PIEDIMONTE MATESE/ALIFE. A cento giorni dalle regionali, nel Matese le emergenze sono ancora lì sotto gli occhi di tutti. La gente attende i politici per ascoltare le loro “fatue promesse”

L’Agrario a Piedimonte Matese è ancora lì, puntellato e chiuso. Strade interrotte che costringono i residenti di ben cinque Comuni a percorsi inimmaginabili e dispettucci  e mancati impegni da parte di politici che in compenso continuano a proporre convegni, show e dibattiti. Ma con quelli la gente non mangia, vero caro assessore regionale Daniela Nugnes?

Una settimana quella appena trascorsa, passata a parlare di Ambiente e tutela del territorio, ovvero sempre e solo i convegni, passerelle e dibattiti che, tutto sommato, non affascinano più la gente come accadeva prima quando alle parole seguivano i fatti. Tutto sommato qui nel Matese di fatti se ne sono registrati ben pochi, per non dire quasi nulla. Il dibattito politico per le Regionali è iniziato da qualche giorno all’insegna del mancato rispetto degli impegni presi nell’ambito dello stesso patito, Forza Italia e tra due esponenti che erano destinati a fare anche ticket nell’Alto Casertano, ovvero l’assessore regionale uscente Daniela Nugnes e il consigliere regionale uscente Angelo Di Costanzo, decaduto dopo il ritorno di Paolo Romano in Consiglio Regionale. E in città si è rivista proprio l’assessore regionale all’Agricoltura, Nugnes mentre, a distanza di poche ore, il sindaco di Alvignano, Angelo Di Costanzo, esprimeva la sua amarezza per le mancate dimissioni della rappresentante dell’esecutivo da consigliere regionale che avrebbero consentito al primo cittadino di rimanere in assise proprio dopo il rientro di Romano. Ma per le motivazioni che hanno indotto la Nugnes a non rispettare l’impegno assunto con Di Costanzo, sarà lei stessa a renderne conto all’elettorato di Forza Italia che, soprattutto qui nell’Alto Casertano, in un periodo di antipolitica così diffuso e serpeggiante, non è stato certamente edificante a risollevare appunto l’immagine di chi fa politica. Anche ad Alife, però, Forza Italia, nonostante stia cercando di ritornare in auge, vive un momento di dibattito interno. Qui si lotta su due fronti. Il primo quello ambientale, per l’opposizione alla realizzazione di un impianto per il trattamento biologico della frazione umida di rifiuti in zona Asi. E poi per riottenere il posto in Giunta comunale lasciato libero da Pasqualino Sasso e assegnato dal sindaco Giuseppe Avecone al Pd, nella persona del dirigente regionale del partito Alfonso Santagata, spostando l’asse decisamente a sinistra. Anche dalla Provincia nessuna buona nuova: l’Agrario di Piedimonte è ancora puntellato e la Provinciale 11 è chiusa da due mesi. Il Matese langue osservando come, in vista del voto, i problemi saranno, uno a uno, presentati dai politici alla ricerca di voti e, spera, qualche soluzione. La visita dell’assessore all’Agricoltura ha avuto come cornice l’assemblea del collegio dei periti agrari. All’ordine del giorno i regolamenti comunali di usi civici, le distanze degli allevamenti dagli insediamenti abitativi e il progetto “Patto per la salvaguardia ambientale del territorio del Matese e dell’Alto Casertano – Riqualificazione e valorizzazione del fiume Volturno”. Sulla carta obiettivi ambiziosi: bonifica, inclusa quella degli affluenti, interventi per il dissesto idrogeologico, impianti di depurazione, valorizzazione del patrimonio archeologico,dismissione dell’amianto. Ed ancora: impianti per la produzione di energia da biogas, per lo smaltimento di materiale inerte, idroelettrici. Insomma il classico libro dei sogni che ad ogni appuntamento elettorale viene presentato agli elettori, salvo poi, restare appunto un faraonico progetto sulla carta. E stavolta, almeno per il momento, ai cittadini del Matese è stata risparmiata la favola della funicolare del Matese, che per circa un decennio era il leit motiv di tante campagne elettorali ed oggi, invece, l’attenzione e soprattutto le promesse, si sono trasferite sul Fiume Volturno. C’è da scommettere che a breve, qualcuno affermerà che è prossimo per essere pronto alla navigazione! Un po’ di tutto insomma. La politica, intanto, si prepara alla campagna elettorale. Il sindaco Angelo Di Costanzo è stato chiaro: “Sarò pronto a candidarmi di nuovo per contribuire al successo del partito Forza Italia se sarà mantenuto l’accordo sottoscritto prima delle Europee che prevede le dimissioni dell’assessore Nugnes dalla carica di consigliere per consentirmi di continuare a lavorare in Consiglio regionale”. Ma anche questa chimera è la a realizzarsi, perchè, probabilmente, nella scala dei valori della signora Nugnes, più che a pensare agli interessi dell’Alto Casertano, mettendo in condizione un politico della zona di non presentarsi “indebolito” alle prossime regionali, contano gli interessi strategici di qualche suo novello pigmalione nel partito, che a proposito di Di Costanzo, magari le avrà suggerito di tenere duro e non lasciare la carica di consigliere regionale, come avrebbe dovuto essere negli impegni presi.

