NUOVO ACQUISTO PER LA CASERTANA

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Nuovo acquisto per la Casertana football club.

Mediaservice Caserta 640×300

È praticamente in dirittura di arrivo la trattativa per il player Gianluca Turchetta ,che arriva in rossoblù dall’FC Sudtirol con la formula del prestito con diritto di riscatto. L’accordo verrà ratificato e di conseguenza avrà effetto a partire dall’apertura della sessione di mercato prevista per il prossimo 4 gennaio.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Per l’attaccante classe 1991 si tratta di un ritorno all’ombra della Reggia dopo l’esperienza della stagione 2017-18 che lo vide assoluto protagonista e trascinatore della squadra che si attestò come la migliore dell’intera serie C per punti conquistati nel girone di ritorno. Sette gol e 5 assist in 33 presenze con la maglia dei falchetti per colui che proprio in quell’annata venne soprannominato ‘flauto magico’ per la sua inconfondibile esultanza.

Questo uno stralcio delle dichiarazioni del centrocampista che sta per arrivare nel capoluogo di provincia casertano, “Sono felicissimo di tornare in una città che mi ha dato tanto e che porto nel cuore – commenta Turchetta- Proprio questo legame con Caserta, con la famiglia D’Agostino, la Casertana e i tifosi, mi ha spinto a vestire nuovamente questa maglia. Conservo stupendi ricordi di tre anni fa, quando fummo protagonisti di una grande cavalcata. Ora non vedo l’ora di scendere in campo. Sto bene, l’infortunio è un vecchio ricordo lontano ormai 11 mesi, ed ho tanta voglia di dare il mio contributo ad una squadra che, fin qui, ha sempre mostrato un bel calcio. Purtroppo la Casertana ha pagato caramente questo momento difficile per l’intero Paese. Ma con il nuovo anno spero che si possa raccogliere quanto si merita”.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

NUOVO ACQUISTO PER LA CASERTANA

NUOVO ACQUISTO PER LA CASERTANA

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Nuovo acquisto per la Casertana football club.

Mediaservice Caserta 640×300

È praticamente in dirittura di arrivo la trattativa per il player Gianluca Turchetta ,che arriva in rossoblù dall’FC Sudtirol con la formula del prestito con diritto di riscatto. L’accordo verrà ratificato e di conseguenza avrà effetto a partire dall’apertura della sessione di mercato prevista per il prossimo 4 gennaio.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Per l’attaccante classe 1991 si tratta di un ritorno all’ombra della Reggia dopo l’esperienza della stagione 2017-18 che lo vide assoluto protagonista e trascinatore della squadra che si attestò come la migliore dell’intera serie C per punti conquistati nel girone di ritorno. Sette gol e 5 assist in 33 presenze con la maglia dei falchetti per colui che proprio in quell’annata venne soprannominato ‘flauto magico’ per la sua inconfondibile esultanza.

Questo uno stralcio delle dichiarazioni del centrocampista che sta per arrivare nel capoluogo di provincia casertano, “Sono felicissimo di tornare in una città che mi ha dato tanto e che porto nel cuore – commenta Turchetta- Proprio questo legame con Caserta, con la famiglia D’Agostino, la Casertana e i tifosi, mi ha spinto a vestire nuovamente questa maglia. Conservo stupendi ricordi di tre anni fa, quando fummo protagonisti di una grande cavalcata. Ora non vedo l’ora di scendere in campo. Sto bene, l’infortunio è un vecchio ricordo lontano ormai 11 mesi, ed ho tanta voglia di dare il mio contributo ad una squadra che, fin qui, ha sempre mostrato un bel calcio. Purtroppo la Casertana ha pagato caramente questo momento difficile per l’intero Paese. Ma con il nuovo anno spero che si possa raccogliere quanto si merita”.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

NUOVO ACQUISTO PER LA CASERTANA

Notte di Capodanno: Rione Michelangelo Palloncini Bianchi in memoria dei decessi

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Caserta. È stato un capodanno all’ insegna della civiltà e del rispetto delle regole quello che hanno festeggiato ieri, giovedi’ 31 dicembre, gli abitanti del Rione Michelangelo.

