***PIGNATARO MAGGIORE ESTORSIONE AGLI IMPRENDITORI***Condanne pesanti per il 26enne Vincenzo Sellitto e il 46enne Antonio Cuccari


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Il Sellitto condannato alla pena di anni sei di reclusione ed alla multa di euro seimila ed il Cuccari alla pena di anni cinque e mesi sei di reclusione ed alla multa di euro seimila…
Il 7 agosto del 2014 i Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Capua eseguivano un decreto di fermo emesso dalla D.D.A. – Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, a firma del Dott. Antonio D’Amato, di SELLITTO Vincenzo, classe ’88 e CUCCARI Antonio, classe ’68, riconducibili alla criminalità organizzata locale di tipo camorristico, con riferimento specifico alla famiglia “LIGATO- LUBRANO” ed al clan “dei Casalesi”, per tentata estorsione in concorso, aggravata dal metodo mafioso.Il provvedimento scaturiva da risultanze investigative svolte dai militari del Nucleo operativo e Radiomobile del citato Comando Compagnia, unitamente a quelli delle Stazioni Carabinieri di Pignataro Maggiore e Vitulazio, emerse a seguito delle denunce presentate da tre distinti imprenditori, animati dalla voglia di non sottostare alle leggi “camorristiche” e fiduciosi dell’operato delle istituzioni. Questa mattina, a distanza di soli sei mesi il GIP del Tribunale di Napoli Dott.ssa Amelia Primavera ha emesso sentenza di condanna nei confronti dei citati. In particolare il Sellitto Antonio alla pena di anni sei di reclusione ed alla multa di euro seimila ed il Cuccari Antonio alla pena di anni 5 e mesi sei di reclusione ed alla multa di euro seimila.
LEGGI LA VICENDA…

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ***PIGNATARO MAGGIORE ESTORSIONE AGLI IMPRENDITORI***Condanne pesanti per il 26enne Vincenzo Sellitto e il 46enne Antonio Cuccari.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/02/27/pignataro-maggiore-estorsione-agli-imprenditoricondanne-pesanti-per-il-26enne-vincenzo-sellitto-e-il-46enne-antonio-cuccari/

di TeleradioNews

TEANO. Investì e per poco non ammazzò tre bambini. Condannato il 38enne Giovanni Schiavone ad un anno e dieci mesi di reclusione.


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

L’incidente avvenne il 21 marzo del 2012. Tre bambini ricoverati in tre diversi ospedali. Il conducente era sotto l’effetto di droga e alcol e perse il controllo della sua Lancia bianca… 
E’ stato condannato ad un anno e dieci mesi di reclusione, Giovanni Schiavone, 38enne di Santa Maria Versano, frazione di Teano che causò il terribile incidente verificatosi in località Cipriani, il 21 marzo del 2012, allorquando furono investiti tre bambini e il più grave fu trasferito all’ospedale Santobono di Napoli. Al volante lo Schiavone, all’epoca dei fatti trentacinquenne. Il grave fatto di cronaca che sconvolse la piccola comunità di Cipriani si verificò intorno alle ore 18,00. Un gruppo di amici, quasi tutti tredicenni, stava facendo una passeggiata in bicicletta lungo la strada provinciale che attraversa la località dove abitano con le loro famiglie. I bambini furono improvvisamente travolti da un’auto, una Lancia di colore bianco, che sopraggiungeva ad alta velocità. L’automobilista probabilmente non li aveva proprio notati, frenando troppo tardi e investendo in pieno i piccoli amici. Al volante della vettura c’era Schiavone, residente nella frazione di Santa Maria Versano, il quale subito dopo l’urto scese dell’auto in stato confusionale e di shock. Atroce la scena immediatamente successiva all’incidente, sul selciato rimasero tre bambini feriti e purtroppo non in maniera lieve. Il caso che appariva subito più grave era quello della bambina più piccola del gruppo, Martina G. di 12 anni, che riportò numerose fratture alle gambe, alle costole e i sanitari temendo per delle possibili emorragie interne disposero il necessario trasferimento all’ospedale Santobono di Napoli. Per quanto riguardava la situazione degli altri due bambini, ovvero Mario C. e Alessio L. entrambi 13enni, furono trasportati nei vicini ospedali di Sessa Aurunca e Piedimonte Matese. Uno dei due se le cavata con pochi giorni di prognosi e l’altro invece giunse nel presidio ospedaliero con un trauma cranico. Sul posto sono intervennero gli operatori del 118 di Teano, che Immediatamente si prodigarono nel prestare le prime cure ai ragazzi. Intervennero anche i carabinieri della locale stazione, gli agenti della polizia municipale e la polizia stradale di Caianello. Le forze dell’ordine si occuparono dei rilievi per ricostruire la dinamica dell’accadimento. Ed ora la vicenda ha avuto il suo epilogo con la condanna del 38enne Schiavone ad un anno e dieci mesi di carcere

