SESSA AURUNCA. CHE AVEVAMO SCRITTO NOI IERI??? Gennaro Oliviero prende la palla al balzo ad un convegno al Liceo Majorana per fare un vero e proprio comizio!


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Il consigliere regionale uscente nel Partito Socialista e ricandidato con il Partito Democratico, era stato invitato dal Consiglio d’Istituto del Liceo Scientifico per una tavola rotonda. Ed invece leggete cosa è successo. Infuriati genitori e docenti. E noi ieri avevamo già scritto della passerella politica di questo pomeriggio a Gioia Sannitica…
Il Liceo Scientifico di Sessa Aurunca “Ettore Majorana” ha vissuto stamattina un evento molto criticato e inopportuno, tanto da determinare le reazioni di genitori e professori. Durante l’assemblea d’Istituto mensile è stato invitato l’on. Gennaro Oliviero, consigliere regionale e probabilmente candidato alle prossime elezioni regionali per il PD e protagonista indiretto delle primarie di domani. Oliviero doveva essere invitato per un tavola rotonda, ma alla fine si è trasformato in un monologo di circa 30 minuti del politico sessano tra qualche domanda e qualche mugugno. Poco apprezzata dunque la fuga in avanti del rappresentante d’Istituto Massimo Schiavone, figlio di un medico di Sessa Aurunca che è tra i prescelti per essere candidato sindaco con Oliviero alle prossime comunali. L’evento, senza contraddittorio  è apparso a numerosi professori e genitori irrispettoso ed inopportuno del ruolo di imparzialità della Istituzione scolastica. Alcuni Professori hanno dichiarato di essere rimasti “senza parole” per la irritualità dell’incontro, che ha avuto per molti un sapore di campagna elettorale. Noi proprio ieri avevamo scritto del convegno che si svolge oggi a Gioia Sannitica che ha per tema il patrimonio architettonico dell’Alto Casertano, con ospite di rilievo proprio lui, l’on. Oliviero. Vogliamo vedere come va a finire il convegno di questa sera? CERRRRRRRRRRTO che lo seguiremo!
LEGGI IL POST DI IERI…

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: SESSA AURUNCA. CHE AVEVAMO SCRITTO NOI IERI??? Gennaro Oliviero prende la palla al balzo ad un convegno al Liceo Majorana per fare un vero e proprio comizio!.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/02/28/sessa-aurunca-che-avevamo-scritto-noi-ieri-gennaro-oliviero-prende-la-palla-al-balzo-ad-un-convegno-al-liceo-majorana-per-fare-un-vero-e-proprio-comizio/

di TeleradioNews

Obbligo vaccinale per gli over 50

Manzoni 640×300

Roma, 5 gennaio 2022. La quarta ondata del Coronavirus (oggi nuovo record con 190 mila casi) viene frenata con un nuovo tentativo. Il via libera in Consiglio dei ministri è arrivato poco dopo le 20.30:

Park San Carlo 640×640

Gli over 50 dal 15 febbraio potranno andare a lavorare solo con il Super Green pass, che si ottiene con il vaccino o la guarigione dal Covid, mentre per chi ha più di 50 anni e non lavora scatterà l’obbligo di vaccino, fino al 15 giugno.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Decisione che si applica a tutti i residenti in Italia, anche cittadini europei e stranieri. Vale sia per i lavoratori pubblici, sia per i privati, compresi i magistrati. Sono esenti i casi di “accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale o dal medico vaccinatore”.

Per chi si rifiuterà di fare il vaccino è prevista una sanzione amministrativa che dovrebbe essere di 100 euro. Resta invece, la sanzione prevista per gli over 50 che si presenteranno al lavoro senza Super Green pass e che andrà da 600 euro a 1500 euro.

La bozza del decreto governativo prevede l’obbligo di vaccino per gli over 50 anche nel caso di compimento del cinquantesimo anno di età in data successiva a quella di entrata in vigore del decreto, e dopo una battaglia con la Lega, che la minaccia di non votare il provvedimento, salta l’obbligo di super Green pass per l’accesso ai servizi alla persona, agli uffici pubblici, a banche e negozi. Basterà il Green pass semplice, quindi anche con tampone.

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2022/01/05/obbligo-vaccinale-per-gli-over-50/

di TeleradioNews

ALIFE. Nominata la Commissione paesaggio del Comune. Una consultazione tra “alti e bassi” che ha visto il sindaco Giuseppe Avecone astenersi nelle cinque operazioni di voto.


