Liceo “L. da Vinci”di Vairano/Mattina studio sulla Shoah

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Vairano– Pubblichiamo il resoconto della giornata studio in occasione della Shoah, tenuta presso il liceo “L. da Vinci” di Vairano P. a cura dello studente Angelo Pettrone VB, liceo scientifico. 

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640

È stata incentrata sul saggio di Hannah Arendt “Le origini del totalitarismo” la mattinata di studio in videoconferenza, che si è svolta il giorno 27 gennaio, al Liceo Scientifico “L. da Vinci”di Vairano Patenora in occasione del Giorno della Memoria, giorno in cui, alla fine della seconda guerra mondiale, i cancelli di Auschwitz vengono abbattuti dalla 60esima armata dell’esercito sovietico.

La tematica del totalitarismo e l’analisi del summenzionato testo, apparso all’indomani della seconda guerra mondiale e in piena guerra fredda, è stata presentata agli studenti dal professore Pasquale Vitale, docente di Storia e Filosofia presso il Liceo Classico “D. Cirillo” di Aversa.

La Arendt, allieva di Heidegger, ma con una sua spiccata personalità filosofica, è ricordata nel panorama del ‘900 per i suoi studi sul totalitarismo, si definiva infatti un “Teorico della Politica” ed è nota per il reportage, come inviata del “New Yorker”, sul processo al burocrate dello sterminio nazista Adolf Eichmann, tenutosi a Gerusalemme fra il 1961 e il 1962, dopo la cattura del criminale in Argentina.

Il processo si concluse con la condanna di Eichmann per impiccagione e il reportage si trasformò in un libro “La banalità del male”, che fece a suo tempo molto scalpore, ma di cui è oggi riconosciuta profondità e capacità di analizzare la distonia fra la piccolezza del personaggio e l’enormità delle azioni compiute ( molto interessanti le digressioni sul concetto di male radicale ,la banalità di chi si macchia di certi crimini e di male estremo)

Il professore P.Vitale ha dapprima descritto la struttura del testo, sottolineando come per la Arendt il concetto di “origine” non rimandi ad un rapporto deterministico tra certe origini e l’avvento dei totalitarismi. Nel XIX secolo erano infatti già presenti delle “correnti sotterranee” come l’antisemitismo e l’ imperialismo a cui il totalitarismo ha fornito una soluzione.  Il professore ci ha poi condotti a cogliere gli aspetti inediti  del totalitarismo, caratterizzato da intreccio perverso di “terrore e ideologia”. Sì è trattato di un terrore nuovo, senza fine temporale e fuori dalla categoria “mezzi-fini” con l’intento di porre in essere un’ideologia mirante a trasformare il concetto stesso di natura umana.

Un ruolo cruciale, tra quelli che hanno favorito l’avvento del totalitarismo, come ha evidenziato il docente relatore,  ha avuto la società di massa, considerata per la filosofa “nutrimento del totalitarismo”, solo gli individui isolati,infattin possono essere totalmente dominati

Nelle “fabbriche della morte”, espressione della Arendt per definire i campi di sterminio, il nazismo ha voluto  sperimentare la massima “tutto è possibile”, dove per “tutto” è da intendersi la trasformazione o meglio la rottura antropologica che il nazismo ha rappresentato. 

Contro le ideologie che riducono l’uomo a oggetto schiacciandolo sotto le atrocità delle torture, la Arendt vede l’uomo come una sorgente di libere iniziative, come inizio di azioni creative.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Questo è quanto emerge da un’altra opera della filosofa e che il docente relatore ha trattato nel corso della conferenza: la “Vita Activa”. In questo la filosofa si propone di designare tre fondamentali attività umane: il lavoro, la fabbricazione e l’agire. Nell’affrontare tale tematica così delicata e importante, il professore ha menzionato anche filosofi come Karl Jaspers ,citando alcuni aspetti importanti del testo “La questione della colpa” in cui il filosofo analizza appunto quattro concetti differenti di colpa (criminale, politica, morale e metafisica)

Per concludere, il professore ha fatto riferimento al concetto di nazionalismo  e stato per Bauman.

