Napoli. Cimitero di auto accanto al cimitero ‘umano’: nuovo scoop di Luca Abete (‘Striscia’)

Ancora una denuncia sociale dal noto inviato di Striscia la Notizia che, nella zona contigua al cimitero di Poggioreale
https://www.teleradio-news.it/2022/01/07/napoli-cimitero-di-auto-accanto-al-cimitero-umano-nuovo-scoop-di-luca-abete-striscia/

di TeleradioNews

TEANO. Il “Martirio di Santa Caterina” ritorna in chiesa dopo il restauro. La Chiesa era strapiena


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

E per la gran folla c’era del brusio, appena fuori il luogo sacro. Ma quando a prendere la parola è stata una monaca, una frase dopo l’altra, l’attenzione dei fedeli è salita…
“Osservate questa immagine: il Martirio di Santa Caterina. Osservate il particolare della ruota del carnefice che si rompe, impedendo di fare del male a Santa Caterina; che dovrà così essere decapitata. Il messaggio è chiaro: il bene inceppa l’ingranaggio del male. E il bene, che passa attraverso il bello in grado di salvare il mondo, è anche questa iniziativa di restauro che rende migliore la nostra esistenza e quella degli altri”. La chiesa di Santa Caterina a largo Giardino, nel cuore antico di Teano, era piena come un uovo, ieri sera, in attesa dello scoprimento della pala d’altare con la tela, appena restaurata con la forza degli oboli della gente comune raccolti dalla Proloco Teanum Sidicinum. E per la gran folla c’era del brusio, appena fuori il luogo sacro. Ma quando a prendere la parola è stata una monaca, una frase dopo l’altra, l’attenzione dei fedeli è salita. Ha colpito nel cuore utilizzando il momento di scoprimento e il prezioso quadro restaurato. E ha centrato l’obiettivo, parlando ai fedeli, alle altre suore, allo stesso vescovo della Diocesi di Teano-Calvi Risorta, Arturo Aiello. “Grazie al restauratore, Michele Zarrillo,sono venuti alla luce forme e particolari che prima non erano visibili. Ma è cosi anche per noi, questo momento ci deve far compiere qualche passo in più, non verso il narcisismo ma verso la bellezza vera. Senza voler fare concorrenza a Zarrillo – ha detto la monaca – siamo impegnati anche noi a essere dei restauratori: restauratori d’anime”. Accenni giustificati quelli a Zarrillo che ha avuto il delicato compito di mettere le mani sul Martirio di Santa Caterina attribuito a Belisario Corenzio, lo stesso artista pittore cui i Benedettini, nel 1609, affidarono la decorazione delle volte della navata, del transetto e del coro della chiesa dei santi Severino e Sossio, a Napoli. Un momento veramente edificante, quello di ieri sera organizzato dalla Pro Loco guidata da Antonio De Simone a Teano. Tanto, anche grazie ai contributi d’idee e in voce di Lucia Bellofatta della Soprintendenza dei beni archeologici e artistici di Caserta e a quelli dell’archeologa Carmen Autieri. Non hanno voluto mancare al singolare evento, per l’amministrazione di Teano, Carlo Barra, Vincenzo Tranquillo, Eduardo Sacco e Giovanni Scoglio. In chiesa anche il presidente della camera di commercio di Caserta, Tommaso De Simone.

Linda Zanni

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: TEANO. Il “Martirio di Santa Caterina” ritorna in chiesa dopo il restauro. La Chiesa era strapiena.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/03/01/teano-il-martirio-di-santa-caterina-ritorna-in-chiesa-dopo-il-restauro-la-chiesa-era-strapiena/

di TeleradioNews

Si lancia dalla finestra di casa e muore in ospedale

Teano. Oggi, 07/12/2022, Lorenzo Aversano, sessantenne residente in Viale Italia a Teano, ed impiegato in una scuola del paese, si è lanciato dalla finestra del bagno del suo appartamento, poco dopo le 14, facendo un volo di circa 5 metri.

