Capua. Rapinano e percuotono coniugi che rincasano: arrestati due minorenni napoletani


Nel corso di un servizio di controllo del territorio, Continua a leggere

Santa Maria C.V./ Santillo: “manto stradale appena rifatto da rifare”

Liceo Manzoni Caserta 640×300

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Da qualche tempo la città di Santa Maria Capua Vetere ha assunto le caratteristiche di un cantiere a cielo aperto. Infatti, è in corso il programma di interventi avviato dall’Amministrazione Mirra per il rifacimento del manto stradale. Interventi che però sembrano fare acqua da tutte le parti e, per questo, non sono mancate le segnalazioni e le critiche degli oppositori dell’attuale maggioranza.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640

Nelle scorse settimane, hanno fatto sentire la propria voce esponenti del centrodestra come Sabatino Smimma e Anna Diglio. Oggi si aggiunge quella della loro leader Gabriella Santillo che, con fermezza e chiarezza, afferma: “Questa situazione ha dell’incredibile. È normale che delle strade appena sistemate vadano risistemate? Sono, in poco tempo, già di nuovo decadenti, pericolose e inguardabili. Stamattina, addirittura, in via Galatina (dove il manto stradale è stato rifatto qualche settimana fa) ho trovato delle crepe e una buca con un telo di plastica (che sembrerebbe un giubbino) all’interno. Cose che hanno dell’allucinante e certo, non hanno a che fare con il decoro, la civiltà e soprattutto le buone capacità amministrative”.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

FOTO

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Santa Maria C.V./ Santillo: “manto stradale appena rifatto da rifare”

Maurizio Sarri non ha fretta di trovare una nuova panchina

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Quale sarà il futuro di Maurizio Sarri? L’ex allenatore del Napoli ,viste anche le difficoltà in campionato degli azzurri,  in queste ore viene spesso accostato al Napoli.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

La sensazione però è che il mister toscano non abbia voglia di entrare a stagione in corso, ma voglia aspettare la prossima estate per essere pronto ad un progetto nuovo e sopratutto dall’inizio della stagione. In casa Napoli la tifoseria è divisa chi vorrebbe un suo ritorno per i tanti bei ricordi e chi invece non ha digerito il suo approdo all’eterna rivale Juventus.

Nelle ultime ore era stato accostato anche al Marsiglia( rimasto senza allenatore) ma anche questa offerta almeno per il momento è stata rispedita al mittente, insomma al tecnico tostano non piace entrare in corsa ma preferisce aspettare la prossima estate per trovare un club che con lui possa far partire un progetto nuovo

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Maurizio Sarri non ha fretta di trovare una nuova panchina

Multicedi Pastorano, la Ugl; Basta ingiurie, si mantengano toni bassi e si persegua interesse lavoratori

Multicedi Pastorano, la Ugl; Basta ingiurie, si mantengano toni bassi e si persegua interesse lavoratori – BelvedereNews

  • Home
  • News
  • Sindacale
  • Multicedi Pastorano, la Ugl; Basta ingiurie, si mantengano toni bassi e si persegua interesse lavoratori

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Multicedi Pastorano, la Ugl; Basta ingiurie, si mantengano toni bassi e si persegua interesse lavoratori

Assembramenti, Decaro e Bonajuto: ora basta con lo scaricabarile sui sindaci

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Pubblichiamo direttamente dal sito di Anci Campania la seguente nota scritta.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

«Basta con il tiro al bersaglio sui sindaci, il Cts pensi a fare la sua parte. Dare la colpa ai sindaci sta diventando il nuovo sport nazionalea», lo afferma il presidente dell’Anci, Antonio Decaro, «Miozzo (responsabile del Cts, ndr), che ci accusa di immobilismo di fronte agli assembramenti nelle città, sembra impegnato in un disperato tentativo di allontanare da sé le responsabilità e addossarle sugli obiettivi più facili, quelli che per natura e per senso del proprio dovere, sono abituati a esporsi in prima persona, sempre», sottolinea Decaro.  «Voglio ricordare a Miozzo – aggiunge Decaro – che noi sindaci non siamo responsabili della sorveglianza di strade e piazze nelle azioni di contrasto alla diffusione del virus. E che, fino a oggi, ci siamo ben guardati dallo scagliarci contro alcune discutibili scelte dello stesso Cts. Abbiamo sempre, al contrario, provato a tenere insieme le nostre comunità, ormai economicamente e psicologicamente stremate, dopo un anno di restrizioni. Perché proviamo, ogni giorno, a coltivare le complicate virtù della lealtà e della collaborazione fra istituzioni. Se qualcuno – avverte ancora Decaro – preferisce

