In ricordo del caro padre Oreste

… È l’ultima volta che sto con voi, non più in attesa … È arrivata sorella morte. (Padre Oreste Casaburo) 

di Stanislao Scognamiglio

Intorno alle ore 7 di venerdì 5 marzo, presso il reparto destinato ai degenti affetti da Covid dell’ospedale San Leonardo di Castellammare, padre Oreste Maria Casaburo, frate minore conventuale di famiglia al convento di Sant’Antonio di Portici, è tornato alla casa del Padre celeste.

Religioso, sacerdote, parroco, nelle diverse località dove è stato di comunità, ha esercitato con profondo impegno e instancabile zelo il suo ministero pastorale. Con analogo fervore ha seguitato lo studio dei testi sacri e ha svolto ricerche sul francescanesimo. Quale «… ministro del sacramento ecclesiale della Riconciliazione, dispensatore della misericordia divina», è stato sempre pronto a soddisfare i bisogni spirituali di suoi molteplici penitenti: laici, preti e suore.

Nonostante qualche pesante acciacco e la tarda età – avrebbe compiuto 95 anni il prossimo 25 marzo – oltre a essere fattivamente presente in loco, ha continuato a svolgere l’incarico di padre spirituale delle Suore Crocifisse Adoratrici della Eucarestia dei conventi di Napoli – San Gregorio Armeno e di San Giorgio a Cremano.

Dopo un anno di forzata pausa cautelare, impostagli dalla circostanza, ha sentito forte il dovere di riprendere il suo ruolo di confessore e guida spirituale delle due famiglie monacali. Pertanto, quale « ministro del sacramento ecclesiale della Riconciliazione», com’era solito fare prima dell’insorgere e del diffondersi anche nell’area metropolitana di Napoli, della pandemia provocata dal Covid 19.

Nella mattinata di mercoledì  17 febbraio, si è recato dalle suore per confessarle. Rientrato in casa, uomo di preghiera, attendendo l’ora della celebrazione della Santa Messa vespertina, com’è sua abitudine, ha impegnato le poche ore libere alternando alla lettura del quotidiano la recita del Santo Rosario.

Sceso in chiesa, al termine della Santa Messa, svestiti i sacri abiti, giunto nei pressi della mensa, inciampando, è caduto. Dopo quella altrettanto grave, avvenuta ad Assisi nell’ottobre del 2018, a seguito di questa rovinosa caduta, ha riportando una ferita lacero-contusa alla regione occipitale. Prontamente soccorso, portato in ospedale per gli accertamenti e le necessarie cure del caso, nella tarda serata è ritornato in convento.

Rasserenato, nulla lasciava presagire che un’altra insidiosa terribile minaccia già minava il tanto suo provato fisico. L’indomani, telefonicamente, era avvertito di allertarsi, perchè una delle monache da lui confessate era risultata positiva al Covid. Eseguito quindi il tampone antigenico, risultato positivo al test, nella mattinata di lunedì 22 febbraio, ha cominciato ad avvertire i primi sintomi della funesta pandemia.

Aggravatosi, nella giornata di sabato 28 febbraio, si è reso necessario il ricovero presso il nosocomio  stabiese.

Si sperava che il gioviale e saggio frate superasse quest’ultima avversità. Purtroppo, però, non è stato così: è uscito sì dal tunnel ma per volare in alto nel Cielo. La pandemia ha mietuto un’altra vittima, privando a quanti a lui si rivolgevano di un solido punto di riferimento. Per quanto avesse preparato tutti, ripetendo spesso, … è l’ultima volta che sto con voi, sono in serena attesa di sorella morte …, la triste notizia della sua dipartita ha provocato sgomento e commozione in tanti che l’hanno conosciuto.

Si riporta un sintetico profilo del nostro compianto frate, strenuo assertore e difensore della presenza della comunità conventuale in agro di Portici. Comunità, che come per il passato anche per l’oggi e il futuro incalzante, sia sempre lievito per la crescita spirituale morale e materiale del popolo fedele affidatogli

Oreste Maria Casaburo: Pomigliano d’Arco, Napoli, 25 marzo 1926 – Castellammare di Stabia, 5 marzo 2021.

