ARRESTATI I RAPINATORI A NAPOLI I RAPINATORI DEL RIDER

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Napoli – Nelle scorse ore sono stati individuati i sei ragazzi che avrebbero posto in essere una rapina nei confronti di un ‘rider’ un fattorino nella giornata a cavallo tra l’uno ed il due gennaio,  la polizia avrebbe fermato sei persone sospettate della rapina ai danni del rider 52enne a Calata Capodichino. Nella nottata appunto tra il 1 il 2 gennaio, con un video che poi successivamente diffusosi a  macchia d’olio, anche grazie alla pubblicazione da parte del consigliere regionale dei Verdi Francesco Borrelli. Ed è proprio Borrelli ad aver dato la notizia del fermo dei sospetti rapinatori poco dopo aver incontrato la stampa in piazza Matteotti insieme a Gianni Lanciano, il rider vittima della rapina.

Mediaservice Caserta 640×300

Questo quanto affermato da colui che subito l’aggressione da parte dei Giovanni Lanciano “Per 27 anni ho fatto il macellaio nelle grandi catene di supermercati. Sono disoccupato e per questo motivo ho cominciato a fare le consegne. Ringrazio il cuore dei napoletani per le donazioni arrivate. Il mio sogno è quello di tornare a fare il mio lavoro, il macellaio”.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Quattro ragazzi minorenni – due diciassettenni e due sedicenni – e due ventenni  per la su esposta aggressione una vera e propria rapina avvenuta la notte tra l’1 ed il 2 gennaio in Calata Capodichino a Napoli. Il provvedimento, eseguito dalla squadra mobile e dal commissariato Secondigliano, verrà sottoposto per la convalida al competente giudice delle indagini preliminari. I ragazzi sono accusati rapina aggravata in concorso: sono stati in sei ad aggredire una persona che stava su ciclomotore

 
Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

ARRESTATI I RAPINATORI A NAPOLI I RAPINATORI DEL RIDER

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.