Mercato Ortofrutticolo: Il Tribunale di Napoli Nord continua a dare ragione al Comune

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Aversa-L’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Golia, unitamente all’Assessore al ramo, Dott. Mario De Michele, difesa dall’avvocatura comunale, nelle persone degli avv. Giuseppe Nerone e Domenico Pignetti, continua ad agire in modo legittimo ed opportuno.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640

Il Tribunale di Napoli Nord ha, infatti, rigettato l’istanza cautelare promossa da un operatore del mercato (ricordiamo che diversi sono gli operatori che hanno promosso ricorso) avverso l’Ordinanza di pagamento emessa dal Comandante Guarino. Dopo anni in cui gli operatori non avevano provveduto al pagamento delle tariffe fissate dal Consiglio Comunale sono finalmente giunte le ordinanze del dirigente.
Ed infatti, il Comune di Aversa, con ingiunzioni di pagamento, richiedeva agli operatori del mercato ortofrutticolo, il pagamento dei canoni non versati per l’occupazione dei relativi stand del mercato ortofrutticolo.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Avverso tali ingiunzioni di pagamento essi operatori proponevano opposizione innanzi al competente Tribunale di Napoli Nord, chiedendo, in via preliminare, l’immediata sospensione delle opposte ordinanze.

A tal riguardo, occorre precisare che il Tribunale di Napoli Nord, con un orientamento ormai consolidato, ha rigettato, in via cautelare, le richieste istanze di sospensione delle ordinanze di ingiunzione.

Continua così l’attività di controllo e di legalità dell’Amministrazione Comunale, anche con conseguente recupero dei crediti.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Mercato Ortofrutticolo: Il Tribunale di Napoli Nord continua a dare ragione al Comune

Caserta. Donna Vittoria (Leone) cittadina benemerita: esulta Mario De Florio, decano della politica locale


La decisione del Sindaco  e del Consiglio Comunale casertano

Continua a leggere

Aversa, prevenzione ambientale: sequestri e controlli

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Aversa-Nell’arco della mattinata di oggi 14 gennaio 2021, la Polizia Municipale di Aversa, in coordinamento con i Carabinieri di Aversa ed i Carabinieri Forestali, la Guardia di Finanza di Aversa, la Polizia Metropolitana di Napoli ed il supporto del personale dell’Esercito, ha eseguito due diversi sequestri penali di aree private adibite a deposito incontrollato di rifiuti speciali e pericolosi e di due officine, una adibita alla lavorazione di infissi in ferro e una di riparazione/rivendita pneumatici.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640

I controlli sono stati eseguiti nell’ambito delle attività del “Patto per la Terra dei Fuochi”, promosso tra gli altri dall’Incaricato del Ministro dell’Interno per il contrasto del fenomeni dei roghi in Campania, Dott. Filippo Romano, e le Amministrazioni locali, tra le quali la Città di Aversa che ha sottoscritto l’accordo il 10 luglio 2019 presso la Prefettura di Caserta.

Sul campo sono stati impegnati 10 Agenti della Polizia Municipale di Aversa, coordinati direttamente dal Comandante Stefano Guarino, 2 Carabinieri dell’Arma di Aversa e una pattuglia dei Carabinieri Forestali della Stazione di Marcianise, 3 Militari della Guardia di Finanza oltre a 6 ulteriori unità dell’Esercito.

I sequestri hanno riguardato:
1. un’area area dell’estensione complessiva di circa 250 metri quadri in Via Altavilla, zona Borgo di Aversa, dove risultano accumulati rifiuti di ogni genere per circa 130 metri cubi;

2. un’officina per la lavorazione di infissi in Via IV Novembre, area di un ente pubblico, su cui sono state denunciate anche le relative opere edilizie;

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

3. un’officina di gommista in Viale Europa dove vi era un notevole accumulo incontrollato di pneumatici (oltre 1.000 metri cubi);

Nel corso dei controlli eseguiti sono state identificate e denunciate nel complesso 12 persone, residenti ad Aversa ed in alcuni comuni dell’hinterland.

I controlli dei Carabinieri Forestali e della Guardia di Finanza hanno riguardato un’officina di carrozzeria ubicata in Via Masaniello, sottoposta a sequestro per violazione della normativa ambientale.