dedicarsi invece al tiro al bersaglio, sappia che ha individuato il bersaglio sbagliato. Il coordinatore del Cts pensi a lavorare per gestire questa complicata fase per quanto di sua competenza, invece di andare alla ricerca di capri espiatori, attività utile per guadagnare un titolo di giornale, non per risolvere i problemi dei cittadini».
Ancora più duro l’intervento di Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale dell’Anci. «Considero indegne e assurde le parole rivolte dal coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Agostino Miozzo, nei confronti dei sindaci. Questo non è il momento dello scaricabarile, nè tantomeno della ricerca di capri espiatori. Bene ha fatto il presidente dell’Anci Decaro a sottolineare il ruolo che quotidianamente svolgiamo per tenere unite le nostre comunità che, con il passare dei mesi, stanno facendo i conti con una situazione economica e sociale sempre più complicata. Pensiamo a lavorare – continua – ognuno per le nostre competenze, per uscire da questa situazione, piuttosto che addossare colpe ai sindaci che da sempre sono in prima linea nella difesa dei cittadini e delle istituzioni».

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Assembramenti, Decaro e Bonajuto: ora basta con lo scaricabarile sui sindaci

Il comune di Carinaro si prepara al Dantedì con un ciclo di letture e commenti della Divina Commedia

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Carinaro– Il 25 marzo è la giornata nazionale scelta nel 2020 per celebrare la figura e l’opera di Dante Alighieri, evento meglio noto come “Dantedì”.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640

La data del 25 è fortemente significativa, perché universalmente accolta come inizio del viaggio nell’oltretomba del sommo poeta.

Nell’ambito delle iniziative promosse su tutto il territorio nazionale in vista del Dantedì, il Comune di Carinaro , ,guidato dal sindaco Nicola Affinito, ha promosso un ciclo di letture e di commenti (che saranno trasmesse in streaming da Contrasto TV) di alcuni dei canti più significativi della Commedia, ad opera di docenti e di allievi del liceo classico di Aversa “DCirillo e non solo, che, a partire dal 4 febbraio, daranno voce alla lingua immortale di Dante.

Il canto di apertura dell’evento denominato “…Verso il Dantedì, un dopocena con Dante” è affidato al prof. Luigi Corrente, docente di latino e greco presso il liceo classico “D. Cirillo” di Aversa, poi sarà il turno di Teresa Petrillo, allieva della classe VE del liceo “D.Cirillo”, del prof. Francesco Cuciniello, docente di lettere presso l’Istituto Stanzione di Orta di Atella, di Cesario Marino, carinarese, ex allievo del liceo Cirillo e ora laureando in filosofia presso l’Università degli studi di Napoli “Federico II”, di Luigi Russo allievo della classe VE del liceo “D.Cirillo”, della prof.ssa Nunzia Capasso, docente di filosofia presso il liceo Pitagora-Croce di Torre Annunziata e cultrice della materia presso l’Università degli studi di Napoli “Federico II”.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

A chiusura dei lavori ci saranno il dott. Alberto Carbone, scrittore ed economista e poi il professor Pasquale Vitale, docente di storia e filosofia presso il liceo classico “D.Cirillo” e coautore di un testo dal titolo “La filosofia aristotelica nell’immaginario Dantesco”, Pasquale Gnasso editore, 2017

L’evento si concluderà il 25 marzo con una mostra su Dante a cura dell’Istituto “Petrarca” di Carinaro , con l’esibizione di due violinisti del liceo musicale “D.Cirillo” e con la lettura e il commento del XXVI dell’Inferno a cura del prof. Pasquale Vitale.