Nato Aldo Terenzio Casaburo «… da Raffaele e Maria Pirozzi», prestissimo, ha maturato l’idea di dedicare la sua vita all’Altissimo.

Accompagnato dai genitori, poco più che undicenne, è entrato nel convento dei Frati Minori Conventuali a Ravello, in provincia si Salerno. Ha seguito gli studi ginnasiali a Ravello, dal 1937 al 1938 e a Copertino, dal 1938 al 42 e quelli liceali a Sant’Anastasia, dal 1943 al 1946. Presso il cenobio di Montella, dove dal 1942 al 1943, è stato affiliato per il noviziato, il 7 novembre 1943, ha emesso la professione temporanea. A Roma, dal 1946 al 1951, presso il Collegio di San Teodoro ha portato a termine gli studi teologici e ha conseguito la licenza in Sacra Teologia, nel 1951 nella Facoltà Teologica di San Bonaventura. A completamento della sua formazione, si è diplomato in archeologia, paleografia e diplomatica. Durante la permanenza nella città eterna, il 26 marzo 1947, ha pronunciato la professione solenne. È stato, poi, ordinato: suddiacono, il 17 dicembre 1949; diacono, il 5 febbraio 1950; presbitero «… da monsignor Traglia», l’8 luglio 1950.

Ovunque dall’obbedienza sia stato destinato di comunità, otre che nel ministero sacerdotale, esercitato specialmente nelle parrocchie, ha servito la Provincia Religiosa Napoletana in vari uffici: Nocera Inferiore, Insegnante nel Seminario, 1951-1953; Castellammare di Stabia, 1953-1961; San’Anastasia, Prefetto degli Studi, 1961-1964; Napoli – San Lorenzo, Segretario Provinciale, 1964-1966 e Commissario Generale, 1966-1967, Commissario del Terzo Ordine Francescano, 1963-1967; Rappresentante legale della Provincia, 1964-1988; Sant’Anastasia, Rettore, 1967-1970; Napoli – Immacolata al Vomero, Guardiano, 1970-1979 e Parroco, 1970-1982; Baia Domizia, Guardiano e Parroco, 1982-1985; Napoli – San Lorenzo, Guardiano, 1985-1988; Assisi – Franciscanum, Economo, 1988-1989; Castellammare di Stabia, 1989-1991; Portici, Guardiano e Parroco, 1991-1997; Nola, Guardiano, 1997-2005 e, Parroco, 1997-2003; Portici, 2005.

Riportiamo la testimonianza di alcuni dei innumerevoli suoi figli spirituali:

  • Ti ho amato con amore di fratello e figlio nei nove anni vissuti con te nel nostro bel Sant’Antonio di Portici la meraviglia borbonica. Sei stato una guida e un maestro di vita spirituale e francescana, sempre entusiasta, umile, accogliente, vitale, con un cuore immenso accogliente e gentile. Memoria storica della nostra Provincia Napoletana, fedele al carisma conventuale, sacerdote secondo il Cuore di Cristo, sei stato un leone per la Gloria di Dio. Raccolgo la tua preziosa eredità, e ne faccio tesoro per la mia vita. Grazie per tutto quello che mi hai dato, insegnato, e soprattutto mi hai fatto comprendere cosa significhi essere uomini e farsi santi. A Dio Padre Oreste riposa felice tra le braccia dell’Agnello Immacolato. (Luigi Carillo ofmconv)
  • A te caro P. Oreste che sei sempre stato il più umile tra gli umili …. il più saggio tra i saggi …. il più presente tra i presenti nelle nostre vite …. hai volato basso per tutta la vita insegnandoci cosa significa essere un vero cristiano ….. adesso però vola alto ….. sempre più in alto ….. perché è lì il tuo posto dove ti aspetta il nostro Gesù ,…. riposa in pace …. hai lasciato un ricordo indelebile nei nostri cuori ….. ti vogliamo un mondo di bene. (Sergio Cipolletti)
  • Lo sappiamo che tu non vuoi questo ma oggi per noi è un giorno triste, molto triste.