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: TEANO. Investì e per poco non ammazzò tre bambini. Condannato il 38enne Giovanni Schiavone ad un anno e dieci mesi di reclusione..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/02/27/teano-investi-e-per-poco-non-ammazzo-tre-bambini-condannato-il-38enne-giovanni-schiavone-ad-un-anno-e-dieci-mesi-di-reclusione/

di TeleradioNews

WWF/ Trovate altre discariche abusive e cimitero di auto tra Marcianise ed Orta di Atella

Manzoni 640×300

Orta di Atella e Marcianise- Ancora un attacco criminale alla nostra terra, dichiara Alessandro Gatto, Coordinatore Regionale della Vigilanza Ambientale del WWF Italia per la Campania.

Park San Carlo 640×640

Oggi 4 gennaio 2022, il nucleo provinciale di Caserta, mentre faceva vigilanza ambientale nel territorio tra Marcianise ed Orta di Atella, ha scoperto una serie di micro discariche di rifiuti abbandonati ed automobili tagliate a pezzi, probabilmente rubate, sfasciate ed alcune bruciate, a Marcianise, ai confini con il territorio di Orta di Atella, nei pressi dei Regi Lagni.
“Mentre perlustravamo il territorio abbiamo trovato di tutto – Commenta amaramente Antonio Borrelli , vice coordinatore provinciale del nucleo di vigilanza ambientale WWF di Caserta- amianto sbriciolato (pericolosissimo), guaine bituminose, materiale edile, pneumatici fuori uso di camion, auto e moto abbandonati lungo la strade di campagna tra Marcianise ed Orta di Atella.
Questi smaltimenti spesso servono più per occultare il lavoro “nero” piuttosto che per un vero e proprio “risparmio” sullo smaltimento di questi rifiuti.
Nel frattempo tali rifiuti possono generare incendi e così il danno ambientale aumenta esponenzialmente.
Si trova di tutto nelle campagne della provincia di Caserta, per esempio tantissimo Amianto (soprattutto le famigerate onduline in eternit, ma anche canne fumarie in cemento amianto e così via), molto spesso spaccate e deteriorate, quindi maggiormente pericolose per la diffusione delle pericolosissime microfibrille (cancerogene se inalate). I responsabili di questi CRIMINI AMBIENTALI devono essere puniti con la giusta severità che meritano. Perché questi sono veri e propri attentati alla salute pubblica.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

FOTO

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2022/01/04/wwf-trovate-altre-discariche-abusive-e-cimitero-di-auto-tra-marcianise-ed-orta-di-atella/

di TeleradioNews

In arrivo altri treni ETR sulla tratta ferroviaria per Roma

Manzoni 640×300
Park San Carlo 640×640

Dopo le corse prove effettuate nei giorni scorsi arriva la data di altri convogli ferroviari per quanto concerne alcuni collegamenti

In seguito ai test tra Roma e Lecce, infatti, gli ETR 600 Frecciargento di Trenitalia prodotti da Alstom potrebbero viaggiare a breve in “doppia” sulle linee AV e tradizionali di RFI.

Dall’8 gennaio dovrebbe infatti partire il primo FA 8315 Roma Termini – Lecce composto proprio da due ETR 600 in unità multipla con partenza dalla Capitale d’Italia alle 15.05 e arrivo a destino alle 20.29. Una volta giunto, il giorno dopo il complesso ripartirebbe come FA 8314 alle 11.55 arrivando a Roma Termini alle 16.55 e mantenendo le medesime fermate.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

I due convogli sarebbero così composti: Convoglio A dalla carrozza 1 alla carrozza 7, Convoglio B dalla 11 alla 17.

Da quanto è visibile il servizio sarà giornaliero e quindi non sarà effettuato unicamente nei weekend e in occasione delle festività ma 7 giorni su 7, garantendo più possibilità di posti.

Due ETR accoppiati significano infatti il raddoppio dei posti offerti, fondamentale in questo momento con la capienza ridotta a causa della pandemia.

A comunicare indirettamente queste notizie è il sito di Trenitalia. Già oggi, provando a prenotare questo collegamento, il sistema rende noto che si ha a che fare con due treni accoppiati ma solo da sabato prossimo è effettivamente visibile la doppia configurazione all’atto della scelta dei posti.

Una ottima notizia per coloro che viaggiano su questa tratta considerando che la capienza dei due convogli garantirebbe all’incirca 700 posti contro i circa 340 di adesso.

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

In arrivo altri treni ETR sulla tratta ferroviaria per Roma

di TeleradioNews