Le condizioni non sembravano essere tanto gravi, nonostante lo schianto al suolo, ma dopo circa 4 ore di agonia, presso l’ospedale di Caserta Sant’Anna e San Sebastiano, i tentativi di salvarlo sono stati inutili.

Lorenzo questa sera si è spento e la salma è stata messa a disposizione dei familiari, in quanto per il Magistrato è apparso chiaro l’intento di togliersi la vita e non ha ritenuto opportuno disporre ulteriori esami sul corpo della vittima.

L’articolo Si lancia dalla finestra di casa e muore in ospedale proviene da BelvedereNews.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2022/01/07/si-lancia-dalla-finestra-di-casa-e-muore-in-ospedale/

di TeleradioNews

De Luca: sospese le attività didattiche in presenza scuola dell’infanzia, primaria e secondaria

RDINANZA N. 1 DEL 7 GENNAIO 2022 – ANTICIPAZIONI (a cura dell’Unità di Crisi)

Si anticipa la parte ordinativa dell’Ordinanza numero 1 in corso di pubblicazione.

Sull’intero territorio regionale, fatta salva l’adozione di ulteriori provvedimenti in conseguenza dell’evoluzione della situazione epidemiologica, con decorrenza dalla pubblicazione del presente provvedimento e fino al 29 gennaio 2022:

1.1. dalle ore 22,00 e fino alle ore 6,00 è fatto divieto di consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, ivi compresi gli spazi antistanti gli esercizi commerciali, le piazze, le ville e i parchi comunali;

1.2. sono comunque vietati affollamenti o assembramenti per il consumo di qualsiasi genere alimentare in luoghi pubblici o aperti al pubblico. È fatta raccomandazione ai Comuni e alle altre Autorità competenti di intensificare la vigilanza e i controlli sul rispetto del divieto di assembramenti, in particolare nelle zone ed orari della cd. “movida”

1.3. è disposta la sospensione delle attività in presenza dei servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e dell’attività scolastica e didattica in presenza della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado. Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

L’articolo De Luca: sospese le attività didattiche in presenza scuola dell’infanzia, primaria e secondaria proviene da BelvedereNews.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2022/01/07/de-luca-sospese-le-attivita-didattiche-in-presenza-scuola-dellinfanzia-primaria-e-secondaria/

di TeleradioNews

PIEDIMONTE MATESE. “Cappotto” alle altre due liste da parte della lista “Avvocati per il cambiamento”. Ma ora il presidente dell’ordine chi sarà, la prima eletta Angela Del Vecchio o Alessandro Diana?

Un vero e proprio “cappotto” per ‘Avvocati per il cambiamento’.

Continua a leggere

di TeleradioNews

CAIAZZO. Il corpo docente del Liceo Scientifico si indigna per il comunicato del Comitato “Vivi la Città”: “La classe prima è stata completata e noi lavoriamo per andare avanti!”