Scrivere adesso tutto quello che tu ci hai lasciato non è possibile.

Ma non potevamo non dirti GRAZIE, a Te che sei stato da sempre nostro immenso ispiratore.

Tra noi eri Tu il più giovane, sempre pronto ad una nuova idea che potesse accendere, ancora una volta, l’entusiasmo nei nostri cuori.

E quando qualcosa non andava eri lì pronto a darci forza, instancabile come nessuno di noi lo è mai stato.

Non farci caso se adesso le lacrime non riescono a fermarsi.

Nei nostri cuori esplode la gioia di averti avuto accanto:

se chiudiamo gli occhi sentiamo ancora la tua mano sulla nostra testa in segno di benedizione o le tue braccia che ci stringono a Te per darci forza.

Siamo sereni nella certezza che sei al fianco di Dio, nella vera gioia, nostro amatissimo padre Oreste!  (La Cetra Angelica)

  • A TE che mi ripetevi sempre se potessi prendermi anche una piccolissima parte dei tuoi dolori, a te che mi hai sempre ricordato nelle tue preghiere, a te che hai asciugato tante volte le mie lacrime tenendomi la mano , a te che mi hai fatto piangere quando durante una messa hai invitato a fare festa il giorno in cui saresti andato in paradiso,a te che mi hai scritto una volta A Beatrice che c’ e’ sempre e ci sara’ sempre chiedo scusa!

Oreste non riesco a sorridere al fatto che sei tra gli angeli, continuo a piangere come non avresti voluto tu.

Grazie Padre Oreste, perche’ hai accompagnato la mia vita, grazie xche’ hai accarezzato le mie ferite, grazie perche’ mi hai fatto sorridere tante volte, grazie perche’ mi volevi bene e chiedevi sempre di mamma e dei mie ragazzi, grazie perche’ con le tue parole piene di modernita’ , di pace e serenita’ ci sei sempre stato e ci sarai sempre

Ti voglio bene Oreste,mi mancherai tantissimo

Buon viaggio mia guida , se puoi anche da la ‘ su continua ad accarezzare la mia mano guidandomi e dandomi forza nella vita  (Beatrice Bonamassa)

  • chi non lo ha amato e continuerà a farlo? Ha servito i suoi servigi fino alla fine , un Frate Francescano esemplare ! Ora al fianco del Signore e alla Santa Vergine, è vero, non vi è certezza più assoluta! (Marianna De Gregorio)

È immensa la tristezza che oggi proviamo per la sua dipartita ma ci consola la certezza di aver acquistato un altro Santo protettore in Cielo. Accompagnato dalla nostra preghiera il Signore lo accolga nella schiera dei Santi e Beati di tutta la famiglia Serafica. (Raffaele Acerbo)

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

In ricordo del caro padre Oreste

Un augurio a tutte le donne.

Archivio Notizie Precedenti

Agenzia Stampa Mediapress – Quotidiano on line diretto da Ferdinando Terlizzi – Testata giornalistica registrata al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere – (CE) con il num. 430/93 – Sede Legale: Corso Aldo Moro, 276 81055 Santa Maria Capua Vetere – (CE) – Telefono 388 429 38 28

Concessionaria esclusiva per la pubblicità Aziende & Media Service Srls.
Numero Rea CCIA Caserta: 334060 – C.F. e P.I. 04527430617- Codice Univoco: usal8pv – Pec: aziendemediaservicesrls@legalmail.it- Info: ferdinandoterlizzi37@gmail.com- 342.0463707/388.4293828- Sede legale Corso Aldo Moro, 276 – 81055 Santa Maria Capua Vetere- Uffici Operativi -Via Barberini, 11 Scala A Piano 2° int. 9 – 00187 Roma-

Sito Web Realizzato da SimplyWeb

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Un augurio a tutte le donne.

