Carinaro. Beccato con droga e arnesi da spaccio, mentre cede una dose, e arrestato 21enne


Durante un servizio di prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti, Continua a leggere

Francolise. Tentano rapina domestica ma vengono messi in fuga dai proprietari e arrestati dai Carabinieri


Nel corso di un servizio di controllo del territorio Continua a leggere

LA TERNANA ASFALTA LA CASERTANA

La partita che vedeva di fronte la capolista del girone C di lega pro la Ternana contro la Casertana ha visto la netta vittoria dei giallo verdi padroni di casa ma veniamo ad un breve riassunto di quello che è successo al ‘Liberati’ di Terni nei 90 minuti di gioco: la Casertana parte meglio, ma non  riesce ad impensierire più di tanto il portiere dei padroni di casa. Al minuto 18′ punizione di Furlan per la Ternana deviazione di Raivecic però troppo debole. La gara si sblocca al minuto 28′ con un tiro da fuori area di Falletti , respinta del portiere Avelli, tap in vincente in rete di Furlan per l’ 1-0 della Ternana. Dopo appena due minuti raddoppio Ternana, Partipillo in area ben imbeccato stoppa di petto e con un tiro preciso trafigge Avella per il raddoppio ternano.

La Casertana abbozza una reazione ma la difesa della Ternana concede poco e niente ai falchi rossoblù. Al minuto 32′ cross di Laverone che trova Kontek in area la cui deviazione finisce al lato. Sul finire del primo tempo sugli sviluppi di un corner è Konate di testa a trovare la marcatura numero 1 per la Casertana che accorcia le distanze finisce 2-1 la prima frazione di gioco.

Secondo tempo: Nella ripresa il leit motiv non cambia la ternana chiude bene gli spazi e riparte in contropiede in maniera sempre pungente, ed è proprio, sugli sviluppi di un contropiede che Falletti porge un bell’assist a Partipilo che con un diagonale radente fa tre a uno per i giallo verdi. La Casertana oramai non c’è più Raicevic con un tocco dolce va a segno per la quarta volta chiudendo praticamente la partita in favore dei padroni di casa.

La partita non h a quasi più nulla da dire i cambi da parte dei due allenatori non incidono più di tanto sul match, la  Ternana va a segno per la quinta volta con Paghera su assist di partipilo con un gol facile a porta quasi vuota negli ultimi minuti di gara.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Laverone, Boben, Kontek, Frascatore (78’ Mammarella); Palumbo (46’ Salzano), Proietti (71’ Paghera); Partipilo, Falletti (62 Peralta), Furlan; Raicevic (71’ Ferrante). A disp. Vitali, Damian, Vantaggiato, Torromino, Russo, Suagher, Onesti. All. Cristiano Lucarelli

CASERTANA (4-3-3): Avella; Polito, Konate, Carillo, Del Grosso (62’ Rillo); Icardi (62’ Matese), Santoro, Izzillo; Rosso (78’ Longo), Cuppone (62’ Matos), Turchetta (62’ Pacilli). A disp. Dekic, Zivkovic, De Sarlo, Hadziosmanovic, Varesanovic, De Lucia. All. Federico Guidi

ARBITRO: Eduart Pashuku di Albano Laziale (Stefano Lenza di Firenze e Costin Del Santo Spataru di Siena; IV Ufficiale Simone Galipò di Firenze)

RETI: 27’ Furlan; 29’ Partipilo; 46’ Konaté; 48’ Partipilo; 57’ Raicevic; 82’ Peralta

