‘Beccati’ al ‘Miglio 25’ con diverse dosi di droga (eroina e cocaina) e arrestati due 41enni di Alvignano


Nell’ambito di un servizio volto alla prevenzione e repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, Continua a leggere

Don Marco esprime solidarietà a don Antimo per l’aggressione subita

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Appreso la notizia dal noto giornale on-line belvederenews sui fatti accaduti a Don Antimo, già Parroco di Nostra Signora di Loreto Via Appia, il parroco don Marco Zuppardi unitamente al direttore del Consiglio Pastorale, tutti i collaboratori e la comunità Parrocchiale, esprimono vicinanza e una profonda tristezza per l’accaduto. La chiesa non può sopperire le mancanze delle istituzioni nel prendersi cura di soggetti con problemi e non può rischiare nell’adempimento della carità cristiana la vita di un parroco.
Pertanto la notizia dell’aggressione ci addolora e ci rende consapevoli che bisogna fare di più per queste persone lasciate allo sbando in un momento di grande criticità a causa del corona virus.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Don Marco esprime solidarietà a don Antimo per l’aggressione subita

Mondragone, un nuovo indirizzo di studio amplia l’offerta formativa dell’Isiss “Nicola Stefanelli”

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Mondragone – Si arricchisce l’offerta formativa per molti studenti con l’approvazione di nuovi indirizzi di studio da parte della Regione Campania.

Mediaservice Caserta 640×300

A partire dal prossimo anno scolastico, il comune di Mondragone sarà fra quelli interessati dall’attivazione di nuovi indirizzi di studio.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Presso l’Isiss “Nicola Stefanelli” di Mondragone sarà, infatti, attivato l’indirizzo di studio “Servizi per la Sanità e Assistenza Sociale”.

Un nuovo traguardo per l’istituto mondragonese dopo l’attivazione del corso per l’ospitalità alberghiera dal notevole successo fra gli studenti.

A spendersi per il raggiungimento di questi due obiettivi fondamentali per una formazione che possa trovare riscontro sul campo, costituendo una via d’accesso al mondo del lavoro, l’impegno profuso in tal senso dal consigliere regionale Giovanni Zannini, e il lodevole lavoro svolto dal Dirigente Scolastico Giulia di Lorenzo nell’ambito di un’offerta formativa che allarga i propri orizzonti secondo il programma amministrativo del sindaco Pacifico.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Mondragone, un nuovo indirizzo di studio amplia l’offerta formativa dell’Isiss “Nicola Stefanelli”

Esclusiva. Parroco aggredito in chiesa l’ultimo giorno dell’anno

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Maddaloni. L’anno si è chiuso nel modo peggiore per don Antimo, giovane ed attivissimo parroco della chiesa di Santa Margherita nel centro storico della città. Ieri sera, dopo l’ultima celebrazione delle ore 17.00, mentre si apprestava a chiudere la chiesa, è entrato un uomo, in evidente stato confusionale, chiedendo con foga prima generi alimentari e poi soldi. Ha tentato anche di aggredire don Antimo con un tagliacarte che aveva con sé. Per fortuna il parroco non era solo ed i suoi collaboratori sono riusciti ad allontanarlo. Il parroco ha comunque allertato i carabinieri che sono arrivati in chiesa quando l’uomo si era già allontanato. L’uomo, noto in città, seppur non sempre lucido, non aveva mostrato in passato atteggiamenti violenti. Qualche giorno prima si era recato in chiesa per ritirare dei medicinali. Il disagio e la solitudine in questi giorni particolari si sentono più che mai e favoriscono queste degenerazioni pericolose. Per fortuna la vicenda si è conclusa senza gravi risvolti.  

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Esclusiva. Parroco aggredito in chiesa l’ultimo giorno dell’anno

Ultim’ora. Giovane donna cade in una scarpata

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Capua. Poco fa in via Giardini una ragazza di  23 anni, mentre stava passeggiando,  per recuperare oggetti personali caduti è scivolata in una scarpata di circa 7/8 metri. Sono dovuti intervenire i vigili del fuoco che si sono calati  con delle corde ed una scala per prendere la malcapitata. Solo un forte spavento per fortuna per la ragazza. Sono state le sue urla che hanno attirato l’ attenzione dei passanti che hanno chiamato i soccorsi. Sul posto, oltre i vigili del fuoco, il 118 e la polizia municipale. 

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Ultim’ora. Giovane donna cade in una scarpata

WWF Italia porta la Regione Campania davanti al TAR

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Alcune avvisaglie di quello che la Regione Campania avesse in mente si erano già avute, il 10.12.2020, quando l’Ufficio Centrale Foreste e Caccia della Regione Campania attraverso la Dirigente della UOD informava con una nota interna il CTFVR (Comitato Tecnico Faunistico Venatorio Regionale) di aver chiesto all’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) il parere sull’estensione dei periodi venabili anche oltre i termini fissati nel calendario venatorio attualmente in vigore per il recupero delle giornate perse a causa dell’emergenza sanitaria generata dal Covid 19

Mediaservice Caserta 640×300

Immediata la reazione delle maggiori associazioni di protezione che richiamavano la Regione Campania al rispetto delle regole denunciando il totale asservimento di talune parti politiche alla lobby dei cacciatori.

