Sessa Aurunca. Badante polacca aggredisce centenaria che accudiva e minaccia la nipote: arrestata


Nel tardo pomeriggio di venerdì 5 novembre, i carabinieri della sezione radiomobile della Compagnia di Sessa Aurunca, in quel centro cittadino, hanno tratto in arresto una 43enne di origini polacche e residente in Sessa Aurunca, ritenuta responsabile dei reati di maltrattamenti, lesioni personali aggravate e tentato omicidio nei confronti di una 94enne del posto, cui faceva da badante.

A soccorrere per prima l’anziana donna è stata la nipote 48enne, attirata dalle urla di aiuto provenienti dal confinante appartamento della zia.

Al suo arrivo la donna ha notato che l’anziana zia, completamente nuda, era minacciata e malmenata con pugni al volto dalla badante.

Intervenuta per fermare l’aggressione è stata anche lei vittima di accanimento da parte della citata badante che, con veemenza, l’ha afferrata per le gambe tentando di farla cadere dalla finestra del primo piano non riuscendovi grazie al provvidenziale arrivo del figlio 22enne, convivente della malcapitata, anch’egli attirato dalle urla.

In tale frangente è giunto il personale del nucleo radiomobile della Compagnia di Sessa Aurunca che ha immobilizzato la donna.

Quest’ultima, nella circostanza, ha anche opposto energica resistenza nei confronti dei militari dell’Arma.

L’arrestata, percettrice di reddito di cittadinanza, è stata associata presso la casa circondariale femminile di Pozzuoli (Napoli).

(Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2021/11/06/sessa-aurunca-badante-polacca-aggredisce-centenaria-che-accudiva-e-minaccia-la-nipote-arrestata/

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.