Castel Volturno. ‘Virus Party’: 350 scatenati senza mascherine: nuovo scoop di Luca Abete


Ancora una volta il vulcanico inviato di Striscia La Notizia denuncia Continua a leggere

Riardo. Addio a Beniamino (Nino) Di Nuzzo, 63enne titolare del ristorante ‘Vecchia Florida’


Beniamino Di Nuzzo, conosciuto semplicemente come Nino

Continua a leggere

TRE VITTIME COLPITE DAL COVID, TASSO DI POSITIVITÀ IN CALO

Il tasso di positività leggermente in calo nel Casertano con il 9,5% dei tamponi processati che hanno dato esito positivo ieri.

L’Asl di Caserta registra altre tre vittime: due a Pratella ed una a Sessa Aurunca .

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

I nuovi casi registrati sono 78 su 813 tamponi processati. I contagi si sono verificati ad Arienzo, Aversa ,Bellona , Cancello ed Arnone , Capua , Carinaro, Casaluce , Casapesenna , Caserta, Castel Volturno , Cellole , Francolise, Frignano, Lusciano, Marcianise , Mignano Monte Lugano , Mondragone, Orta di Atella , Pastorano, Piedimonte Matese , Pratella, Recale, Roccamonfina, San Cipriano d’aversa, San Felice a Cancello, San Marcellino, San Nicola la strada , San Pietro Infine, Santa Maria Capua Vetere, Santa Maria la Fossa ,Sant’Arpino , Teverola, Trentola Ducenta , Villa di Briano, Vitulazio.

I guariti sono 87 con il numero degli attuali positivi che cala di 12 unità . In totale in provincia di Caserta sono monitorate 3437 persone in quanto positive al COVID.

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

TRE VITTIME COLPITE DAL COVID, TASSO DI POSITIVITÀ IN CALO

E LOTTE INTESTINE ALL’ORDINE FORENSE, STRALI TRA CONSIGLIERI ED EX CONSIGLIERI VIA SOCIAL

Archivio Notizie Precedenti

Agenzia Stampa Mediapress – Quotidiano on line diretto da Ferdinando Terlizzi – Testata giornalistica registrata al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere – (CE) con il num. 430/93 – Sede Legale: Corso Aldo Moro, 276 81055 Santa Maria Capua Vetere – (CE) – Telefono 388 429 38 28

Concessionaria esclusiva per la pubblicità Aziende & Media Service Srls.
Numero Rea CCIA Caserta: 334060 – C.F. e P.I. 04527430617- Codice Univoco: usal8pv – Pec: aziendemediaservicesrls@legalmail.it- Info: ferdinandoterlizzi37@gmail.com- 342.0463707/388.4293828- Sede legale Corso Aldo Moro, 276 – 81055 Santa Maria Capua Vetere- Uffici Operativi -Via Barberini, 11 Scala A Piano 2° int. 9 – 00187 Roma-

Sito Web Realizzato da SimplyWeb

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

E LOTTE INTESTINE ALL’ORDINE FORENSE, STRALI TRA CONSIGLIERI ED EX CONSIGLIERI VIA SOCIAL

Tutto facile per il Cassino sul campo del Gladiator

Serviva una scossa in casa Gladiator per cercare di uscire da una situazione complicata, scossa che però non è arrivata ed anzi è arrivata una gara molto negativa.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Una vittoria facile facile per il Cassino , che mette ora in seria difficoltà la squadra samaritana. Già di suo la prossima gara contro il Latina era complicata, mettiamoci anche le due espulsioni ed ecco che la prossima gara sembra davvero una montagna da scalare per il Gladiator.

La scena ieri se l’è presa Lorenzo Orlando classe 2002, una doppietta che ha steso la squadra di Santa Maria.
Risultati: Nocerina-Vis Artena 1-2, Carbonia-Monterosi 2-1, Nola-Lanusei 0-0, Torres-Muravera 0-2, Florida-Savoia rinviata, Gladiator-Cassino 0-3, Giugliano-Sassari Latte dolce rinviata, Arzachena-Afragolese 2-0, Formi-Latina 1-1.

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Tutto facile per il Cassino sul campo del Gladiator

Cuppone da riserva a titolare inamovibile

Luigi Cuppone è ormai diventato il bomber della Casertana, con il suo gol ,ieri il ragazzo ex Pisa ha firmato L’ottavo goal stagionale. Record personale battuto e la possibilità di arrivare almeno a 12 gol a fine stagione.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Il suo arrivo era arrivato nell’indifferenza generale ma in poco tempo ha fatto innamorare tutti i tifosi, di sicuro tra gli arrivi di questa stagione è stato il migliore. Insieme a Turchetta  e Castaldo quando tornerà i falchetti possono vantare di un attacco di tutto rispetto per la categoria.

