File chilometriche alla stazione di Caserta e abbonamenti finiti

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Caserta – Fila  alla stazione di Caserta, già dalle 5 di mattina, per l’acquisto degli abbonamenti da parte  di coloro che lavorano fuori, tra cui anche parecchi insegnanti.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Alla fine però gli abbonamenti per il Frecciaargento sono esauriti, è questa la  segnalazione che ci giunge da un lettore di Belvedere News.

Disagi dunque per coloro che viaggiano pendolari da Caserta a Roma ma anche altre destinazioni

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

File chilometriche alla stazione di Caserta e abbonamenti finiti

L’AMICA GENIALE, TORNANO LILA E LENÚ A NAPOLI LE RIPRESE DELLA TERZA STAGIONE (FOTO)

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Ritornano Lila e Lenú, protagoniste della serie più amata su Rai 1, l’Amica geniale .

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640

In attesa di vedere sullo schermo la terza stagione , che racconta  il terzo libro di Elena Ferrante , Storia  di chi fugge e chi resta , in questi giorni a Napoli , il cast della serie è ritornato a girare nel rispetto delle norme anti COVID.

Lenú , interpretata da Margherita Mazzucco , sposatasi a Firenze , rimarrà delusa del matrimonio e perderà l’ispirazione per la scrittura , mentre Lila interpretata da Gaia Girace , si iscriverà al Partito Comunista Italiano e prenderà coscienza dello sfruttamento che subisce lavorando in fabbrica . Insieme con Enzo che aiuta a studiare informatica , Lila  troverà lavoro come programmatrice all’IBM.

La produzione , ha pensato di allestire il set di alcuni arredi come la fermata dell’autobus 140 che aveva qui il suo capolinea e portava poi a Posillipo . Altre scene saranno girate anche nell’emiciclo e nella Liberia di Tullio Pironti storico editore della città .

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Questo è solo un assaggio su ciò che vedremo presto su Rai 1 . Nel frattempo tutto il cast sarà impegnato a girare in questi giorni in due piazze storiche della città , piazza del Gesù e piazza Dante , fino ad arrivare al lungomare.

  

  

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

L’AMICA GENIALE, TORNANO LILA E LENÚ A NAPOLI LE RIPRESE DELLA TERZA STAGIONE (FOTO)

Riaprono i Parchi archeologici

Terminata la chiusura di questi mesi, i siti archeologici di Ercolano e Pompei lunedì 18 gennaio accoglieranno nuovamente il pubblico 

I Parchi archeologici di Ercolano e di Pompei, rispettando tutte le norme del distanziamento sociale per la sicurezza di ogni visitatore e di ogni lavoratore, sono pronti per la riapertura e lunedì alle ore 8.30 potranno accogliere i primi visitatori.

Saranno rispettate le misure del nuovo DPCM legate all’emergenza coronavirus in Italia con provvedimenti che saranno in vigore fino al 15 febbraio e che prevede la riapertura dei musei in zona gialla nei giorni feriali.

L’accesso a PaErco sarà permesso dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 17 (con ultimo ingresso alle ore 15.30)

Si accederà al Parco attraverso entrambi gli ingressi di Corso Resina e Viale dei Papiri Ercolanesi.

I siti archeologici del Parco di Pompei saranno aperti dal lunedì al venerdì nei consueti orari:

  • Pompei 9 – 17 con ultimo ingresso 15.30;
  • Museo Libero D’Orsi 9 -17 con ultimo ingresso ore 16.
  • In questa fase di graduale riapertura l’accesso e l’uscita per l’area archeologica di Pompei saranno possibili dal varco di Piazza Anfiteatro.

A Ercolano le attività di bigliettazione saranno svolte esclusivamente in modalità online, con le stesse tariffe adottate nel 2020 in seguito all’emergenza sanitaria internazionale:

  • abbonamento annuale € 13 (oltre 1,50 € per vendita on line)
  • ingresso singolo € 13 per il biglietto oltre € 1,50 per la vendita on line
  • ingresso giovani dai 18 ai 24 anni 2€ (oltre 150 € per vendita on line)
  • gratuità e riduzioni previste dalla normativa vigente.