Mediaservice Caserta 640×300

Procediamo con ordine: Nel 2020 ben 5 persone, residenti nel Rione Michelangelo,hanno perso la vita ,qualcuno in seguito a patologie regresse qualcun’ altro a causa del Covid-19 .

In considerazione dell’ accaduto,gli abitanti del posto hanno organizzato una chiusura dell’ anno nel segno della solidarietà verso le famiglie colpite dal lutto. Si sono dati appuntamento alle 24 di ieri , 31 Dicembre, e dai balconi delle proprie abitazioni , rigorosamente nel rispetto delle regole anti-Covid, tutti i residenti hanno dato vita ad un vero e proprio spettacolo di civiltà e solidarietà ,lanciando in cielo palloncini bianchi con sopra scritto frasi in memoria delle persone decedute.

Un lungo e scrosciante applauso, accompagnato da qualche bengala, ha concluso la serata.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Un plauso va a questi cittadini che hanno compreso il significato civile di questo capodanno: la loro iniziativa deve essere presa come esempio da tutti in nome dei valori di pace e solidarietà di cui si parla tanto in queste festività, ma purtoppo, spesso ,senza comprenderne il significato.

VIDEO

FOTO

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Notte di Capodanno: Rione Michelangelo Palloncini Bianchi in memoria dei decessi

Castel Volturno. Scoppia il caso servizi sociali. Diana: “Esternalizzazione anomala”

Liceo Manzoni Caserta 640×300

“L’anno 2020 per noi cittadini di Castel Volturno è stato ancora più sciagurato che per gli altri. Mentre su tutti si è abbattuto il dramma della pandemia, su di noi si è aggiunto anche il carico della malagestione”. Queste le parole di Cesare Diana, ex candidato sindaco, volontario Caritas e membro dell’Associazione C’entro, che continua: “L’amministrazione dovrebbe aiutare i cittadini in questo momento, difficile sia sotto il profilo sanitario che economico e sociale, invece continuiamo ad assistere ad una gestione approssimativa e attenta a tutt’altro.”

Mediaservice Caserta 640×300

“L’affidamento di alcuni incarichi connessi al settore dei Servizi Sociali, – evidenzia – rappresentano un vero e proprio smacco sia all’ottimo lavoro svolto dalla dirigente La Penna, mortificata dopo aver dato l’anima durante tutto il periodo emergenziale con mezzi e personale ridotti, sia nei confronti di tutti i dipendenti facenti capo alla Stessa, da sempre attivi in prima linea in un settore difficilissimo. Tutto ciò lascia pensare che, dopo le numerose polemiche sui ritardi nell’erogazione dei fondi regionali dei fitti e buoni spesa, e successivamente alle palesi ingerenze politiche da parte di alcuni consiglieri, il Sindaco abbia voluto mettere una pezza, facendo un regalo alla Lega di Mimmo Giancotti, che con il suo assessore ai servizi sociali l’Avv. Cristina d’Ausilio, non è riuscito a fare granché.”

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

“Non è bastato – conclude Diana – come segnalato da molti cittadini alla nostra associazione, l’utilizzo a mo’ di supermercato dei servizi sociali da parte di alcuni consiglieri, che hanno portato la lista della spesa per i loro amici. Adesso per chiudere quest’anno nefasto e scoperchiare definitivamente il vaso di Pandora, arriva il soccorso a Giancotti e alla Lega, con l’esternalizzazione del servizio, che gli stessi castellani informati dei fatti, dicono essere soggetto vicino, guarda caso, proprio al Carroccio.

Stupisce come la Lega, attivissima a fare la guerra al Sindaco Petrella, con il consigliere Peppe D’Aria quotidianamente impegnato a protocollare richieste di accesso agli atti, di cui tutti stiamo ancora attendendo risposta, sia improvvisamente diventata taciturna e accomodante. È vero che a Natale siamo tutti più buoni, ma i cittadini non sono diventati più fessi.”

