Caiazzo. Comune indebitato per 4 milioni e mezzo: la minoranza vuol condividere il piano di rientro


Disavanzo di 4,5 milioni di euro: “Caiazzo bene comune” chiede Continua a leggere

Mondragone. Risse continue: il sindaco adisce il prefetto e vuole maggiori controlli


Ho chiesto al Prefetto di Caserta di riunire con urgenza il comitato provinciale delle forze dell’ordine”. Continua a leggere

Napoli: vittoria di sofferenza tra le polemiche genoane

https://i2.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2021/08/napoli-vittoria-di-sofferenza-tra-le-polemiche-genoane.jpg?w=800&ssl=1

di PASQUALE MASTROBUONO

Il Napoli serve il bis, dopo la vittoria contro il Venezia, batte il Genoa per due reti ad uno, grazie ai gol di Fabian Ruiz e Petagna (ormai nuovo giocatore della Sampdoria). Buon primo tempo del Napoli che va vicino al gol prima con Lozano e poi con due conclusioni del capitano Insigne, la prima scheggiando il palo a Sirigu battuto, e la secondo trovando la grandissima parata di quest’ultimo. A cinque minuti dalla fine del primo tempo il Napoli trova il meritato vantaggio con un gran sinistro di Fabian Ruiz, che batte l’incolpevole Sirigu.

Nel secondo tempo l’entrata di Goran Pandev e l’atteggiamento più aggressivo del Genoa mettono in grossa difficoltà il Napoli, che si salva dopo pochi minuti grazie ad un gran intervento di Meret sul destro di Ghiglione del Genoa. Al minuto 55 il Genoa pareggia con il gol di Goran Pandev, ex di turno, ma dopo qualche minuto di consultazione al VAR, l’arbitro Di Bello annulla per carica di Buksa su Meret. Il Genoa è furioso per la decisione dell’arbitro e la partita si incattivisce.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Sul fronte opposto il Napoli ha nei piedi di Lozano la palla per chiudere la partita, ma una gran parata di Sirigu spegne le speranze napoletane. Al minuto 69 sul cross del solito Ghiglione arriva Cambiaso che pareggia meritatamente la partita.

A questo punto Spalletti decide di far entrare Ounas e Petagna al posto degli “spenti” Lozano e Politano. I cambi si rivelano decisivi quando a 10 minuti dalla fine su una punizione calciata da Mario Rui, Petagna di testa insacca il 2-1 decisivo per il Napoli. Inutili gli assalti finali del Genoa, il Napoli resiste e si prepara ad affrontare la Juve con un +5.

Nel post partita l’allenatore del Napoli Luciano Spalletti si è soffermato sulla situazione di Petagna: “Del suo futuro ne parleremo insieme. Ci sta che si stufi stando in panchina”.

Poi alla domanda su dove pensa posa arrivare questo Napoli ha risposto così: “Siamo tra le sette squadre che lotteranno per lo scudetto”.

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Napoli: vittoria di sofferenza tra le polemiche genoane

Aversa, A. Oliva sull’assessore L. Melillo “non è compito nostro, né possiamo mandarla a casa”

https://i0.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2021/08/aversa-a-oliva-sullassessore-l-melillo-non-e-compito-nostro-ne-possiamo-mandarla-a-casa.jpg?w=800&ssl=1

Aversa, Pubblichiamo la dichiarazione del consigliere Alfonso Oliva sull’assessore alla cultura Luisa Melillo