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

LA TERNANA ASFALTA LA CASERTANA

SCOPERTA CHOC, SEMIRIMORCHIO CON STRANIERI A BORDO

SAN Nicola la Strada – E’ successo nei del comune di San Nicola la Strada, nel casertano, sull’autostrada all’interno di un’area di servizio, qualche giorno fa, una storia quasi che ha dell’inverosimile ecco quanto accaduto: una volante della polizia all’interno di un’ area di servizio sull’ A1 autostrada , l’area di servizio ex Pavesi, nel tenimento del comune di San Nicola la Strada, una delle tante arre di servizio presenti lungo il tratto autostradale, avrebbe notato dei movimenti sospetti all’interno di un’ autoarticolato, in particolare dei movimenti che giungevano dal semirimorchio del predetto camion con rimorchio. La scoperta è stata quanto meno assurda, ossia all’interno del semirimorchio giacevano quattro persone a quanto pare di nazionalità afghana, che si erano fatti quasi tutto il viaggio sull’autostrada nascosti all’interno del mezzo, tra delle gomme che trasportava il predetto autoarticolato. I quattro stranieri in condizioni precarie sarebbero poi stati accompagnati presso una comunità di recupero a Casoria, ma avrebbero aggiunto a seguito di un breve interrogatorio da parte della polizia, che addirittura un quinto straniero, onde evitare tutto  il viaggio all’interno dell’autoarticolato, per evitare eventuali ipotermie a bordo del camion si sarebbe letteralmente lanciato dall’autoarticolato cercando la fuga lungo l’autostrada per evitare un viaggio ai limiti della sopravvivenza.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

I quattro stranieri afghani come detto sarebbero stati affidati ad un centro di recupero nel napoletano onde evitare altri inconvenienti

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

SCOPERTA CHOC, SEMIRIMORCHIO CON STRANIERI A BORDO

CASERTA, RISSA TRA DONNE

E’ scoppiata una rissa tra donne all’angolo di via Acquaviva e di via Trento nella serata di ieri sera, ancora ignoti i motivi di quello che è accaduto ossia, della rissa che ha visto coinvolte anche più persone, donne in particolar modo a seguito del quale sarebbe giunta sul posto anche un’ambulanza. Una delle ‘contendenti avrebbe riportato anche delle ferite che avrebbero reso necessario il trasporto in Ospedale

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Seguiranno aggiornamenti sulla vicenda

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

CASERTA, RISSA TRA DONNE

ORDINA 1.000 MASCHERINE SUL WEB, TRUFFATA

Una sig.ra, presidente di un’associazione, di Reggio Emilia, avrebbe ordinato circa 1.000 mascherine sul web da dare ad alcuni alunni ed allievi di in quanto lei stessa sarebbe direttrice di una scuola di musica che annovera utenti di tutte le età. Purtroppo dopo l’ordinazione ed il bonifico regolarmente effettuato di oltre € 400.00, (sembra di € 450) avrebbe scoperto che si trattava di un raggiro.

Infatti dopo aver verificato l’ effettivo invio da parte delle mascherine protettive avrebbe scoperto che si trattava di una vera e propria truffa, infatti la società al quale avrebbe fatto l’ordinazione ha cancellato il proprio sito di internet. La stessa sig.ra avrebbe sporto denuncia ai carabinieri che sarebbero risaliti ad un 27enne del napoletano che avrebbe poi ordito in maniera molto meschina la truffa per quel che concerne l’invio delle mascherine cancellando ogni traccia dopo aver ricevuto varie ordinazioni.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Addirittura sarebbe emerso che l’invio del plico di mascherine ordinate sarebbe successivamente avvenuto erroneamente a Caserta.

Seguiranno eventuali aggiornamenti sulla vicenda

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

ORDINA 1.000 MASCHERINE SUL WEB, TRUFFATA

Ultim’ ora . Palazzo nel Rione Michelangelo completamente allagato

Caserta . E’ allarme nel Rione Michelangelo a Caserta. Improvvisamente una perdita d’ acqua probabilmente proveniente dal tetto ,ha praticamente allagato il palazzo. Mentre l’ acqua continua incessantemente a cadere dal solaio danneggiando gli appartamenti i residenti hanno allertato i Vigili Del Fuoco che sono accorsi immediatamente sul posto.

Questo non è il solo problema legato a tale emergenza . L’ acqua ,che invade il condominio scendendo dal solaio , non sembra essere acqua piovana ma sarebbe provocata da una perdita interna ai muri di cui non si conosce la natura e la causa.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Ad aggravare il tutto vi sarebbe la circostanza che tali piogge interne si sarebbero verificate già altre volte. Al momento sul posto sono giunti per un accesso i Vigili del Fuoco e La Polizia Municipale.

Il timore di tutti è che invece di trovare una definitiva e adeguata soluzione al problema si possa optare per una chiusura della chiave di arresto dell’ acqua. Va precisato che nel palazzo di cui sopra vivono principalmente anziani e bambini.

