Procida Capitale della Cultura

L’ingresso del Parco Archeologico sarà illuminato di rosa per sostenere la candidatura di Procida a Capitale della Cultura 2022 

ERCOLANO (NA) . La cultura non isola è lo slogan che accompagna la candidatura di Procida a Capitale italiana della cultura 2022 e il Parco Archeologico, sempre attivo nella costruzione della collaborazione territoriale, stavolta insieme a cantanti, attori e istituzioni campane coglie questa ulteriore occasione per fare rete. Dalla serata di lunedì 11 gennaio, e fino al 18 gennaio,  l’ingresso monumentale si illuminerà di rosa, così come a Procida il bellissimo Palazzo Montefusco o Palazzo della Catena che si affaccia sul porticciolo di Marina Grande.

L’iniziativa è stata proposta dal sindaco di Ercolano Ciro Bonajuto e prontamente raccolta dal Parco per fare sinergia e collaborare in favore delle eccellenze campane.

Anche la Regione Campania ha aderito al Comitato promotore Procida Capitale della Cultura per l’anno 2022 per realizzare insieme con il Comune di Procid, alla comunicazione e promozione a  sostegno della prestigiosa candidatura e l’immagine della Campania sul mercato nazionale.

Procida è l’unico comune campano tra i dieci finalisti ammesso lo scorso 16 novembre alla fase finale della procedura di selezione. Una Giuria assegnerà il titolo dopo una audizione pubblica che si terrà il 14 e 15 gennaio.

È un momento in cui la sfida è quella del turismo di prossimità – ha dichiarato il direttore Francesco Sirano, che proprio quest’anno ha ricevuto a Procida il Premio intitolato a Concetta Barra– e quindi partecipiamo a supporto della candidatura di Procida a Capitale italiana della cultura 2022. Si tratta di un segnale di sostegno che il Parco desidera esprimere con il territorio abbracciando con entusiasmo l’iniziativa dell’Amministrazione comunale di Ercolano. Procida rappresenta una bellezza del nostro territorio che va sicuramente valorizzata e la coesione tra le realtà locali potrà condurre verso tale scelta che rappresenterebbe un ritorno culturale e sociale per tutta la Campania. Quindi, tutti uniti per questo unico scopo!

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Procida Capitale della Cultura

Operai incatenati per chiedere il pagamento delle spettanze arretrate.

Liceo Manzoni Caserta 640×300
Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
Mediaservice Caserta 640×300

Alcuni operai del Consorzio Unico del bacino Napoli – Caserta in servizio alla discarica Resit si sono incatenati questa mattina dinanzi alla sede dell’Assessorato regionale all’Ambiente di via Alcide De Gasperi per chiedere il pagamento delle spettanze arretrate.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

I promotori della protesta lamentano anche condizioni difficili con le quali si scontrano quotidianamente sul sito presso il quale lavorano. Seguono le parole di Antonio Sollazzo, uno degli operai del Consorzio e famoso per aver minacciato nel 2014 di gettarsi nel vuoto dall’impalcatura del Teatro Ariston di Sanremo.


«Siamo rimasti in 11 senza futuro. Centinaia di lavoratori del Consorzio di Bacino
– afferma Antonio spiegando i motivi per cui lui e un altro operaio hanno deciso di incatenarsi –. Sono stati ricollocati o presso la società dei rifiuti del Comune di Napoli Asìa o presso la società provinciale dei rifiuti, Sapna mentre per noi undici non c’è alcuno spiraglio. In più sul sito della resit, tra i più inquinati d’Europa, i servizi igienico-sanitari sono scarsi. È una situazione difficile».

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Operai incatenati per chiedere il pagamento delle spettanze arretrate.

Mondragone. Valerio Bertolino : Amministrazione lontana dai cittadini

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Soltanto un’operazione di facciata con un comunicato stampa a metà dicembre, un tentativo maldestro di coinvolgimento della minoranza e l’avviso pubblicato solo in questi giorni dopo aver perso tanti mesi senza curare la possibilità di utilizzare repentinamente le risorse come hanno fatto diverse amministrazioni comunali anche di territori circostanti, ma ancora peggio e’ che neanche a Natale i Mondragonesi hanno potuto contare su tale segnale di vicinanza da parte dell’amministrazione.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
Mediaservice Caserta 640×300
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