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

I cinque componenti della Commissione sono Giuseppe Sansone, Vincenza Pascale, Francesco Santangelo, Pasquale Altieri e Gabriella Gambella, votata solo da quattro consiglieri su dodici presenti… 
Il Consiglio Comunale di Alife, tramite votazione dei singoli consiglieri, ha nominato la Commissione locale per il paesaggio. Alle operazioni di voto hanno partecipato prima undici e successivamente dodici consiglieri, visto che il vicesindaco Enrico Palmieri è giunto già ad elezione in corso. Si dovevano indicare cinque esperti in diverse discipline: “Agricole Forestali”; “Arti Pittoriche”;”Naturalistiche”; “Legislazione Beni Culturali” e dulcis in fondo “Storia dell’Arte”. I consiglieri comunali, Maria Meola ed Emilio Del Giudice hanno assunto le funzioni di scrutatori. Alla prima elezione, per indicare l’esperto in discipline “Agricole Forestali” hanno votato sei presenti su undici. Astenuti: Avecone, Meola, Di Caprio, Pece e Maietti. Eletto Giuseppe Sansone. Alla seconda operazione di voto, per indicare l’esperto in discipline di “Arti Pittoriche” hanno votato undici consiglieri presenti su dodici (rientrava il vicesindaco Enrico Palmieri). Astenuto il sindaco Giuseppe Avecone. Eletta Vincenza Pascale. Alla terza elezione, per indicare l’esperto in discipline “Naturalistiche” hanno votato sette su dodici consiglieri presenti. Astenuti: Avecone, Meola, Di Caprio, Pece e Maietti. Eletto Francesco Santangelo. Alla quarta votazione, inerente l’esperto in “Legislazione Beni Culturali” hanno preso parte alle operazioni di voto sette consiglieri comunali e si sono astenuti Avecone, Meola, Di Caprio, Pece e Maietti. Eletto Pasquale Altieri. Alla quinta e ultima operazione di voto per eleggere l’esperto in “Storia dell’Arte”, hanno preso parte quattro consiglieri comunali su dodici, vedendo l’astensione di tutto il gruppo di maggioranza, ovvero Avecone, Santagata, Riccio, Sasso, Palmieri, Bergamin, Venditti e Del Giudice. Eletta Gabriella Gambella. I cinque componenti della Commissione entreranno in carica fin dalla presa d’atto della loro nomina e se non emergono elementi ostativi al loro incarico.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ALIFE. Nominata la Commissione paesaggio del Comune. Una consultazione tra “alti e bassi” che ha visto il sindaco Giuseppe Avecone astenersi nelle cinque operazioni di voto..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/02/28/alife-nominata-la-commissione-paesaggio-del-comune-una-consultazione-tra-alti-e-bassi-che-ha-visto-il-sindaco-giuseppe-avecone-astenersi-nelle-cinque-operazioni-di-voto/

di TeleradioNews

PIEDIMONTE MATESE. Venticinquesimo anniversario della morte di “Fra Umile”, il frate in odore di Santità. Martedì solenni celebrazioni presso la Basilica di Santa Maria Maggiore.