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Castel Volturno. Scoppia il caso servizi sociali. Diana: “Esternalizzazione anomala”

Botti di fine anno.Caserta-Parco Primavera : Due fratelli gravemente feriti

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Caserta. Nella serata di ieri , giovedi’ 31 dicembre, due persone sono rimaste ferite in seguito ad un’ esplosione di un petardo nel Parco Primavera a Tuoro. La dinamica non è ancora chiara, secondo la prima ricostruzione dei fatti i due sarebbero fratelli e stavano accendendo dei bengala giu’ al Parco.

Mediaservice Caserta 640×300
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Improvvisamente ci sarebbe stata una forte esplosione di una bomba carta . Le fiamme avrebbero coinvolto un’ auto con l’ impianto a gas parcheggiata nelle vicinanze.  I due ,apparsi subito in condizioni gravi,sono stati trasportati immediatamente al Pronto Soccorso dell’ ospedale S.Anna e San Sebastiano di Caserta.

Le condizioni di uno dei due uomini sembrano al momento piuttosto preoccupante.Vi terremo informati su eventuali sviluppi.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2021/01/01/botti-di-fine-anno-caserta-parco-primavera-due-fratelli-gravemente-feriti/

Diminuisce il focolaio covid all’interno della Casertana

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Proseguono gli allenamenti dei falchetti rossoblù durante la sosta di campionato della Lega pro (serie C),  una buona notizia in queste ore sta attraversando le mura casertane con la guarigione di alcuni calciatori: si tratta di CarilloPacilli, Icardi e Zivkovic. Prima del rientro in gruppo, successivamente alla negatività del tampone Covid-19, il tris rossoblù si è sottoposto alle visite mediche per accettarne le condizioni fisiche di ognuno di loro. L’anno nuovo sembra quindi prospettarsi bene, con l’accertamento delle prime guarigioni. Si ricorda infatti che sono i calciatori che restano ancora in attesa del responso dei test, dopo essere stati rigorosamente in isolamento fiduciario.

Mediaservice Caserta 640×300
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Il prossimo incontro in campionato per i falchetti è previsto domenica 10 gennaio alle ore  12:30 allo stadio ‘Pinto’ contro i Catania. Una partita sicuramente non facile per i rossoblù ma soprattutto importante sia per l’umore che in chiave classifica. Dunque la società spera che in attesa della sfida si appuri la guarigione dell’intera rosa per non rischiare di riguardare una scena simile a quella contro la Viterbese, sempre se gli organi di competenza non ne dovessero prendere atto.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Diminuisce il focolaio covid all’interno della Casertana

The day after

Il nostro autore si sofferma sul primo giorno di gennaio 2021, il day after dell’ultimo anno infausto appena passato… 

di Giovanni Renella

La città stentava a riprendersi da un’apnea durata troppo a lungo.

Sembrava dovesse ancora smaltire i postumi di una solenne ubriacatura, come testimoniavano le patetiche foto ammiccanti ancora affisse sui cartelloni lungo le strade.

Gran parte degli aspiranti, a quel fugace quanto effimero traguardo, era stata scollegata dalla realtà e non aveva fatto altro che contare e ricontare le persone incontrate negli ultimi tempi.

Le cifre, potenza dell’autosuggestione, avevano subito una oscillazione fra le decine e le centinaia, come se nulla fosse.

Solo in pochi erano riusciti a non perdere la calma e a restare lucidi, anche nell’analisi dei conteggi.

Quasi tutti, però,  avevano provato l’ebrezza di un orgasmo che soltanto quell’esperienza riusciva a dare.

Alla ricerca spasmodica del consenso, gli inesperti si erano lasciati prendere la mano ed  avevano promesso mari e monti.

I più avveduti si erano limitati a ricalcare l’ipse dixit del leader, riproponendolo in ogni salsa.

I veterani, infine, erano riusciti a stabilire una tale empatia simbiotica con i propri interlocutori da anticiparne addirittura le parole, se non il pensiero: una tecnica che non poteva improvvisarsi, ma che necessitava di svariati lustri di apprendimento ed esercizio e che, in genere, era appannaggio di pochi eletti.