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Il Comitato aveva inviato una lettera al nostro portale, facendo emergere che quest’anno suonava il “de profundis” per il Liceo. I docenti stufi di continue illazioni rispediscono al mittente le falsità emerse nello scritto:” Stiamo lavorando per il bene di quella che è una Istituzione per tutti. La classe prima è stata completata già da tempo!” 
Questa la lettera pervenuta dal corpo docenti del Liceo Scientifico, in risposta alla lettera pervenuta ieri dal comitato caiatino “Vivi la Città” dalla quale emerge il “de profundis” per la scuola perchè non si sarebbe formata la classe prima ed invece come emerge dalla risposta dei docenti non è assolutamente vero. Allora si usa una Istituzione anche per fare politica? E soprattutto, ci chiediamo noi, chi c’è dietro questo fantomatico comitato “Vivi la Città”? Intanto questa è la lettera dei docenti: “””Abbiamo letto con tanta amarezza l’articolo pubblicato qualche ora fa su Caiazzo Rinasce. Lo scopo, tra le altre cose, era screditare ancora una volta il Liceo Scientifico di Caiazzo. Ebbene, a dispetto di queste care persone, di chi se lo augurava e di chi lavorava perchè ciò accadesse, siamo lieti di comunicare che la prima classe del Liceo Scientifico, per l’anno 2015/16, si è formata! Partirà, regolarmente il prossimo settembre! Lasciateci dire, però, che la situazione negli ultimi tempi è diventata piuttosto pesante, (quasi questa scuola fosse un obiettivo da abbattere!) e, paradossalmente, ci troviamo a doverci difendere proprio da chi dovrebbe sostenerci, cioè i caiatini! Ormai siamo stanchi di voci false messe in giro, ad arte da chi vuole screditare questa istituzione scolastica e quanti vi lavorano seriamente, facendo il proprio dovere. Siamo stanchi di sentire dire che nel nostro liceo non si combina nulla e che i suoi docenti sono mediocri,nella migliore delle ipotesi. I docenti capaci ed incapaci sono presenti in tutte le scuole d’Italia, solo non si conoscono!Siamo stanchi di dover sentire amplificate le nostre mancanze e di vedere completamente ignorate le positività e le eccellenze, che vi assicuriamo sono tante! Ci sentiamo lesi nella nostra professionalità! Se si è talmente ottusi da non capire che la scomparsa di un’istituzione come il Liceo Scientifico di Caiazzo, presente da più di 50 anni sul territorio, è cosa grave, vuol dire che il problema, non è nostro, ma dei caiatini. I docenti del Liceo lavoreranno altrove! Riflettete, gente…riflettete! Firmato (perchè noi firmiamo!) Il corpo docente del Liceo Scientifico di Caiazzo. P.S. Gli ANONIMI che commentano sputando veleno e dicendo che è stato”il più grande errore della mia vita”, se sono nostri ex allievi (cosa della quale dubitiamo, pensiamo piuttosto a qualche ex collega che è dovuto andar via e del quale non avvertiamo la mancanza!), costituiscono, senz’altro, un nostro grande fallimento e di questo ci dispiace! Abbiamo la presunzione di credere che i nostri alunni avrebbero apposto la propria firma!”””

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: CAIAZZO. Il corpo docente del Liceo Scientifico si indigna per il comunicato del Comitato “Vivi la Città”: “La classe prima è stata completata e noi lavoriamo per andare avanti!”.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/03/01/caiazzo-il-corpo-docente-del-liceo-scientifico-si-indigna-per-il-comunicato-del-comitato-vivi-la-citta-la-classe-prima-e-stata-completata-e-noi-lavoriamo-per-andare-avanti/

di TeleradioNews

Trentola Ducenta, immunizzazione nella fascia di età 5-11 anni. Oltre 60 i bambini vaccinati al Circolo Didattico “Papa Giovanni Paolo II”

Trentola Ducenta. Sostenuta dall’amministrazione comunale l’iniziativa di immunizzare i più piccoli, nella fascia di età 5-11 anni, in un contesto educativo. Parte da qui, dalla scuola, una campagna di vaccinazione che si configura come “la prima del genere in provincia di Caserta” – ha affermato il direttore del servizio di pediatria Liguori – e per la quale, a sottolinearne la rilevanza, è intervenuto anche il presidente della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale Giuseppe Di Mauro.

L’ iniziativa, di concerto con la scuola, è stata promossa dalla Struttura pediatrica dell’ASL Caserta distretto 19, diretta da Roberto Liguori.

Non è tardata ad arrivare la disponibilità offerta dal Circolo Didattico “Papa Giovanni Paolo II” di Trentola Ducenta. “Alla sollecitazione dell’Asl, la scuola ha espresso subito la sua disponibilità”, hanno dichiarato il Dirigente Paolo Graziano e la Dirigente Scolastica Nicoletta Pesce, a cui si deve l’intera attività organizzativa.

Nel corso della sessione di somministrazioni, oltre sessanta bambini hanno ricevuto il vaccino nella mattinata loro dedicata, coincisa col giorno dell’Epifania.

Effettuate in un clima sereno, guardando ad una “campagna vaccinale che, nei prossimi mesi, sarà decisiva per la sicurezza della fascia di età pediatrica”, a prestare la propria opera diversi pediatri del territorio – Teresa Broccoletti, Nicola Costanzo, Pietro Falco e Lorenzo Mottola.