Ottenuto il parere dell’Ispra, il 29.12.2020 la Giunta Regionale della Campania su richiesta dell’assessore al ramo approva la modifica del calendario venatorio in vigore prolungando per alcune specie la caccia fino al 31 gennaio 2021;

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Il Wwf Italia intraviste alcune carenze procedimentali, e valutata l’estrema gravità e l’imminente esposizione a pericolo delle specie faunistiche coinvolte oltre i termini naturali fissati nel calendario venatorio originario ha proceduto a presentare ricorso al TAR il giorno 30.12.2020 ;
Il Tar accogliendo le istanze del Wwf Italia ha sospeso l’esecuzione della Delibera della Giunta Regionale che modificava il calendario venatorio attualmente in vigore.

Alla notizia della sospensiva il Vicepresidente del Wwf Italia avv. Dante Caserta ha dichiarato: Questa è la vittoria della legalità e della biodiversità. La Giunta regionale sapeva che stava approvando un atto illegittimo, ma lo ha voluto fare ugualmente per fare un regalo ai cacciatori. Ma grazie ai nostri volontari e al nostro legale, avv. Maurizio Balletta, abbiamo ristabilito la certezza giuridica. Spiace solo vedere degli amministratori regionali che dovrebbero agire nell’interesse di tutti, accogliere sempre più spesso le richieste dei cacciatori.

“La vittoria della legalità e della biodiversità in Campania non si ferma qui”, dichiara il Delegato Regionale del Wwf Italia arch. Piernazario Antelmi, “nella stessa data il Tar ha rigettato il ricorso proposto dal Movimento Scelta Etica per la Regione Campania che a nome delle maggiori associazioni venatorie nazionali chiedeva alla Regione Campania di riconoscere la Residenza Venatoria in Ambito ATC ovvero di consentire ai cacciatori la mobilità tra i comuni anche in zona arancione” (mobilità non consentita dalla emergenza sanitaria se non per motivi validi). Il TAR nelle sue motivazioni di rigetto dubita della rappresentatività della associazione ritenendo che il ricorso sia processualmente errato e comunque che l’interesse sanitario prevalga per cui nn vi sono i presupposti per ottenere il provvedimento.

Alla soddisfazione del Wwf Italia per il risultato raggiunto e per la vittoria della legalità si unisce la soddisfazione delle altre associazioni ambientaliste SOS Natura, CAI, LIPU, ENPA CABS, LAC e LIDA che plaudono alla vittoria del WWF Italia che ha sconfitto il pianeta venatorio regionale innanzi al TAR. L’auspicio per il 2021 è che la Regione Campania accolga le istanze delle associazioni di protezione ambientale e che apra un tavolo di confronto reale con tutte le parti non solo con il mondo venatorio.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

WWF Italia porta la Regione Campania davanti al TAR

Resoconto di Capodanno/ muore un tredicenne, 80 feriti

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Capodanno tragico ad Asti: un 13enne è morto in seguito alle lesioni all’addome causate dallo scoppio di una batteria di petardi. In tutta Italia 79 persone sono rimaste ferite, di cui 23 ricoverate, per i botti di fine anno.

Mediaservice Caserta 640×300

Lo riporta il Dipartimento della pubblica sicurezza della polizia. A Napoli e Provincia sono 8 i feriti, il dato più basso da anni. Tra loro, una donna di Giugliano,colpita al capo da un proiettile vagante e ora ricoverata all’ospedale Cardarelli.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Tra le segnalazioni raccolte a Napoli c’è quella di un 30enne di Camposano, feritosi a una mano mentre, intorno alle 4, raccoglieva in strada petardi inesplosi. Non è grave ma sarà denunciato per violazione del coprifuoco. Degli otto feriti registrati tra la città e la sua provincia, sei sono stati medicati e dimessi; restano ricoverati solo la donna di Mugnano raggiunta alla testa da un proiettile vagante e un uomo di 57 anni, al Vecchio Pellegrini di Napoli per lo sfacelo di una mano.

Lo scoccare del nuovo anno è stato salutato da almeno quarantacinque minuti di fuochi d’artificio, nel capoluogo e nell’hinterland. Una festa ad alto volume di botti, in cui sono stati uditi esplodere molti ordigni ad alto potenziale e si sono registrati comportamenti poco prudenti, come le batterie di razzi fatte partire per mezz’ora da un cortile condominiale di viale Colli Aminei, a Napoli, a pochi centimetri dai cassonetti della spazzatura, con evidente rischio di incendi.

Il bilancio dei feriti dice però che alla fine ha avuto la meglio la voglia di festeggiare senza inutili rischi, con il ricorso prevalente a fuochi legali.

