S.Giorgio La Molara (BN). Spaccio di denaro falso: assolto un giovane difeso dall’avvocato Fucci


Si è tenuta davanti al Giudice Monocratico del Tribunale di Benevento, Dottor Salvatore Perrotta, il processo a carico di Vincenzo Paradiso, di San Giorgio la Molara, di 24 anni, imputato di spendita di banconote false, per fatti verificatisi il 25 marzo 2019, presso un distributore di carburante sito in Paduli, difeso dall’ avvocato Vittorio Fucci.

In particolare, il Paradiso fu denunciato dal titolare del distributore di carburante per aver speso una banconota falsa del taglio di 100 Euro, dopo aver rifornito la propria autovettura di carburante.

Nell’immediato intervennero gli operatori di P.G. allertati dal titolare del distributore che sequestrarono la banconota ritenuta falsa.

Il Paradiso, fu trattenuto dai militi per alcune ore allo scopo di eseguire gli accertamenti del caso e, successivamente, rilasciato, procedendo a piede libero da parte dell’Autorità Giudiziaria.

All’esito dell’udienza di discussione, accogliendo la tesi sostenuta dall’avvocato Vittorio Fucci, il Giudice Monocratico del Tribunale di Benevento ha assolto il Paradiso, ponendo fine alla vicenda giudiziaria.

(News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)

S.Giorgio La Molara (BN). Spaccio di denaro falso: assolto un giovane difeso dall’avvocato Fucci

di TeleradioNews

CASTELLO DEL MATESE. Palatenda divelto dal vento, danni ingenti anche in paese. A Piedimonte Matese invece manca la luce ed il vento sta terrorizzando tutti.


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Vigili del Fuoco e Protezione Civile al lavoro in lungo e largo per il territorio. Stanno giungendo ai centralini dei soccorsi decine e decine di telefonate da parte di residenti che si dicono terrorizzati… 
Prosegue forte e incessante il vento in lungo e largo per l’Alto Casertano e nel Matese. Stanotte proprio il fortissimo vento ha scoperchiato l’intero Palatenda a Castello Matese e creato ingenti danni anche in altre zone del piccolo Comune che sovrasta Piedimonte Matese. E proprio nel capoluogo matesino continuano a registrarsi danni. Infatti alberi e pali di metallo stanno cadendo un pò ovunque. La città è senza corrente da diverse ore e i Vigili del Fuoco e la Protezione Civile sono al lavoro per cercare di tamponare questa fase di emergenza davvero mai verificatasi prima a causa del vento fortissimo. E’ sconsigliato uscire di casa, se non strettamente necessario, per via di tegole e altri oggetti che possono colpire tutti. Molti residenti stanno chiamando i centralini dei soccorsi perchè si dicono letteralmente terrorizzati. A breve faremo un altro sunto della situazione.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: CASTELLO DEL MATESE. Palatenda divelto dal vento, danni ingenti anche in paese. A Piedimonte Matese invece manca la luce ed il vento sta terrorizzando tutti..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/03/06/castello-del-matese-palatenda-divelto-dal-vento-danni-ingenti-anche-in-paese-a-piedimonte-matese-invece-manca-la-luce-ed-il-vento-sta-terrorizzando-tutti/

di TeleradioNews

BAIA E LATINA. Fervono i preparativi per la festa della donna. La Pro Loco ha organizzato una serata anche per le famiglie, presso la “Tana del Buongustaio”


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

La serata sarà allietata dal duetto musicale Ruggiero e Marj e per l’occasione ci sarà la prima esibizione della scuola di ballo promossa dalla Pro Loco in collaborazione con la scuola del maestro Antony Dance…
Fervono i preparativi a Baia e Latina per Domenica prossima 8 Marzo, dove, in occasione della festa della donna la Pro Loco di Baia e Latina ha organizzato una serata interamente dedicata non solo alle donne ma anche alle famiglie presso il locale La Tana del Buongustaio. La serata sarà allietata dal duetto musicale Ruggiero e Marj e per l’occasione ci sarà la prima esibizione della scuola di ballo promossa dalla Pro Loco in collaborazione con la scuola del maestro Antony Dance. Una serata dunque all’insegna del divertimento e dell’allegria per celebrare la Giornata internazionale della donna (comunemente definita Festa della donna) per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui sono ancora oggetto in molte parti del mondo I partecipanti potranno degustare un menu fisso della casa composto da aperitivo di benvenuto, antipasto tipico del buongustaio, pizza mimosa e dolce mimosa con una sorpresa culinaria finale. Per prenotarsi è possibile rivolgersi alla presidente della Pro Loco Adriana Parillo o direttamente al ristorante pizzeria la Tana del Buongustaio rispettivamente ai numeri:
 329 / 6223647 e 327 / 58 02 013.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: BAIA E LATINA. Fervono i preparativi per la festa della donna. La Pro Loco ha organizzato una serata anche per le famiglie, presso la “Tana del Buongustaio”.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/03/06/baia-e-latina-fervono-i-preparativi-per-la-festa-della-donna-la-pro-loco-ha-organizzato-una-serata-anche-per-le-famiglie-presso-la-tana-del-buongustaio/