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

”Qualche giorno fa ho letto la risposta data ai media dell’attuale assessore Melillo, circa una sua eventuale defenestrazione dalla Giunta Golia, e come ex assessore al ramo, nonché attuale consigliere comunale di minoranza e membro della commissione Cultura, mi sento in dovere di rispondere all’assessore, che da tempo sembra, forse a causa delle sue frequentazioni vacanziere esotiche, aver staccato la spina con la realtà: voglio precisare che di certo non è compito né tanto meno nei poteri del sottoscritto o dell’intera minoranza mandarla a casa. Se dipendesse da noi e dalla stragrande maggioranza di cittadini il 30 novembre 2020 sarebbe dovuta andare a casa l’intera maggioranza ma purtroppo vi siete tirati dentro quattro nostri consiglieri traditori per tirare a campare…Ricordando infine che lei è un assessore non votato ma nominato, quindi che siede su una poltrona da oltre due anni, senza alcun consenso popolare, siamo altresì stanchi della solita litania, che ci propina in continuazione, nascondendo l’assenza di una seppur minima programmazione culturale a causa del Covid e della mancanza di fondi. Per quanto riguarda il Covid, vogliamo infatti ricordare che la pandemia non è un triste fenomeno che riguardi soltanto la nostra amata Aversa ma il mondo intero, persino in Kenya…
Ma nonostante ciò anche i comuni viciniori hanno messo su una programmazione estiva, attraverso idee e collaborando con le associazioni presenti sul loro territorio.
Eppure chi l’ha preceduta non aveva a disposizione centinaia di migliaia di euro. Magari !!! avremmo fatto molto di più! Ma l’assenza di fondi non ci ha mai scoraggiati, e non ci siamo seduti dietro una scrivania a piangere, ma piuttosto abbiamo cercato sponsor, idee, abbiamo coinvolto associazioni e cittadini, offrendo programmazioni a minimi costi per le casse comunali ma sicuramente raggiungendo ottimi risultati, nonostante, e questo vale la pena ricordare, i nostri interlocutori istituzionali, extra comune, non appartenessero di certo alla nostra parte politica, il che moltiplicava in modo esponenziale le difficoltà ad ottenere dei fondi da parte di Regione e altri Enti. Per quanto poi riguarda l’azione concreta, l’assessore Melillo espone tutta una serie di successi raggiunti, attraverso i protocolli con il Museo Archeologico di Napoli, e altre Istituzioni, tutte inerenti al suo ex campo lavorativo, essendo attualmente in pensione. Io da aversano non ricordo però tutto questo legame che la nostra amata città ha con l’Archeologia o forse si cercano reperti di eventi culturali risalenti al centrosinistra!!!
L’assessore nel suo personale elenco di eventi concreti si limita, oltre ai protocolli, quasi a non voler annoiare il lettore, a ricordare lo Jommelli Cimarosa Festival IV edizione (le prime tre si sono tenute proprio con le amministrazioni di centrodestra) ed un Altro Festival, nel quale si chiedeva non solo di esibirsi gratuitamente ma anche di provvedere a proprie spese (fitto strumenti, luci, palco, amplificazione etc..) ai musicisti aversani!!!
Un festival di cui questi enormi successi vantati non li abbiamo visti né riportati dai media, né nei loro tanto amati selfie sui social! Tutto qui.
Ma l’assessore, forse per modestia personale, omette invece di ricordare il SUO UNICO successo, quello di esordio, quando non c’era il covid, con il carro neo melodico trainato dal trattore a via Roma, mixato all’improbabile ed “afgano”cineforum.
Assessore ci parli della chiusura di Casa Cimarosa, aperta una volta per parlare di obesità.
Alcuni appuntamenti culturali all’ex Macello, con gli amici degli amici e nulla di più oltre al già citato Jommelli Cimarosa Festival delle amministrazioni precedenti.
Nel frattempo Casa Cimarosa ed anche l’ex Macello in uno stato di totale abbandono. La sede Proloco? Non pervenuta!
Assessore Melillo anche allo sport….altra delega nelle sue mani, che non ho mai incrociato in passato e nel presente ad alcun evento sportivo cittadino. Palestre chiuse, stadio in gestione e palazzetto no, campetto pubblico a viale olimpico…
Anzi saremo anche curiosi di sapere se dopo oltre due anni, e lo abbiamo chiesto più volte, sia stata fatta una verifica dei fondi spesi per le Universiadi, inerenti il Palasport e lo Stadio Bisceglia, visto che se da una parte fummo noi come amministrazione a portare Aversa ad esser sede delle Universiadi e a ricevere i fondi, poi con la caduta causata dai voltagabbana, non sono state eseguite le fasi che di competenza passarono prima al Commissario Prefettizio e poi alla nuova attuale Amministrazione.
Noi, assessore Melillo, come al solito non ci nascondiamo dietro le voci, che del resto vengono messe ad arte dai suoi stessi accoliti di maggioranza che rivendicano poltrone, ma ci mettiamo sempre la faccia, facendo critiche se necessarie, ma pronti anche ad elogi, quando meritati. Ma siccome stessi esponenti di associazioni a lei in un recentissimo passato molti vicini, l’hanno aspramente criticata apertamente, invitandola a dimettersi per la sua totale inoperosità ed inadeguatezza, non vorrà mica pretendere che noi dell’opposizione la sosteniamo. I fondi mancano, l’unica cosa sicura è il suo stipendio di assessore, la sua indennità che percepisce da oltre due anni, anche quando trascorre le sue lunghe ed esotiche vacanze, senza produrre risultati.
Poveri aversani….

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2021/08/30/aversa-a-oliva-sullassessore-l-melillo-non-e-compito-nostro-ne-possiamo-mandarla-a-casa/

Un Borgo di Libri – Settembre al Borgo, pronto un weekend di grandi appuntamenti a Casertavecchia

https://i0.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2021/08/un-borgo-di-libri-settembre-al-borgo-pronto-un-weekend-di-grandi-appuntamenti-a-casertavecchia.jpg?w=800&ssl=1

Se ancora tutto tace sul fronte Settembre al Borgo, con la direzione artistica affidata ancora una volta ad Enzo Avitabile unica notizia certa, non altrettanto si può dire per Un Borgo di Libri, pronto ad entrare nella sua fase più calda.