Sono stati inoltre sottoposti a controlli in Viale Europa veicoli per la verifica dell’eventuale trasporto rifiuti, con la verifica di 21 veicoli e l’identificazione di 27 persone.

I relativi fascicoli saranno trasmessi anche all’Ufficio Ambiente del Comune di Aversa per l’adozione dei provvedimenti di ordinanza di rimozione e bonifica.
La Polizia Municipale continuerà a mantenere alto il livello dei controlli in materia ambientale.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Aversa, prevenzione ambientale: sequestri e controlli

Benevento. Zootecnia: la Regione ‘nicchia’ e gli allevatori manifestano venerdì a S.Colomba

Venerdì 15 Gennaio 2021 dalle ore 10:30, in Piazza Gramazio (Santa Colomba) Continua a leggere

Napoli, medico del Pascale lucrava su alcuni malati oncologici

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Napoli – Presso il Tribunale del capoluogo campano è stata depositata ed immediatamente eseguita una ordinanza di custodia cautelare di arresti domiciliari nei confronti di un conosciuto dirigente medico, Raffaele Tortoriello, dell’istituto nazionale tumori Pascale di Napoli.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640

Il medico, tra l’altro già direttore del day surgery ed era stato già interdetto dalla professione, perché indagato per violenza sessuale, ma ora la sua posizione si è aggravata a seguito di nuove risultanze investigative abbastanza gravi.

Il dottore in questione, in più occasioni ,avrebbe posto in essere reiterate azioni e condotte finalizzate all’inquinamento delle prove raccolte a suo carico con episodi di concussione e malasanità reiterati nel tempo.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Secondo le ulteriori risultanze, l’uomo ha prospettato a dei malati e ad alcuni pazienti oncologici gravi (donne in particolar modo) la possibilità  di effettuare un intervento chirurgico invece non assolutamente necessario.

Il suo obiettivo sarebbe stato chiaro per gli inquirenti, ossia indurre i pazienti a sottoporsi ad operazioni a pagamento in una struttura sanitaria diversa dall’Ospedale Pascale di Napoli nel quale egli stesso prestava servizio.

L’ordinanza di custodia, emessa dal giudice per le indagini preliminari (GIP) del tribunale di Napoli, è stata eseguita nella giornata odierna, dai carabinieri del NAS e dagli agenti del commissariato di polizia Napoli-Arenella.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Napoli, medico del Pascale lucrava su alcuni malati oncologici

Alife. Anno nuovo, vicario nuovo: rimpasto di metà mandato per l’esecutivo della sindaca Di Tommaso

Rimpasto di metà mandato: nominata la nuova giunta comunale: 

Continua a leggere

L’infiltrato speciale

Napoli, fila per la vaccinazione: una troupe della Rai guidata da un giornalista infiltrato. Si attendono chiarimenti sul gravissimo episodio 

L’ASL Napoli 1 ha denunciato che una troupe della Radiotelevisone di Stato ha cercato di  inserirsi tra gli operatori sanitari in fila per essere vaccinati. La troupe era stata inciata dalla trasmissione Oggi è un altro giorno, un format di intrattetimento.

Ritengo doveroso che la Rai faccia chiarezza sul gravissimo episodio accaduto presso la Mostra d’Oltremare di Napoli dove un giornalista professionista laziale, che lavorava a un servizio per una delle trasmissioni di Rai 1, si è infiltrato nelle file riservate a medici e infermieri per le vaccinazioni, fingendosi operatore sanitario. Un comportamento che configura diverse violazioni delle norme deontologiche e che non fa onore all’intera categoria.

Lo ha detto Domenico Falco, presidente del Corecom | Comitato Regionale per le Comunicazioni della Campania.