PALLE PALLE…PALLE ROSSE E GIALLE!

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/01/25/piedimonte-matesealife-a-cento-giorni-dalle-regionali-nel-matese-le-emergenze-sono-ancora-li-sotto-gli-occhi-di-tutti-la-gente-attende-i-politici-per-ascoltare-le-loro-fatue-promesse/

di TeleradioNews

COVID19: De Luca dà il via libera alla terza dose aperta a tutti

Comunicato della Regione Campania:

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Nel corso della riunione convocata dal Presidente Vincenzo De Luca con i dirigenti delle Asl e delle Aziende Ospedaliere della Campania, è stato confermato che le vaccinazioni con terza dose, trascorsi i sei mesi dall’ultima somministrazione, sono aperte a tutti i cittadini della Campania senza limiti di fasce di età o di categorie. Per le terze dosi ci si può rivolgere direttamente ai centri vaccinali senza alcuna prenotazione. Resta la priorità assoluta delle dosi “booster” per il personale sanitario, quello delle Rsa e del personale scolastico. Ma ogni cittadino che voglia, può essere immediatamente vaccinato.

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2021/11/16/covid19-de-luca-da-il-via-libera-alla-terza-dose-aperta-a-tutti/

di TeleradioNews

ALVIGNANO. Arrivano i contenitori per le pile esauste ad uso domestico.

Il posizionamento dei contenitori di colore giallo nel centro cittadino rientra nella campagna di rafforzamento e diffusione della differenziazione dei rifiuti che, unitamente alle azioni di sensibilizzazione e informazione rivolte alla cittadinanza, sta dando già i primi risultati in positivo in questi primi mesi di ripresa del “porta a porta”
Nell’ambito delle azioni previste per l’incremento della percentuale della raccolta differenziata dei rifiuti, la ditta Divisione “A” Ambiente del gruppo Termotetti, aggiudicataria dallo scorso ottobre del servizio Rsu in paese, di concerto con l’amministrazione comunale retta dal sindaco Angelo Di Costanzo (nella foto), ha installato nelle piazze, nei centri di aggregazione ed in diversi punti del centro cittadino i raccoglitori delle batterie usate che comunemente vengono utilizzate in casa per il funzionamento di piccoli elettrodomestici ed apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee) di minori dimensioni. Il posizionamento dei contenitori di colore giallo nel centro cittadino rientra nella campagna di rafforzamento e diffusione della differenziazione dei rifiuti che, unitamente alle azioni di sensibilizzazione e informazione rivolte alla cittadinanza, sta dando già i primi risultati in positivo in questi primi mesi di ripresa del “porta a porta” e di introduzione del nuovo calendario con distribuzione anche dei sacchetti all’utenza, tanto da registrare un aumento consistente della differenziata passata da poco più del 20% al 64%. “Siamo convinti che la percentuale aumenterà sempre di più – dichiarano insieme Amministrazione comunale e azienda Div.A. – grazie alla funzionalità del sistema che abbiamo voluto introdurre e soprattutto del grande senso civico e dell’impegno profuso dai cittadini alvignanesi ai quali va il nostro sentito ringraziamento per aver ripreso a differenziare così rapidamente, segno di civiltà del nostro paese che rimane uno dei pochi comuni puliti e decorosi dell’intero comprensorio. Ecco perché facciamo appello ai cittadini a continuare a differenziare sempre di più per raggiungere percentuali ancora più alte”.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2015/01/25/alvignano-arrivano-i-contenitori-per-le-pile-esauste-ad-uso-domestico/

