***SORPRESO A SMALTIRE RIFIUTI PROVENIENTI DALL’ALTO CASERTANO*** Un 40enne finisce nei guai durante un blitz dei Carabinieri. Sotto sequestro dieci quintali di materiali inquinanti.


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Il responsabile, era sprovvisto di autorizzazione relativa alla gestione, allo smaltimento e al trasporto dei rifiuti, è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria. Sulla provenienza e la destinazione del mezzo con il relativo carico, finiti sotto sequestro, sono ora in corso ulteriori indagini…
Blitz dei Carabinieri di Isernia contro il fenomeno del trasporto e dello smaltimento illecito di rifiuti pericolosi per la salute pubblica e più in generale contro l’inquinamento ambientale. Nelle ultime ore una pattuglia di militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia ha intercettato nella periferia cittadina un furgone, che trasportava circa dieci quintali di rifiuti speciali. Parti di veicoli, fusti e filtri di olio motore esausti, pneumatici, batterie, rottami ferrosi e altri materiali inquinanti. Il responsabile, un 40enne del luogo, sprovvisto di autorizzazione relativa alla gestione, allo smaltimento e al trasporto dei rifiuti, è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria. Sulla provenienza e la destinazione del mezzo con il relativo carico, finiti sotto sequestro, sono ora in corso ulteriori indagini. Non si esclude a tal proposito che i rifiuti speciali erano in trasferimento dalle zone dell’alto casertano alla provincia pentra o viceversa per il successivo illecito smaltimento. Dall’inizio di quest’anno, sono già una decina le operazioni condotte dai Carabinieri nella provincia di Isernia, per contrastare i reati di “criminalità ambientale” con particolare riferimento a quelle zone del territorio ritenute maggiormente sensibili sotto il profilo paesaggistico.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ***SORPRESO A SMALTIRE RIFIUTI PROVENIENTI DALL’ALTO CASERTANO*** Un 40enne finisce nei guai durante un blitz dei Carabinieri. Sotto sequestro dieci quintali di materiali inquinanti..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/02/26/sorpreso-a-smaltire-rifiuti-provenienti-dallalto-casertano-un-40enne-finisce-nei-guai-durante-un-blitz-dei-carabinieri-sotto-sequestro-dieci-quintali-di-materiali-inquinanti/

di TeleradioNews

FRASSO TELESINO. Scoperto un pregiudicato di 23 anni intento a forzare il portone di un agriturismo. Arrestato dai Carabinieri


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Il 23enne si era armato di piede di porco e con un altro complice, le cui ricerche sono tuttora in corso, stava penetrando all’interno del locale di proprietà di un 54enne del centro di Frasso…
I Carabinieri della Stazione di Frasso Telesino, nel corso di servizi di controllo del territorio predisposti dal Comando Provinciale di Benevento finalizzati al contrasto del fenomeno dei reati predatori, hanno arrestato, nella tarda serata di ieri, un 23enne pregiudicato di Bonea il quale è stato ritenuto responsabile di tentato furto all’interno di un agriturismo del centro di proprietà di un 54enne. Il giovane, insieme ad alcuni complici, aveva deciso di mettere a segno il colpo nell’attività turistica adibita anche abitazione del proprietario sita in una zona periferica di Frasso Telesino, approfittando della contingente vulnerabilità dovuta alla momentanea assenza degli occupanti. Alla centrale operativa della Compagnia di Cerreto Sannita era stata segnalata la presenza di persone sospette in località Bosco Merrone, pertanto la pattuglia della Stazione ha sorpreso il giovane. Questi, armato di un piede di porco, aveva appena forzato il portone d’ingresso e stava accedendo nell’edificio insieme ad un complice che, alla vista dei militari, è fuggito immediatamente per le campagne circostanti. Immediate le ricerche in zona che non hanno consentito il rintraccio dell’altro complice. Accompagnato presso la Stazione dei Carabinieri di Frasso Telesino, dopo le formalità di rito, il 23enne è stato dichiarato in arresto per il tentativo di furto e condotto, in regime dei domiciliari, presso la propria abitazione a disposizione dell’autorità giudiziaria.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: FRASSO TELESINO. Scoperto un pregiudicato di 23 anni intento a forzare il portone di un agriturismo. Arrestato dai Carabinieri.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/02/26/frasso-telesino-scoperto-un-pregiudicato-di-23-anni-intento-a-forzare-il-portone-di-un-agriturismo-arrestato-dai-carabinieri/

di TeleradioNews

Tragico incidente a Salerno. Il soccorritore è il fratello

Manzoni 640×300

Salerno. Non poteva cominciare in modo peggiore il 2022. Ieri, 1 gennaio 2022, in serata, infatti, un tragico incidente ha strappato alla vita due giovani, che viaggiavano in sella ad un Piaggio Beverly 250 a Pellezzano (Sa), Ilaria Bove di 15 anni e Nicholas Galluzzi di 18 anni, che guidava lo scooter.