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Ultim’ ora . Palazzo nel Rione Michelangelo completamente allagato

ORCO PEDOFILO NELLA PROVINCIA DI CASERTA

Lusciano – Un’orrenda vicenda ci giunge dalla provincia di Caserta, da Lusciano, a quanto pare un uomo un pensionato di anni 74 avrebbe abusato di una bambina di 7 anni. Un accusa molto pesante nei confronti di un 74enne di Lusciano, cerchiamo di ricostruire quanto accaduto: dall’anno 2019 gli abusi si sarebbero perpetrati su una bambina di anni sette la quale manifestava durante il periodo nel quale avrebbe subito abusi, nervosismo insonnia ed altri disturbi. Dopo una certa insistenza la bambina si sarebbe poi successivamente aperta, anche con la propria mamma.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Le indagini sarebbero partite da parte della procura di Napoli, dopo le denunce di una donna rumena ai carabinieri. Prima di aprirsi con la madre, la bimba aveva manifestato, nel periodo in cui subiva gli abusi, tanto nervosismo e comportamenti particolari; ai carabinieri la madre ha riferito che la piccola si svegliava di soprassalto nel cuore della notte, dormiva poco, e addirittura non si faceva toccare. Quando sono partite le indagini, la bimba è stata seguita da una psicologa, che ha permesso ai carabinieri di ricostruire la vicenda, e trovare poi altri riscontri per permettere alla Procura di chiedere e ottenere dal giudice per le indagini preliminari l’arresto del 74enne che poi sarebbe stato condotto in carcere su ordine del giudice delle indagini preliminari (GIP) della procura del Tribunale di Napoli Nord.

Seguiranno aggiornamenti

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

ORCO PEDOFILO NELLA PROVINCIA DI CASERTA

Questione cimitero. L’assessore Liccardo: “Quell’area era interdetta. Il crollo risale a 8 anni fa”

Maddaloni. La polemica e l’indignazione da stamattina hanno invaso i social, dopo la pubblicazione di foto e video che mostravano un’antica cappella del cimitero di Maddaloni con loculi distrutti e ossa sparpagliate ovunque.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Immediato è arrivato il chiarimento sulla questione dal parte dell’assessore Liccardo: ” Quella zona del cimitero è recintata ed interdetta da 8 anni, quando, ai tempi dell’amministrazione Cerreto, avvenne il crollo. Questo disastro fu  provocato da una pianta che, infiltrandosi nel solaio, ha fatto crollare tutto. Premesso che neanche io come assessore posso accedervi e quindi chi lo ha fatto è passibile di denuncia, all’epoca dei fatti fu stabilito che per la sistemazione sarebbero serviti 200.000 euro. Una cifra di non poco conto, ma che nel bilancio non fu inserita. Nel frattempo altre amministrazioni si sono succedute e, ad oggi, il problema non è stato effettivamente ancora risolto. Questo perchè oggi, neanche quella cifra copre più le spese. Di euro ce ne vogliono ben 300.00. Al momento io, come assessore, ho già fatto effettuare un intervento di messa in sicurezza della colombaia di San Michele, unico intervento fatto nel cimitero da anni, a scopo preventivo, per evitare altri danni. Nell’ambito del project financing, in fase di approvazione, sono stati inseriti anche fondi per questi lavori.”

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Questione cimitero. L’assessore Liccardo: “Quell’area era interdetta. Il crollo risale a 8 anni fa”

Morata e Arthur potrebbero saltare la semifinale di ritorno contro l’Inter

Alvaro Morata e Arthur potrebbero saltare la semifinale di ritorno contro l’Inter , i due giocatori della Juventus hanno influenza e sono in dubbio per domani.
Questo potrebbe dare ancora più garanzie sull’impiego di Dybala( anche se la sua forma fisica non è al meglio)

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Due problemi che vanno ad aggiungersi a quelli che aveva già Pirlo.

Vedremo alla fine se si deciderà di rischiare Dybala oppure allenatore della Juve  preferirà Kulusevski

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Morata e Arthur potrebbero saltare la semifinale di ritorno contro l’Inter