Secondo Bauman il nazionalismo, massima espressione della modernità che ha avvolto il secolo scorso, ha causato le catastrofi che ben conosciamo, fra le quali lo sterminio degli ebrei. Bauman nel suo testo “Modernità e Olocausto” ha analizzato l’olocausto, ritenuto il prodotto di quell’organizzazione efficiente tipica della modernità.

L’incontro, che ha visto coinvolti tutti gli studenti delle classi quinte, appartenenti a tutti gli Indirizzi di studio, è proseguito con un ricco dibattito, sono state poste diverse domande alle quali il relatore ha risposto lasciando i ragazzi molto soddisfatti.

L’evento è stato organizzato dalla Prof.ssa Valentino Tania. Hanno collaborato le docenti: prof.ssa Reccia Elisabetta, prof.ssa De Stavola M.Maddalena, prof.ssa Marseglia Alba, prof.ssa Imbroglia Giuseppina, prof.ssa Caldarone M. Antonietta, prof.ssa Fusco Maria.
Al termine del dibattito la D.S. Prof.ssa Antonietta Sapone si è complimentata con il Professore P. Vitale per la grande competenza e per la conduzione dell’incontro, inoltre si è soffermata sul testo scritto dal professore “La Nottola di Minerva”, edito da Gnasso editore, che  il docente ha illustrato brevemente ,mettendo in evidenza i numerosi rapporti che emergono all’interno del libro tra filosofia, musica, psicologia, teatro, letteratura, arte, cinema e fumetto finalizzati ad incentivare uno studio trasversale e interdisciplinare della disciplina, che tenga conto dei suoi innumerevoli campi di applicazione. La D.S., a tal proposito ha affermato che “la filosofia fornisce gli strumenti necessari alla comprensione di eventi e fatti ed è una disciplina che caratterizza tutti i percorsi liceali, proprio perché funge da collante tra tutte le discipline”.

Si è poi complimentata con noi studenti per la preparazione dimostrata e ringraziato le docenti per l’impegno profuso nella preparazione degli alunni.
Anche quest’anno, attraverso questo evento abbiamo voluto riflettere sul giorno della memoria. Lo abbiamo fatto in modo diverso, attraverso la filosofia, attraverso il pensiero di una grande filosofa, Hannah Arendt, che ha vissuto sulla propria pelle le atrocità del nazismo.

Io e come me i miei compagni siamo rimasti molto colpiti dagli argomenti esposti dal professore P. Vitale.

Commemorare questa data serve a non dimenticare le sofferenze di quel terribile momento della storia dell’umanità quando tutti i diritti umani vennero calpestati. “Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di coloro i quali compiono azioni malvagie, ma per quelli che osservano senza fare nulla”. Queste le parole del grande Albert Einstein e questo il motivo per cui celebriamo il giorno della memoria, affinché gli orrori voluti da fanatici e da indifferenti non si ripetano.

Alcuni momenti dell’incontro

ANGELO PETTRONE cl 5 B Liceo Scientifico “L. da Vinci” Vairano P.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Liceo “L. da Vinci”di Vairano/Mattina studio sulla Shoah

Attivato il servizio ambulanze per fasce deboli a Cancello Arnone

Attivato il servizio di trasporto in ambulanza del comune gratuito per tutti le fasce deboli, Di Vuolo: un atto concreto per potenziare la rete di protezione sociale. Ambrosca: così garantiamo sicurezza, sanità e sociale