Park San Carlo 640×640

Una terribile sorte per i due ragazzi, come, purtroppo, tante altre, se non fosse che in questo caso il destino ha voluto essere proprio cattivo. Quando sono giunti i soccorsi sul posto, il soccorritore di un’associazione di volontariato, ha dovuto fare i conti con la realtà: il corpo della quindicenne sull’asfalto era quello della sua sorellina. Su un altro scooter c’erano due amici delle vittime che, un istante dopo, sono caduti a terra anche loro ma senza gravi conseguenze.

Francesco Bove, soccorritore e fratello di una delle due vittime, ha eseguito una manovra fatta centinaia di altre volte, ma con un dolore ed una speranza diverse in questo caso, ed in in post dedicato su facebook alla sua sorellina esprime tutto il suo dolore:

“Nessun corso, nessuna esercitazione, nessuna simulazione sono in grado di preperarti per una cosa del genere.. Ironia della sorte, io penso (?)

Nessuna esperienza sul campo ti potrà preparare ad incrociare le mani sul torace del sangue del tuo sangue per iniziare a scaricare con tutta la forza, e con tutta la rabbia, che hai in corpo…

L’adrenalina prende il sopravvento, i secondi diventano minuti lunghissimi e interminabili mentre conti.. 1,2,3.. Fino a 30. Prendi fiato, cerchi di tenere il ritmo come ti hanno insegnato fra una compressione e l’altra… Ma ormai non c’è nulla da fare.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Ironia della sorte nessun protocollo, applicato a menadito su centinaia di interventi, potrà dirti che il sangue delle tue ginocchia rotte sull’asfalto freddo dovrà mischiarsi con quello di chi per te non è un paziente come gli altri…

Scusa Ilaria, ci ho provato.. Perdonami, ovunque tu sia.. 😞❤️

Non dovevi salirci su quel motorino, te l’ho detto mille volte, ero più contento quando mi rompevi che dovevo portarti a destra e a manca, ma almeno eri con me. Ormai il guaio l’hai combinato.. Uno dei tuoi tanti guai.. Ma questo non si può riparare.

Io ora sento solo freddo.

Ciao Picky, ti voglio bene ❤️

Il tuo fratellone 😭”

Dolori che già nessun genitore dovrebbe provare mai in vita sua, trovarsi poi a soccorrere qualcuno e scoprire che è tua sorella, lacera l’anima. Ci stringiamo al dolore della famiglia.

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2022/01/02/tragico-incidente-a-salerno-il-soccorritore-e-il-fratello/

di TeleradioNews

PIEDIMONTE MATESE. Chiede che venga revocato l’incarico di progettazione dei lavori a Fabio Fatone e si rivolge al Tar. Bocciato il ricorso della professionista Maria Borreca.