Non passa in secondo piano il ruolo attivo svolto dal sindaco Michele Apicella e dagli assessori alle Politiche sociali e alla Salute, Giovanna Mazzitelli, e all’Istruzione Vincenzo Sagliocco, nonché della Protezione Civile comunale.

“Contrastare la pandemia significa anche questo – hanno voluto evidenziare gli amministratori – sostenere medici e personale sanitario nello sforzo di risalire la china, per garantire tempi più sereni e la normale ripresa di tutte le attività quanto prima possibile”.

L’articolo Trentola Ducenta, immunizzazione nella fascia di età 5-11 anni. Oltre 60 i bambini vaccinati al Circolo Didattico “Papa Giovanni Paolo II” proviene da BelvedereNews.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2022/01/07/trentola-ducenta-immunizzazione-nella-fascia-di-eta-5-11-anni-oltre-60-i-bambini-vaccinati-al-circolo-didattico-papa-giovanni-paolo-ii/

di TeleradioNews

PRATA SANNITA. Pubblicato il bando di concorso “Premio Castello di Prata Sannita”. E’ la seconda edizione. La prima riscosse un successo che ebbe eco e rilievo nazionale


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

L’ideazione e progettazione è di Lucia Daga Scuncio, Esther Basile e Maria Stella Rossi. La tanto attesa manifestazione si svolge sotto l’Egida del Parlamento Europeo con il patrocinio della Presidente della Camera Laura Boldrini…
È stato pubblicato il Bando di Concorso  “Premio Castello di Prata Sannita”. Ed anche in occasione della seconda edizione, il grande maniero, come è tradizione consolidata nel tempo, resta al centro dell’attenzione del mondo culturale. Già l’anno scorso ha visto la partecipazione, per la prima edizione, di moltissimi concorrenti provenienti da ogni parte d’Italia. L’ideazione e progettazione è di Lucia Daga Scuncio, Esther Basile e Maria Stella Rossi. Sono previsti i settori relativi alla narrativa, saggistica, poesia edita e poesia inedita, cortometraggio, fotografia e musica. La tanto attesa manifestazione si svolge sotto l’Egida del Parlamento Europeo con il patrocinio della Presidente della Camera Laura Boldrini. Quest’anno è stato scelto il titolo, facendo riferimento alle pagine di Anna Maria Ortese, “L’Iguana” che diventa ibridazione mitica e assume l’aspetto,umano e zoomorfico assieme alla protagonista dell’omonimo romanzo. Per tale motivo ci piace assumere, scrivono le organizzatrici del concorso, proprio “l’Iguana” come simbolo cui intestare il nostro Premio di Arte e di Poesia. Essa saprà accompagnarci nell’intento di contrastare l’agguato della nuova barbarie che mercifica la Parola, che la rende asservita all’amplificazione dei mass-media nell’assenza di un nuovo serio e libero statuto critico. Ci aiuterà cosi a vincere la disattenzione crescente per la riflessione del profondo che tanto allontana dalle più autentiche cifre dell’humanitas e dell’impegno civile. È prevista l’autorevole collaborazione dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici Associazione Culturale Eleonora Pimentel di Napoli e del Comune di Prata Sannita, del poeta Elio Pecora, Roberto Deider, Boghos Zekiyan, di Gerardo Marotta, Barbara Alberti e Marosia Castaldi. Per la fotografia presiedono la Giuria Luisa Festa, Lello Esposito e Rosy Rubulotta mentre per le composizioni musicali sul tema del Mediterraneo Nicola Rando, Walter Santoro ed Anna Grazia Nicolai. Per la realizzazione di un corto-video presiederanno la Giuria Matilde Tortora, Anna Forgione, Carlo Damasco ed Antonio Picariello. La proiezione dei corti avverrà nell’antico Mulino ai piedi del Castello, sulle sponde del fiume Lete. Per il settore Comunicazioni e Diffusione del Premio è prevista, nella commissione, la partecipazione di giornalisti come Carmela Maietta de “Il Mattino” ed altri nomi del mondo della stampa. Le opere partecipanti alle varie sezioni dovranno pervenire entro il giorno otto maggio mentre la premiazione avverrà nel Castello di Prata Sannita il 28 giugno 2015, alle ore 11. Il Castello, che narra il fascino tumultuoso e insieme cortese di tempi lontani e si nutre della bellezza di una natura incontaminata e gioiosa, sarà la cornice più idonea a che il canto della poesia e dell’arte risuoni in mille voci. Grazie a Lucia Daga Scuncio che ha dedicato passione indomabile ed ogni energia della sua esistenza, perché la dimora storica non si addormentasse nell’oblio del tempo ma si rinnovasse sempre di nuova vita.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PRATA SANNITA. Pubblicato il bando di concorso “Premio Castello di Prata Sannita”. E’ la seconda edizione. La prima riscosse un successo che ebbe eco e rilievo nazionale.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/03/01/prata-sannita-pubblicato-il-bando-di-concorso-premio-castello-di-prata-sannita-e-la-seconda-edizione-la-prima-riscosse-un-successo-che-ebbe-eco-e-rilievo-nazionale/