📌 Emergenza Covid | Ordinanza 41 del Sindaco Mirra: ulteriori misure restrittive sul territorio cittadino In considerazione della situazione epidemiologica attuale, il Sindaco Mirra ordina misure per il prossimo weekend e misure integrative sia delle disposizioni previste dal DPCM del 14 gennaio 2021 sia dell’eventuale inserimento della Regione Campania in “Zona Rossa”: ➡️ Per i giorni 6 e 7 marzo la chiusura del parco dei diritti del bambino ➡️ Per i giorni 6 e 7 marzo la chiusura, dalle ore 10.00, della villa comunale e della villetta Vassallo ➡️ Per i giorni 6 e 7 marzo la chiusura alle ore 18.00 di bar ed altri esercizi simili senza cucina (codice ATECO 56.3) rimanendo consentito, fino a tale ora, esclusivamente l’asporto e la consegna a domicilio. ➡️ Per i giorni 6 e 7 marzo il divieto per i minori di anni 18 di circolare sul territorio comunale dalle ore 18.00 senza l’accompagnamento dei genitori ➡️ La chiusura della biblioteca comunale fino al prossimo 19 marzo ➡️ Il divieto di svolgimento dell’attività sportiva presso aree attrezzate (campi di bocce, playground) fino al prossimo 19 marzo ➡️ Il divieto di svolgimento dei cortei funebri prima e dopo la funzione religiosa fino al prossimo 19 marzo ❗ Rispetto alla villa comunale e agli altri parchi pubblici la misura è stata adottata in considerazione della notevole affluenza riscontrata nei fine settimana e nei giorni festivi; il Sindaco, per dare l’opportunità di svolgere solo l’attività motoria individuale nelle prime ore della giornata, ha disposto la chiusura di tali aree dalle ore 10.00. https://www.facebook.com/1779474938942921/posts/2788825511341187/

24

In considerazione della situazione epidemiologica attuale, il Sindaco Mirra ordina misure per il prossimo weekend e misure integrative sia delle disposizioni previste dal DPCM del 14 gennaio 2021 sia dell’eventuale inserimento della Regione Campania in “Zona Rossa”:

➡️ Per i giorni 6 e 7 marzo la chiusura del parco dei diritti del bambino

➡️ Per i giorni 6 e 7 marzo la chiusura, dalle ore 10.00, della villa comunale e della villetta Vassallo

➡️ Per i giorni 6 e 7 marzo la chiusura alle ore 18.00 di bar ed altri esercizi simili senza cucina (codice ATECO 56.3) rimanendo consentito, fino a tale ora, esclusivamente l’asporto e la consegna a domicilio.

➡️ Per i giorni 6 e 7 marzo il divieto per i minori di anni 18 di circolare sul territorio comunale dalle ore 18.00 senza l’accompagnamento dei genitori

➡️ La chiusura della biblioteca comunale fino al prossimo 19 marzo

➡️ Il divieto di svolgimento dell’attività sportiva presso aree attrezzate (campi di bocce, playground) fino al prossimo 19 marzo

➡️ Il divieto di svolgimento dei cortei funebri prima e dopo la funzione religiosa fino al prossimo 19 marzo

❗ Rispetto alla villa comunale e agli altri parchi pubblici la misura è stata adottata in considerazione della notevole affluenza riscontrata nei fine settimana e nei giorni festivi; il Sindaco, per dare l’opportunità di svolgere solo l’attività motoria individuale nelle prime ore della giornata, ha disposto la chiusura di tali aree dalle ore 10.00.