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

La stessa è stata condannata a pagare anche le spese di giudizio. Secondo il contendere a Fatone gli sarebbe stato concesso un punteggio nella valutazione troppo alto… 
Lavori di adeguamento sismico alla scuola “G.G. D’Amore” ubicata in piazza Carmine a Piedimonte Matese. Finalmente la questione che li vedeva al palo si è sbloccata dopo la pronuncia del Tar, a cui aveva adito la professionista Maria Borreca, chiedendo che venisse revocato l’incarico di progettista a Fabio Fatone. Questi i fatti. La Borreca, rappresentata e difesa dall’avv. Helga Paolucci, è ricorsa al Tar Campania contro il Comune di Piedimonte Matese in persona del sindaco pro tempore, rappresentato e difeso dall’avv. Eleonora Marzano ed anche nei confronti di Fabio Fatone, rappresentato e difeso dall’avv. Maurizio Ricciardi Federico, per l’annullamento della determina n.725 del 25 settembre 2014 con cui veniva approvata la graduatoria definitiva per l’affidamento dell’incarico professionale di progettazione definitiva ed esecutiva dell’intervento relativo ai lavori di messa in sicurezza ed adeguamento sismico dell’edifico pubblico di proprietà del comune di Piedimonte Matese sede della scuola G.G. D’Amore, disponendosi l’aggiudicazione definitiva in favore dell’ingegner Fatone Fabio. Inoltre veniva chiesto l’annullamento della determina numero 628 del 19 agosto 2014 con cui viene individuato provvisoriamente aggiudicatario l’ingegner Fatone Fabio e di tutti i verbali di gara relativi ai lavori e per la declaratoria di inefficacia del contratto, ove stipulato, la condanna a disporre il subentro della ricorrente nell’aggiudicazione e, ove stipulato, nel contratto o la rinnovazione della gara, in subordine al risarcimento del danno per equivalente. La ricorrente impugna la graduatoria definitiva per l’affidamento dell’incarico professionale di progettazione definitiva e esecutiva di un intervento di messa in sicurezza di un edificio sede di una scuola comunale, articolando al riguardo due motivi di impugnazione, ossia ne deduce l’illegittima attribuzione all’offerta-tempo del controinteressato di un punteggio eccedente il limite massimo stabilito dall’articolo 266 del d.p.r. 207 del 2010, secondo cui la riduzione percentuale da applicarsi al tempo fissato dal bando per l’espletamento dell’incarico, in misura comunque non superiore alla percentuale che deve essere fissata nel bando in relazione alla tipologia dell’intervento, è in ogni caso non superiore al 20%; che nella fattispecie il bando non ha determinato la riduzione percentuale massima del tempo per cui, mentre la ricorrente ha offerto una riduzione del 20%, il controinteressato ha offerto una riduzione percentuale superiore al limite del 20%; ne è derivato che il controinteressato ha ottenuto 40 punti, mentre la ricorrente ha ottenuto solo 15,96 conti per l’offerta-tempo. La ricorrente chiede anche che, in caso di accoglimento della censura, l’offerta-tempo del controinteressato dovrebbe essere valutata nei limiti stabiliti dal richiamato articolo 266, pari al 20% del tempo massimo di riduzione rispetto alla durata dell’intervento fissata dal disciplinare di gara e che, pertanto, alle offerte-tempo rispettivamente presentate dalla ricorrente e dal controinteressato, in quanto ricondotte a identità, andrebbe attribuito uguale punteggio, pari a 40 punti, corrispondente alla misura massima del punteggio previsto per l’offerta-tempo. Di conseguenza, la graduatoria rimarrebbe immutata, in quanto alla ricorrente spetterebbero 35 punti per l’offerta tecnica, 40 punti per l’offerta tempo e 10 punti per l’offerta economica per un totale di 85 punti; il controinteressato risulterebbe ancora vincitore, conseguendo 50 punti per l’offerta tecnica, 40 punti per l’offerta tempo e 7,45 punti per l’offerta economica, per un totale di 97,45 punti. I giudici del Tribunale Amministrativo sono di tutt’altro avviso però. Ed infatti hanno ritenuto, che il ricorso sia inammissibile, per difetto di interesse, non potendo la ricorrente conseguire alcuna utilità dall’eventuale accoglimento dei motivi di impugnazione, sebbene hanno specificato, comunque, per completezza di trattazione, di dover pronunciare la manifesta infondatezza del ricorso, atteso che l’art. 266 del regolamento attuativo del codice dei contratti pubblici non si applica ai servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria di valore inferiore a 100mila euro, come quello controverso. In conclusione il ricorso è inammissibile per difetto di interesse, oltre che palesemente infondato; ritenuto che anche le domande connesse all’impugnazione principale, con cui si chiede la declaratoria di inefficacia del contratto nelle more stipulato e il risarcimento del danno, mediante subentro nel contratto ovvero per equivalente, siano prive di fondamento, non sussistendone i presupposti e che le spese processuali debbano seguire il criterio della soccombenza, nella misura liquidata in dispositivo, Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Prima) definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto: Dichiara inammissibile la domanda di annullamento degli atti impugnati. Rigetta le domande connesse all’impugnazione. Condanna la ricorrente al pagamento delle spese processuali sostenute dalle controparti, liquidate in euro 1.000,00 (mille) oltre accessori dovuti per legge, da rimborsare in pari misura al comune resistente e al privato controinteressato.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. Chiede che venga revocato l’incarico di progettazione dei lavori a Fabio Fatone e si rivolge al Tar. Bocciato il ricorso della professionista Maria Borreca..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/02/26/piedimonte-matese-chiede-che-venga-revocato-lincarico-di-progettazione-dei-lavori-a-fabio-fatone-e-si-rivolge-al-tar-bocciato-il-ricorso-della-professionista-maria-borreca/