Il Comune di Cancello ed Arnone si è dotato di un servizio di trasporto in ambulanza per anziani, portatori di handicap e persone con patologie gravi completamente gratuito per i residenti. Stamattina, mercoledì 27 gennaio, infatti, è stata sottoscritta- si legge nella nota- la convenzione con la cooperativa ‘Amame’ che gestirà il servizio. Alla cerimonia hanno partecipato l’assessore Gabriele Di Vuolo, il comandante della polizia municipale Ludovico Di Maio, l’assistente sociale Luisa Gison, il presidente della cooperativa Antonio Fabozzi. I cittadini di Cancello ed Arnone per usufruire del servizio, dovranno chiamare ai numeri 0823/1257732, 0823/1257727 o 0823/1257716 o inviare un’email all’indirizzo [email protected] ventiquattro/quarantotto ore prima di quando necessitano del trasporto. «Il servizio di trasporto in ambulanza non sostituisce il 118 per le emergenze né si occupa di pazienti Covid – ha precisato l’assessore Di Vuolo – l’obiettivo della nostra amministrazione è quello di supportare il sistema sanitario con un servizio
che permetta a quei pazienti che hanno una mobilità limitata di sottoporsi alle cure mediche. L’emergenza Coronavirus- si legge nel comunicato- ha fatto dimenticare a molti che, accanto alla pandemia, ci sono anche altri problemi di ordine sanitario che non sono scomparsi. Il Comune di Cancello ed Arnone ha messo in campo un’attività di programmazione che consente all’ente di essere vicino proprio alle persone che hanno questi problemi in un momento storico particolarmente difficile per tutti. Oltre alle iniziative adottate per contenere la diffusione del virus, dagli screening di massa alle sanificazioni di tutti i luoghi affollati a cominciare da chiese e casa comunale, stiamo potenziando- si legge nella nota- la rete di protezione sociale per tutte le fasce deboli». Soddisfatto per l’attivazione del servizio ambulanza anche il sindaco Raffaele Ambrosca. «Le tre priorità della nostra azione politica, come abbiamo sempre detto, sono sicurezza, sanità e sociale – ha sottolineato – con il progetto del trasporto in ambulanza, che prevede anche la presenza di un infermiere specializzato al suo interno, siamo riusciti a conciliarle tutte e tre visto che offriamo un servizio che tutela la sicurezza di quelle categorie in difficoltà che necessitano di assistenza sanitaria».”

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Attivato il servizio ambulanze per fasce deboli a Cancello Arnone

Benevento. Atti societari inibiti agli aderenti: allevatori manifestano sotto la sede ARAC


This image has been resized with Reshade. To find out more visit reshade.com

Una delegazione degli Allevatori Sanniti esclusi dall’Assemblea “Associazione Regionale Allevatori Continua a leggere

di TeleradioNews

S.Maria C.Vetere. Dibattito virtuale sulla ‘Shoah’ promosso dal Comitato Avvocati per le Pari Opportunità

Conoscere per non dimenticare: riflessioni e dibattito sulla Shoah”: è questo il titolo

Continua a leggere

Pietravairano. Inquinamento ambientale: autolavaggio sulla ‘Telesina’ sequestrato dalla Forestale


Militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Vairano Patenora Continua a leggere

Il sindaco chiude le scuole e avvia lo screening di massa

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Aggiornamento sulla situazione a Santa Maria a Vico .

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640

Il comunicato.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

A partire dalle prossime ore sarà avviato, su docenti e alunni dell’Istituto Comprensivo, uno screening di massa anti-Covid. Lo ha deciso il sindaco di Santa Maria a Vico, Andrea Pirozzi, unitamente all’assessore alla Pubblica Istruzione, Clemente Affinita, “per avere un quadro preciso dell’andamento epidemiologico ma, soprattutto, per garantire la massima sicurezza al personale scolastico, agli alunni e alle loro famiglie”.

Sempre nella giornata odierna il primo cittadino ha firmato l’ordinanza numero 19/2021 con la quale è stata predisposta la sospensione delle attività didattiche in presenza per il plesso “Maielli” da domani, 29 Gennaio, a venerdì 12 Febbraio 2021, a seguito della riscontrata positività oltre che di una insegnante anche di un alunno.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Il sindaco chiude le scuole e avvia lo screening di massa