di TeleradioNews

Nessun rientro in classe il 10 gennaio per scuole elementari e medie

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo de Luca, nella sua diretta, facendo il punto della situazione, ha dichiarato: “C’è da stare male vedendo il caos in cui sta cadendo l’Italia in vista del 10 gennaio. Ho la sensazione che si mettano in piedi provvedimenti che finiscano per trasformare i nostri bambini in cavie, sull’altare dell’opportunismo e degli ideologismi. Questo capita quando si fanno scelte a prescindere dalla realtà. Chi fa scelte apparentemente a favore della scuola, prendere in realtà decisioni contro la scuola. C’è qualcuno davvero che pensa che aprire le scuole in queste condizioni, pensa davvero di fare un piacere ai bambini? Questi sono i nemici della scuola”.

I sindaci della Campania invitano a ritardare l’apertura dell’anno scolastico per 2-3 settimane, i presidi dichiarano che non sono in condizione di garantire l’apertura delle scuole in presenza anche perché non possono sapere quali sono le persone vaccinate o no per motivi di tutela della privacy, pertanto Vincenzo de Luca ha annunciato che:

“in questa condizione è irresponsabile aprire le scuole il 10 gennaio. Non apriremo le scuole medie ed elementari. In queste ore stanno lavorando le nostre strutture sanitarie. A breve ci sarà una Unità di Crisi che prenderà atto di questa situazione in maniera responsabile. Ci sarà una proroga della sospensione delle attività fino a fine gennaio perché non ci sono le condizioni minime di sicurezza”

“La Campania resta in zona bianca ma siamo la regione più rischio”, aggiunge de Luca, affermando che “l’Italia ha perso tre mesi di tempo senza fare niente. Abbiamo bruciato una condizione di relativo vantaggio rispetto ad altri paesi d’Europa; ci siamo auto esaltati ed auto consolati, perdendo mesi preziosi senza prendere alcuna decisione seria ed efficace. Siamo sopra i 200mila contagi e non siamo ancora arrivati al picco del contagio” .

Il Presidente ammette di essere confuso sulla gestione della quarantena dei casi positivi, per tutte le distinzioni che ci sono sulle tempistiche e dichiara che per l’opportunismo del governo nazionale, si è scaricata tutta la responsabilità della campagna vaccinale sulle Asl. Le Regioni dovrebbero fare i tamponi a centinaia di migliaia di persone senza personale, dovrebbero fare tracciamento che non si può fare.

L’articolo Nessun rientro in classe il 10 gennaio per scuole elementari e medie proviene da BelvedereNews.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Nessun rientro in classe il 10 gennaio per scuole elementari e medie

di TeleradioNews

CAIAZZO. Dovrebbe approdare alla prossima seduta consiliare, la mozione di sfiducia presentata dal gruppo “Uniti per Caiazzo”.


