie di avvisi di cartelle pazze giunte presso le loro abitazioni del tutto irrituali. Un parere pro-veritate fornito al Comune da parte di un autorevole studio legale napoletano aveva suggerito all’ente comunale di revocare il contratto con la Sogert in eventuale presenza di �inadempimenti gravi� perch� l’amministrazione aveva contestato alla Sogert di �aver effettuato dei pagamenti senza che l’ente avesse ordinato tali spese di emissione di mandati di pagamento e di avere riscontrato, per ammissione dello stesso Tesoriere, dall’elenco dei sospesi in uscita, compensi spettanti alla Sogert per attivit� espletate a favore dell’ente�. In tutto ci�, � ancora sospeso il passaggio di cassa dei 500 mila euro a favore della Getet che � pronta ad avviare una pesante azione legale. Va detto inoltre, a proposito del ruolo della compagine entrante, che non � regolare la gestione del servizio di tesoreria da parte di una societ� che ha come oggetto sociale �gestione riscossione tributi�.

CANCELLO ED ARNONE (CASERTA): SPARITI I 500 MILA EURO DOVUTI ALLA GETET

COVID 19 CASERTA, ZONA ROSSA A MARCIANISE? CASI ALLA BCC DI CASAGIOVE

Le selezioni news a cura di Luca Vestini

Marcianise, Casagiove (Caserta), 25 ottobre 2020 – I casi in aumento a Marcianise, dove una intera classe di alunni del liceo scientifico Quercia (e Ferraris) ed insegnanti sono finiti in quarantena nei giorni scorsi ed altri contagi registrati in citt�, stanno allarmando l’autorit� sanitaria che ha chiesto (a causa dell’aumento della curva epidemiologica) al sindaco Antonello Velardi di istituire la zona rossa. C’� addirittura una data, lunedi 26 ottobre, ma nulla di stabilito: il provvedimento, ad oggi, non � stato ancora redatto da chi di dovere ma non si tratta di una procedura rapida. Non si capisce perch� altri comuni con una incidenza superiore rispetto alla popolazione non siano zona rossa. Un altro comune in zona rossa � Orta di Atella.

Casagiove, casi alla Bcc Banca Credito Cooperativo

Si parla di un focolaio registrato dieci giorni fa nella filiale di Casagiove della Bcc Banca di Credito Cooperativo di Terra di Lavoro dove sarebbero andati in quarantena fiduciaria oltre dieci persone: i casi sono quasi tutti asintomatici tranne un paio

Saltano i tracciamenti dell’Asl, 12 comuni dell’agro aversano nel Casertano, contro il manager Risso (nella foto)

Tracciamenti saltati e soggetti in quarantena fiduciaria anonimi per 12 sindaci dell’agro aversano che mettono sotto accusa il manager dell’Asl di Caserta Ferdinando Russo, finito nel pallone con il suo ente. Ne vedremo delle belle

https://www.teleradio-news.it/2020/10/25/covid-19-caserta-zona-rossa-a-marcianise-casi-alla-bcc-di-casagiove/

CANCELLO ED ARNONE (CASERTA): SPARITI I 500 MILA EURO DOVUTI ALLA GETET

GIALLO A CANCELLO ED ARNONE, SPARITI 500 MILA EURO NEL PASSAGGIO DI CASSA TRA DUE SOCIETA’ DI RISCOSSIONE. LA SOCIETA’ DI TESORERIA USCENTE GETET CHIEDE CONTO AL COMUNE