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Sono attesi circa venti pullman di fedeli provenienti da tutta la Campania… 
Martedì prossimo, 3 marzo, a Piedimonte Matese sarà celebrato il venticinquesimo anniversario della morte di Fra Umile, il frate di Calvisi in attesa di beatificazione, ed è prevista una mole di fedeli inusitata per il capoluogo matesino, almeno venti pullman e centinaia di auto private che vorranno assistere alla Santa Messa nella ricorrenza della sua morte avvenuta il 3 marzo 1990. Saranno presenti tutti gli iscritti all’associazione dei devoti di Fra Umile (nella foto), sorta a Casoria in provincia di Napoli e i vari gruppi di preghiera provenienti dai comuni di Casoria, Caivano e la sua frazione Casolla e tanti altri ancora provenienti tutti dall’hinterland napoletano. La Messa Solenne sarà concelebrata dal vescovo della diocesi di Alife Caiazzo, Mons. Valentino Di Cerbo, e dai numerosi sacerdoti che guideranno i vari gruppi di fedeli. 
Alla cerimonia parteciperanno i sindaci della città di Piedimonte Matese, Vincenzo Cappello, di Gioia Sannitica, Michelangelo Raccio, di Sant’ Angelo d’Alife, Vittorio Folco con diversi componenti delle giunte comunali. Il dispositivo di accoglienza e smistamento dei vari autobus che raggiungeranno la città di Piedimonte Matese con le centinaia di fedeli sarà curato dai Vigili Urbani, Carabinieri e Polizia di Stato. La responsabile dei caschi bianchi, Anna Maria Ferraro ha già predisposto un piano ad hoc per la giornata di martedì, allorquando, come sopra già menzionato è previsto I’arrivo di numerosi pullman (circa 20) oltre a numerose auto private di pellegrini da diversi comuni della Campania, ritenendo indispensabile, adottare opportuni provvedimenti al fine di consentire il regolare svolgimento delle suddette celebrazioni. Pertanto è vietata la sosta ed il transito delle autovetture in via San Marcellino (tutte e tre le rampe), dalle ore 8,00 alle ore 13,00 del 3 marzo 2015. E’ vietato il transito dei veicoli in via Ercole D’Agnese dall’incrocio con piazza San Domenico, dalle ore 8.00 alle ore 13.00 dello stesso giorno. Inoltre è stato stabilito il percorso per i pullman come di seguito riportato. Arrivo, via Sannitica – Viale della Libertà- fermata e discesa passeggeri incrocio di via Lupoli con piazza De Benedictis. Ritorno in via Lupoli – via Sannitica- via Caso- via Don Bosco, laddove è prevista la fermata ed attesa dei passeggeri all’interno del parcheggio interno della struttura dell’ istituto Salesiani di Don Bosco. Tutti i fedeli del frate sono ancora in attesa che dal Vaticano si muova qualcosa per la sua beatificazione. 
Un breve profilo del religioso. Frà Umile, al secolo Giuseppe Fidanza, nacque a Calvisi, frazione di Gioia Sannitica, il 14 giugno 1910. Dopo una infanzia trascorsa in famiglia, all’età di 22 anni, precisamente il 18 dicembre 1932, indossa il saio francescano nel santuario di Santa Maria Occorrevole (Piedimonte Matese) come frate laico, assumendo il nome di fra Umile. Dopo qualche anno ( come si legge nella sua breve biografia) fu trasferito nel convento di San Pietro d’Alcantara in Portici (NA), dove è vissuto per oltre 5° anni, dedicandosi ai lavori più umili e poi ponendosi al servizio di quanti a lui si rivolgevano. Fra Umile ha percorso tanti paesi, donando a tutti la parola di Dio, pregando per ottenere guarigioni e serenità di spirito. Egli è stato l’apostolo del sacramento della Confessione e dell’Eucaristia ed ha incrementato la devozione a San Pasquale Baylon. Dopo alcuni anni di sofferenze, accolte con totale e gioioso abbandono a Dio, fra Umile ha concluso il pellegrinaggio terreno il 3 marzo 1990. Il suo corpo riposa nel cimitero di Calvisi – Gioia Sannitica (CE) in attesa della beatificazione. Il Postulatore è Padre Cirillo, francescano.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. Venticinquesimo anniversario della morte di “Fra Umile”, il frate in odore di Santità. Martedì solenni celebrazioni presso la Basilica di Santa Maria Maggiore..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/02/28/piedimonte-matese-venticinquesimo-anniversario-della-morte-di-fra-umile-il-frate-in-odore-di-santita-martedi-solenni-celebrazioni-presso-la-basilica-di-santa-maria-maggiore/

di TeleradioNews

Caserta. Il Sindaco Carlo Marino: “Occorre fare una pausa didattica”

Manzoni 640×300

Caserta. Come riportato da Anci Campania, il Sindaco di Caserta, Carlo Marino, si è pronunciato contrario alla riapertura delle scuole, dopo le vacanze natalizie:

Park San Carlo 640×640

«Già prima delle feste natalizie abbiamo visto aumentare il numero delle classi in didattica a distanza per i molti focolai di contagio che si sono accesi nelle scuole, coinvolgendo anche docenti e personale Ata. Se andiamo avanti così a metà gennaio corriamo rischi concreti perché, nonostante i nostri continui appelli e gli allarmi che ci arrivano dal mondo scolastico, le misure finora adottate sono state confuse e insufficienti».  A dirlo è il Presidente di Anci Campania e sindaco di Caserta, Carlo Marino.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

«La situazione dei contagi sta peggiorando, lo dicono i numeri sempre più allarmanti. Abbiamo chiesto come sindaci di applicare il Green Pass semplice fin dalle elementari, perché questo avrebbe incentivato le vaccinazioni dei bambini e dei ragazzi. Ci sono state fornite dal Governo risposte attendiste e frammentarie che hanno alimentato ulteriore confusione. Il mondo della scuola è in grave difficoltà, nonostante l’impegno strenuo dei docenti e dei collaboratori scolastici: se si riapre con queste regole rischia un’altra impennata di contagi e una caporetto del piano vaccinale».