In più, e non da meno, risulta essere improponibile l’abbattimento di fatto delle risorse per quelle categorie che hanno e stanno soffrendo di più il lockdown, come ad esempio commercianti ed artigiani, al fine di favorire quelle categorie in un certo senso già sostenute da altri livelli dell’apparato statale, come ad esempio i liberi professionisti e gli autonomi. Risalta agli occhi, poi, che vogliono dare i contributi ai circoli togliendo altre risorse a chi ne ha più necessità, dimenticando che essi rimangono dei luoghi di incontro per lo svago, il divertimento e la ricreazione e non strumenti per il sostentamento di famiglie. In ultimo, paradossale ed ingiustificato, risulta essere la richiesta di regolarità tributaria nei confronti del comune a tutti quelli che dovranno percepire, di fatto dimenticando il momento che si sta vivendo e le difficoltà che anzitutto non hanno consentito a tanti di poter pagare le tasse per continuare a mettere almeno il piatto a tavola per le proprie famiglie”. Così in una nota il capogruppo consiliare dell’opposizione di centro destra Valerio Bertolino.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Mondragone. Valerio Bertolino : Amministrazione lontana dai cittadini

RISSA E ACCOLTELLAMENTO, SUL LUNGOMARE DI MERGELLINA

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Napoli (Mergellina) – Sarebbe scoppiata una rissa a Napoli, nella tarda serata di ieri sera  precisamente nella zona di Mergellina, sul lungomare napoletano, cinque persone sarebbero state denunciate per una mega rissa che ha  visto anche lo spuntare di alcuni coltelli e fendenti tra due gruppi di persone, ossia tre italiani e due equadoregni, tra le due fazioni già però c’erano dei dissapori pregressi.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
Mediaservice Caserta 640×300
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Uno dei cinque ‘contendenti’ un uomo di anni 58 facente parte della fazione degli equadoregni, è finito in Ospedale ma non pare in pericolo di vita.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

RISSA E ACCOLTELLAMENTO, SUL LUNGOMARE DI MERGELLINA

Lavori variante ANAS di Caserta

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Ci saranno dei lavori all’interno di quella che è  la Variante ANAS che da Caserta porta sino a S. Maria Capua Vetere.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
Mediaservice Caserta 640×300

Ci saranno dunque delle chiusure all’interno del tratto o della tratta stradale che da Caserta, porta a S. Maria Capua Vetere, (la variante ANAS nel senso opposto di marcia arriva sino a Maddaloni).

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Lavori di manutenzione sul sistema di telecontrollo e gestione della galleria ‘Parco della Reggia’, situata tra il km 8,700 ed il km 10,505 della strada statale 700 “della Reggia di Caserta”, da lunedì 11 e fino a lunedì 18 gennaio 2021 il tunnel sarà chiuso al transito, in esclusivo orario notturno compreso tra le 21.00 e le 6.00 del giorno successivo.

A seguito delle interdizioni notturne, che non riguarderanno la notte tra sabato e domenica, restano validi i percorsi alternativi precedentemente individuati. Per la viabilità alternativa per i mezzi di massa inferiore a 3,5 tonnellate, in direzione Maddaloni, è consigliata uscita via San Leucio, via Tenga, via Ponte, via Tescione, via Amalfi, via La Pira, via Cappuccini (ingresso SS700 – svincolo Caserta Ospedale); in direzione Santa Maria Capua Vetere, uscita via Cappuccini, piazza della Rimembranza (cimitero), via Raffaello, viale Cappiello, viale Beneduce, via Roma, viale Ellittico, SS7 Appia, via Tifata, SS700 svincolo di Casagiove.

 
Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Lavori variante ANAS di Caserta

In arrivo la ‘zona bianca’, nuovo dpcm al vaglio

Liceo Manzoni Caserta 640×300
Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
Mediaservice Caserta 640×300

E’ stato confermato il coprifuoco alle 22 e si inizia ad inserire la zona bianca. E’ quanto si apprende al termine della riunione del premier Giuseppe Conte con i capi delegazione in vista di due nuovi provvedimenti, che saranno probabilmente un Decreto legge e un Dpcm. Sulle soglie dei parametri che decreteranno i colori delle zone e sulla durata del nuovo Dpcm che sarà in vigore dal prossimo 16 gennaio – si apprende al termine della riunione – si deciderà dopo il vertice con le regioni e le comunicazioni al Parlamento del ministro della Salute, Roberto Speranza, il prossimo 13 gennaio.