Anche a Pompei il biglietto di ingresso ai due siti è  acquistabile esclusivamente on-line sul sito http://www.ticketone.itunico rivenditore ufficiale autorizzato.

 Tariffe:

  • Pompei intero: € 14.50 (+ € 1,50 su prevendita online) – ridotto: € 2 (+ € 1,50 su prevendita online)
  • Quisisana € 6 (+ € 1,50 su prevendita online) – ridotto: € 2 (+ € 1,50 su prevendita online

Gratuità e riduzioni come da normativa.

Per Ercolano maggiori informazioni sul sito ercolano.beniculturali.it

Per Pompei maggiori  sono reperibili anche via telefono, al numero 081 77 77 008 e via mail: didattica.ercolano@libero.it, negli stessi giorni e orari di apertura al pubblico.

All’arrivo i visitatori saranno sottoposti a misurazione della temperatura mediante termoscanner. Resta obbligatorio l’utilizzo della mascherina nei luoghi chiusi e aperti, a prescindere dalla distanza interpersonale. Tutte le informazioni relative alle misure di sicurezza del contenimento del contagio da SARS-COV 2 e alle modalità di visita saranno fornite ai visitatori attraverso monitor e cartellonistica.

Le persone con disabilità motoria trovano on line la mappa con le indicazioni utili e potranno rivolgersi al personale di vigilanza presente all’ingresso per ricevere assistenza e indicazioni sul percorso di visita.

Questo slideshow richiede JavaScript.

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Riaprono i Parchi archeologici

CALENDARIO DELLE VACCINAZIONI, CHI SI POTRÀ VACCINARE MESE PER MESE

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Il calendario delle vaccinazioni , a seguire ci saranno tutte le categorie che si potranno vaccinare mese per mese:

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640

GENNAIO:  medici, infermieri , operatori sociosanitari , degenti nella RSA e ultra 80enni.

FEBBRAIO: medici infermieri, operatori sociosanitari , degenti nella RSA e ultra 80enni.

MARZO: medici, infermieri , operatori sociosanitari , degenti nella RSA e ultra 80enni.

APRILE: pazienti con patologie cronache a rischio e immunodeficienza , personale scolastico a rischio e over 60.

MAGGIO: pazienti con patologie cronache a rischio e immunodeficienza , personale scolastico a rischio e over 60.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

GIUGNO: pazienti con patologie cronache a rischio e immunodeficienza , personale scolastico a rischio e over 60.

LUGLIO: completamento del personale scolastico , persone con patologie cronache a medio rischio , lavoratori delle forze dell’ordine .

AGOSTO: completamento del personale scolastico , persone con patologie cronache a medio rischio , lavoratori delle forze a dell’ordine .

SETTEMBRE : completamento del personale scolastico , persone con patologie cronache a medio rischio , lavoratori delle forze dell’ordine.

OTTOBRE : completamento della copertura vaccinale sul resto della popolazione senza vincoli di età né di condizioni di salute.

NOVEMBRE: completamento della copertura vaccinale sul resto della popolazione senza vincoli di età e né di condizioni di salute .

DICEMBRE: completamento della copertura vaccinale sul resto della popolazione senza vincoli di età e né di condizioni di salute .