La rassegna a focus letterario legata al Festival, curata da Luigi Ferraiuolo, ha già aperto la sua programmazione sabato 28 agosto con l’anteprima Africa del Nord, un progetto fotografico di Patrizia Posillipo sviluppato in Marocco.

Il programma, però, è ancora ben folto e il borgo di Casertavecchia si prepara a vivere un weekend di incontri con gli autori ed altri ospiti di rilievo.

Si riprende infatti venerdì 3 settembre alle ore 20.00 con L’omicidio Attanasio – morte di un ambasciatore di Matteo Giusti, dedicato all’uccisione del diplomatico italiano in Congo dello scorso febbraio; a seguire alle 21.00 La vendetta del Boss: l’omicidio di Giuseppe Salvia di Antonio Mattone. Per entrambi la location è la splendida Cattedrale di Casertavecchia.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Due gli eventi di sabato 4 settembre, stavolta in Piazza del Duomo, con I prigionieri: la storia di Giuseppe Taliercio di Pierluigi Vito alle ore 20.00 e La processione dei fantasmi di Gianluca Lioni alle 21.00.

Sono ben tre, invece, gli appuntamenti di domenica 5 settembre, ancora in Piazza del Duomo.

Si parte alle 19.00 con Loro di Caserta di Ignazio Senatore, a seguire Cercando Beethoven di Saverio Simonelli alle 20.00 e chiusura con La Divina Commedia in Napoletano, con Marilena Lucente, Roberto Solofria e Ilaria Delli Paoli, che si inserisce tra gli eventi tributo in tutta Italia per il 700° anniversario della morte del Sommo Poeta.

Per l’ingresso agli incontri è necessaria la prenotazione, effettuabile con un link dalla pagina Facebook della kermesse Un Borgo di Libri – Settembre al Borgo, con l’hashtag #prenotazioniopen.

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Un Borgo di Libri – Settembre al Borgo, pronto un weekend di grandi appuntamenti a Casertavecchia

ULTIMA ORA, ANCORA UN ROGO NEL CASERTANO

https://i1.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2021/08/ultima-ora-ancora-un-rogo-nel-casertano.jpg?resize=512%2C270&ssl=1

Ancora un incendio è divampato nel casertano più precisamente a Mezzano , tra la città di C. Morrone ed appunto Mezzano, un rogo si sta propagando in queste ore , anche se pare siano stati allertati i Vigili del Fuoco che stanno intervenendo e stanno cercando di sedare le fiamme.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Un pennacchio di fumo è ben visibile dalla frazione pedemontana del Capoluogo e preoccupa da vicino i residenti, con le fiamme non distanti dalle abitazioni ed il forte odore di bruciato percepito nitidamente dalla popolazione. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Caserta

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

ULTIMA ORA, ANCORA UN ROGO NEL CASERTANO

Napoli: Inaugurazione della nuova sede delle associazione nazionale guardie giurate

https://i1.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2021/08/napoli-inaugurazione-della-nuova-sede-delle-associazione-nazionale-guardie-giurate.jpg?resize=750%2C430&ssl=1

Inaugurazione di un’altra sede delle guardie particolari giurate, oltre alla ‘storica’ sede operativa e quartier generale che si trova ad Arzano , l’associazione guardie particolari giurate inaugura un altro punto d’appoggio che tra poco diventerà immediatamente operativo.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

E’ successo tutto stamane  alla presenza del presidente nazionale Associazione guardie particolari giurate Giuseppe Alviti, già medaglia d’Argento al valor civile ed ex appartenente ai reparti speciali della Marina Militare, insieme a quella che è un altro elemento sicuramente molto molto valido che fa parte dell’associazione ossia la segretaria Nazionale dott.ssa Anna Nesi, entrambi  hanno presentato in Via Cupa di Capodichino quella che è a tutti gli effetti una  nuova sede operativa dell’Associazione nazionale guardie particolari giurate.
Grande risalto ha avuto l’ evento anche per il progetto a largo raggio d’azione di formazione rivolto alle nuove leve che ambiscono diventare guardie attraverso corsi di formazione finalizzate alla fruizione da parte di aziende richiedenti di personale già qualificato e appunto debitamente formato.
Si ribadisce altresì che Anna Nesi e Giuseppe Alviti hanno ribadito anche la loro disponibilità alla candidatura per quanto concerne Napoli alle prossime elezioni regionali, per quanto riguarda la Settima Municipalità con Moschetti Presidente in  Forza Italia

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Napoli: Inaugurazione della nuova sede delle associazione nazionale guardie giurate

IL MOVIMENTO ULTRAS DEL BASKET DI NO ALLE RIAPERTURE PARZIALI

https://i2.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2021/08/il-movimento-ultras-del-basket-di-no-alle-riaperture-parziali.jpg?resize=750%2C430&ssl=1

Dopo una lunga riunione coi rappresentanti di tutte le tifoserie organizzate di LBA e diverse rappresentanze di tutte le altre categorie, si è giunti ad una scelta condivisa.

