Ultim’ora.Crollo nel centro storico. Intervengono i vigili del fuoco

Maddaloni. Sono trascorse da poco le 23.00 E i vigili del fuoco sono arrivati nel cuore del centro storico di maddaloni, precisamente in via Raffone per un intervento di urgenza. Il cuore di Maddaloni, disseminato di palazzi antichi, alcuni abbandonati, altri che necessitano manutenzione, sta cedendo inesorabilmente, logorato dal tempo , e, sovente dall’incuria.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Il palazzo  coinvolto questa volta è palazzo Rossi, palazzo già interessato di recente da un crollo, nel giorno dell’Epifania. La volta scorsa era stato messo in sicurezza il lato o su via Fabio Massimo. Questa volta la parte coinvolta dal crollo riguarda il lato di via Domenico Raffone.

Questa volta a farne le spese sono state alcune auto che erano parcheggiate lungo il muro del palazzo.

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Ultim’ora.Crollo nel centro storico. Intervengono i vigili del fuoco

Riardo. Commozione alle esequie di Beniamino ‘Nino’ Di Nuzzo, officiate martedì 23 febbraio


Nel primo pomeriggio di martedì 23 febbraio, presso la Chiesa di San Leonardo Continua a leggere

L’appello: aiutaci a ritrovare Willy

Maddaloni. Domani sarà una settimana che Willy non torna a casa. I proprietari, dispiaciuti e preoccupati hanno provato a cercarlo senza risultati. Chiediamo l’aiuto di tutti e la massima diffusione.

Willy abita in zona Pignatari a Maddaloni. Il cane, che potete vedere nella foto, è un maschio  meticcio di taglia media, ha un collare rosa scuro è dotato di microchip.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Per notizie in merito contattare: 333-4270344

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

L’appello: aiutaci a ritrovare Willy

Cancello Arnone. Volturno, argini degradati; Di Pasquale denuncia: dopo un anno nulla è cambiato


Torna sulla situazione degradata in cui versano gli argini del fiume Continua a leggere

ESCLUSIVA. Cardiologi in fuga dal covid hospital

Maddaloni. A quasi un anno dalla conversione dell’ospedale di Maddaloni in covid hospital val la pena fare il punto della situazione in questo momento. Premesso che il virus è ancora tra noi, con tutte le varianti del caso già previste tra l’altro ( tutti i virus mutano, e oggi che siano tutti novelli epidemiologi, virologi e tanto altro lo abbiamo ripetuto come un mantra quest’estate!). La campagna vaccinale è partita, meno spedita degli annunci e delle previsioni , ma procede.

Il covid hospital è ancora indispensabile per la cura dei pazienti affetti da covid. Oggi la medicina del territorio, a distanza di un anno, è in grado di gestire i paucisintomatici e i casi più lievi. Ma per i casi più gravi, che sono di ogni età ( ormai sappiamo anche che non esiste una fascia d’età preferenziale) il ricovero rimane l’unica soluzione.

Tanto che, ad oggi, l’ospedale di Maddaloni ospita circa 50 pazienti nei reparti e poco meno di una decina in terapia intensiva. Insomma si lavora a pieno ritmo, come nei mesi scorsi. Ma con una differenza: qui quello che è variato è il personale sanitario, notevolmente diminuito nell’ultimo periodo. Ebbene sì, nonostante il ” tutto esaurito” o quasi dei posti- letto, medici ed infermieri non sono in numero sufficiente e quelli rimasti, provati da un anno terribile, continuano a ruotare con turni estenuanti.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Per tal motivo, a loro supporto, in orario pomeridiano, è stato stabilito dalla direzione generale, di affiancare ai medici dei reparti i cardiologi che sono già presenti in ospedale con il loro turno 14.00-20.00, come affiancamento e supporto, tra l’altro di una branca pertinente alla cura del coronavirus.

Accade però che i cardiologi coinvolti, fin dal primo momento, hanno sempre evitato di accedere ai reparti, presentando certificato di malattia. Eppure sono tutti vaccinati e sono medici di quell’ospedale che dovrebbero coadiuvare l’operato dei colleghi, in attesa, si spera, di nuove leve, a rinforzare l’organico ormai decisamente provato per i risvolti psicologici oltre che per il super lavoro.

Questa la fotografia del covid hospital di Maddaloni, che sta per compiere il suo primo anno di esistenza sul territorio. Continua a salvare vite, ma che si sappia con quante difficoltà. Loro non vogliono essere chiamati eroi, non amano i riflettori, e lavorano instancabilmente in silenzio. Lo facciamo noi per loro, perchè se deve andare tutto bene, serve lo sforzo e l’impegno di tutti. Nessuno escluso.