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

📌 Emergenza Covid | Ordinanza 41 del Sindaco Mirra: ulteriori misure restrittive sul territorio cittadino In considerazione della situazione epidemiologica attuale, il Sindaco Mirra ordina misure per il prossimo weekend e misure integrative sia delle disposizioni previste dal DPCM del 14 gennaio 2021 sia dell’eventuale inserimento della Regione Campania in “Zona Rossa”: ➡️ Per i giorni 6 e 7 marzo la chiusura del parco dei diritti del bambino ➡️ Per i giorni 6 e 7 marzo la chiusura, dalle ore 10.00, della villa comunale e della villetta Vassallo ➡️ Per i giorni 6 e 7 marzo la chiusura alle ore 18.00 di bar ed altri esercizi simili senza cucina (codice ATECO 56.3) rimanendo consentito, fino a tale ora, esclusivamente l’asporto e la consegna a domicilio. ➡️ Per i giorni 6 e 7 marzo il divieto per i minori di anni 18 di circolare sul territorio comunale dalle ore 18.00 senza l’accompagnamento dei genitori ➡️ La chiusura della biblioteca comunale fino al prossimo 19 marzo ➡️ Il divieto di svolgimento dell’attività sportiva presso aree attrezzate (campi di bocce, playground) fino al prossimo 19 marzo ➡️ Il divieto di svolgimento dei cortei funebri prima e dopo la funzione religiosa fino al prossimo 19 marzo ❗ Rispetto alla villa comunale e agli altri parchi pubblici la misura è stata adottata in considerazione della notevole affluenza riscontrata nei fine settimana e nei giorni festivi; il Sindaco, per dare l’opportunità di svolgere solo l’attività motoria individuale nelle prime ore della giornata, ha disposto la chiusura di tali aree dalle ore 10.00. https://www.facebook.com/1779474938942921/posts/2788825511341187/

Santillo , Iorio e Del Monaco: m5Stelle e’ per un Macrico verde e senza speculazioni

Caserta, 5 marzo. “Sulla riqualificazione dell’area ex Macrico abbiamo assicurato, nel corso degli ultimi anni, la nostra massima collaborazione nei confronti del comune di Caserta. La nostra posizione è chiara ed è stata sempre la stessa: vogliamo che l’area venga restituita alla collettività come un polmone verde, evitando in ogni modo speculazioni e obrobri edilizi. Rimane ferma la nostra disponibilità, come Movimento 5 Stelle, a dare forza e sostegno alle attività associative che da anni conducono battaglie per un Macrico più verde”. A dichiararlo, con una nota congiunta, sono i parlamentari del M5S Agostino Santillo, Antonio del Monaco e Marianna Iorio.

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Santillo , Iorio e Del Monaco: m5Stelle e’ per un Macrico verde e senza speculazioni

Piana M.Verna. Acqua erogata per potabile senza analisi? ‘volano stracci’ fra sindaco e consigliere


Il sempre attento amministratore del locale blog “Rinascita Pianese”, dottore Renzo Santabarbara, Continua a leggere

Sanremo. ‘Canzone solidale’, Fabrizio Venturi: ‘dispiaciuti per non aver potuto presentarla al Festival’


Il nostro grazie va al Comune di Sanremo e alla RAI, per il grande sforzo fatto a favore della musica italiana Continua a leggere

Grazzanise-Brezza. Comuni confinanti ma divisi dalla burocrazia: che ostacola la riapertura di un ponte

Ancora chiuso il Ponte sul fiume Volturno,

Continua a leggere

CAMPANIA DA LUNEDI’ IN ZONA ROSSA, COSA SI PUO’ FARE E NON

Da lunedì la Campania entrerà  in zona rossa, ecco cosa si può fare e non :

SPOSTAMENTI

Sono vietati anche all’interno dello stesso comune . Consentiti solo quelli per esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute .

Per uscire servirà l’autocertificazione . Non sarà più possibile visitare parenti o amici se ci si trova in una Regione inserita nella zona rossa : questa è la grande novità apportata dal primo provvedimento licenziato dal Governo Draghi.