Potrebbe essere prolungato il divieto di spostamenti anche tra Regioni “gialle”. E’ l’ipotesi che emerge dal vertice di governo in vista del nuovo dpcm con le misure anti contagio.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Sull’ipotesi, viene spiegato, ci si confronterà con le Regioni, nell’incontro già programmato. Viene invece smentita, da fonti di governo, l’ipotesi di una stretta nei weekend che renderebbe tutte le regioni “arancioni”.

Una delle ipotesi al vaglio del governo per il prossimo Dpcm sarebbe quella di varare una stretta anti-movida, vietando l’asporto dalle 18 esclusivamente per i bar. Saranno quindi consentite solo le consegne a domicilio. La proposta dovrà comunque essere sottoposta alle regioni nel vertice di lunedì con il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia.

Si va verso un rinvio dell’apertura dell’impianti sciistici. E’ quanto sarebbe emerso dal vertice di governo in vista del nuovo dpcm con le misure anti contagio, a partire dal 15 gennaio. In ogni caso si attende il parere dei tecnici sulle nuove proposte che devono arrivare dalle Regioni dopo che erano state invitate ad aggiornare il protocollo.

Il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia ha convocato per lunedì mattina una riunione con Regioni, Anci e Upi con all’ordine del giorno le misure per il nuovo Dpcm. All’incontro, in programma alle 10.30, parteciperà in video conferenza anche il ministro della Salute Roberto Speranza.

Fonte Ansa.it

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

In arrivo la ‘zona bianca’, nuovo dpcm al vaglio

Aversa Normanna asfalta e tramortisce la Smi Roma

Liceo Manzoni Caserta 640×300

La Normanna Aversa Academy ci ha preso gusto. Secondo 3-0 di fila dei ragazzi di coach Giacomo Tomasello che dopo il trionfo con Palmi riescono a regalare ancora 3 punti ai tifosi con una prestazione davvero sontuosa.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
Mediaservice Caserta 640×300

Solamente ad inizio gara c’è stata qualche difficoltà poi ,contro la Smi Roma, Alfieri e compagni hanno dominato in lungo e in largo, riuscendo ad amministrare i vantaggi e a riscattare anche il ko dell’andata.

PRIMO SET. Subito ace dell’ex Mandolini: 0-1. Primo +2 ospite quando Coggiola trova un buon primo tempo per il 2-4. Ancora un servizio vincente (questa volta di Morelli) e poi ancora Coggiola al centro e la Smi Roma cerca l’allungo (4-7). La Normanna prova a rifarsi sotto (10-11) ma Mandolini rimanda indietro l’Academy con un muro e poi Cester spara out ed è di nuovo -1 (10-13). Grande difesa di Titta in volo, alzata per l’opposto Rossi che non ci pensa due volte e dai 6 metri attacco a tutto braccio piegando la resistenza di Calitri. Sul 10-15 primo time-out del match di coach Tomasello. Al rientro in campo Alfieri e compagni alzano il muro, Darmois fa quello che deve fare e si è subito 13-16. E a fermare tutto per 30 secondi questa volta è coach Budani. Roma è in bambola, monster block dello schiacciatore francese e pareggio a 16. Academy on fire. Il sorpasso è nell’aria: Darmois fa il fenomeno e trova anche l’ace. E’ 18-17. Ancora un super muro (di Bonina) e secondo time-out della Smi sul 20-18. L’attacco out di De Fabritiis permette ad Aversa di lanciarsi sul 22-18. Cester passa nel muro ed è +5. Sacripanti mura l’avversario e regala ben 6 set point con Manuel Conte che continua nel suo periodo vincente alla battuta. Chiude Cester: 25-19.