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

ESCLUSIVA. Cardiologi in fuga dal covid hospital

Il Sindaco Marino vieta a Italgas la sospensione dell’ Acqua e invita a provvedere alla riattivazione della fornitura sospesa

Il Sindaco Marino vieta a Italgas la sospensione dell’ Acqua e invita a provvedere alla riattivazione della fornitura sospesa – BelvedereNews

  • Home
  • Politica
  • Il Sindaco Marino vieta a Italgas la sospensione dell’ Acqua e invita a provvedere alla riattivazione della fornitura sospesa

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Il Sindaco Marino vieta a Italgas la sospensione dell’ Acqua e invita a provvedere alla riattivazione della fornitura sospesa

Indagine Nas su Asl, Letizia lascia direttivo di “Io Firmo per Caserta”

Il comunicato:

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Vincenzo Letizia ha deciso di lasciare il ruolo ricoperto nel direttivo del movimento ‘Io firmo per Caserta’. La scelta è stata resa nota dopo essere risultato destinatario di un avviso di garanzia.

“Ringraziamo il dottor Letizia per aver deciso di fare un passo indietro ed evitare che questa situazione getti ombre sul movimento ‘Io firmo per Caserta’. Fiduciosi nell’operato della magistratura gli esprimiamo solidarietà sicuri del fatto che chiarirà la sua estraneità ai fatti oggetto dell’indagine”, fanno sapere dal movimento civico casertano.

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Indagine Nas su Asl, Letizia lascia direttivo di “Io Firmo per Caserta”

ASL,  INTENSIFICARE  I  CONTROLLI ANTI COVID

Caserta –  A seguito di un nuovo scandalo presso l’Asl di Caserta e di alcune segnalazioni pervenute allo Sportello del Cittadino-Cisas, si ritiene opportuno siano effettuati regolari controlli presso tutti i centri di analisi, le strutture sanitarie private e studi medici.

Ciò anche per verificare se le varie norme anti covid siano applicate e rispettate nell’interesse degli assistiti e del pubblico, costretto ad utilizzare le suddette strutture.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Particolarmente, lo Sportello del Cittadino-Cisas  chiede all’Ufficio Prevenzione dell’Asl di   effettuare in merito i dovuti controlli ad incominciare dai centri affollatissimi, distanti solo pochi metri dalla struttura Asl, ove gli assistiti vengono ammassati per lungo tempo in spazi insufficienti, angusti e carenti di ventilazione.

Lo Sportello del Cittadino-Cisas  chiede anche sia effettuato – specie in questo momento particolare di espansione della pandemia – ogni tipo di controllo anche presso pescherie e macellerie, i cui rifiuti vengono a volte sversati in modo non consentito od anche nei vicini chiusini e caditoie.

Intanto, la Segreteria della  Cisas  constata che la vaccinazione anti covid in Provincia di Caserta procede bene per la parte sanitaria, meno bene per la ricezione degli utenti.

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

ASL,  INTENSIFICARE  I  CONTROLLI  ANTI COVID

Aggiornamenti covid 19, nella provincia di Caserta

Cerchiamo di far un aggiornamento per quel che concerne il covid, in quella che è al provincia di Caserta.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Ecco una sorta di punto della situazione per quel concernce Caserta e non  solo : torna a salire il numero delle vittime del Covid nel Casertano: emerge dal bollettino giornaliero dell’Asl di Caserta, che dà conto di otto vittime nelle ultime 24 ore (ieri si erano registrati tre decessi), per un totale di 752 persone decedute da inizio pandemia. Sale anche il numero delle persone attualmente positive, che oggi sono 3554, diciotto in più di ieri, complice i 128 nuovi positivi giornalieri a fronte di 102 guariti. L’indice di positività, con 1304 tamponi effettuati, è del 9,8%, oltre un punto e mezzo in più di ieri (92 casi positivi su 1121 tamponi). Tra i comuni, è quello capoluogo di Caserta a far registrare i numeri più alti, con 287 positivi attuali (sette in più di ieri), ma la situazione resta preoccupante anche a Maddaloni e Marcianise, con rispettivamente 224 e 169 casi, a Sessa Aurunca (144 casi), a San Felice a Cancello (161 positivi attuali) e Teano (118 contagiati), mentre si è quasi del tutto spento il focolaio del piccolo comune di Rocca d’Evandro (21 casi).

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Aggiornamenti covid 19, nella provincia di Caserta

Amministrative 2021. Centro-destra confusionario . “Caserta nel Cuore “al capolinea

Caserta. Le dimissioni della consigliera comunale Emilianna Credentino dal gruppo Consiliare zinziano” Caserta nel Cuore” appare come un vero e proprio titolo di coda per una lista civica arrivata al capolinea.