Tanti, troppi, avevano propinato ricette salvifiche di cui non conoscevano neanche gli ingredienti, se non per sentito dire. Ma avevano allestito il proprio quartier generale in locali su fronte strada e ciò li faceva sentire autorizzati a diffondere il verbo, ignorandone però la sintassi.

The day after, ora che il rito si era compiuto, centinaia di uomini e donne si ritiravano a casa, fra manifesti strappati e migliaia di volantini sparsi per le strade, con in bocca il sapore amaro di quella che vivevano come una sconfitta personale.

E poco importava se la propria coalizione avesse vinto o perso o se il loro candidato sindaco fosse stato eletto per poter attuare quel programma così strenuamente sostenuto fino a poche ore prima: adesso, restava solo la delusione per la mancata elezione nell’agognato consiglio comunale.

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

The day after

QUELLO CHE SE NE E’ ANDATO E QUELLO CHE VERRA’

Forse ci sono uomini
che non fanno i fenomeni.
Gentili, non pacchiani
perfino americani.

Seduta sulle casse
Melania guarda il viale.
È come se sognasse
una vita normale.

FEBBRAIO
Renzi, col due per cento
è al centro della scena.
È l’uomo del momento.
La stampa si scatena.

Vuole un governo Draghi
con l’appoggio unitario?
Un governo du’ spaghi
per sbarcare il lunario?

Chiede le larghe intese
solo per qualche mese?
Il governo che c’è,
compresi i cinqueste’?

Mattarella gerente?
Il ritorno del re?
Governo Santanché?
Poi non succede niente.

MARZO
Torna il negazionista
senza la mascherina
e bacia a prima vista
chiunque si avvicina.

Sostiene che il vaccino
è un trucco del potere:
basta un bicchier di vino
al massimo un clistere.

Basta il ragù di mamma
e a piedi far le scale
diminuire il sale
ma senza farne un dramma.

Sorride. È soddisfatto.
Visto da più vicino
capisci che ha contratto
il virus del cretino.

APRILE
Litigi furibondi
e i partiti divisi
per destinare i fondi
che alleviano la crisi.

Hanno la precedenza
le vedove? Gli attori?
Le seggiovie? La scienza?
I bar? Gli allevatori?

Le scuole di cucito?
L’orchestra dell’Arena?
L’industria del candito?
Il Palio di Siena?

Le badanti in esubero?
Sopraffatti dal numero
per evitare il peggio
si opta per il sorteggio.

MAGGIO
Gesù! Radio Maria
accusa di eresia
Bergoglio, e lo rinnega.
Tutta Tradate prega

per il suo don Luigino
(è l’antipapa). Spiega
che lo appoggia la Lega
e anche Frate Indovino.

Lo scisma! Con Luigino
c’è la chiesa polacca
che aizza il popolino.
Ma altrove non attacca.

Così la nuova Chiesa
di Tradate e Cracovia
rinuncia alla pretesa
di cambiare la storia.

GIUGNO
C’è un complotto mondiale
con sede in pizzeria.
L’obiettivo finale
è la pedofilia.

Lo dicono i vangeli
sul sito di Q-Anon.
Fa ridere, ma non
milioni di fedeli.

Ma dopo molti mesi
un’attesa rettifica
la setta riqualifica:
«Siamo stati fraintesi.

C’è un complotto mondiale
con sede in tintoria.
L’obiettivo finale
è la mammografia».

LUGLIO
Nuove risse al Gianicolo
tra bande di ragazzi
tra il tragico e il ridicolo
e «menaje!», e «sti cazzi!»

Non è West Side Story:
dove sono gli amori?
E Bernstein? C’è una app
per scaricare trap.

Piccole lame brillano
credendosi machete.
I genitori strillano
e fanno il tifo in rete.

Educazione fisica
con una brutta musica.
Non sono i regazzini
che amava Pasolini.

AGOSTO
Passata è la tempesta!
Il contagio è battuto.
Tutto il popolo è in festa:
si torna al conosciuto.