SECONDO SET. Parte con la quinta marcia la Normanna che subito trova il +3 con Alfieri a muro e poi con l’errore al palleggio di Morelli per il 6-3. La prima squadra ad arrivare a 10 è ovviamente quella di Tomasello con il tocco a rete di Bonina e ci sono ancora tre punti di vantaggio. Che diventano 4 pochi secondi dopo quando Alfieri trova il servizio vincente dell’11-7 che costringe coach Budani a giocarsi il primo ‘tempo’ del secondo parziale. Sull’invasione a rete di Rossi la formazione di casa cerca l’allungo decisivo (14-9). Cester passa ovunque: in diagonale, in parallela e dalla seconda linea. Suo il +7 (16-9). Darmois è in serata di grazia, trova anche l’ace con un servizio perfetto ad incrociare ed è 21-12. Parziale quasi chiuso. L’allenatore di Roma prova a cambiare qualcosa, manda in campo anche qualche seconda linea ma non riesce a cambiare le sorti del set. Si va punto a punto fino al termine, con Aversa che amministra bene senza soffrire più di tanto. Manuel Conte entra e trova l’ace per il 23-15. Rossi di Roma va a rete e quindi il tabellone dice 24-16. Primo set point annullato ma non il secondo: ci pensa Sacripanti che sfrutta anche le mani del muro per il 25-17 col quale si cambia campo.
TERZO SET. La Normanna inizia ancora una volta bene ma poi subisce la reazione dei capitolini che di certo non vogliono mollare la presa subito e quindi iniziano a mettere in campo tutto quello che hanno e quando vanno avanti appena di un punto (6-7) coach Tomasello richiama i suoi ragazzi e chiede concentrazione, grinta e tanto cuore. Sull’invasione a rete di Fortes la Smi Roma va +2 (8-10). Poi Darmois (aiutato dalla rete) e il muro di Sacripanti riportano la gara sull’equilibrio. Poi si va avanti a suon di sorpassi e contro sorpassi. Bella pallavolo e sfida esaltante. Sacripanti però la vuole chiudere prima: due aces di fila e 17-15. Coach Budani chiede il time-out. Muro da applausi di Fortes che poi viene stretto da tutto il gruppo: è 19-16 e+3 in un momento decisivo del match. Due punti di fila di Cester con due bombe in diagonale che piegano la difesa capitolina e sembra fatta quando l’allenatore della Smi Roma chiede 30 secondi ma guarda il risultato che dice 22-18. Sacripanti sfrutta il muro non perfetto di Morelli e stampa il 24-19. Chiude sempre lui: imprendibile, Aversa vince 3-0. Gara fantastica. E’ 25-19.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

NORMANNA AVERSA ACADEMY: Alfieri 1, Simonelli, Calitri (L), Di Meo (L2), Bongiorno, Darmois 16, Fortes 6, Sacripanti 10, Diana, Mille, Ricco, Cester 13, Bonina 5, Conte 1. All. Tomasello. Ass. Angeloni

SMI ROMA: Morelli 2, Coggiola 8, De Fabritiis 2, Franchi, Antonucci 3, De Vito, Rossi 15, Titta (L1), Consalvo, Tozzi, Milone (L2), Sideri 2, Iannaccone, Mandolini 10. All. Budani. Ass. Saltimbanco.

ARBITRI: Giuseppe De Simeis e Stefano Chiriatti

CREDIT PHOTO: Anna De Gregorio

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Aversa Normanna asfalta e tramortisce la Smi Roma

Tagli al personale della Reggia sul tavolo del Ministro

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Caserta – Ci sono e ci potrebbero essere alcuni tagli al personale della Reggia di Caserta, per quel che concerne la vigilanza o gli addetti a quella che è la sorveglianza, del principale monumento della città di Caserta, nonché per quel concerne la manutenzione e restauri della Reggia di Caserta.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
Mediaservice Caserta 640×300

E’ stata presentata presentata un’ interrogazione parlamentare che è arrivata sino al  Parlamento della Repubblica italiana, per essere più  precisi sarà sottoposta al vaglio ed all’attenzione anche di uno dei ministri, ossia, Dario Franceschini.

Questo un breve ‘sunto’ di quanto accaduto:  la Ales Arte Lavoro, che non è altro che una società in house del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, detiene il 100% del pacchetto azionario, ed è impegnata in un’ attività di supporto alla conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale, nonché agli uffici tecnico-amministrativi del socio unico.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Alcuni senatori della Repubblica, ossia parliamo dei seguenti membri del Parlamento: La Mura, GaudianoNaturale, Angrisani, MontevecchiLannuttiMautoneDonno, VaninRomano Giannuzzi hanno chiesto a Franceschini un intervento per tutelare i lavoratori all’interno della Reggia di Caserta.

La Ales arte lavoro, in quello che è emerso all’interno del documento parlamentare, del quale ne riportiamo uno stralcio  si è cosi dichiarata “La Ales arte Lavoro, ha recentemente dichiarato che non provvederà al rinnovo dei contratti a tempo determinato in scadenza all’interno della Reggia, sarebbero un centinaio i lavoratori addetti alla sorveglianza, alla manutenzione ed ai restauri, a rischio di perdere il posto di lavoro, tutto questo al fine di cercare o quanto meno limare o limitare la spesa destinata al personale.