«Chiediamo al Presidente della Regione Campania – prosegue Marino – di far sentire al Governo nazionale e al Cts la voce dei sindaci della Campania, per evitare che tutto si scarichi, come sempre, sulle amministrazioni locali e sugli operatori scolastici.
Per questo come sindaci di Anci Campania suggeriamo, raccogliendo l’appello di numerosi presidi e dei sindacati della scuola, uno slittamento delle attività didattiche in modo da affrontare con la massima serenità questa quarta ondata e attendere che vengano rimodulate le regole da applicare nei casi di contagio nelle classi e i protocolli della didattica a distanza».

«Senza una pausa didattica per garantire la sicurezza di studenti, docenti e personale Ata e senza interventi specifici – conclude Marino – le scuole della Campania non potranno che trovarsi di fronte ad un aumento incontrollato dei contagi e a un totale caos organizzativo».

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Caserta. Il Sindaco Carlo Marino: “Occorre fare una pausa didattica”

di TeleradioNews

PIEDIMONTE MATESE. La Clinica Villa del Sole chiede che il Comune annulli le autorizzazioni alla Clinica Athena e ricorre al Tar. L’Ente si oppone poichè ritiene la richiesta illegittima.


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Non è chiaro il motivo per cui una Clinica da Caserta chieda ad un Comune distante 40 chilometri dal capoluogo di ritirare le autorizzazioni alla struttura sanitaria ubicata nel capoluogo matesino… 
Lo scorso 2 febbraio è stato notificato al Comune di Piedimonte Matese un ricorso al Tribunale Amministrativo per la Campania di Napoli, formulato dalla Clinica “Villa del Sole S.p.A.”, con sede legale in Caserta alla via Nazionale Appia n. 35, inteso ad ottenere l’annullamento dell’autorizzazione sanitaria rilasciata dall’Ente il 22 marzo 2013 oltre ad ulteriori atti, ancora, rilasciati sempre in favore di “Athena Casa di Cura Villa dei Pini S.p.A.” Il Comune di Piedimonte Matese, ha ritenuto opportuno opporsi a tale richiesta ed ha investito l’Ufficio Affari Legali per la nomina della difesa dell’Ente innanzi al Tar Campania, dell’avvocato Eleonora Marzano.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. La Clinica Villa del Sole chiede che il Comune annulli le autorizzazioni alla Clinica Athena e ricorre al Tar. L’Ente si oppone poichè ritiene la richiesta illegittima..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/02/28/piedimonte-matese-la-clinica-villa-del-sole-chiede-che-il-comune-annulli-le-autorizzazioni-alla-clinica-athena-e-ricorre-al-tar-lente-si-oppone-poiche-ritiene-la-richiesta-illegittima/

di TeleradioNews

Apocalisse tascabile, un atto eroicomico

Dio entra in un supermercato in periferia di Roma e annuncia la fine del mondo. Niente paura, è solo una Apocalisse tascabile …

CITTÀ METROPOLITANA DI NAPOLI Alla Sala Ichòs in via Principe di Sannicandro del Quartiere San Giovanni a Teduccio sabato 8 gennaio alle ore 21 e domenica 9 gennaio alle ore 19 andrà in scena Apocalisse tascabile, atto unico di Niccolò Fettarappa Sandri, che ne cura anche la regia.

On stage l’attore Lorenzo Guerrieri insieme con lo stesso Fettarappa Sandri.

Lo spettacolo è vincitore In-Box 2021, ha ottenuto Premio della Critica al Nolo Fringe Festival, Premio Giurie Unite Direction Under 30, Festival Dominio Pubblico 2020 con il sostegno di Carrozzerie N.o.t.

Apocalisse tascabile  è un atto unico eroicomico che con stravaganza teologica ricompone l’infelice mosaico di una città decadente e putrefatta, specchio di una defunta condizione umana.

Senza alcun preavviso, Dio compare in un supermercato in periferia di Roma e vi annuncia la fine del mondo. Per sua colpa e sfortuna, ad ascoltarlo c’è ben poca gente.