di TeleradioNews

Cyop&kaf nell’universo dantesco

Il duo Cyop&kaf, “costruttori” di opere e sperimentatori di diversi linguaggi artistici collabora con l’Università Federico II

NAPOLI – Nella sala del Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo Federico II giovedì 18 novembre alle ore 12 verrà presentata DURANTE, la mostra di Cyop&kaf, ispirata alla Divina Commedia.

Saranno presenti il Rettore Matteo Lorito, il Sindaco di Napoli Gaetano Manfredi e ilDirettore del Dipartimento di Studi Umanistici Andrea Mazzucchi.

Il vernissage della mostra Durante è fissato per il 22 novembre nel chiostro di San Pietro Martire del Dipartimento di Studi Umanistici e dal 18 dicembre troverà ospitalità nei locali del Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore, con la partecipazione del Comune di Napoli.

 Cyop&kaf è un duo di artisti napoletsni attivi a Napoli da venticinque anni. Le loro opere godono di una ricezione nazionale ed europea.Dipingono sui muri della città, in particolare dei Quartieri Spagnoli, vere e proprie “provocazioni”. Due personalità che non si possono “ingabbiare” in una categoria. Forse si potrebbe definirli “stimolatori di pensiero”, come appunto suggerisce il titolo dela mostra, Durante, vero nome di Dante Alighieri.

Oltre ai lavori in strada, numerose sono le mostre realizzate nel corso della loro attività. Il tratto che rende originale e unica la loro prassi artistica è lo stretto nesso che si instaura tra opere e luoghi che le accolgono ma va evidenziata anche la sperimentazione di diversi linguaggi artistici.

In occasione del settecentenario dantesco il Dipartimento di Studi Umanistici ha intrapreso un lavoro di catalogazione delle miniature antiche e dell’apparato iconografico che accompagna il testo della Commedia nei manoscritti antichi (Illuminated Dante Project) e i Cyop&kaf hanno deciso di avviare col DSU una collaborazione che coniugasse ricerca specialistica e urgenze figurative contemporanee.

IDP |Illuminated Dante Project censisce e analizza la più antica iconografia dantesca

(secc. XIV-XV). Un progetto nato in seno al gruppo di ricerca di Filologia Italiana dell’Università di Napoli Federico II che ha allestito … un archivio online e un database codicologico e iconografico di tutti gli antichi manoscritti della Divina Commedia di Dante provvisti di immagini che intrattengano relazioni col testo del poema.

Il progetto ha costituito un corpus di circa 280 manoscritti datati e databili tra il XIV e il XV secolo e conservati in biblioteche, musei, archivi pubblici e privati nazionali e internazionali. In virtù della sistematicità del suo intervento e per il rilievo dato alla digitalizzazione del materiale manoscritto per scopi conservativi e di ricerca … Finalità di IDP è … un ipertesto della Commedia con parole chiave che rinviano al  corredo iconografico di ciascun canto.

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2021/11/16/cyopkaf-nelluniverso-dantesco/

di TeleradioNews