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

CALENDARIO DELLE VACCINAZIONI, CHI SI POTRÀ VACCINARE MESE PER MESE

Uomo aggredito si rifugia in Questura a Caserta

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Caserta  – un uomo di anni 40 , nella giornata di ieri sabato 16 gennaio, aggredito e malmenato da ignoti , per sottrarsi alla furia degli aggressori ,si è rifiugiato in Questura dove ha denunciato l’ accaduto.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Secondo le prime indiscrezioni l’ uomo avrebbe dichiarato di non conoscere e di non aver mai incontrato prima le persone dalle quali è sfuggito.Gli inquirenti stanno indagando sull’ accaduto.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Uomo aggredito si rifugia in Questura a Caserta

CASERTA, QUANDO E DOVE SEGUIRE L’INGRESSO DEL NUOVO VESCOVO

Liceo Manzoni Caserta 640×300

CASERTA. Nella giornata di mercoledì 20 Gennaio 2021 alle ore 18.00 presso la diocesi di Caserta ci sarà là solenne celebrazione per la cerimonia d’ingresso del vescovo S.E. Mons. Pietro Lagnese .

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

La celebrazione con l’arrivo del vescovo sarà possibile seguirla sulle frequenze di VideoNola ( canale 88 ), Gigli Tv ( canale 623) e sulla pagina  Facebook della Diocesi : Facebook/ diocesidicaserta.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

CASERTA, QUANDO E DOVE SEGUIRE L’INGRESSO DEL NUOVO VESCOVO

Il Film, Santa Lucia

Riprese ultimate a Napoli per Santa Lucia primo lungometraggio di Marco Chiappetta con Renato Carpentieri e Andrea Renzi 

NAPOLI – Ultimo giorno di riprese a per Santa Lucia, opera prima del ventinovenne sceneggiatore e regista partenopeo Marco Chiappetta.

Il lungometraggio è prodotto da Teatri Uniti e RiverStudio e realizzato con il contributo della DG Cinema e Audiovisivo del MiBACT e di Regione Campania-Fondazione Film Commission Regione Campania.

Protagonisti di Santa Lucia sono due grandi interpreti della scena cinematografica e teatrale italiana, Renato Carpentieri e Andrea Renzi, nei ruoli di due fratelli, Roberto e Lorenzo.

Avvincente e misteriosa, la loro parabola umana si svela nella crescente intensità dei particolari, nei frammenti che uniscono numerosi salti temporali costruiti e calati nel vuoto, silenzioso e assordante, della città.

Napoli – ha sottolineato Marco Chiappetta – è la protagonista di questa storia. È una Napoli quasi onirica, spettrale e crepuscolare, una città apparentemente deserta, come una domenica d’inverno. Non vediamo i passanti, né le auto, né i motorini, né le donne urlanti affacciate ai bassi e ai balconi, né i bambini che giocano per strada, nessun personaggio al di fuori dei protagonisti, ma ne avvertiamo la vitalità nei suoi rumori e nelle tante voci dei suoi abitanti.

Una città in cui si sviluppa il racconto del ritorno di Roberto, scrittore diventato cieco dopo quaranta anni vissuti a Buenos Aires, e del suo incontro con il fratello Lorenzo. Un passato inquietante riaffiora dai ricordi d’infanzia e di giovinezza che si ricompongono in una labirintica e vertiginosa ricostruzione dagli echi borgesiani.

Oltre a Renzi e Carpentieri, il cast accoglie interpreti di più generazioni, da Bianca Maria D’Amato a Antonia Marrone, Edoardo Sorgente, Alfredo Ciruzzi e i piccoli Giuseppe Festinese, Manuel Carolla, Suami Puglia.

Giogiò Franchini per il montaggio, Lino Fiorito per le scene, Daghi Rondanini per il suono, Costanza Boccardi per il casting, ai quali si aggiungono due fra i migliori talenti dell’ormai ricchissimo panorama creativo del cinema in Campania, la costumista Giovanna Napolitano e il direttore della fotografia Antonio Grambone.

A trent’anni da “Morte di un matematico napoletano” di Mario Martone e a venti da “L’uomo in più” – ha aggiunto il produttore Angelo Curti – affascinati dalla sorprendente sceneggiatura d’esordio di un giovane napoletano, siamo riusciti con Teatri Uniti a riunire buona parte del team creativo che accompagnò l’opera prima di Paolo Sorrentino.