A prenderlo sul serio c’è solo un giovanotto amorfo e sfibrato, da allora fatalmente destinato ad essere il profeta della fine dei tempi.

Accompagnato da uno svogliato angelo dell’Apocalisse, il giovane apostolo si fa strada nell’abisso peccaminoso della città romana, per annunciare ai suoi abitanti la loro imminente fine.

Il progetto apocalittico voluto da Dio sembra però fallire. La triste notizia annunciata, infatti, non sembra affatto scuotere chi già si dedica, con mortuaria solerzia, alla propria quotidiana estinzione.

Come arrivare a Sala Ichòs

  • Fermata Metro linea 2: San Giovanni a Teduccio – Barra

<per chi usa l’auto, lo spazio è dotato di ampio e gratuito parcheggio.

Per maggiori informazioni e prenotazioni: 335 765 2524 | 335 7675 152 |   081275945 (dal lunedì al sabato dalle 16 alle 20 – domenica dalle 10 alle 17)

Giorni e orari: sabato alle 21 e domenica alle 19

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Apocalisse tascabile, un atto eroicomico

di TeleradioNews

PIANA DI MONTE VERNA. Amelia Falco sul podio di Masterchef! E fra i tre finalisti che si aggiudicheranno la vittoria finale giovedì prossimo


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Amelia sfiderà Niccolò e Stefano al culmine di una estenuante avventura che l’ha vista primeggiare nelle prove più difficili, tra cui i temibilissimi “pressure test” a cui è stata sottoposta. “Arrivare in finale è stato già un grande successo…” afferma la piccola grande cuoca pianese. LA CRONACA DELL’ULTIMA PUNTATA VINTA DA AMELIA GIUDICATA DALLA CHEF ANNIE FEOLDE…