Si sarebbe altresì, tenuto un incontro, in data  primo dicembre 2020, dal quale emergerebbero alcune indicazioni che poi sono state anche recapitate anche al Ministero, anche all’interno del documento inviato come risulta anche da un assemblea del quale è stato redatto  verbale dell’incontro tenutosi, nello scorso anno ossia il giorno 1° dicembre 2020 tra la medesima società Ares ed alcune organizzazioni sindacali; per quel che concerne i tagli del personale ci saranno o comunque potrebbero interessare soprattutto gli Uffizi, la Reggia vanvitelliana di Caserta, ma anche altri monumenti importanti italiani, ossia il Colosseo ma anche il parco archeologico di Pompei”.

 
Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Tagli al personale della Reggia sul tavolo del Ministro

Continua a non vincere la Roma contro le grandi, il Napoli vince allo scadere contro l’Udinese.

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Finisce in parità la super sfida tra Roma e Inter, continua a volare il Verona che in casa batte il Crotone. Non basta il ritorno di D’Aversa in casa Parma per fermare la Lazio, mentre il Napoli vince ad Udine in maniera immeritata. La Fiorentina vince contro il Cagliari mentre la Juventus conferma la bella vittoria di Milano e batte il Sassuolo.

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
Mediaservice Caserta 640×300

Risultati: Roma-Inter 2-2, Verona-Crotone 2-1, Parma-Lazio 0-1, Udinese-Napoli 1-2, Fiorentina-Cagliari 1-0, Juventus-Sassuolo 3-1.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Classifica:

  • Milan 40
  • Inter 37
  • Roma 34
  • Juventus 33
  • Atalanta 31
  • Napoli 31
  • Sassuolo 29
  • Lazio 28
  • Verona 27
  • Benevento 21
  • Sampdoria 20
  • Fiorentina 18
  • Bologna 17
  • Udinese 16
  • Spezia 14
  • Cagliari 14
  • Genova 14
  • Torino 12
  • Parma 12
  • Crotone 9
Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Continua a non vincere la Roma contro le grandi, il Napoli vince allo scadere contro l’Udinese.

La Juventus vince contro il Sassuolo

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Torino – Ecco quanto accaduto all’Allianz Stadium, un breve resoconto del match giocato allo juventus stadium di Torino

Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
Mediaservice Caserta 640×300

Primo tempo

Il primo tempo è una gara a eliminazione, perché la Juventus perde presto McKennie per un problema muscolare e per Pirlo è un peccato: lo statunitense era partito benissimo, ispirando un mancino secco di Frabotta alzato in corner da Consigli e mettendo in difficoltà la linea del Sassuolo con i suoi tagli senza palla da sinistra. Più avanti tocca a Dybala alzare bandiera bianca, lamentando un fastidio al ginocchio dopo un bel ripiegamento difensivo: per l’americano era entrato Ramsey, l’argentino lascia invece spazio a Kulusevski. Tra i vari infortuni, una bella partita, con il Sassuolo che come al solito non rinuncia a giocare ma concede qualche chance di troppo, come quando Ronaldo stacca in solitudine a centro area andando più alto anche delle mani di Consigli, ma senza avere la possibilità di far scendere il pallone. L’episodio che segna le sorti della sfida arriva con il primo tempo prossimo ai titoli di coda. Obiang prova a maciullare la caviglia di Chiesa, Massa lascia correre per il vantaggio e poi estrae il giallo. Mentre l’ex viola è a terra, dall’alto arriva l’invito a rivedere tutto: rosso diretto dopo l’on field review e Pirlo in ansia, con lo spettro del terzo cambio da spendere per infortunio in caso di forfait. Alla fine Chiesa stringe i denti e resta in campo, e in coda alla frazione Bonucci con il tacco innesca Demiral: zampata sull’uscita bassa di Consigli, Ronaldo non arriva per l’appoggio a porta vuota. La Juventus prova ad azzannare la partita nel lungo recupero, Kulusevski alza troppo la mira prima della sosta. Dopo l’intervallo Chiesa c’è ancora, Bentancur no: serata difficile per l’uruguaiano, spesso fuori posizione. Al suo posto Rabiot. Cambia anche De Zerbi, che lascia negli spogliatoi Caputo e Djuricic per Toljan e Lopez.