di TeleradioNews

Reggia Card 2022. Il nuovo abbonamento alla Reggia: tipologia e tariffe

Manzoni 640×300

Caserta. La Reggia di Caserta, Complesso Monumentale di interesse mondiale, Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1997, che comprende Palazzo Reale, Parco Reale, Giardino Inglese e Acquedotto Carolino, per cominciare l’anno offrendo a cittadini e turisti abituali, l’opportunità di rivivere il sogno di re Carlo e attraversare i luoghi disegnati da Luigi Vanvitelli ogni volta che si desidera, ha creato quattro nuovi tipi di abbonamento:

Park San Carlo 640×640

Ercole, individuale per adulti dai 31 ai 64 anni: 50,00 €

Venere, giovani di età compresa tra i 18 e 30 anni (valido fino all’anno di compimento del 30esimo anno di età incluso): 35,00 €

Atlante, persone con età superiore ai 65 anni (valido dall’anno di compimento del 65esimo anno di età): 35,00 €

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Leoni, per due persone: 80,00 €

Sono tanti i vantaggi per i titolari di ReggiaCard2022: ingresso senza prenotazione (salvo esigenze organizzative e di corretta gestione dei flussi); accesso ad Appartamenti Reali, Parco Reale e Giardino Inglese; iniziative esclusive e dedicate; accesso gratuito alle aperture serali; iscrizione alla newsletter della Reggia di Caserta.

Per la prima volta il titolo di accesso avrà il formato di una tessera. Solo acquistando ReggiaCard 2022 presso la biglietteria di piazza Carlo di Borbone si riceverà una card plastificata che potrà essere utilizzata direttamente per l’ingresso al Monumento. Sul retro, infatti, sarà stampato il codice a barre che consente il tracciamento ai cancelli. E’ possibile comprare l’abbonamento anche online sulla piattaforma TicketOne. In tal caso, non si avrà diritto alla card plastificata ma si riceverà una mail di conferma dalla quale sarà possibile scaricare il codice a barre. Per accedere sarà necessario esibirlo (non è richiesta la stampa, è possibile mostrarlo anche da dispositivo mobile) insieme a un documento di identità.

È già polemica, però, tra i Casertani che ancora non riescono a superare l’affronto di dover pagare un abbonamento annuale, mentre anni addietro l’ingresso era gratis per loro, e soprattutto l’aumento del costo dell’abbonamento, non più scindibile in accesso al Parco Reale e Appartamenti Reali, ha destato non pochi malcontenti.

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Reggia Card 2022. Il nuovo abbonamento alla Reggia: tipologia e tariffe

di TeleradioNews

4 positivi torna l’incubo Covid nella Casertana,

Manzoni 640×300

Torna l’incubo covid-19 in casa Casertana, dopo tanto tempo infatti sono tornati dei casi di positività nel gruppo squadra, Ancora  non si sa chi siano i positivi. Intanto entro domani si dovrebbe capire se le prossime giornate di campionato verrano regolarmente giocate oppure no.

Park San Carlo 640×640
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Questo il cominciato della Casertana:+++QUATTRO POSITIVI AL #COVID19 NEL GRUPPO SQUADRA+++
La Casertana FC comunica che, in seguito all’ultimo ciclo di tamponi effettuato, sono risultati quattro casi di positività al Covid-19 nel gruppo squadra.
I soggetti in questione sono stati immediatamente posti in isolamento, costantemente monitorati dallo staff medico rossoblu, mentre i locali dello stadio ‘Pinto’ sono statti oggetto di sanificazione, così come da protocollo.
La ripresa degli allenamenti, inizialmente prevista per il pomeriggio di oggi, è stata rinviata alla giornata di domani, quando il gruppo squadra verrà sottoposto a nuovo ciclo di tamponi.

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2022/01/02/4-positivi-torna-lincubo-covid-nella-casertana/

di TeleradioNews

ROCCAMONFINA. Lanciò una roncola per tagliare la legna ad un vicino di casa. Pensionato a giudizio.


© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

I fatti si svolsero in località San Pietro. A.S. 75enne prima minacciò e poi passò ai fatti il 55enne P.C. lanciandogli il pericoloso attrezzo utilizzato per tagliare la legna…
Pensionato alla sbarra, per aver lanciato una roncola al vicino di casa. Il 75 enne A.S residente nel comune montano, è stato accusato e denunciato per aver tirato una roncola a P.C di 55 anni dopo averlo minacciato di morte. La vicenda, che vede al banco degli imputati l’anziano A.S, si è svolta in località San Pietro del comune di Roccamonfina allorquando, l’accusato con fare minaccioso rivolgendosi alla vittima pretendeva che ripulisse una siepe divisoria. L’uomo, dopo aver cercato di rabbonire l’anziano riferendogli il suo pensiero, dovette fare i conti con l’azione che il pensionato mise in atto ossia alla presenza di testimoni dopo aver proferito frasi minacciose, scaglio con inaudita violenza la roncola verso la vittima. Fortunatamente, l’arnese utilizzato in agricoltura dai contadini per il taglio delle sterpaglie e legna, non colpi la vittima che riuscì a mettersi in salvo. Al momento del fattaccio, sul luogo intervennero i Carabinieri della locale stazione che si occuparono di verbalizzare i fatti riferiti dalla vittima. Il 26 Marzo 2015, dinanzi al Giudice di competenza del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, sarà celebrata la prima udienza nel cui contesto P.C, assistito dal legale di fiducia Maria Di Quattro riferirà i fatti inseriti nel fascicolo processuale, in modo tale da avere giustizia visto che a suo avviso, solo il fato ha voluto che non soccombesse al gesto estremo messo in atto dal presunto colpevole. Contestualmente, l’anziano A.S, racconterà la sua versione dei fatti, sostenuto dal suo avvocato, per cercare di scagionarsi dall’accusa. L’accaduto, ha portato alla ribalta il fenomeno delle liti tra vicini di casa, che sempre più spesso causano disgrazie ad interi nuclei familiari. 
Anna Izzo

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://d5k6iufjynyu8.cloudfront.net/script/button.js© http://www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ROCCAMONFINA. Lanciò una roncola per tagliare la legna ad un vicino di casa. Pensionato a giudizio..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/02/26/roccamonfina-lancio-una-roncola-per-tagliare-la-legna-ad-un-vicino-di-casa-pensionato-a-giudizio/

di TeleradioNews

Il direttore delle carceri Petralia: “A ogni magistrato farebbe bene una settimana in carcere”

Archivio Notizie Precedenti

Agenzia Stampa Mediapress – Quotidiano on line diretto da Ferdinando Terlizzi – Testata giornalistica registrata al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere – (CE) con il num. 430/93 – Sede Legale: Corso Aldo Moro, 276 81055 Santa Maria Capua Vetere – (CE) – Telefono 388 429 38 28

Concessionaria esclusiva per la pubblicità Aziende & Media Service Srls.
Numero Rea CCIA Caserta: 334060 – C.F. e P.I. 04527430617- Codice Univoco: usal8pv – Pec: aziendemediaservicesrls@legalmail.it- Info: ferdinandoterlizzi37@gmail.com- 342.0463707/388.4293828- Sede legale Corso Aldo Moro, 276 – 81055 Santa Maria Capua Vetere- Uffici Operativi -Via Barberini, 11 Scala A Piano 2° int. 9 – 00187 Roma-

Sito Web Realizzato da SimplyWeb

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Il direttore delle carceri Petralia: “A ogni magistrato farebbe bene una settimana in carcere”

di TeleradioNews

Salvato gattino ferito ad una zampa

Manzoni 640×300

Alife. Un bellissimo gesto hai inaugurato il 2022 della Polizia Municipale di Alife. Il gattino, al quale mancava una zampetta, probabilmente tranciata in qualche incidente, è stato soccorso per essere curato dalla squadra veterinaria dell’ASL di Pietravairano, proprio grazie all’intervento dei vigili urbani di Alife.

Park San Carlo 640×640
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Un gattino fortunato che grazie alle cure ora forse potrà recuperare anche l’uso della zampa mancante.

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2022/01/02/salvato-gattino-ferito-ad-una-zampa/

di TeleradioNews