Di certo in estate sarà cercato da tanti club sopratutto di serie B, dovrà  essere brava la società a cercare di convincerlo a restare a Caserta, magari alzando la qualità della rosa e cercando di alzare le prospettive.

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Cuppone da riserva a titolare inamovibile

I CARABINIERI FORESTALE DI MARCIANISE (CE) SOTTOPONGONO A SEQUESTRO LO SCARICO DELLE ACQUE REFLUE INDUSTRIALI

Archivio Notizie Precedenti

Agenzia Stampa Mediapress – Quotidiano on line diretto da Ferdinando Terlizzi – Testata giornalistica registrata al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere – (CE) con il num. 430/93 – Sede Legale: Corso Aldo Moro, 276 81055 Santa Maria Capua Vetere – (CE) – Telefono 388 429 38 28

Concessionaria esclusiva per la pubblicità Aziende & Media Service Srls.
Numero Rea CCIA Caserta: 334060 – C.F. e P.I. 04527430617- Codice Univoco: usal8pv – Pec: aziendemediaservicesrls@legalmail.it- Info: ferdinandoterlizzi37@gmail.com- 342.0463707/388.4293828- Sede legale Corso Aldo Moro, 276 – 81055 Santa Maria Capua Vetere- Uffici Operativi -Via Barberini, 11 Scala A Piano 2° int. 9 – 00187 Roma-

Sito Web Realizzato da SimplyWeb

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

I CARABINIERI FORESTALE DI MARCIANISE (CE) SOTTOPONGONO A SEQUESTRO LO SCARICO DELLE ACQUE REFLUE INDUSTRIALI

Sarà un fischietto Emiliano ad arbitrare Catanzaro-Casertana

Oggi con un comunicato la lega pro ha fatto sapere chi sarà la terna arbitrale a dirigere il turno infrasettimanale in lega pro. Per la Casertana ci sarà un fischietto Emiliano in quel di Catanzaro.
Queste le designazioni del girone c:

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273
  • Avellino-Foggia Marco D’Ascanio di Ancona
  • Bari-Como Andrea Colombo di Como
  • Bisceglie-Viterbese Giuseppe Emanuele Repace di Perugia
  • Catanzaro-Casertana Michele Delrio di Reggio Emilia
  • Cavese-Juve Stabia Luca Zufferli di Udine
  • Teramo-Potenza Marco Acanfora di Castellammare di Stabia
  • Ternana-Catania Ermanno Feliciani di Teramo
  • Turris-Palermo Paolo Bitonti di
    Bologna
  • Virtus Francavilla-Palermo Emanuele Frascaro di
    Firenze
Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Sarà un fischietto Emiliano ad arbitrare Catanzaro-Casertana

DIMISSIONI DALL’ORDINE DEGLI AVVOCATI, SADUTTO SVELA IL PIANO DI IASELLI, PALMIRANI E PUOTI:

Le dimissioni dei Consiglieri dell’Ordine  VicePresidente Iaselli, segretario Palmirani e delegata alla formazione Puoti sono legate ad un “mero calcolo di potere” e non alla  lamentata impossibilità di azione all’interno del Consiglio.

Era, infatti, per loro necessario dimettersi (in data 28 gennaio e 29 gennaio) prima del trascorrere dei due anni e un giorno di mandato (inizio febbraio 2021) per potersi ricandidare alla prima occasione utile per un altro quadriennio”. 

A fare piena luce sulle motivazioni reali che hanno portato i tre consiglieri dall’Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere, è Annamaria Sadutto, tesoriera dello stesso Ordine.

Costoro gravitano da oltre sei anni all’interno del Consiglio dell’Ordine e non è assolutamente necessario essere VicePresidente, Segretario e componente di Commissione per svolgere la attività professionale.

Se si manifesta la disponibilità a svolgere tali funzioni è per “lavorare ed essere al servizio della classe”; dunque, tre rappresentanti istituzionali con cariche di rilievo, soprattutto nel momento di difficoltà, avrebbero dovuto continuare a svolgere il proprio ruolo e non dimettersi “calcolando” il momento di tali dimissioni in relazione ad una “scadenza” personale.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

NON SI PUO’ ABBANDONARE LA NAVE IN TEMPESTA: come la storia ha insegnato l’unica battaglia persa è quella non combattuta.

