ITES DA VINCI DI SANTA MARIA C.V., AL VIA LUNEDÌ 22 IL CANTIERE DELLA LEGALITÀ E DELLA CONVIVENZA CIVILE CON IL GIUDICE LELLO MAGI

ITES DA VINCI DI SANTA MARIA C.V., AL VIA LUNEDÌ 22 IL CANTIERE DELLA LEGALITÀ E DELLA CONVIVENZA CIVILE CON IL GIUDICE MAGI, IL SINDACO NATALE E L’AVV. CALABRITTO.

Giovedì 25 inaugurazione della prima panchina rossa in un istituto scolastico. 

Parte il ciclo di incontri “Il cantiere della Legalità e della convivenza civile” presso l’ITES Leonardo Da Vinci di Santa Maria Capua Vetere, guidato dalla dirigente scolastica Carmen Mascolo.

Il programma di iniziative, curato dalla docente Camilla Sgambato, è rivolto agli studenti dell’istituto, ed è stato costruito in sinergia con il territorio, le associazioni, l’amministrazione comunale, l’Università e le altre scuole della città.

“È questa la vera mission della scuola, formare cittadini consapevoli, pienamente inseriti nella comunità in cui vivono e pronti ad affrontare le sfide che la vita presenterà loro. Ringrazio tutte le autorevoli personalità  che prontamente hanno risposto al nostro invito, nella certezza che la scuola è il primo presidio di legalità e cantiere per la costruzione della cittadinanza attiva e consapevole”, afferma la dirigente Mascolo.

Il primo incontro è previsto per lunedì 22 alle ore 10, con il giudice di Cassazione Raffaello Magi che dialogherà con gli studenti, insieme al sindaco di Casal di Principe Renato Natale e all’avvocatessa Rossella Calabritto, sulla figura di Don Peppe Diana, quale simbolo ed esempio del coraggio e della rinascita della nostra provincia.

Il secondo appuntamento ci sarà giovedì 25, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, con l’inaugurazione della panchina rossa dipinta dagli studenti, nel cortile dell’istituto,  alla presenza di autorità, Università e associazioni.

Nel corso dei prossimi mesi, l’ITES Da Vinci ospiterà Paolo Siani, Elena Ferrara, Rita Raucci, Rosario Esposito La Rossa, Massimo Recalcati, Paolo Albano, Gianluca Guida, Samuele Ciambriello e tanti altri.

Nell’ambito del cantiere, i ragazzi si recheranno presso la Locanda del Gigante (comunità per tossicodipendenti) ed il centro Annalisa Durante a Forcella. Quindi, assisteranno ad alcune udienze in Corte d’Assise presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, e visiteranno aziende di riciclo della plastica.

“Ringrazio gli studenti, tutto lo staff, i docenti, il personale ATA, i genitori, l’intero consiglio d’istituto, le autorità civili e religiose che hanno contribuito a realizzare un progetto così ambizioso, che ha potuto vedere la luce proprio perché la scuola ha chiara la sua visione ed è una vera comunità educante”, conclude la Dirigente Mascolo.

 

 

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2021/11/20/ites-da-vinci-di-santa-maria-c-v-al-via-lunedi-22-il-cantiere-della-legalita-e-della-convivenza-civile-con-il-giudice-lello-magi/

di TeleradioNews

Caserta – NeoPresidente Antonella Serpico – Congresso provinciale dell’Associazione Nazionale Dirigenti Scolastici per il IX Congresso Nazionale