L’evento è stato fortemente voluto dall’assessore alla cultura Alfonso Bracciano, che raggiunto  telefonicamente ha dichiarato “l’importanza dell’evento risiede sia nella centralità dell’opera di Dante all’interno del panorama letterario italiano che nell’importanza che assume nella fase di formazione della lingua degli Italiani. In altre parole, il Sommo poeta è il nostro più illustre antenato e come tale va celebrato e festeggiato da noi che idealmente ci sentiamo i sua “progenie linguistica”.

LOCANDINA

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Il comune di Carinaro si prepara al Dantedì con un ciclo di letture e commenti della Divina Commedia

Nicoletta Pomposo: ” Mai parlato con nessun Dirigente di Azione”

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Caserta. ” Non ho mai avuto nessun tipo di approccio con i dirigenti locali del Partito di Carlo Calenda. Con queste parole Nicoletta Pomposo smentisce l’ articolo pubblicato stamattina da un giornale cartaceo che la collocava fra i possibili candidati alle prossime amministrative di giugno nella lista di Azione a sostegno del Sindaco uscente Carlo Marino.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640

” smentisco categoricamente tutte le inesattezze riportate dal giornale in questione- continua la Pomposo– valuterò’ nelle prossime settimane una mia eventuale candidatura alle amministrative 2021. Sono orgogliosa- dichiara-  di essere stata alle ultime elezioni regionali la coordinatrice della lista Caldoro Presidente , non ho mai rinnegato la mia ideologia di Centro-Destra ma è comprovato che dal lontano 2016 non ho piu’ tessera di partito e le mie scelte sono state sempre a favore del civismo. 

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Ritengo, alla luce anche di quelle che sono attualmente le dinamiche politiche nazionali ,  prematuro ogni tipo di ragionamento. Come mia abitudine leggero’ il programma elettorale dei futuri candidati Sindaci della città e poi , eventualmente, faro’ la mia scelta definitiva.

Sono convinta – conclude Nicoletta Pomposo- che candidarsi al consiglio comunale è un passo importante . La mia eventuale scelta sara’ fondata su due punti imprescindibili: la condivisione con i miei elettori e un programma elettorale concreto e fattibile a favore della città e dei cittadini. Tutto il resto sono chiacchiere da bar!“:

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Nicoletta Pomposo: ” Mai parlato con nessun Dirigente di Azione”

Premio Landolfo 2020, ecco tutti i vincitori. Mercoledì la cerimonia

Archivio Notizie Precedenti

Agenzia Stampa Mediapress – Quotidiano on line diretto da Ferdinando Terlizzi – Testata giornalistica registrata al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere – (CE) con il num. 430/93 – Sede Legale: Corso Aldo Moro, 276 81055 Santa Maria Capua Vetere – (CE) – Telefono 388 429 38 28

Concessionaria esclusiva per la pubblicità Aziende & Media Service Srls.
Numero Rea CCIA Caserta: 334060 – C.F. e P.I. 04527430617- Codice Univoco: usal8pv – Pec: aziendemediaservicesrls@legalmail.it- Info: ferdinandoterlizzi37@gmail.com- 342.0463707/388.4293828- Sede legale Corso Aldo Moro, 276 – 81055 Santa Maria Capua Vetere- Uffici Operativi -Via Barberini, 11 Scala A Piano 2° int. 9 – 00187 Roma-

Sito Web Realizzato da SimplyWeb

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Premio Landolfo 2020, ecco tutti i vincitori. Mercoledì la cerimonia

Ecco la lista dei convocati da Guidi in vista di Casertana-Potenza

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Saranno 22 i calciatori a disposizione di mister Guidi per la sfida di domani ad ora di pranzo contro il Potenza. Tornano disponibile Pacilli Konate. Non ci sarà per squalifica Buschiazzo oltre Bordin, Ciriello e De Sarlo fuori per vari problemi. Tra i convocati anche l’ultimo arrivato Matos

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Ecco la lista dei convocati da Guidi in vista di Casertana-Potenza

Caserta. Calano i decessi per Covid, la percentuale di positività resta dell 8%

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Sono 99 le nuove persone positive in provincia di Caserta su oltre 1000 tamponi processati. Le buone notizie arrivano però sul fronte dei decessi, nelle ultime 24 ore infatti è stato registrano “appena” un decesso. Migliorano i numeri anche delle persone ancora positive, ad oggi sono 2775 (nelle ultime 24 ore sono guarite 130 persone)