di TeleradioNews

PIANA DI MONTE VERNA. Un recente caso giudiziario e gli effetti dei decreti attuativi del Jobs Act nell’applicazione dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori. La vicissitudine di Giuseppe Mastroianni


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Licenziato la scorsa estate adducendo motivazioni di scarsa professionalità e di violazione delle regole di sicurezza e viabilità, e la sua presenza dichiarata indesiderata all’interno dell’opificio. Ma poi grazie al giudice è stato reintegrato e risarcito…
Questo l’intervento dell’avvocato Giuseppe Carozza che ha difeso un lavoratore originario di Piana di Monte Verna, ingiustamente licenziato e poi reintegrato.
Conduttore di ralla per la Società Turi Transport, che opera nel Porto di Napoli su commissione della società CO.NA.TE.CO, Giuseppe Mastroianni, lavoratore casertano, originario di Piana di Monte Verna, era stato licenziato la scorsa estate adducendo motivazioni di scarsa professionalità e di violazione delle regole di sicurezza e viabilità, e la sua presenza dichiarata indesiderata all’interno dell’opificio CO.NA.TE.CO. Sono bastati pochi mesi, invece, affinché il Giudice del Lavoro del Tribunale di Napoli annullasse il licenziamento disponendo il suo reintegro nel posto di lavoro, poiché non giustificato dalla disciplina dell’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, e un risarcimento in danaro. La lunga catena di imprese committenti e appaltatrici, in diversi settori dell’economia, nasconde da lungo tempo numerosi tentativi di aggirare le norme sul diritto del lavoro e sulla sicurezza sui luoghi di lavoro. Anche in questa vicenda, dunque, è lecito chiedersi se non abbiano pesato e non pesino, nell’atteggiamento e nella condotta dell’impresa che ha licenziato il lavoratore di Caserta, nonché in quella di altre imprese che operano all’interno del Porto di Napoli, una delle più grandi imprese della Regione Campania, le stesse ragioni ispiratrici. È stato l’articolo 18, abolito nei fatti dai decreti attuativi del cosiddetto Jobs Act, a garantire il ripristino della giustizia del lavoro nonché l’impiego al signor Mastroianni e, in tempi anche recenti, ad altri lavoratori. Credo che qualche dubbio debba allora sorgere sulla giustezza di tali decreti attuativi e che ci si debba chiedere se fosse proprio indispensabile privare i lavoratori di uno strumento di tutela fondamentale anziché estenderlo ad altri tipi di contratti di lavoro. A nessuno è venuto in mente, mentre stavano deliberando l’abolizione dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori che le direttive e la giustizia europea, che noi dobbiamo applicare in virtù di disposizione costituzionale, vanno in senso opposto, offrendo strumenti per limitare il precariato e, quindi, periodi di disoccupazione, si spera temporanei ma troppo spesso eccessivamente lunghi, che incidono anche sulla professionalità dei lavoratori, impoverendola e sminuendola? 
Avvocato Domenico Carozza, difensore del lavoratore reintegrato.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIANA DI MONTE VERNA. Un recente caso giudiziario e gli effetti dei decreti attuativi del Jobs Act nell’applicazione dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori. La vicissitudine di Giuseppe Mastroianni.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/03/06/piana-di-monte-verna-un-recente-caso-giudiziario-e-gli-effetti-dei-decreti-attuativi-del-jobs-act-nellapplicazione-dellarticolo-18-dello-statuto-dei-lavoratori-la-vicissitudine-di/

di TeleradioNews