Truffavano ignari clienti nel salernitano

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Finanzieri del Comando Provinciale di Salerno hanno di recente concluso un’attività ispettiva nei confronti del titolare di un autosalone ad Eboli, a carico del quale risultano decine di denunce di clienti che hanno anticipato in tutto od in parte il corrispettivo convenuto, senza però entrare in possesso della vettura.
Le indagini delle Fiamme Gialle sono state avviate proprio in seguito all’esposto di una donna che ha riferito di aver consegnato a G.S., 38 anni, di Eboli, contanti per circa 1.000 euro, a titolo di acconto per l’acquisto di un’utilitaria che sarebbe dovuta arrivare dall’estero.
Anche dopo i ripetuti solleciti, non era riuscita a farsi consegnare l’auto, né tantomeno a farsi restituire il denaro anticipato.
Effettuati i primi approfondimenti, sono emersi una trentina di episodi analoghi, in cui il titolare dell’autosalone proponeva in vendita, a prezzi vantaggiosi, autovetture “di importazione”, chiedendo da subito degli anticipi cospicui, a suo dire necessari per le spese di trasporto in Italia.
Neppure ha insospettito i clienti la circostanza che i pagamenti avvenissero, il più delle volte, in contanti oppure attraverso la ricarica di carte prepagate.
Iniziava così lo stillicidio di telefonate di quanti chiedevano notizie delle auto e le risposte del titolare, con le giustificazioni più diverse per guadagnare tempo.
In un caso, addirittura, è stata configurata una vera e propria estorsione ai danni di un cliente che, dopo aver pattuito il corrispettivo di 43.000 euro per l’acquisto di una fiammante Range Rover Sport, è arrivato a consegnare alla fine, in più tranches, un totale di 60.000 euro, ogni volta dietro la minaccia di perdere definitivamente le somme che aveva nel frattempo anticipato. Anche in questa occasione, neanche a dirlo, nessuna traccia della vettura proposta in vendita.
Concluse le indagini coordinate dalla Procura di Salerno, per ricostruire gli episodi denunciati, è già arrivata una prima condanna per truffa da parte del locale Tribunale.
Nel frattempo, la Guardia di Finanza ha avviato un intervento mirato a recuperare a tassazione anche i proventi della presunta attività illecita.
L’esame degli estratti conto bancari e degli altri documenti acquisiti nel corso delle indagini di polizia giudiziaria hanno consentito infatti di ricostruire in circa 900.000 euro il volume dei corrispettivi percepiti nell’arco di tre anni, dal 2016 al 2019, ivi compresi quelli delle truffe denunciate, a fronte dei quali non è stata presentata alcuna dichiarazione fiscale.
Si è inteso così dare concreta attuazione alla norma tributaria che sin dal 1993 impone la tassazione anche dei proventi di attività illecite, diretta derivazione del principio di capacità contributiva sancito dalla nostra Costituzione.
Proprio per garantire i crediti vantati dal Fisco, il GIP del Tribunale di Salerno, sempre su richiesta della stessa Procura alla sede, ha adottato un provvedimento di sequestro preventivo, al quale hanno dato esecuzione i Finanzieri di Eboli, sottoponendo a vincolo cautelare due immobili, due terreni agricoli, disponibilità finanziarie e 40 autovetture ancora in possesso dell’indagato, fino a concorrenza della somma di 530 mila euro.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Truffavano ignari clienti nel salernitano

Caserta. Accompagna malato oncologico al centro Morrone. Resta in auto ad attendere la fine della visita , multato per non aver pagato il grattino

Caserta. Accompagna malato oncologico al centro Morrone. Resta in auto ad attendere la fine della visita , multato per non aver pagato il grattino – BelvedereNews

  • Home
  • Cronaca
  • Caserta. Accompagna malato oncologico al centro Morrone. Resta in auto ad attendere la fine della visita , multato per non aver pagato il grattino

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Caserta. Accompagna malato oncologico al centro Morrone. Resta in auto ad attendere la fine della visita , multato per non aver pagato il grattino

Restiamo umani

Il giuramento di Ippocrate è l’impegno ad assistere i malati e a somministrare le cure con lo scopo di guarirli, senza violenza e rimanendo umani… 

di Roberto Sdino

Sarò in controtendenza, ma non vi voglio parlare della #Shoà e dei milioni di #genocidi che ci sono nel #mondo, piuttosto voglio parlarvi del #SistemaSanitarioNazionale che ormai è al #collasso!