Evidentemente allora la battaglia da combattere non era quella per la Classe. In realtà quando i tre dimissionari si sono resi conto di non poter giocare la  partita secondo le loro regole se ne sono andati portando via con sé anche il “pallone”.

Sì perché a causa delle loro dimissioni il Consiglio non raggiunge  il numero legale necessario per la regolarità delle sue riunioni (come già successo l’altro ieri giovedì)”, spiega la Tesoriera dell’Ordine.

Spero che questo “calcolo” non sia stato realmente previsto e voluto dai dimissionari in vista di imminenti possibili commissariamenti e nuove elezioni ed auspico che il senso di responsabilità della minoranza prevalga sul desiderio di avvalersi di tale condizione.  

La presenza e la partecipazione di tutti i consiglieri – nessuno escluso – alle attività di gestione sono più che mai necessarie per consentire il prosieguo dell’attività dell’Ente (rilascio certificati di compiuta pratica iscrizioni, albo praticanti, albo avvocati, albo difensori di ufficio,  rilascio pareri, gratuiti patrocini, giuramenti etc. etc.) che, anche in considerazione della crisi sociale, economica e professionale dovuta alla pandemia, deve continuare a lavorare e a fare gli interessi di tutti gli avvocati”, conclude Sadutto. 

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

DIMISSIONI DALL’ORDINE DEGLI AVVOCATI, SADUTTO SVELA IL PIANO DI IASELLI, PALMIRANI E PUOTI:

Chiusura scuole. Continua la polemica fra i Sindacati e il Sindaco Carlo Marino

Le scriventi organizzazioni sindacali, nel constatare con rammarico come ancora una volta la scuola
diventi suo malgrado terreno di polemica politica, non possono esimersi dallo stigmatizzare il contenuto dell’ordinanza n. 10/2021 adottata dal sindaco di Caserta Carlo Marino, e le sue successive dichiarazioni riportate dagli organi di stampa.

In particolare, le scriventi organizzazioni sindacali ricordano al sindaco Marino che le linee guida
ministeriali e il Contratto integrativo sulla Didattica Digitale Integrata prevedono il ricorso a tale strumento esclusivamente in relazione all’emergenza Covid, al fine di contenere i contagi. Nessuna norma, né alcun contratto, prevedono invece il ricorso alla didattica a distanza legato alla sospensione delle attività didattiche per generiche cause di forza maggiore.
Nessuna norma, né alcun contratto, prevedono in capo al sindaco Marino o a qualunque altro primo cittadino poteri sostitutivi nell’organizzazione delle attività didattiche, né che i sindaci possano consentire alcunché in tale ambito.
Tali prerogative sono infatti in capo ai dirigenti scolastici, ai quali raccomandiamo il rispetto rigoroso delle prescrizioni normative e contrattuali previste.
A tal proposito, le scriventi organizzazioni sindacali hanno inoltrato in queste ore una richiesta
urgente di incontro a S.E. il Prefetto di Caserta, per chiedere che venga ricordato, a quei sindaci che evidentemente ne hanno bisogno, il perimetro dei propri poteri in materia di istruzione.
Se si vuole un diverso ambito applicativo della didattica a distanza, infatti, questo va codificato. Finché la cornice legislativa e quella contrattuale restano queste, però, a noi spetta vigilare affinché siano osservate.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

I sindacati per primi sono impegnati perché, pur in un contesto oggettivamente complesso per la scuola e per il Paese, l’anno scolastico possa proseguire e concludersi nelle condizioni più idonee a salvaguardare sia il fondamentale diritto all’istruzione degli alunni, sia i diritti dei docenti e dell’intero personale della scuola, sanciti da norme e contratti.

Ed è proprio questo che rispondiamo al sindaco Marino, che si chiede se i sindacati vogliano che “gli insegnanti non vadano e non facciano la dad”: i sindacati, caro sindaco, vogliono soltanto che siano rispettate norme e contratti. E’ ciò che vuole anche Lei?

FLC Cgil -CISL Scuola UIL- Scuola Rua SNALS-Confsal Gilda–Unams

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Chiusura scuole. Continua la polemica fra i Sindacati e il Sindaco Carlo Marino

L’indimenticabile preside Sante Grillo

15 febbraio 2020 – 15 febbraio 2021: a un anno dalla scomparsa il doveroso omaggio alla memoria del carissimo preside Sante Grillo 

di Stanislao Scognamiglio

Si sente spesso parlare di personaggi di Portici per nascita o d’elezione dei quali si sta perdendo la memoria … Ritengo perciò doveroso ravvivarne memoria fornendo un breve profilo biografico tratto dal mio inedito Diario; avvenimenti, cose, fenomeni, uomini, vicende.  Portici e Vesuvio dalle origini a oggi, con il conforto di Autori di ogni tempo.

