S.Potito Sannitico. Va in pensione il medico di base: sindaco mobilitato per non restare senza


Imperadore: Al fianco dei potitesi per scongiurare il rischio di rimanere senza medico di base. Continua a leggere

S.Potito Sannitico. Va in pensione il medico di base: sindaco mobilitato per non restare senza


Imperadore: Al fianco dei potitesi per scongiurare il rischio di rimanere senza medico di base. Continua a leggere

Il candidato Ciro Guerriero, dal campo del rione Vanvitelli evidenzia alcuni problemi

https://i0.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2021/09/il-candidato-ciro-guerriero-dal-campo-del-rione-vanvitelli-evidenzia-alcuni-problemi.jpg?resize=540%2C430&ssl=1

Ciro Guerriero il candidato sindaco di Casertakest è nel rione Vanvitelli per discutere ed ascoltare i problemi all’ interno del complesso rionale, dimostrando anche il difficile accesso di eventuali ambulanze e/o pompieri nel caso di emergenze improvvise.

Si segnalano anche i riflettori fortissimi del neo campo di gioco inaugurato di recente anche dal sindaco Marino con don Antonello e le autorità casertane o un  lampione con una luce soltanto, il parcheggio selvaggio che necessiterebbe di una sbarra  all’ingresso.

Sotto il video dell’intervista completo con la spiegazione del candidato sindaco leader di Casertakest è Ciro Guerriero

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Qualche scatto all’interno del complesso rionale che sottolinea le problematiche

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2021/09/14/il-candidato-ciro-guerriero-dal-campo-del-rione-vanvitelli-evidenzia-alcuni-problemi/

Vignola e Miccolo: “La strada maestra di Marino non passa per la scuola”

https://i2.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2021/09/vignola-e-miccolo-la-strada-maestra-di-marino-non-passa-per-la-scuola.jpg?resize=750%2C430&ssl=1

“La strada maestra non passa per la scuola”. È l’amaro commento di Romolo Vignola – candidato sindaco della coalizione composta da Speranza per Caserta, Io Firmo per Caserta e Per – e Michele Miccolo, coordinatore di Speranza per Caserta, sui ritardi dei cantieri in alcuni istituti casertani, da San Benedetto a San Leucio, a meno di 24 ore dall’inizio dell’anno scolastico.

“Dopo quasi un anno e mezzo di chiusura delle scuole per l’emergenza Covid – dichiara Michele Miccolo – Era difficile riuscire a pensare di poter fare peggio. Eppure il sindaco Carlo Marino supera l’immaginazione e continua a collezionare record in negativo. L’amministrazione comunale è riuscita a farsi trovare impreparata ad un appuntamento così importante, come la ripresa dell’anno scolastico. Ritardi e disagi sono gli ultimi avvenimenti che evidenziano – qualora ce ne fosse ancora bisogno – l’assoluta incompetenza ed inadeguatezza di questa amministrazione”.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

“Solo due mesi fa – aggiunge Vignola – Il sindaco insieme ai suoi fedeli assessori Vairo e Pontillo aveva annunciato che la scuola avrebbe riaperto in sicurezza, che saremmo stati pronti per l’inizio dell’anno scolastico. Ora, in uno dei suoi rari momenti di onestà intellettuale, ammette che non tutto funzionerà: qualche scuola è indisponibile del tutto o in parte, non funzionerà il piano traffico. Hanno sprecato un anno e mezzo, tra passerelle e cenette, ed ora studenti e genitori pagano il prezzo del loro cicalare elettorale. Chiediamo noi scusa a tutti gli studenti discriminati dal sindaco che non potranno tornare nelle loro scuole, che si ritrovano ad essere trattati come pacchi postali spediti in istituti diversi da quello di appartenenza”.

“Esprimiamo solidarietà ai genitori che saranno costretti a fare i salti mortali per mandare i loro figli a scuola – conclude il candidato sindaco – A loro diciamo di tenere duro, manca solo un mese. Poi potranno finalmente mandare a casa una classe politica inadeguata che non è in grado nemmeno di garantire un diritto elementare come l’istruzione”.