Caserta nel Cuore, alle elezioni amministrative del 2016 con circa 3750 consensi risulto’ essere  fra liste piu’ votate nella citta’ capoluogo al punto che , nonostante la sconfitta dell’ allora candidato Sindaco del centro- destra Riccardo Ventre, espresse ben 3 consiglieri comunali , Nicola Garofano, Alessio Dello Stritto e appunto Emilianna Credentino.

Da allora pero’ Caserta nel Cuore  ha continuato a perdere “pezzi” e nonostante il buon lavoro fatto fra i banchi dell’ opposizione ,i tre consiglieri eletti ,non sono riusciti a frenare la “fuga” degli altri candidati che mese dopo mese hanno praticamente svuotato la lista.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso pero’ sembra essere stata la scelta di Gianpiero Zinzi di candidarsi alle elezioni Regionali del 2020 con il simbolo della Lega di Matteo Salvini che, sarà anche un Partito in crescita a livello Nazionale , ma nel Sud Italia, per ovvi motivi, stenta a riscontare simpatie.

Sarebbe stato principalmente questo il motivo per il quale Emilianna Credentino avrebbe deciso di lasciare il movimento civico zinziano. Ma non è tutto, secondo rumors infatti , la giovane e bella consigliera comunale non sarebbe l’ unica ad aver fatto questa scelta, con ogni probabilità infatti la seguirà l’ altro giovane eletto della lista Alessio Dello Stritto che nelle prossime ore potrebbe anch’egli dare il benservito alla lista zinziana.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Se a tutto questo aggiungiamo che anche il meno giovane, ma sempre attivo Nicola Garofano , capogruppo consiliare di ” Caserta nel Cuore” potrebbe abbandonare la barca , allora non è difficile trarre le conclusioni e prevedere la definitiva fine della lista civica. Della serie: è stato bello finché è durato.

Tutto cio’ rappresenta l’ennesima batosta per un centro- destra allo sbaraglio che viaggia sostanzialmente su quattro varianti ( giusto per restare in tema covid 19). Quella di Enzo Bove, consigliere comunale uscente e candidato Sindaco del movimento Città Futura alle amministrative -2016 , il quale sta cercando di riunire un gruppo  di liste civiche che, pero’,non sembrano avere i numeri ne tantomeno essere attrezzate per presentarsi in modo competitivo alle prossime elezioni amministrative .

Poi c’è la variante Ciro Guerriero ,candidato sindaco di Caserta Kest’è, che molto probabilmente , nonostante i suoi nobili principi politici,  riuscirà a presentare una sola lista a sostegno della sua candidatura a Primo Cittadino. Discorso a parte merita  la variante dell’ ex Sindaco di Caserta Pio Del Gaudio al quale bisogna riconoscere un brillante e apprezzabile tentativo di rinnovamento . Esso infatti , accompagnato dallo slogan” Pio Del Gaudio Sindaco di Tutti” e’ a capo di ben 6 liste civiche per di piu’ formate da volti nuovi al panorama politico casertano . Una vera e propria scommessa quella di Del Gaudio che potrebbe segnare una vera e propria ” rivoluzione”.

Caos totale invece sembra esserci nei tre partiti principali di centro-destra dove la Lega, in seguito agli ultimi, soddisfacenti, risultati raggiunti alle elezioni regionali del 2020 reclama la parola definitiva sul nome del candidato Sindaco di coalizione, nome che invece Fratelli D’ Italia, rappresentato a Caserta dall’ onorevole Giovanna Petrenga avrebbe già individuato in Pietro Falco ,figlio del compianto ex Sindaco Gigi Falco. Paradossalmente invece gli unici a non esprimersi a riguardo sono i dirigenti cittadini di Forza Italia che pero’, a differenza di Lega e Fratelli D’ Italia che hanno seri problemi a comporre le liste da presentare alla prossima competizione elettorale ,  stanno lavorando per presentare nel minor tempo possibile una lista competitiva. Come è noto , e questo non è un particolare, Nel Partito di Berlusconi , nei mesi scorsi ha aderito Maddalena Corvino la quale alle Amministrative del 2016 risulto’ essere la consigliera comunale eletta con piu’ consensi in città.

Un quadro sconcertante quello sopraindicato che, se dovesse restare cosi’ come appare, favorirebbe nella corsa alla poltrona piu’ ambita di Palazzo Castropignano Carlo Marino anche perchè, secondo fondate indiscrezioni, sembra che molti ” dissidenti” del centro- destra sarebbero pronti a sostenere la ricandidatura dell’ attuale Primo Cittadino.

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Amministrative 2021. Centro-destra confusionario . “Caserta nel Cuore “al capolinea