Ce l’ha fatta Amelia, è arrivata ai primi tre posti del programma cult “Masterchef” in onda su Sky il giovedì sera. E del resto non poteva andare diversamente, vista la sua innata passione ereditata da un papà cuoco e una nonna che le ha trasmesso tutti i segreti della cucina facendo di lei una dei tre finalisti della quarta edizione di Masterchef Italia. Parliamo di Amelia Falco, giovane studentessa in economia, 26enne di Piana di Monte Verna,  una delle candidate alla vittoria di Masterchef che nell’ultima puntata ha segnalato anche ascolti da record, oltre un milione e trecentomila spettatori e che vede nelle vesti di giudici gli chef “pluristellati” Bruno Barbieri e Carlo Cracco unitamente al ristoratore italoamericano Joe Bastianich. Una famiglia solida, legata alle tradizioni e alla cucina del territorio, con tanto di orticello dove far crescere gli ingredienti genuini che sono il fiore all’occhiello delle ricette di Amelia. “Vivo in una palazzina con tutti i miei parenti e sia a pranzo sia a cena ci ritroviamo da mia nonna e mangiamo tutti insieme – racconta la studentessa, nel corso di un’intervista rilasciata a Il Mattino e che giovedì si batterà con Niccolò e Stefano per aggiudicarsi il titolo – Di solito cucino sempre io a pranzo insieme alla mia nonna”. Un amore grandissimo per il suo fidanzato Roberto, lo stesso che le ha dato la forza per stargli accanto negli ultimi anni che lo hanno visto affrontare una difficile malattia. “È stata un’esperienza che mi ha fatto capire quali sono i veri valori nella vita, cosa è davvero importante e cosa no. Quando vivi un’esperienza così forte, impari ad affrontare la vita, le difficoltà e le sfide in modo diverso”. Sarà per questo che Amelia nella cucina di Masterchef ha dimostrato sempre calma, lucidità e una straordinaria capacità di gestire lo stress, che invece manda in tilt molti concorrenti. Il padre di Amelia, Antonio, ha smesso di fare lo chef dodici anni fa e ora gestisce un bar, ma il sogno di Amelia è proprio quello di tirar fuori suo padre da quel bar, dove lo vede insoddisfatto, e aprire insieme, nella propria terra, un piccolo “ristorante di famiglia” con pochi tavoli e un piccolo menù che segua la stagionalità dei prodotti. Simpatica e bella, oltre che naturalmente con un indiscutibile talento per la cucina, non le mancano di certo le doti per realizzare un altro suo sogno: avere un programma di video ricette e consigli sulla buona cucina, in TV o sul web. I suoi piatti forti sono i primi, le paste fresche e ripiene, ma adora anche cucinare verdure e ortaggi, in particolare i pomodori. Odori, colori e sapori della provincia casertana a cui Amelia non sa rinunciare e dai quali trae ispirazione per i suoi piatti. “Per me essere in finale è già una vittoria, un traguardo al quale non avrei mai creduto di poter arrivare – scrive Amelia sulla sua pagina facebook – Questa avventura mi ha fatto crescere molto,mi ha insegnato a credere in me stessa, a spingermi oltre i miei limiti, a superare la mia timidezza”.
LA CRONACA DELL’ULTIMA PUNTATA CHE HA VISTO IL TRIONFO DI AMELIA GIUDICATA DA UNO DEI PIÙ GRANDI CHEF DEL PIANETA ANNIE FEOLDE. – 
22.12 – I nostri aspiranti chef Amelia, Stefano e Nicolò sono a Firenze. È la vigilia dell’ultima prova in esterna e i nostri cuochi amatoriali sono arrivati a Villa Cora. Nicolò ha ricevuto una lettera d’affetto da Federica e Maria. Amelia pensa ancora all’Invention Test andato male ma è pronta per superare questa prova. Stefano invece è determinato e molto emozionato. Vincendo l’Invention Test ha ottenuto il vantaggio e il privilegio di andare a cena con il nostro chef Carlo Cracco presso l’Enoteca Pinchiorri, uno dei templi della ristorazione italiana. 
22.15 – Stefano è a cena con Carlo Cracco all’Enoteca Pinchiorri. La vera anima dell’Enoteca è l’Executive Chef Annie Feolde. Dopo essersi trasferita in Italia poco più che ventenne, insieme al marito Giorgio Pinchiorri, Annie Feolde ha trasformato una semplice enoteca in uno dei ristoranti di riferimento in tutto il mondo. Per la Chef Feolde lavorare all’Enoteca è stato un modo per parlare alla gente con il cuore e per “invogliare le persone a pensare un attimo di più su quello che stanno mangiando”. La cena tra Stefano e lo chef Cracco procede per il meglio. Lo chef Cracco chiede a Stefano di soffermarsi soprattutto sulla raffinatezza dell’impiattamento perchè domani dovrà affrontare la prova da protagonista nella cucina dell’Enoteca Pinchiorri. 
22.17 – È il giorno dell’ultima sfida in esterna. Oggi gli aspiranti chef faranno parte della brigata di uno dei ristoranti più famosi al mondo, l’Enoteca Pinchiorri, dal 1980 nel circuito Relais & Châteaux. Qui lo chef Carlo Cracco ha iniziato il suo percorso lavorativo e sempre qui ha avuto l’onore di lavorare con Annie Feolde. I nostri aspiranti chef dovranno cucinare tre piatti in tutto: Polpo con crema di fagiolini con chicchi di caffè, Pici con crema di burrata aglio, olio e peperoncino e Anatra con miele e spezie e salsa alla diavola. È il momento di spostarsi in cucina dove Annie Feolde deciderà a chi affidare le diverse preparazioni. 
22.20 – Siamo nelle cucine del ristorante. Annie Feolde presenta la famiglia dell’Enoteca Pinchiorri. I tre chef presenti in cucina saranno le guide dei nostri cuochi amatoriali e li aiuteranno a preparare i piatti. Stefano farà il polpo, Amelia preparerà l’anatra e infine Nicolò dovrà cucinare i Pici. La prova può cominciare. Ogni aspirante chef avrà il supporto di uno chef che detterà tempi e indicazioni. I tre cuochi amatoriali dovranno rispettare gli ordini ed essere veloci e precisi. L’emozione è tanta ma bisogna lavorare al meglio senza lasciarsi trasportare dall’eccitazione. 