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2021/09/14/vignola-e-miccolo-la-strada-maestra-di-marino-non-passa-per-la-scuola/

Capodrise Futura si presenta, il candidato sindaco Topo: “Sarò il sindaco dei capodrisani. Sono loro i nostri unici interlocutori”

https://i2.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2021/09/capodrise-futura-si-presenta-il-candidato-sindaco-topo-saro-il-sindaco-dei-capodrisani-sono-loro-i-nostri-unici-interlocutori.jpg?w=800&ssl=1

Capodrise Futura si presenta, il candidato sindaco Topo: “Sarò il sindaco dei capodrisani. Sono loro i nostri unici interlocutori” – BelvedereNews

  • Home
  • Politica
  • Capodrise Futura si presenta, il candidato sindaco Topo: “Sarò il sindaco dei capodrisani. Sono loro i nostri unici interlocutori”

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2021/09/14/capodrise-futura-si-presenta-il-candidato-sindaco-topo-saro-il-sindaco-dei-capodrisani-sono-loro-i-nostri-unici-interlocutori/

Scuola: caso nazionale a Caserta sul ‘sostegno’: docenti di ruolo scavalcati dai senza titolo e senza abilitazione

https://i0.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2021/09/scuola-caso-nazionale-a-caserta-sul-sostegno-docenti-di-ruolo-scavalcati-dai-senza-titolo-e-senza-abilitazione.jpg?w=800&ssl=1

6

Arriva il nuovo provveditore e stravolge le disposizioni di legge

L’UNICO UFFICIO SCOLASTICO D’ITALIA CHE HA ADOTTATO QUESTA PROCEDURA

Caserta, 13 settembre 2021 – Sono già diverse decine i docenti casertani che stanno protestando – ed altrettanti in procinto di presentare ricorsi giudiziari – contro la decisione, unica in Italia, adottata dal neo provveditore dell’Ufficio Scolastico di Caserta, Monica Matano, che per quanto riguarda il sostegno, ha clamorosamente escluso i docenti di ruolo senza titolo ma con anni di servizio sulle spalle, «preferendo» quelli senza titolo e senza abilitazione. Per gli esclusi, ma anche per molti addetti ai lavori questa decisione del Provveditore è un vero stravolgimento delle disposizioni di legge, tant è che Caserta è diventato un caso nazionale: in altre sedi scolastiche (ma addirittura nella stessa provincia di Napoli) si è infatti proceduto diversamente, ovvero applicando le norme del  Contratto collettivo nazionale in cui è stabilito che «i docenti di ruolo con cattedra fuori provincia possono chiedere assegnazione provvisoria interprovinciale anche sul sostegno anche se privi dello specifico titolo di specializzazione».  L’articolo 8 comma 14 del Ccni, infatti dispone che i docenti sprovvisti del titolo di specializzazione possono usufruire dell’assegnazione provvisoria quando vengano soddisfatte precise condizioni: l’assegnazione provvisoria sul sostegno deve essere richiesta per una provincia diversa da quella di titolarità; il docente in oggetto stia per concludere i percorsi di specializzazione sul sostegno e abbia prestato almeno un anno di servizio su posto di sostegno. In particolare, queste assegnazioni provvisorie sul sostegno dovevano avvenire, e in tutta Italia sono avvenute, solamente dopo aver accantonato un numero di posti pari ai docenti in possesso di titolo di sostegno presenti nelle «Graduatorie provinciali supplenze» (Gps) e nelle «Graduatorie di esaurimento» (Gae). Questo ordine di assegnazioni, rispettato in tutta Italia e anche a Napoli, nella provincia di Caserta non è stato osservato. I docenti di ruolo che attendevano già da giorni di poter ottenere, come ogni anno, nel rispetto della normativa, tale assegnazione a Caserta e provincia si sono visti «soffiare» gli incarichi sul sostegno dai supplenti senza abilitazione e senza titolo. Intanto, l’anno scolastico sta per iniziare e purtroppo i docenti di ruolo sono costretti a partire per le sedi di titolarità al Nord dopo anni di insegnamento nella propria provincia. La questione è al vaglio di qualche sigla sindacale più attenta ma i più maliziosi parlano addirittura di decisioni che arrivano puntualmente alla vigilia delle consultazioni elettorali.