ATTIVITA’ COMMERCIALI

I negozi saranno chiusi , tranne supermercati , esercizi in cui vengono venduti beni alimentari o di necessità, edicole , tabacchi , lavanderie. Chiusi anche i negozi di servizi alla persona come parrucchieri , barbieri e centri estetici.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

RISTORAZIONE

Bar, ristoranti pasticcerie saranno chiusi al pubblico . Consentito l’asporto dalle 5 alle 22. Per la consegna a domicilio non ci sono limiti di orario.

SCUOLE E UNIVERSITA’

Tutte le scuole resteranno chiuse, chiuse anche le università.

SPORT

Sono ammesse le passeggiate ma solo vicino all’abitazione. Consentita l’attività motoria , sempre vicino alla propria abitazione e in forma indivisulae.

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

CAMPANIA DA LUNEDI’ IN ZONA ROSSA, COSA SI PUO’ FARE E NON

CASERTA. COVID, FINITE LE DOSI PER GLI OVER 80

CASERTA. Siamo in attesa dell’ufficialità nelle prossime ore. Nel caso fosse confermata l’indiscrezione che emerge dalle stanze della sanità Casertana , sarebbero inevitabili le relative dimissioni di cui ha gestito il piano vaccini in provincia di Caserta. Una concentrazioni di eventi che sarebbe essere inevitabile in luogo normale, ma sappiamo che Caserta un luogo normale non è.

In queste ore abbiamo potuto appurare che non sarebbero stati vaccinati tutti gli ultraottantenti che avevano diritto all’inoculazione delle dosi di Pfizer . E questa sarebbe già una notizia importante , in considerazione del fatto che nel frattempo è stato dato il via alla vaccinazione delle forze dell ‘ordine e del personale scolastico docente e non docente , ma la conseguenza peggiore è che gli over 80 in lista d’attesa non potranno ricevere neanche la prima dose. Infatti in provincia di Caserta sarebbe possibile solo effettuare la seconda dose per chi già ha avuto la prima.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Sarebbe avvenuto un errore nel conteggio delle persone a cui inoculare il vaccino , numero inferiore rispetto alla reale platea di anziani in lista .

La notizia è seriamente attendibile . Attendiamo , come detto, anche l’ufficialità o una smentita da parte dell’ASL Caserta.

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

CASERTA. COVID, FINITE LE DOSI PER GLI OVER 80

Ultim’ ora. De Luca annuncia ” Campania in fascia rossa. Rimandare le elezioni a ottobre è l’ ennesimo attacco alla scuola”

Ultim’ ora. De Luca annuncia ” Campania in fascia rossa. Rimandare le elezioni a ottobre è l’ ennesimo attacco alla scuola” – BelvedereNews

  • Home
  • Politica
  • Ultim’ ora. De Luca annuncia ” Campania in fascia rossa. Rimandare le elezioni a ottobre è l’ ennesimo attacco alla scuola”

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Ultim’ ora. De Luca annuncia ” Campania in fascia rossa. Rimandare le elezioni a ottobre è l’ ennesimo attacco alla scuola”

Sequestrati i conti correnti di un ex funzionario comunale.

Valle di Maddaloni. Stamattina i carabinieri di Valle di Maddaloni hanno sequestrato in maniera preventiva n. 2 conti correnti  e 2 villette nel comune situate  stesso intestati a Pasquale Saccone, ex funzionario comunale. Le indagini che sono iniziate nel luglio 2019 hanno fatto emergere che il Saccone, sui cui grava l’accusa di peculato, aveva acceso finanziamenti personali omettendo le trattenute sulla propria busta paga; percepiva maggiorazioni e premi sulla retribuzione mensile e si appropriava indebitamente di fondi destinati a spese dell’economato dell’ente. Infine, lo scorso anno, si separava, strumentalmente, dalla moglie trasferendole i suoi immobili per non restituire le somme sottratte.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Il sequestro emesso dal GIP, dott.ssa Troncone, tra conti ed immobili, ammonta a € 200.000.

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Sequestrati i conti correnti di un ex funzionario comunale.