22.23 – Tutto procede per il meglio. I nostri aspiranti chef stanno ricevendo dei consigli importantissimi dagli chef. Lavorare in una cucina pulita e ordinata è la prima regola per ottenere il meglio dai propri piatti. La prova sta per finire ed è il momento per gli ospiti di accomodarsi in sala. Il primo piatto da servire sarà quello di Stefano. L’impiattamento deve essere perfetto. Per questo motivo Stefano è costretto a provare e riprovare alcuni passaggi. Ogni aspirante chef dovrà preparare 20 piatti in tutto e superare l’assaggio di Annie Feolde. È il momento degli assaggi. Secondo i giudici il piatto di Stefano è perfetto, quello di Nicolò è leggermente piccante, mentre quello di Amelia è stato gradito molto dai giudici. 
22.36 – Annie Feolde sarà l’unico giudice di questa prova. Sarà lei a decidere il vincitore. Dai commenti fin ora ascoltati è molto soddisfatta di tutti i cuochi amatoriali. Chi sceglierà? Annie Feolde dice di aver chiuso gli occhi prima di fare questa scelta e di essersi concentrata esclusivamente sui piatti dei tre aspiranti chef. La migliore della prova è Amelia! Questa vittoria molto importante perchè significa volare direttamente alla finale della quarta edizione di MasterChef! Siete d’accordo con il verdetto? Purtroppo Nicolò e Stefano dovranno sfidarsi all’ultimo Pressure Test e uno dei due si scontrerà con Paolo al duello finale. 
22.43 – È il momento del Pressure Test. Alla fine della prova uno tra Stefano e Nicolò dovrà scontrarsi con Paolo per arrivare alla finale di MasterChef Italia. Paolo preferirebbe Stefano come avversario. Sarà perchè è il più stanco dei due oppure perchè è stato lui a mandarlo al duello alla fine dell’Invention Test? Per scoprire chi vincerà c’è ancora una sfida da superare! I giudici svelano una vastissima gamma di ingredienti pregiatissimi che saranno a disposizione di Stefano e Nicolò. Cosa dovranno cucinare? Sotto le cloche si nascondono ben 3 panini, preparati dai tre giudici. Stefano e Nicolò dovranno preparare tre panini gourmet cercando di cogliere i gusti di ogni singolo giudice. Per fare questo avranno solo 30 minuti di tempo. Che vinca il migliore. 2
22.49 – La prova è cominciata. Non sono ancora chiari gli ingredienti di ogni singolo panino. Nicolò sta preparando una frittata di cipolle per il panino di Joe, Stefano, invece, si è ispirato al Jucy Lucy assaggiato negli Stati Uniti. Secondo Paolo Nicolò è in vantaggio rispetto a Stefano. Ancora pochi istanti e scopriremo se ha ragione o torto. Chi riuscirà a superare la prova? 
22.54 – Nicolò è il primo a presentare i panini. Il primo dei tre, lo Stra-agressive con speck, toma, tartufo e mostarda è dedicato a Bruno Barbieri. Il panino è buono anche se lo chef preferisce i panini che si sviluppano in altezza. Il secondo panino è per Joe Bastianich. Tu vuò fa l’americano con bacon, gambero rosso, e frittata di cipolle cerca di trovare un equilibrio tra la cucina americana e quella mediterranea. Infine La lingua del saggio è il panino dedicato a Carlo Cracco. Con questo panino Nicolò vuole ringraziare lo chef Cracco per essere stato un punto di riferimento durante questa avventura. Un momento davvero emozionante per il nostro studente milanese. 
22.58 – È la volta di Stefano. Il primo panino Bologna in viaggio è dedicato a Bruno Barbieri. La mortadella ripassata in padella non piace molto ma nel complesso è un buon panino. Tagliente è il panino di Carlo Cracco. Il panino è una tagliata di pomodoro, formaggio foie gras e altri ingredienti. Infine l’ultimo panino è per Joe Bastianich. L’Iron Jucy Lucy ha lasciato Joe Bastianich di stucco: un vero hamburger italo-americano. È il momento del verdetto. Purtroppo per Stefano e Nicolò c’è posto per un solo vincitore. Stefano vince il Pressure Test e vola in finale con Amelia. Il terzo finalista si giocherà il tutto per tutto al Duello Finale. 
23.02 – I giudici assaggiano i piatti dei due avversari. Il primo a sottoporre il piatto ai giudici è Paolo. La Zucchina ripiena di cavolfiore e besciamella con tonno e gamberi non riesce a convincere gli chef Cracco e Barbieri ma riceve i complimenti di Joe Bastianich. I suoi sforzi saranno sufficienti a battere l’avversario? Nicolò dice di essere spaventato ma felice. La sua avventura non può finire qui ma deve essere un punto di inizio. Purtroppo però la scelta non dipende da lui ma dai nostri giudici che tra poco decideranno il terzo ed ultimo finalista di questa edizione di MasterChef Italia. 
23.09 – Il momento è arrivato. I giudici hanno preso una delle decisioni più difficili di questa edizione. Solo uno tra Nicolò e Paolo potrà superare il duello e accedere alla finale con Stefano e Amelia. Nicolò ha sempre dimostrato di avere controllo e creatività. Paolo, dal canto suo, ha cucinato uno dei migliori piatti di tutto il suo percorso. Ma ciò non è bastato. Paolo deve abbandonare il grembiule a un passo dalla finale. Il nostro Paolo, da semplice catechista ha tirato fuori gli artigli. La tigre di Cuneo lascia la cucina di MasterChef e con lui se ne va tutta la sua simpatia. Da questo momento non ci sono più anelli deboli. Amelia, Nicolò e Stefano possono già sfiorare con un dito la vittoria ma uno solo sarà il quarto MasterChef italiano. Per scoprire chi vincerà non perdetevi la finale di MasterChef Italia giovedì prossimo su Sky Uno HD alle 21.10.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIANA DI MONTE VERNA. Amelia Falco sul podio di Masterchef! E fra i tre finalisti che si aggiudicheranno la vittoria finale giovedì prossimo.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/02/28/piana-di-monte-verna-amelia-falco-sul-podio-di-masterchef-e-fra-i-tre-finalisti-che-si-aggiudicheranno-la-vittoria-finale-giovedi-prossimo/