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2021/09/14/scuola-caso-nazionale-a-caserta-sul-sostegno-docenti-di-ruolo-scavalcati-dai-senza-titolo-e-senza-abilitazione/

Caserta, voto 2021: A tu per tu con Romolo Vignola. La buona amministrazione? Competenza e spirito di servizio

https://i2.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2021/09/caserta-voto-2021-a-tu-per-tu-con-romolo-vignola-la-buona-amministrazione-competenza-e-spirito-di-servizio.png?w=800&ssl=1

32

Avv. Vignola, in questa esperienza ha al suo fianco professionisti che hanno maturato una lunga esperienza negli enti locali. Qual è l’analisi sulle prospettive del Comune di Caserta.

  • Si, colgo l’occasione per ringraziare il gruppo di lavoro che mi sta sostenendo in questo sforzo programmatico. Con gli amici professionisti, tra cui il dottor  Carmine Lasco esperto del settore, abbiamo sempre condiviso una visione della politica al servizio della comunità. Il professionismo della politica oggi si è tradotto essenzialmente in comitati d’affari, nella gestione di serbatoi di voti, facendo leva su una comunità sempre più distaccata dalla gestione della cosa pubblica. L’obiettivo oggi è essenzialmente l’arrivismo politico e poca importa se il tutto avviene senza avere alcuna competenza nella gestione degli Enti Locali. Risultato? Dissesti finanziari ripetuti, servizi al cittadino azzerati, depauperamento economico e sociale della nostra comunità. Per rispondere alla sua domanda sul futuro della Città credo che la politica debba risvegliare il senso di appartenenza, dare risposte in termini di programmazione strategica e operativa. Ma è anche vero che i cittadini devono svegliarsi da questo torpore “civico”. Devono riscoprire l’amore per la propria città, devono essere in grado di discernere tra le varie proposte politiche e diffidare di coloro che a vario titolo hanno solo ricevuto e al territorio hanno invece restituito degrado dal punto di vista urbanistico, economico e sociale. La nostra proposta politica è semplice e complessa allo stesso tempo. Recuperare la macchina amministrativa in termini di efficacia ed efficienza, stipulare con la cittadinanza un contratto, un accordo, la cui causa è essenzialmente il “risorgimento Casertano”.

Recuperare la macchina amministrativa, in concreto cosa intende?

  • Vede, l’Ente Locale in questi anni ha subito una profonda innovazione dal punto di vista normativo – contabile e questa rivoluzione non è stata accompagnata da alcuna competenza della classe politica. Prendiamo ad esempio la programmazione triennale. L’assetto normativo è di per sé sufficiente perché un’amministrazione possa decidere quali strategie intenda adottare per conseguire i propri obiettivi. Il problema sta nella loro mancata attivazione. Faccio un esempio. L’elenco triennale dei lavori pubblici è un documento indispensabile per l’approvazione del Bilancio di Previsione. All’interno di questo occorre stabilire le priorità delle azioni da intraprendere, modalità di attuazione, reperibilità fondi ect. . Ora tale documento di programmazione resta lettera morta spingendo la città verso un degrado infrastrutturale. Si pensi alla situazione delle scuole. Da quanti anni non se ne costruisce una? Oggi occorre competenza per gestire la macchina amministrativa. Competenza e spirito di servizio. Ecco cosa è mancato negli ultimi venti anni.

Come si esce da questa situazione.

  • Con competenza e spirito di servizio. Tenga presente che l’assessore alla programmazione finanziaria ha la delega al Recovery Fund e Recovery Plan; corriamo il rischio che anche questa opportunità resti lettera morta senza le opportune competenze. Questa è un’occasione unica per riprogrammare la Città e sfruttare le sei missioni del Recovery: 1) digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura. 2) Rivoluzione verde e transizione ecologica. 3) Infrastrutture per una mobilità sostenibile. 4) Istruzione e ricerca. 5) Inclusione e coesione. 6) Salute. Caserta è da anni agli ultimi posti nelle classifiche annuali del sole 24 ore; ecco se riflettiamo su questa opportunità è chiaro che potremmo assistere ad una vera rivoluzione per la nostra comunità. Ovviamente occorre come ho detto competenza e spirito di servizio e parte della comunità dovrebbe comprendere che bisogna dare fiducia a coloro che hanno queste competenze ed evitare di premiare la solita politica inappropriata ed inefficiente.