Secondo tempo frizzante

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Sei giri d’orologio e Danilo apre le marcature con una botta di destro da 22 metri, sulla quale Consigli non può nulla. Non è il preludio a una goleada bianconera, anzi. Il Sassuolo ha orgoglio e idee, Locatelli trova Traoré che alza la testa e imbuca per Defrel. Lo stop orientato del francese è perfetto, con un tocco taglia fuori Demiral e costringe Bonucci alla scivolata disperata, che non basta: il diagonale fulmina Szczesny. La Juve si rimette al lavoro, colpisce un palo con Chiesa e si aggrappa alle illuminazioni di Kulusevski. Alla mezz’ora lo svedese sale in cattedra con un tocco geniale per Cristiano Ronaldo, che arriva in corsa centralmente togliendo palla anche a Ramsey. L’occasione è enorme, così grande che forse Ronaldo è già convinto di segnare e finisce per sbagliare, calciando debolmente su Consigli. Pirlo medita il doppio cambio finale ma il pallone non esce e si arriva alla svolta: Frabotta crossa da sinistra, il pallone rasoterra attraversa l’area e Ramsey sul palo lontano non può sbagliare. Il Sassuolo ha anche la forza per creare una mezza occasione per il pareggio, ma il sinistro del giovane Oddei è troppo debole per spaventare Szczesny. Con la sfida praticamente già conclusa, Ronaldo si va a prendere di rabbia la rete del 3-1: aggancio splendido su un lancio lungo di Danilo, discesa palla al piede e diagonale destro a battere Consigli. Terza vittoria di fila per i bianconeri, che in un campionato così imprevedibile provano a darsi un po’ di continuità.

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Demiral, Frabotta; Chiesa (41′ st Morata), Bentancur (1′ st Rabiot), Arthur, McKennie (19′ pt Ramsey, 41′ st Bernardeschi); Dybala (43′ pt Kulusevski); Ronaldo. A disposizione: Buffon, Di Pardo, Fagioli, Chiellini, Portanova, Dragusin, Pinsoglio. Allenatore: Pirlo

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Muldur (38′ st Oddei), Chiriches (42′ st Ayhan), Ferrari, Kyriakoupolos; Obiang, Locatelli; Defrel (23′ st Boga), Djuricic (1′ st Lopez), Traoré; Caputo (1′ st Toljan). A disposizione: Pegolo, Magnanelli, Marlon, Raspadori, Schiappacasse, Peluso, Rogerio. Allenatore: De Zerbi

MARCATORI: 6′ st Danilo (J), 13′ st Defrel (S), 37′ st Ramsey (J), 47′ st Ronaldo (J)

NOTE: Espulso Obiang (S) per fallo violento al 46′ pt. Ammoniti: Bonucci, Bentancur, Frabotta, Kulusevski (J); Ferrari (S). Recupero: 4′ e 2′

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

La Juventus vince contro il Sassuolo

Il Giordani caserta della Preside Serpico accanto alla cooperativa ECO  in tre progetti

Liceo Manzoni Caserta 640×300
Ist. Comprensivo Maddaloni 450×640
Mediaservice Caserta 640×300

eco-RESILIENZA 3.0: NUOVE STRATEGIE DI EDUCAZIONE AL RISPETTO

L’obiettivo specifico del progetto è di produrre attivamente nuove forme di educazione al rispetto di sè e dell’altro, contribuendo, così, alla riduzione delle nuove forme di devianza giovanile e alla costruzione di innovative comunità educanti resilienti.

I volontari potranno scegliere tra cooperative, associazioni, comuni o scuole. Essi dovranno collaborare nella progettazione di nuovi interventi di prevenzione sulla tematica dell’educazione alla diversità, nella realizzazione di attività laboratoriali, nel supporto per gli sportelli informativi comunali, nella riduzione del disagio scolastico mediante laboratori educativi. Inoltre, per la conoscenza che possiedono del territorio e delle sue specificità saranno impiegati nelle funzioni di accoglienza, peer support, testimonianze, di facilitazione della partecipazione e della divulgazione delle iniziative dell’ente. Potranno anche, in funzione delle loro attitudini e risorse, supportare l’area del front office, dell’info-point e della gestione informatica.

L’ECO DEL SILENZIO: STRATEGIE DI CONTRASTO ALLA POVERTÀ EDUCATIVA MINORILE

L’obiettivo specifico del progetto è quello di contribuire alla riduzione della povertà educativa minorile, proponendo ai giovani in Servizio Civile, la possibilità di sperimentare la collaborazione con operatori pubblici e del terzo settore specializzati e qualificati, prevedendo quale finalità generale la realizzazione di interventi volti all’inclusione sociale, nonché la partecipazione ad esperienze di cittadinanza attiva rivolti a persone in situazione di grave marginalità, di svantaggio sociale ed economico.