di TeleradioNews

PIEDIMONTE MATESE. La Regione ha finanziato i lavori di ristrutturazione dell’ex macello comunale. Sorgeranno nuovi uffici comunali. Importo finanziato, oltre 1 milione 600mila euro


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Si parla di lavori di recupero e di riqualificazione strutturale e funzionale dell’ex macello comunale di via Caso per la nuova collocazione del Comando Vigili urbani, Protezione civile locale, Ufficio di piano d’ambito C4 per i servizi essenziali ed assistenziali della popolazione…
Ristrutturazione dell’ex macello, è arrivato il decreto di finanziamento della Regione. Si tratta di fondi post sisma messi a disposizione per gli edifici di proprietà pubblica. La gara sarà pubblicata la prossima settimana. È il primo decreto che concretamente trasferisce le somme previste per il dopo terremoto ed è stato fatto in tempi brevissimi perché il progetto definitivo è cantierabile ed è stato presentato a palazzo Santa Lucia solo la scorsa settimana. Già si conoscono i dettagli del mega appalto che cambierà il volto all’intera area dove si trova la struttura. La determina a contrattare, infatti, è stata emessa dall’Ufficio tecnico proprio ieri. Si parla di lavori di recupero e di riqualificazione strutturale e funzionale dell’ex macello comunale di via Caso per la nuova collocazione del Comando Vigili urbani, Protezione civile locale, Ufficio di piano d’ambito C4 per i servizi essenziali ed assistenziali della popolazione. Come è noto gli interventi rientrano nella messa in sicurezza degli edifici danneggiati dagli eventi sismici del dicembre 2013 e gennaio 2014. Nella convenzione stipulata con la Regione si prevede l’adeguamento sismico anche di altri immobili, tra cui diverse scuole, il cimitero e l’ex edificio dei Celestini. Tutti progetti già approvati in giunta e pronti per il finanziamento a valere sugli stessi fondi Por Campania Fesr 2007-2013, Interventi di accelerazione della spesa. A giorni, dunque, verrà ufficialmente indetta la gara per l’ex macello che metterà a bando l’importo complessivo di 1.670.000 euro, di cui 1.622.926,62 per lavori a base d’asta e 47.083,38 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. La procedura seguita sarà quella prevista dalla normativa in materia di appalti pubblici, cioè aperta e secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, sebbene clausole prevedano anche la possibilità di individuare le offerte anormalmente basse. “Devo dare atto alla Regione – ha commentato il sindaco Vincenzo Cappello – di aver provveduto al finanziamento dell’opera in tempi record”. Intanto nei prossimi giorni dovrebbero essere resi noti dal primo cittadino anche i nomi dei nuovi assessori. Resta sempre in piedi l’ipotesi di ingresso di due donne nell’Esecutivo. In questo modo, infatti, si garantirebbe il rispetto dell’obbligo di legge di prevedere una quota rosa del 40% tra i rappresentanti in giunta.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. La Regione ha finanziato i lavori di ristrutturazione dell’ex macello comunale. Sorgeranno nuovi uffici comunali. Importo finanziato, oltre 1 milione 600mila euro.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/02/28/piedimonte-matese-la-regione-ha-finanziato-i-lavori-di-ristrutturazione-dellex-macello-comunale-sorgeranno-nuovi-uffici-comunali-importo-finanziato-oltre-1-milione-600mila-euro/

di TeleradioNews