Sante Pasquale Grillo è nato a Torregrotta, in provincia di Messina, il 7 marzo 1920, da Francesco Stefano Grillo e da Stamira Antonelli.

Ultimo quattro di figli, ha avuto «… due fratelli, Francesco e Cristofaro e una sorella Santina, morta in tenerissima età».

Completati gli studi inferiori, si è avviato a seguire gli studi classici. Purtroppo, però, all’età di sedici anni, li ha interrotti per frequentare l’istituto magistrale.

Dopo il diploma, nonostante la temporanea opposizione del padre, si è iscritto alla facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Messina.

All’entrata in guerra dell’Italia a fianco dell’alleato tedesco, è stato chiamato alle armi.

Sottotenente in forza al 454° Nucleo Antiparacadutisti, ha preso parte alla seconda guerra mondiale.

Nonostante fosse impegnato a difendere il Paese, superati gli esami curriculari, all’età di ventuno anni ha conseguito la laurea.

Ritornato alla vita civile, si è dato all’insegnamento delle materie letterarie.

Professore, ha svolto «… sei anni di supplenza in Sicilia e cinque a Portici, presso i Padri Scolopi, a Palazzo Landriani».

Ha fissato la sua stabile dimora nella città della Reggia, dove viveva il «… fratello Francesco che era maresciallo dei Carabinieri».

Sua prima esperienza da professore di ruolo è stata la docenza in una scuola della provincia di Salerno. Chiesto e ottenuto il trasferimento, è stato mandato a Casal di Principe, in provincia di Caserta. Da qui, poi, trasferito a Pollena Trocchia e, infine a Portici, al Macedonio Melloni.

Vinto il concorso a cattedra, è stato assegnato un Istituto di Torre Annunziata.

Trasferito, è ritornato a insegnare a Portici, dove ha occupato una cattedra presso il locale Liceo Scientifico.

In questi anni, pressato dal preside, «…  perché aspirassi anch’io a diventare preside. Ci provai senza la dovuta abnegazione e non ce la feci, a quel punto subentrò l’orgoglio personale, mi preparai a dovere e fui promosso a preside».

Il 29 luglio 1948, ha sposato Carolina Bambi, «… sorella della cognata»; dalla felice unione ha avuto due figli: Francesco e Mirella.

Porticese d’adozione, amando svisceratamente la città che lo ha «… adottato e fatto crescere tantissimo sotto il profilo umano e culturale», l’ha servita incondizionatamente ricoprendo prestigiose cariche pubbliche.

Amministratore locale, egli stesso ha riassunto la sua esperienza politica «… sono stato consigliere comunale, poi assessore con deleghe all’Istruzione e alla Sanità e, per alcuni mesi, fui sindaco facente funzioni. Erano i tempi in cui il primo cittadino della città di Portici era Aldo Crimi, io rappresentavo il Partito Liberale prima che si sciogliesse confluendo nella Democrazia Cristiana, ricordo che ottenemmo 21 seggi su 40, un consenso impressionante. Anche all’epoca non percepivo rimborsi, iniziai a percepire qualcosa da assessore ma quella esigua somma la passavo al partito di cui ero segretario per pagare l’affitto della sede. Oltre alla mia attività politica su Portici, sono stato candidato alla Provincia, alla Regione, al Senato, la politica mi è entrata nel cuore, sebbene a mia moglie non andasse così tanto a genio, ma ad un certo punto si sente un senso di responsabilità di cui non si può fare a meno. Che gioia quando si riscontra la stima della gente, ottenni 1200 preferenze in una tornata elettorale, la maggior parte delle quali proveniente dalla mia zona di appartenenza, tante famiglie mi accordarono la loro fiducia.

La mia caratteristica principale è stata la coerenza, sono nato liberale e morirò tale, anche se l’onestà intellettuale mi spinge a dire che un individuo può anche cambiare idea, purché non sia mai mosso da interessi di natura economica».

Nel lungo arco della vita, tra le tante altre passioni e i tanti interessi, che lo hanno avvinto, ha particolarmente amato la pittura e l’apicoltuta.

Il preside Sante Grillo, a pochi giorni dal compimento del suo centesimo compleanno, si è spento nella sua abitazione a Bellavista, nel pomeriggio del 15 febbraio 2020.

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

L’indimenticabile preside Sante Grillo