Secondo Maurizio Fiume, che con la sua RiverStudio, startup creata insieme a Flora Fiume, coproduce il film: Un primo importante risultato di questo progetto, che pure ha dovuto lottare con ritardi e interruzioni per l’emergenza sanitaria, è aver formato una troupe composta prevalentemente da giovani nati negli anni novanta e tutti, tranne uno, della nostra regione, testimonianza significativa dello sviluppo delle professionalità cinematografiche della Campania, anche grazie al proficuo impegno delle istituzioni preposte.

 

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Il Film, Santa Lucia

Niente paura: il pubblico ministero è già un quarto potere

Archivio Notizie Precedenti

Agenzia Stampa Mediapress – Quotidiano on line diretto da Ferdinando Terlizzi – Testata giornalistica registrata al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere – (CE) con il num. 430/93 – Sede Legale: Corso Aldo Moro, 276 81055 Santa Maria Capua Vetere – (CE) – Telefono 388 429 38 28

Sito Web Realizzato da SimplyWeb

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Niente paura: il pubblico ministero è già un quarto potere

Un patrimonio che si disperde

Necessaria una rapida azione di tutela del patrimonio architettonico di Napoli dopo il lungo rimpallo di responsabilità. La dichiarazione del consigliere della Municipalità 1 Francesco Carignani 

L’arco borbonico ed il patrimonio a rischio: è il tema del webinar che  si terrà mercoledì 20 gennaio alle ore 18.30.

Al dibattito inteverranno il professor Alessandro Castagnaro, dell’Università di Napoli Federico II e Presidente di ANIAI | Associazione Nazionale Ingegneri e Architetti Italiani – Delegazione Campania, e la Professoressa Renata Picone, direttrice della Scuola di Specializzazione in beni architettonici e del Paesaggio dell’Ateneo federiciano.

La discussione sarà introdotta e moderata da Francesco Carignani, consigliere della Municipalità 1 di Napoli.

Un altro danno enorme per il patrimonio di Napoli, un crollo annunciato: la mareggiata dello scorso 2 gennaio che si è abbattuta sul Lungomare Caracciolo ha causato il collasso dell’Arco Borbonico, già in condizioni precarie, nonchè la devastazione quasi irrimediabile del pontile di Castel dell’Ovo, un tempo dotato di batterie di cannoni. Il rischio è che i preziosi blocchi squadrati di pietra vesuviana vengano dispersi o, peggio ancora, trafugati..

Per seguire la diretta: http://www.facebook.com/associazionemusae/

Lo Speakerscorner ha raccolto la dichiarazione del consigliere Francesco Carignani:

Durante questo incontro online capiremo insieme la storia di questo monumento, a cominciare dal fatto se sia veramente di origine borbonica o meno. Chiariremo anche la sua funzione: secondo molti era il terminale di una fogna, per altri un piccolo approdo.

Capiremo come siamo arrivati alla situazione attuale, ad un lungo rimpallo di responsabilità ed alle segnalazioni prima della mareggiata del 2 gennaio. Cercheremo di capire insieme anche il futuro dell’arco, come sarà ricostruito, ma anche l’importanza ed il valore di questi beni nella società odierna.

Il discorso si sposterà poi sul patrimonio culturale in pericolo a Napoli, per comprendere cosa è stato fatto fino ad ora e perché le istituzioni hanno così tante difficoltà a tutelare il patrimonio.

Personalmente oltre tutti i problemi di natura burocratica, credo che un ruolo importante viene anche rappresentato dai cambiamenti climatici, incredibili acceleratori di deterioramento. Con queste problematiche, le istituzioni non possono più rimandare la destinazione di risorse più importanti e l’attuazione di strumenti differenti che permettano un’azione di tutela più rapida.

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Un patrimonio che si disperde

Castel Campagnano. A ‘C’è posta per te’ la toccante storia di Salvo, diciottenne che reincontra il padre


Ha dimostrato anche una volta la sua bravura Maria De Filippi, Continua a leggere