Si, al collasso, non per il #virus in quanto tale, ma per far fronte a questa #emergeza e agli ammalati di #COVID19 si trascura l’altro #ammalato!

Ecco l’#avventura capitata ad un’#amica di #famiglia, di cui non faccio il nome per delicatezza, e soprattutto per una questione di #privacy. Pertanto, la persona la chiameremo M.

M. scopre di avere un #cancro alle ovaie e peritoneo, già con un ascite, quindi situazione abbastanza compromessa! Urge ricovero: il nosocomio non la può accettare, in quanto malato oncologico. Il consiglio del medico del pronto soccorso è andare in una clinica privata.

M. va a visita privata dal primario e direttore, ma al momento del ricovero, scoppia un focolaio di Covid nella clinica e non se ne fa più nulla.

Intanto M. viene trasportata d’urgenza in un’altro ospedale, in questo caso specializzato in Ginecologia, ma purtroppo da specialisti del settore, stranamente diventa specializzato in SARS-Cov19 appena due giorni prima! Quindi non viene nemmeno visitata in Pronto Soccorso!

Altro giro, altra corsa in un’altra clinica, solo per accertamenti, e le viene tolta momentaneamente l’ascite, con il consiglio di cominciare il trattamento chemioterapico.

Il primo ospedale oncologico disponibile non poteva accoglierla prima di un mese. Il secondo, doveva riunirsi il comitato scientifico  per l’accettazione e quindi nulla di fatto.

Quindi… M. Parte per il Policlinico Gemelli di Roma: diagnosi, e chemio in Day Hospital… Ma senza curare il resto, come la perdita di appetito, più volte denunciata e mai supportata a livello medico /parenterale. La domanda per la nutrizione artificiale viene inoltrata all’ASL di appartenenza M.: primo appuntamento disponibile solo dopo 20 #giorni con urgenza!

Ho saltato dei passaggi crudi e non per dimenticanza, lo faccio anche e soprattutto per rispetto di M. e del buon nome di qualche #Medico.

Perché non bisogna fare di tutta un’erba un fascio!

Nella situazione della signora ci sono milioni di persone, il sistema ormai è al collasso perché al soldo di una classe politica che valuta un malato di Covid più importante non perché più grave, ma perché rende di più… e gli altri malati non sono più nessuno! Anzi, se non hai il Covid non ti accolgono!

E allora mi chiedo: Il giuramento di Ippocrate dove ve lo siete ficcati?

#restiamoumani

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Restiamo umani

Caserta.Arrestati 2 uomini e una donna per spaccio di droga

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Nel corso della notte, in Caserta, i carabinieri della Sezione Operativa della locale Compagnia hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” 3 persone, due uomini (un 27enne ed un 35enne) ed una donna (una 36enne), tutti del posto.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

I tre, controllati in via mondo mentre erano a bordo di autovettura VW Fox, a seguito di perquisizione personale e veicolare sono stati trovati in possesso di una bustina in cellophane contenente gr. 10 di crack e di una dose di cocaina del peso di gr. 1,6, sequestrati .

Gli arrestati, sono stati posti agli arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Caserta.Arrestati 2 uomini e una donna per spaccio di droga

Nuovo acquisto per la Casertana fc

Liceo Manzoni Caserta 640×300
Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

La Casertana starebbe per effettuare un nuovo acquisto:  Sebastiano Longo, attaccante classe 1998 di proprietà della squadra di Serie A del Parma, dopo la prima parte di  campionato  il calciatore Sebastiano Longo, attaccante classe 1998 di proprietà del Parma, dopo la prima parte di stagione al Fano passerà alla Casertana. Secondo quanto raccolto da TuttoC

.com, domani sarà il giorno del passaggio, a titolo definitivo, il giocatore, dovrebbe essere messo sotto contratto di sei mesi con opzione per la prossima stagione, dal Fano dunque passerà alla Casertana. Secondo quanto raccolto da TuttoC.com, domani sarà il giorno del passaggio, a titolo definitivo, del prospetto offensivo crociato al club campano. Contratto di sei mesi con opzione per la prossima stagione.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Nuovo acquisto per la Casertana fc