Ecco gli usuali ingorghi
che trascinano lenti
le lamiere roventi
verso i lidi e tra i borghi.

Ecco sui lungomare
i coni sgocciolare
sulle magliette ariose
con scritte spiritose

Al Billionaire, che costa,
si mangia l’aragosta.
Nuovi drink al Papeete
sconfiggono la seete.

SETTEMBRE
Non crollano più i ponti,
è il turno dei caselli:
non sono mastodonti
ma cadono anche quelli.

Inutili gli appelli
(dai tempi di Giò Ponti)
per farli più robusti
con i bulloni giusti.

Cacciati i casellanti
nessuno più li cura
e una cosa non dura
senza gesti costanti.

L’occhio del Telepasse
esige il suo pedaggio
da un mare di carcasse.
È uno strano paesaggio.

OTTOBRE
Egitto, nuovo corso:
arresta solamente
studenti fuoricorso.
Anche Putin si pente:

basta veleno, basta
polonio nella pasta.
Solo un po’ di galera
alla vecchia maniera.

Perfino Bolsonaro
soccorre l’Amazzonia:
fotografa un giaguaro
e annaffia una begonia.

Ipocrisia del male
quando si finge mite
e prepara, cordiale
l’altro giro di vite.

NOVEMBRE
Non solo i pipistrelli
anche le pantegane
i bradipi e le rane
preparano macelli.

Batteri tipo peste
dormivano nei ghiacci
o in fondo alle foreste,
nel cuore dei crepacci.

Scoperchiati d’un tratto
si appiccicano lesti
al pangolino, al ratto
e a te, che li calpesti.

È come un coast to coast:
parte dal permafrost
passa dalle farfalle
all’uomo rompiballe.

DICEMBRE
Nevica. Quanta neve!
Solo che cade ai Tropici.
Intanto i ghiacci artici
si sciolgono. Longeve

banchise in pochi mesi
diventano poltiglia.
Gli orsi polari, arresi,
fiutano la fanghiglia.

L’umanità, sbadata,
puntuale ci ricasca:
durante Miss Alaska
sprofonda la sfilata.

Alla fine del mondo
naviga una bottiglia.
Se nessuno la piglia
il messaggio va a fondo.

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

QUELLO CHE SE NE E’ ANDATO E QUELLO CHE VERRA’

Un’altra vittoria per il noto avvocato casertano Labriola. Il TAR accetta il ricorso contro il Santobono.

Un’altra vittoria per il noto avvocato casertano Labriola. Il TAR accetta il ricorso contro il Santobono. – BelvedereNews

  • Home
  • Attualità
  • Un’altra vittoria per il noto avvocato casertano Labriola. Il TAR accetta il ricorso contro il Santobono.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Un’altra vittoria per il noto avvocato casertano Labriola. Il TAR accetta il ricorso contro il Santobono.

Ultim’Ora .Droni in cerca di feste e assembramenti in ville private

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Caserta. Negli ultimi giorni i media nazionali hanno parlato di controlli accurati e di ammende per tutti coloro i quali non si sarebbero attenuti alle rigorose regole anti- Covid ordinate dal Governo.

Mediaservice Caserta 640×300
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Nel cielo della nostra città’ i più attenti osservatori avranno sicuramente notato i Droni che , secondo le prime indiscrezioni, sarebbero stati messi in uso dalle forze dell’ ordine in seguito ad alcune segnalazioni riguardo presunte feste in villette private con conseguenti assembramenti.

Nelle prossime ore vi terremo informati su eventuali sviluppi.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Ultim’Ora .Droni in cerca di feste e assembramenti in ville private

L’anno che verrà (di Stelio W. Venceslai)

Archivio Notizie Precedenti

Agenzia Stampa Mediapress – Quotidiano on line diretto da Ferdinando Terlizzi – Testata giornalistica registrata al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere – (CE) con il num. 430/93 – Sede Legale: Corso Aldo Moro, 276 81055 Santa Maria Capua Vetere – (CE) – Telefono 388 429 38 28

Sito Web Realizzato da SimplyWeb

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

L’anno che verrà (di Stelio W. Venceslai)