sabato 20 novembre 2021, ore 10.30.
lavori congressuali si sono svolti nell’Aula Magna dell’istituto Tecnico Industriale – Liceo Scientifico “Francesco Giordani” di Caserta, Via Capitano Luigi Laviano, 18, per adempiere ad importanti adempimenti statutari con la partecipazione del Presidente Nazionale Paolino Marotta e del Segretario Nazionale Gregorio Iannaccone.
La neo presidente
Preside Antonella Serpico è stata eletta per Acclamazione dalla assemblea dei soci accorsi numerosi . Eletti inoltre 10 delegati per il congresso regionale .
Il congresso è stato improntato sulla riflessione del documento approvato dal Direttivo Nazionale tenutosi a Napoli il 16 settembre u.s.
guida per il IX Congresso Nazionale ANDIS con il quale ha auspicato che “Il congresso possa diventare occasione di dibattito ampio e di confronto autentico sul futuro della dirigenza scolastica e della scuola italiana” e ha analizzato, altresì, il sistema educativo italiano, le sue criticità e le possibili linee guida di riforma e ha vergato “Già prima della crisi pandemica le indagini nazionali e internazionali sui sistemi educativi segnalavano un quadro dei risultati di apprendimento della scuola italiana vistosamente disomogeneo, con interi territori caratterizzati da sensibili ritardi rispetto agli obiettivi educativi indicati dall’UE: alti tassi di dispersione scolastica, bassi livelli di abilità e competenze soprattutto in campo matematico-tecnico-scientifico, mancato raggiungimento dei livelli di apprendimento previsti dalle Indicazioni Nazionali e dalle Linee guida”.
Il predetto “Documento” ha evidenziato gli interventi che vanno realizzati con priorità: Piano straordinario di edilizia scolastica; Piano nazionale contro la dispersione scolastica e le povertà educative; Implementazione del sistema integrato 0 – 6 anni; Piano di digitalizzazione e multimedialità; Piano di rilancio dell’Istruzione Professionale; Azione di sostegno ai Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento; Rilancio del Sistema Nazionale di Valutazione; Investire sulla valutazione formativa; Ripensare il sistema di formazione iniziale e in servizio; Rivedere le procedure di reclutamento del personale.
Nel “Documento” l’Autonomia scolastica ha trovato la dovuta attenzione ed è stato evidenziato che “Nella fase di attuazione della Legge 107/2015 sono cresciuti in modo esponenziale il disagio e il malcontento dei dirigenti scolastici, oppressi da ulteriori carichi burocratici e amministrativi che assorbono pervasivamente la dimensione professionale, oscurandone i tratti più significativi di carattere educativo e formativo. Il fenomeno si è ulteriormente aggravato con le incombenze che la pandemia ha riversato sull’organizzazione e sulla gestione della scuola, che hanno richiesto decisioni e adempimenti anche di natura sanitaria”. Anche le problematiche afferenti l’annosa e mai risolta questione del dimensionamento delle istituzioni scolastiche, della riforma della governance e del Testo Unico sono state esaminate in modo propositivo con proposte mirate e suggerimenti pertinenti.
Il “Documento” nella trattazione della dirigenza scolastica si è soffermato, opportunamente e saggiamente, sul profilo dirigenziale, sulla responsabilità del dirigente scolastico in materia di sicurezza, sul reclutamento dei dirigenti scolastici, sul ruolo del dirigente scolastico nella gestione e nella valutazione del personale, sulla valutazione del dirigente scolastico, sulla formazione in servizio dei dirigenti scolastici, sull’inquadramento giuridico ed economico del dirigente scolastico e sulla creazione di un middle management.
Nel “Documento” non poteva mancare e non è mancata la riflessione sul ruolo e sulla funzione dell’ANDIS e sul protagonismo della medesima al tempo del Covid-19, sullo sviluppo associativo, sull’attività di formazione dell’Associazione e sulla comunicazione associativa.

 

L’articolo Caserta – NeoPresidente Antonella Serpico – Congresso provinciale dell’Associazione Nazionale Dirigenti Scolastici per il IX Congresso Nazionale proviene da BelvedereNews.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2021/11/20/caserta-neopresidente-antonella-serpico-congresso-provinciale-dellassociazione-nazionale-dirigenti-scolastici-per-il-ix-congresso-nazionale/

di TeleradioNews