I volontari potranno scegliere tra cooperative, associazioni, comuni o scuole. Essi dovranno collaborare nella progettazione di nuovi interventi di prevenzione sulla tematica dell’educazione alla diversità, nella realizzazione di attività laboratoriali, nel supporto per gli sportelli informativi comunali, nella riduzione del disagio scolastico mediante laboratori educativi. Inoltre, per la conoscenza che possiedono del territorio e delle sue specificità saranno impiegati nelle funzioni di accoglienza, peer support, testimonianze, di facilitazione della partecipazione e della divulgazione delle iniziative dell’ente. Potranno anche, in funzione delle loro attitudini e risorse, supportare l’area del front office, dell’info-point e della gestione informatica.

UN’ECO ALLE EMOZIONI: PERCORSI RESILIENTI DI POTENZIAMENTO EMOTIVO

L’obiettivo specifico del progetto è l’assistenza alla promozione e al potenziamento dell’intelligenza emotiva e delle life skills: lo sviluppo dell’intelligenza emotiva è frutto della cultura, dell’istruzione, di possibilità sociali costruttive; chance positive di crescita culturale ed emotiva, che promuovono l’abilità di mettersi nei panni dell’altro e conducono all’educazione al rispetto di se e del prossimo. Dunque, viene generata resilienza nella qualità della vita dei minori e delle famiglie, dei soggetti con disagio fisico e/o sociale.

I volontari potranno scegliere tra cooperative, associazioni, comuni o scuole. Essi porranno in essere interventi di laboratorio ai fini del superamento delle difficoltà dello sviluppo e del potenziamento dell’autonomia dei soggetti destinatari. I volontari costituiranno le figure centrali e significative per l’ideazione, la pianificazione, il coordinamento e la realizzazione delle attività; dovranno collaborare nella progettazione di nuovi interventi di prevenzione sulla tematica dell’intelligenza emotiva, nella realizzazione di attività laboratoriali, nel supporto per gli sportelli informativi comunali, nella riduzione del disagio scolastico mediante laboratori educativi.

PARTECIPA AL BANDO DEL SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

SERVIZIO CIVILE: LA COOPERATIVA ECO SELEZIONA 379 OPERATORI VOLONTARI (BANDO E MODULI)

La Cooperativa ECO nell’ambito del Bando per la selezione di 46.891 operatori volontari da impiegare in progetti afferenti a programmi di intervento di Servizio civile universale seleziona 379 operatori volontari, da impiegare nei progetti e sulle sedi di attuazione indicati nelle tabelle presenti all’interno di ciascuna scheda riassuntiva.

I progetti hanno una durata di 12 mesi, con un orario di servizio pari a 25 ore settimanali distribuite su 5 giorni.

Alcune sedi di progetto hanno una riserva di posti dedicati ai giovani con minori opportunità: ovvero con difficoltà economiche, con disabilità e con bassa scolarizzazione. I giovani che rientrano in questa categoria devono:

  1. a) indicarlo nella compilazione della domanda on line;
  2. b) compilare e consegnare anche il modulo di autocertificazione al momento del colloquio di selezione:
  • per i giovani con difficoltà economiche: certificazione dalla quale si evinca un valore ISEE inferiore o pari alla soglia di 10.000 euro
  • per i giovani con disabilità motoria e disabilità sensoriale: certificazione di handicap Legge 104/92
  • per i giovani con bassa scolarizzazione: un’autocertificazione ai sensi degli artt.46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000.

Le informazioni su tali progetti sono disponibili sia nelle schede di sintesi dei progetti allegate di seguito, sia nella piattaforma DOL per la presentazione delle candidature.

Requisiti di Ammissione

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso, che alla data di presentazione della domanda abbiano compiuto il diciottesimo non superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni), in possesso dei seguenti requisiti:

  • Cittadinanza italiana, ovvero di uno degli altri Stati membri dell’Unione europea ovvero di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;
  • non aver riportato condanna, anche non definitiva, alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo, ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici, o di criminalità organizzata.

Possono, anche, presentare domanda di Servizio civile i giovani che, fermo restando il possesso dei requisiti di cui al presente articolo:

1) hanno già prestato servizio in passato in un progetto finanziato dal PON-IOG “Garanzia Giovani”

2) nel corso del 2020, a causa degli effetti dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, abbiano interrotto il servizio volontariamente o perché il progetto in cui erano impegnati è stato definitivamente interrotto dall’ente;

3) abbiano interrotto il Servizio civile a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente che ha causato la revoca del progetto, oppure a causa di chiusura del progetto o della sede di attuazione su richiesta motivata dell’ente, a condizione che, in tutti i casi, il periodo del sevizio prestato non sia stato superiore a sei mesi;

4) abbiano interrotto il Servizio civile nazionale o universale a causa del superamento dei giorni di malattia previsti, a condizione che il periodo del servizio prestato non sia stato superiore a sei mesi;

5) abbiano già svolto il Servizio civile nell’ambito del progetto sperimentale europeo International Volunteering Opportunities for All e nell’ambito dei progetti per i Corpi civili di pace;

6) abbiano già svolto il “servizio civile regionale” ossia un servizio istituito con una legge regionale o di una provincia autonoma.