Cancello ed Arnone (Caserta), 25 ottobre 2020 – Cinquecentomila euro �volatilizzatisi� nel passaggio di cassa tra due societ� di riscossione, la Sogert e la Getet: quest’ultima, torna alla ricarica e chiede conto al Comune di Cancello ed Arnone dopo cinque anni di attesa durante i quali il passaggio di cassa � rimasto lettera morta. Una vicenda che si trascina dal 2015 con diverse diffide inoltrate dalla Getet (societ� di tesoreria con sede legale a Roma) all’amministrazione comunale cancellese. Una serie di �rinvii pretestuosi da parte dell’ente� si legge in una delle istanze, e le �assenze del tesoriere entrante per le verifiche di cassa� hanno costretto la Getet anche a comunicare la vicenda alla Corte dei Conti della Campania in relazione alla situazione di cassa del Comune al novembre del 2014 e al mancato passaggio dei fondi. Diverse le istanze inoltrate all’amministrazione comunale che, peraltro, aveva revocato il servizio di tesoreria e riscossione alla Sogert di Grumo Nevano salvo poi tornare sui suoi passi revocandolo appena quattro giorni dopo, ovvero alla fine dello scorso anno. Nelle more i cittadini avevano anche lamentato una serie di avvisi di cartelle pazze giunte presso le loro abitazioni del tutto irrituali. Un parere pro-veritate fornito al Comune da parte di un autorevole studio legale napoletano aveva suggerito all’ente comunale di revocare il contratto con la Sogert in eventuale presenza di �inadempimenti gravi� perch� l’amministrazione aveva contestato alla Sogert di �aver effettuato dei pagamenti senza che l’ente avesse ordinato tali spese di emissione di mandati di pagamento e di avere riscontrato, per ammissione dello stesso Tesoriere, dall’elenco dei sospesi in uscita, compensi spettanti alla Sogert per attivit� espletate a favore dell’ente�. In tutto ci�, � ancora sospeso il passaggio di cassa dei 500 mila euro a favore della Getet che � pronta ad avviare una pesante azione legale. Va detto inoltre, a proposito del ruolo della compagine entrante, che non � regolare la gestione del servizio di tesoreria da parte di una societ� che ha come oggetto sociale �gestione riscossione tributi�.

https://www.teleradio-news.it/2020/10/25/cancello-ed-arnone-caserta-spariti-i-500-mila-euro-dovuti-alla-getet/

COVID 19 CASERTA, ZONA ROSSA A MARCIANISE? CASI ALLA BCC DI CASAGIOVE

Le selezioni news a cura di Luca Vestini

Marcianise, Casagiove (Caserta), 25 ottobre 2020 – I casi in aumento a Marcianise, dove una intera classe di alunni del liceo scientifico Quercia (e Ferraris) ed insegnanti sono finiti in quarantena nei giorni scorsi ed altri contagi registrati in citt�, stanno allarmando l’autorit� sanitaria che ha chiesto (a causa dell’aumento della curva epidemiologica) al sindaco Antonello Velardi di istituire la zona rossa. C’� addirittura una data, lunedi 26 ottobre, ma nulla di stabilito: il provvedimento, ad oggi, non � stato ancora redatto da chi di dovere ma non si tratta di una procedura rapida. Non si capisce perch� altri comuni con una incidenza superiore rispetto alla popolazione non siano zona rossa. Un altro comune in zona rossa � Orta di Atella.

Casagiove, casi alla Bcc Banca Credito Cooperativo

Si parla di un focolaio registrato dieci giorni fa nella filiale di Casagiove della Bcc Banca di Credito Cooperativo di Terra di Lavoro dove sarebbero andati in quarantena fiduciaria oltre dieci persone: i casi sono quasi tutti asintomatici tranne un paio

Saltano i tracciamenti dell’Asl, 12 comuni dell’agro aversano nel Casertano, contro il manager Risso (nella foto)

Tracciamenti saltati e soggetti in quarantena fiduciaria anonimi per 12 sindaci dell’agro aversano che mettono sotto accusa il manager dell’Asl di Caserta Ferdinando Russo, finito nel pallone con il suo ente. Ne vedremo delle belle

https://www.teleradio-news.it/2020/10/25/covid-19-caserta-zona-rossa-a-marcianise-casi-alla-bcc-di-casagiove/