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

“Non ha mantenuto il patto amministrativo e politico preso con il nostro elettorato!” Così Stefano Giaquinto, Patrizia Merola, Antonio Ponsillo e Antonio Di Sorbo, chiedono le dimissioni del primo cittadino Tommaso Sgueglia…
Il sindaco Tommaso Sgueglia va sfiduciato perché ha disatteso il patto politico-amministrativo stretto in campagna elettorale con gli elettori e con tutti i cittadini. È questa la motivazione principale su cui poggia la mozione presentata dal gruppo di Uniti per Caiazzo per mandare a casa l’attuale primo cittadino all’indomani del ribaltone di cui si è reso protagonista con la nomina in giunta di consiglieri di opposizione al posto degli ex assessori ed un tempo suoi alleati. Il documento che dovrebbe approdare all’esame del prossimo Consiglio comunale, accusa apertamente Sgueglia di essersi sottratto “scientemente, sul dovere di confrontarsi e cercare una soluzione politica all’interno del gruppo di maggioranza Uniti per Caiazzo.​Il ribaltone politico ed il tradimento verso gli elettori si è consumato attraverso gli avvicendamenti dei componenti in giunta senza che i cittadini potessero comprenderne le ragioni e soprattutto stravolgendo in modo netto il risultato elettorale”. Alla luce di tanto, i consiglieri Stefano Giaquinto, Patrizia Merola, Antonio Di Sorbo e Antonio Ponsillo intendono coinvolgere l’intera assise cittadina affinché, nel suo complesso, “senza ormai alcuna distinzione fra i diversi gruppi di maggioranza consiliare, si pronunci in modo forte ed inequivocabile sull’incongruenza, sull’inconcludenza e sull’illegittimità politica dell’operazione politica messa in atto dall’attuale sindaco, la cui ulteriore permanenza nella carica di primo cittadino, nuoce sia al prestigio del ruolo, sia alla funzionalità ed all’efficacia dell’Ente, sia alla democrazia”. Da qui, l’invito dell’opposizione a tutti i consiglieri comunali ad “assumersi le proprie responsabilità, al fine di recuperare la propria autonomia decisionale nel rispetto della propria dignità, del proprio ruolo e del mandato elettorale ricevuto”, il tutto perché, secondo gli ex assessori “non si può consentire ulteriormente che il lento ed inevitabile crepuscolo politico di un solo uomo porti ad una lunga agonia del nostro paese che, invece, con una radicale inversione di rotta e con una presa di coscienza collettiva, attraverso libere e democratiche consultazioni elettorali, deve ritrovare la forza morale, la coesione sociale, lo slancio, l’entusiasmo, le risorse intellettuali e gli uomini per garantire a Caiazzo ed ai suoi cittadini un futuro diverso e migliore”.
Enzo Perretta

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: CAIAZZO. Dovrebbe approdare alla prossima seduta consiliare, la mozione di sfiducia presentata dal gruppo “Uniti per Caiazzo”..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/03/01/caiazzo-dovrebbe-approdare-alla-prossima-seduta-consiliare-la-mozione-di-sfiducia-presentata-dal-gruppo-uniti-per-caiazzo/

di TeleradioNews

Torna in campo il campionato di serie b di basket. Per il Pozzuoli sfida contro il Cassino

Domani torna in campo la serie b di basket, nel gruppo d tornerà in campo il Pozzuoli che dovrà vedersela contro il Cassino. Una sfida sulla carta equilibrata ma con la squadra di casa che vorrà cominciare bene il 2022.  Occhio però a sottovalutare gli ospiti che in questa seconda parte di stagione, dovranno essere bravi a sistemare la loro classifica. Il Cassino infatti è appena penultimo in classifica e in questo momento dovrebbe giocare gli spareggi, il vantaggio sul Formia permette comunque di evitare la retrocessione diretta ma sicuramente la squadra laziale vorrà provare ad evitare anche gli spareggi

L’articolo Torna in campo il campionato di serie b di basket. Per il Pozzuoli sfida contro il Cassino proviene da BelvedereNews.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2022/01/07/torna-in-campo-il-campionato-di-serie-b-di-basket-per-il-pozzuoli-sfida-contro-il-cassino/

di TeleradioNews