Gli Ultras del Basket non entreranno in palazzi con ingressi contingentati e restrizioni !!!

Il tifo organizzato chiede in modo compatto un ripristino degli ingressi al 100% sul modello già diffusissimo in Europa e chiede un sollecito tavolo di confronto con le istituzioni sportive perché si adoperino nelle sedi opportune per un vitale ritorno alla normalità.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Una normalità che non è solo capriccio degli innamorati di uno sport ma esigenza di tutto un movimento sportivo che senza l’annesso economico rappresentato dalla “biglietteria” rischia il tracollo finanziario a scapito della stessa sopravvivenza di molte società.

I gruppi sottoscritti si impegnano ad attivarsi presto con iniziative a livello nazionale per dar visibilità alle proprie richieste.

Sottoscrivono questo comunicato le tifoserie di:

Olimpia Milano
Varese
Fortitudo Bologna
Virtus Bologna
Reyer Venezia
Pesaro
Napoli
Trieste
Dinamo Sassari
Reggio Emilia
Cento
Boys Caserta 2017
Biella
Rieti
Imola
Pistoia
Vigevano
Rimini
Jesi
Udine

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

IL MOVIMENTO ULTRAS DEL BASKET DI NO ALLE RIAPERTURE PARZIALI

Cenando sotto un Cielo diverso 2021

https://i2.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2021/08/cenando-sotto-un-cielo-diverso-2021.jpg?resize=336%2C336&ssl=1

Perché il cielo non sia più diverso ma uguale per tutti: quando il cibo si coniuga al sociale

NAPOLI – A Villa Lucrezio giovedì 2 settembre si terrà alle ore 18.30 in via Tito Lucrezio Caro la conferenza stampa di presentazione della tredicesima edizione di Cenando sotto un Cielo Diverso.

Cenando sotto un Cielo diverso, è nato dall’idea di Alfonsina Longobardi – psicologa ed esperta di food and beverage, nonché sommelier –  che ha realizzato  questo progetto solidale che coniuga il food al sociale.

Il primo evento dell’edizione 2021 si svolgerà lunedì 13 settembre a Villa Alma Plena di Casagiove, Caserta, sarà, nonostante le restrizioni legate alle normative anti – Covid19, un evento da record, che coinvolgerà 190  produttori, aziende, cantine e chef (stellati e non), che cucineranno con il comune obiettivo di sostenere sia i ragazzi del centro Don Orione di Ercolano – per i quali sarà organizzata una festa durante il periodo natalizio – che i bambini del reparto di nefrologia dell’ospedale Santobono-Pausilipon, ai quali per Natale saranno donati giocattoli e dolciumi.

Prosegue inoltre la raccolta fondi per la costruzione di un laboratorio ludico – didattico per malati schizofrenici.

Al tavolo conferenziale prenderanno parte:

  • Alfonsina Longobardi, ideatrice e organizzatrice dell’evento;
  • Don Rosario Belli, referente del centro Don Orione;
  • Ferdinando Rossi, responsabile Slow Food Alleanza Cuochi Campania Basilicata;
  • Dottor Davide Milone, per l’ospedale Santobono Pausilipon;
  • Antonella Tizzano, sponsor;
  • Cesare Avenia, Presidente Consorzio Vitica;
  • Ciro Torlo, modello ed attore testimonial dell’evento;
  • Giuseppe Moscarella, modello ed attore testimonial dell’evento;
  • Pietro Iadicicco, responsabile AIS Caserta;
  • Salvatore Spuzzo, chef di Villa Alma Plena;
  • Nunzia Rocco Buiano, per Villa Alma Plena.

Ringraziamenti speciali vanno a Giacomo Luongo, chef di Villa Lucrezio, Ida Piccolo, presentatrice dell’evento, Grazia Guarino e Maria Consiglia Izzo, per XY Agency (press office), Silvia la Penna per View Point, media partner dell’evento, Annamaria Ghedina e Antonio D’Addio per Lo strillo, media partner dell’evento.

In ottemperanza alle regole anti – Covid19 sarà possibile accedere alla conferenza stampa solo in seguito all’esibizione del green pass oppure dell’esito negativo del tampone.

Seguirà cena–aperitivo per gli invitati.

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Cenando sotto un Cielo diverso 2021