Possono inoltre presentare domanda di Servizio le operatrici volontarie ammesse al Servizio civile in occasione di precedenti selezioni e successivamente poste in astensione per gravidanza e maternità, che non hanno completato i sei mesi di servizio, al netto del periodo di astensione, purché in possesso dei requisiti di cui al presente articolo.

Infine, in deroga a quanto previsto all’articolo 14 del decreto legislativo 6 marzo 2017, n. 40, possono presentare domanda anche i giovani che, alla data della presentazione della stessa, abbiano compiuto il ventottesimo e non superato il ventinovesimo anno di età, a condizione che abbiano interrotto lo svolgimento del servizio civile nell’anno 2020 a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Tale possibilità è prevista dall’art. 12-quater del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, recante ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza, connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19, introdotto dal disegno di legge di conversione approvato dalla Camera dei deputati in data 18 dicembre 2020 ed attualmente in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. Sarà però possibile presentare domanda solo a seguito dell’entrata in vigore nei prossimi giorni della legge di conversione, che coinciderà con il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta.

Ai giovani è richiesto di leggere attentamente le schede di sintesi, per verificare l’eventuale richiesta di requisiti aggiuntivi. È il caso dei progetti con riserva di posti destinati a giovani con minori opportunità (disabilità, bassa scolarizzazione o difficoltà economiche): per candidarsi ai posti riservati il giovane dovrà necessariamente possedere lo specifico requisito richiesto. I requisiti di partecipazione, inclusi quelli aggiuntivi, devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio. La perdita dei requisiti di partecipazione, nel corso dell’espletamento del progetto, costituisce causa di esclusione dal servizio civile universale.

Presentazione delle domande

Le domande, pena esclusionedevono pervenire entro e non oltre le ore 14.00 del giorno 8 febbraio 2021. ESCLUSIVAMENTE attraverso la piattaforma DOL raggiungibile tramite Pc, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it. Oltre tale termine il sistema non consentirà la presentazione delle domande. Le domande trasmesse con modalità diverse non saranno prese in considerazione.

Il giorno successivo alla presentazione della domanda il Sistema di protocollo del Dipartimento invia al candidato, tramite posta elettronica, la ricevuta di attestazione della presentazione con il numero di protocollo e la data e l’orario di presentazione della domanda stessa. In caso di errata compilazione, è consentito annullare la propria domanda e presentarne una nuova fino al giorno e all’ora di scadenza del presente bando. Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione domanda sulla piattaforma DOL occorre che il candidato sia riconosciuto dal sistema. In caso di errata compilazione, è consentito annullare la propria domanda e presentarne una nuova fino al giorno e all’ora di scadenza del presente bando. I cittadini italiani residenti in Italia o all’estero possono accedervi esclusivamente con SPID (Sistema Pubblico Identità Digitale). Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale http://www.agid.gov.it/piattaforme/spid sono disponibili tutte le informazioni su che cosa è lo SPID, quali servizi offre e come si richiede.

Per la Domanda On-Line di Servizio civile occorrono credenziali SPID di livello di sicurezza 2. I cittadini di Paesi appartenenti all’Unione europea e gli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia, se non avessero la disponibilità di acquisire lo SPID, potranno accedere ai servizi della piattaforma DOL attraverso apposite credenziali da richiedere al Dipartimento, secondo una procedura disponibile sulla home page della piattaforma stessa.

Le domande di partecipazione devono essere presentate esclusivamente nella modalità on line sopra descritta, entro e non oltre le ore 14.00 del giorno 8 febbraio 2021.

Sui siti internet del Dipartimento www.politichegiovanilieserviziocivile.gov.it e www.scelgoilserviziocivile.gov.it è disponibile la Guida per la compilazione e la presentazione della Domanda On Line con la piattaforma DOL.

I nostri progetti

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Il Giordani caserta della Preside Serpico accanto alla cooperativa ECO  in tre progetti