Melito di Napoli. Scuole senza riscaldamento: nuovo scoop di Luca Abete (Striscia la Notizia)


Ancora una volta Luca Abete, vulcanico inviato per la Campania di “Striscia la Notizia”, ha scoperto e denunciato alla pubblica opinione un caso di amministrazione carente, al punto da indurre, se non costringere, il personale e gli incolpevoli alunni di due scuole comunali sprovviste di riscaldamento, perché guasto; il tutto a Melito di Napoli.

Problema del quale evidentemente si erano preoccupati  ben poco i preposti se è vero che, come riferito proprio da qualche addetto, non solo il grave disservizio si protraeva  da tempo, ma, addirittura, se i genitori non mandano i propri figli a scuola, rischiano di incappare nell’intervento di un assistente sociale che, a quanto trapelato, potrebbe perfino togliere ai genitori la patria potestà e affidare i bambini a qualche casa-famiglia.

Non è tutto perché, come chiaramente si evince dal servizio, trasmesso venerdì 23 gennaio, nonostante sia espressamente vietato, per non restare all’addiaccio per l’intera giornata lavorativa, alcuni addetti sono costretti ad arrangiarsi con stufette elettriche che, repetita juvant, in siffatti ambienti sono assolutamente vietate.

Tanto per (non) cambiare, quando l’inviato di “Striscia” cerca di chiedere spiegazioni a un “responsabile”, incappa nel solito scaricabarile…

(News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)

Melito di Napoli. Scuole senza riscaldamento: nuovo scoop di Luca Abete (Striscia la Notizia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.