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Caserta. Calano i decessi per Covid, la percentuale di positività resta dell 8%

Re Carnevale e regina Lasagna

16 febbraio, ultimo giorno di Carnevale: la storia di questa allegra e a volte inquietante festività e la ricetta della sua regina, la Lasagna

Il Carnevale è una festa che  ricorre in una data variabile nel periodo compreso tra la domenica e il Martedì grasso. In effetti i festeggiamenti del periodo cominciano dalla prima delle nove che precedono la Settimana santa.

Il Carnevale è quindi una festa mobile: quest’anno cade il 16 febbraio. allegra e inquietante, semplice e arcana, in un viaggio attraverso i secoli.  È legata al mondo cattolico e cristiano, ma ha origini antiche, che affondano le radici nei culti arcaici precristiani legati al mondo contadino. Le dionisiache greche, ad esempio, era una liturgia dedicate al dio Dioniso, e i Saturnali, ciclo di festività della religione romana, dedicata a Saturno, dio della semina.

Il Carnevale, dal latino carnem levare,  termina con il martedì grasso. Il giorno successivo è il Mercoledì delle Sacre Ceneri, che dà inizio alla Quaresima, periodo di astinenza e in pentenza.

Nel periodo di Carnevale le strade, almeno una volta, erano affollate di persone mascherate, specialmente bambini. Retaggio di culti pagani, questa festività rappresentava il rinnovamento, e perciò era seguito dalla purificazione che riportava all’ordine naturale. Una traccia se ne ritrova ancora oggi nel rituale del processo al Re Carnevale, che viene condannato per le sue azioni e quindi viene bruciato.

Prima della purificazione ella Quaresima hanno fatto da padroni i piatti tipici: dolci, sanguinaccio, chiacchiere e castagnole, ogni regione ha le sue specialità. Tra tutti, certamente la regina è la lasagna.

Quella napoletana si differenzia da quella preparata nelle altre regioni non solo per la laboriosa preparazione, ma per l’utilizzo di un particolare intingolo … ‘O rraù!

Ecco gli ingredienti per 8 persone:

  • 300 g di sfoglie di lasagne
  • 400 g di fior di latte
  • uova
  • 400 g di ricotta tipo Roma
  • 100 g di formaggio grattugiato
  • Polpettine (250 g di carne macinata, 1 uovo, mollica di pane e formaggio grattugiato)

Il ragù, immancabile nellala lasagna,  si prepara con:

  • salsiccia
  • 150 g di  tracchiolelle
  • I gallinella di maiale
  • 250 g di muscolo di manzo
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/2 bicchiere di vino rosso
  • 1,5 lt di passata di pomodoro
  • Un po’ di concentrato di pomodoro
  • Cipolla
  • aglio
  • sale
  • olio di oliva

Preparare il ragù tagliando a pezzi i quattro tipi di carne, rosolarli con l’olio,la cipolla e l’aglio. Sfumare con il vino rosso, aggiungere la passata di pomodoro e il concentrato diluito in po’ d’acqua e cuocere  molto lentamente. ‘O rraù adda pippià  per 4 ore.

Quindi, togliere la carne e immergevi le polpettine precedentemente fritte. A parte lavorare con una forchetta la ricotta e il formaggio grattugiato con una parte di sugo fino a rendere il composto cremoso.

Sbollentare qualche minuto in acqua salata e una goccia di olio le sfoglie di lasagne e stenderle su un canovaccio ad asciugare.

Bollire le uova per 10 minuti e tagliare a fette.

Quindi cospargere la teglia con un mestolo di ragù e disporre il primo strato di lasagne, ricoprirlo con una parte di ricotta, di fior di latte, di polpettine e di fette d’uovo spolverando infine di formaggio. Quindi con lo stesso procedimento formare altri strati. In ultimo ricoprire con il rimanente sugo, una spolverata di formaggio e cuocere in forno già caldo a 200° per circa 30 minuti.

‘A saluta vosta!

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Re Carnevale e regina Lasagna