Ottavio Lucarelli

Anche il presidente Lucarelli ha commentato lo spiacevole episodio: L’Ordine della Campania invierà una segnalazione all’Ordine del Lazio in relazione al comportamento di un giornalista professionista laziale che stamattina al Covid center della Mostra d’Oltremare, secondo la denuncia della Direzione della Asl Napoli uno, fingendosi medico ha tentato di entrare, senza successo per l’intervento della sicurezza, nelle file riservate ai sanitari per la somministrazione dei vaccini. Non è questo un esempio di buon giornalismo. Le inchieste-spettacolo danneggiano la nostra professione e in particolare quei colleghi che da mesi in strada raccontano correttamente l’evolversi della pandemia. Il giornalista laziale è stato inviato da una trasmissione-contenitore di Rai uno e, a questo punto, ci chiediamo se i responsabili di “Oggi è un altro giorno” hanno inviato giornalisti in tutta Italia o solo a Napoli, Al di là della magra figura del “falso medico” c’è da considerare che sempre, a partire dai temi che riguardano la salute dei cittadini, vanno rispettate le norme deontologiche.

Continua Falco: In particolare … esprimo solidarietà ai dirigenti e a ai lavoratori dell’Asl Napoli 1 che stanno gettando il cuore oltre l’ostacolo nell’attività vaccinale. Prova ne sia che la nostra regione è prima in Italia per numero di somministrazioni. In un periodo particolarmente critico come quello che stiamo vivendo a causa della crisi pandemica, il ruolo dell’informazione riveste una funzione straordinariamente delicata nel fornire notizie utili e veritiere ai cittadini. Non è tollerabile che si approfitti dell’emergenza per fare scandalo e per cercare scoop a tutti i costi. Specie se si lavora per la tv di pubblico servizio.

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

L’infiltrato speciale

Gennaro Mona (Presidente OPI Caserta): vaccini anticovid per tutti gli iscritti all’Ordine.

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Da presidente dell ordine delle professioni infermieristiche di caserta Sono molto soddisfatto per l’obiettivo raggiunto poichè qualche giorno fa avevo inviato una richiesta sia al presidente della regione Campania sia al direttore generale dell asl caserta di estendere la campagna vaccinale a tutta la categoria degli infermieri poichè ci sono colleghi che svolgono la libera professione e quindi sopratutto impegnati in ambito domiciliare e chi è stato collocato in quiescenza ma svolge ancora la professione. Oggi abbiamo avuto riscontro dall’Asl, con nota prot.31443/CG del 14/01/2021, dove tutti gli iscritti all’Opi Caserta, secondo una calendarizzazione, avranno la priorità per la campagna vaccinale antiCovid-19.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

E doveroso da parte mia e da tutti gli organi dell’OPI CASERTA Ringraziare la Regione Campania, il Direttore generale dell’ asl caserta ferdinando russo e il direttore del servizio controllo di gestione dr michele tari per il tempestivo riscontro.
Nei prossimi giorni, attraverso un comunicato sul nostro sito daremo le indicazioni sull’organizzazione e sulla calendarizzazione della campagna vaccinale.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Gennaro Mona (Presidente OPI Caserta): vaccini anticovid per tutti gli iscritti all’Ordine.

Gennaro Mona (Presidente OPI Caserta): vaccini anticovid per tutti gli iscritti all’Ordine.

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Da presidente dell ordine delle professioni infermieristiche di caserta Sono molto soddisfatto per l’obiettivo raggiunto poichè qualche giorno fa avevo inviato una richiesta sia al presidente della regione Campania sia al direttore generale dell asl caserta di estendere la campagna vaccinale a tutta la categoria degli infermieri poichè ci sono colleghi che svolgono la libera professione e quindi sopratutto impegnati in ambito domiciliare e chi è stato collocato in quiescenza ma svolge ancora la professione. Oggi abbiamo avuto riscontro dall’Asl, con nota prot.31443/CG del 14/01/2021, dove tutti gli iscritti all’Opi Caserta, secondo una calendarizzazione, avranno la priorità per la campagna vaccinale antiCovid-19.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

E doveroso da parte mia e da tutti gli organi dell’OPI CASERTA Ringraziare la Regione Campania, il Direttore generale dell’ asl caserta ferdinando russo e il direttore del servizio controllo di gestione dr michele tari per il tempestivo riscontro.
Nei prossimi giorni, attraverso un comunicato sul nostro sito daremo le indicazioni sull’organizzazione e sulla calendarizzazione della campagna vaccinale.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Gennaro Mona (Presidente OPI Caserta): vaccini anticovid per tutti gli iscritti all’Ordine.