Basterebbe il Recovery per una rivoluzione ma il Comune vive stagioni di dissesto economico, spesso ci viene ripetuto che le risorse non bastano.

  • Questo è il punto dolente delle ultime amministrazioni. Bisogna spiegare ai casertani che un Comune è in dissesto (fallimento) quando non è più in grado di assolvere le sue normali funzioni. Ma come si arriva a questa situazione? Semplice, debiti!!! Debiti senza copertura finanziaria. Il meccanismo è il seguente: l’Ente affida lavori, riceve servizi si impegna con i fornitori etc. contrae debiti senza che le stesse prestazioni siano previste dal Bilancio Comunale. I creditori che devono riscuotere il proprio credito avviano azioni esecutive e pignorano le somme disponibili dell’Ente ed ecco che si innesta il circolo vizioso. Per rispondere alla sua domanda un’Amministrazione avveduta deve tenere presente questi fattori. Le risorse per la programmazione vanno assolutamente trovate anche in un nuovo concetto di “compliance”.

Si spieghi meglio.

  • La riscossione delle imposte rappresenta la base di partenza per una buona amministrazione. Se si prevede di riscuotere 100 e invece si riscuote 50 siamo già di fronte ad un bel problema. Se poi ci si aggiunge l’inefficienza della società di riscossione allora il problema diventa ancora più importante. La svolta sta nella “compliance”. L’Ente deve riattivare l’Ufficio Tributi al quale deve essere affidato il controllo della riscossione tramite un dialogo aperto e costruttivo con la cittadinanza. La riscossione sarebbe più efficace con una notevole riduzione delle sanzioni per coloro che a vario titolo sono in ritardo con i pagamenti. Tutto ciò potrebbe essere fatto con lo strumento della “contrattazione decentrata” che affida ai dipendenti comunali premi in base ai risultati raggiunti.

Caserta città di grande pregio storico ma distante dai circuiti del turismo.

  • La ringrazio per questa domanda. Ci siamo mai chiesti perché Caserta non vive di turismo? Lo sport è praticamente morto? La vocazione terziaria (commercio e servizi in genere) della città è praticamente scomparsa? Ebbene le Amministrazioni Comunali degli ultimi 20 anni non hanno creato alcuna condizione perché un imprenditore fosse stimolato ad investire sul territorio. Pensiamo ai grandi centri commerciali! Situati sui comuni limitrofi sono stati utilizzati da Napoli e dalla Regione Campania. Gli investimenti hanno visto l’assenza della politica cittadina con il risultato che il tasso di occupazione è rimasto depresso ed il commercio cittadino ne è stato distrutto. Occorre ripensare la Città, metterla in concorrenza con questi “mostri commerciali” tramite un’offerta di una città digitale e green, accogliente, sicura con trasporti efficienti. Ripensare a manifestazioni culturali serie ed innovative. Tutto ciò porterebbe nuove risorse da destinare al territorio.

Ottima l’idea degli alleati Io Firmo per Caserta che hanno ipotizzato l’introduzione dell’assessorato alla Valorizzazione del Territorio. Il progetto è dettagliato e professionale facilmente consultabile sul sito della Lista.

C’è molto da fare.

  • Bisogna ridurre il gap ma se i casertani ci vorranno premiare riceveranno competenza e spirito di servizio. Porremo le basi per la città del futuro con una amministrazione consapevole, rivolta al futuro dei nostri figli perché Caserta siamo noi.

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Caserta, voto 2021: A tu per tu con Romolo Vignola. La buona amministrazione? Competenza e spirito di servizio

Nuovo direttore area marketing per la Casertana

https://i0.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2021/09/nuovo-direttore-area-marketing-per-la-casertana.jpg?w=800&ssl=1

La Casertana FC comunica di aver affidato la direzione dell’area marketing alla LWR SRL rappresentata dal casertano Massimo Vecchione, che si avvarrà del supporto dell’agenzia Factory.

Una nuova ed avvincente sfida per Massimo Vecchione che commenta con profondo entusiasmo ed emozione:“Quando il presidente D’Agostino e il direttore generale Pasquariello mi hanno cercato per ricoprire questo incarico non ci ho pensato due volte. Sono onorato di lavorare per la squadra della mia città. Porterò alla società il mio apporto con l’impegno e la ferma volontà di essere il più incisivo possibile. Oggi raccolgo il brand più importante della nostra città in un momento sicuramente non semplice. Ma non sarà difficile convincere gli imprenditori del territorio che niente è in grado di dare più visibilità e soddisfazioni alle loro aziende che affiancare il proprio brand a quello della Casertana. E’ giunto il momento che ognuno faccia la sua parte e dia il proprio contributo secondo le proprie forze a questi colori e al presidente D’Agostino. E’ giunto il momento di lasciare spazio ai fatti concreti. Avrei potuto continuare a focalizzare le mie attenzioni sulle attività che porto avanti da tempo, ma sono stato chiamato a fare quello che meglio mi riesce e non potevo assolutamente tirarmi indietro. Ora è tempo di operare ed agire concretamente per dare lustro alla squadra della nostra città. Con l’auspicio di ottenere insieme soddisfazioni e successi che questa società e questa tifoseria meritano”.

Queste le dichiarazioni di Vecchione beo direttore tecnico “” ̀. ̀ ̀ . ̀ ℎ ̀ ̀ ̀ ℎ “.

Vecchione ha partecipato questa estate ad alcune serate come organizzative che a Caserta, più precisamente San Leucio hanno avuto grande riscontro come la visione della finale Italia-Inghilterra al Belvedere appunto (quindi non è  a digiuno di sport), ma anche qualche altra serata di un Estate da RE nel mese di luglio.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Nuovo direttore area marketing per la Casertana

Bagno di folla per la presentazione della lista del candidato a sindaco Filippo Caturano

https://i2.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2021/09/bagno-di-folla-per-la-presentazione-della-lista-del-candidato-a-sindaco-filippo-caturano.jpg?resize=750%2C430&ssl=1

Cervino (Caserta). Viva Cervino. Insieme si può. Uno slogan che fa trasparire tutto l’entusiasmo e la forza della lista che ieri sera si è presentata ufficialmente alla comunità cervinese, capitanata dal candidato sindaco Filippo Caturano.
La presentazione si è tenuta al noto locale Ristrò, all’aperto e nel pieno rispetto delle regole anticovid.
La serata, coordinata dalla dott.ssa Lucia Grimaldi, è iniziata con la presentazione dei 12 candidati. Tutti presenti a fianco del candidato sindaco Filippo Caturano, si sono alternati nel prendere la parola per raccontare un pò di sé e della motivazione che li ha spinti a scendere nell’agone elettorale. Tra di loro persone di esperienza, ex amministratori, ma anche nuove leve. Una lista che rappresenta per genere, età e sfere di competenza tutti gli ambiti di questa comunità di 5000 abitanti, dislocati tra il centro e ben 7 frazioni, anch’esse ben rappresentate.
Amici illustri hanno portato il loro saluto alla compagine: l’assessore regionale alle Politiche Agricole dott. Nicola Caputo, i consiglieri provinciali dell’area Moderati in rappresentanza di Zannini Nunzio Sferragatta e Pasquale Crisci, il consigliere comunale di S. Maria a Vico Francesco De Lucia e il dott. Adriano Telese.
La conclusione del candidato sindaco, Filippo Caturano, che con enfasi e passione, ma anche un pizzico di emozione, ha esposto i punti programmatici: scuola, cimitero, PUC, tra i punti cardini del programma di Caturano sindaco, ma non solo. Caturano ha inoltre sottolineato, da ex amministratore, quanto sia importante dare continuità a progetti in corso garantendo risultati certi e stabilità amministrativa, e dare, contemporaneamente, spazio a nuove idee che possono solo migliorare ed arricchire quanto già programmato.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Di seguito la lista con i nomi dei 12 candidati:

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Bagno di folla per la presentazione della lista del candidato a sindaco Filippo Caturano