Cinque i feriti nella notte di Capodanno a Milano. Tra questi, il più grave è un 54enne che ha perso due dita di una mano. Alcuni ragazzi hanno riportato ferite, sempre dovute ai botti, agli zigomi o vicino agli occhi, ma nessuno è grave.  Il ferimento è avvenuto a San Giuliano Milanese, dove il 54enne, per lo scoppio di un grosso petardo, ha subito l’amputazione di due dita e un trauma addominale. Nelle ore a cavallo della mezzanotte, invece, l’unico medicato è un giovane che intorno alle 2, a Milano, ha subito un trauma alla mano destra per un petardo.

Un episodio a parte, il più grave, ma legato alla criminalità comune, riguarda una sparatoria avvenuta i in via Gigante, nella cosiddetta ‘casbah’ di piazza Selinunte. Nel corso di una sparatoria due albanesi sono rimasti feriti per colpi d’arma da fuoco. A completare il bilancio di fine anno alcune denunce delle forze dell’ordine per “procurato allarme” nei confronti di soggetti sorpresi a sparare con delle scacciacani, e qualche sanzione per la violazione del Dpcm.

In netta diminuzione anche gli interventi dei vigili del fuoco: 229 contro i 686 dello scorso anno. La variazione, sottolineano gli stessi vigili del fuoco, è legata alle misure restrittive per fronteggiare la pandemia da coronavirus. Il numero maggiore anche quest’anno nel Lazio 45 (lo scorso anno furono 171), Campania 40, Puglia 24, Veneto 19, Lombardia 18, Sicilia 17, Liguria 16.

Fonte TGCOM 24

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Resoconto di Capodanno/ muore un tredicenne, 80 feriti

CASERTANO, MAXI SEQUESTRO DI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Continua senza sosta l’attività di contrasto alla commercializzazione illecita di dispositivi di protezione individuale e mascherine chirurgiche prive di idonee certificazioni circa la sicurezza ed affidabilità dei prodotti.

Mediaservice Caserta 640×300

Negli ultimi giorni i militari della Compagnia di Capua, a termine di un piano coordinato di interventi, hanno eseguito una serie di controlli presso diversi esercizi commerciali del territorio casertano, sequestrando complessivamente oltre 46.000 dispositivi medici e di protezione individuale tra cui mascherine chirurgiche, guanti monouso e termometri ad infrarossi.

Nel dettaglio, le attività di maggiore spessore sono state effettuate presso gli empori cinesi presenti nel comune di Santa Maria Capua Vetere e nei confronti degli esercizi commerciali presenti nel comune di Vitulazio e San Tammaro ove, complessivamente, sono state sequestrate circa 9.500 mascherine chirurgiche e oltre 35.000 d.p.i. privi del numero dell’Ente garante della conformità, del nome del produttore/importatore, dell’indicazione del responsabile europeo, del numero di lotto, della scadenza, nonché delle istruzioni ed indicazioni obbligatorie in lingua italiana.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Inoltre, nel corso di un servizio volto al contenimento della diffusione del virus Covid-19, presso il mercato settimanale di Sparanise, i militari hanno sequestrato ulteriori 1.000 mascherine chirurgiche e decine di dispositivi di protezione individuale, privi delle certificazioni previste dalla normativa U.E., venduti da un ambulante in assenza di adeguate condizioni igienico-sanitarie.

Tutti i trasgressori, di nazionalità italiana e cinese, sono stati segnalati alla Camera di Commercio per l’adozione dei provvedimenti di competenza.

Gli interventi, che si inseriscono nel quadro delle misure disposte in relazione all’attuale situazione emergenziale, testimoniano il costante impegno profuso dalla Guardia di Finanza nel presidio del territorio a tutela della salute dei consumatori ed a contrasto della commercializzazione indiscriminata di prodotti che dovrebbero rispondere a precise caratteristiche tecniche e rigorosi standard di sicurezza.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

CASERTANO, MAXI SEQUESTRO DI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE

( ESCLUSIVA-LE FOTO) : Esplosione di Capodanno a Tuoro

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Caserta. Mentre gli inquirenti stanno ricostruendo la dinamica dell’ esplosione avvenuta nella notte di Capodanno nel Parco Primavera di Tuoro. Rimangono gravissime le condizioni di salute di uno dei due fratelli coinvolti nella deflagrazione il quale  sarebbe stato operato d’urgenza. Attualmente il suo quadro clinico è preoccupante .

Mediaservice Caserta 640×300

L’ esplosione è stata gravissima : numerose le auto distrutte , alcuni appartamenti danneggiati e numerosi i residenti che sono ancora in stato di choc.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Qui di seguito pubblichiamo le foto di alcune delle auto rimaste danneggiate dall’ esplosione.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

( ESCLUSIVA-LE FOTO) : Esplosione di Capodanno a Tuoro

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA “CERCHIAMO DI VACCINARCI”

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Uno stralcio del discorso di fine anno del presidente della Repubblica italiana

Mediaservice Caserta 640×300

“Care concittadine e cari concittadini, avvicinandosi questo tradizionale appuntamento di fine anno, ho avvertito la difficoltà di trovare le parole adatte per esprimere un augurio“. Inizia così il discorso di fine anno del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che dice: “Sono giorni in cui convivono angoscia e speranza. La pandemia che stiamo affrontando mette a rischio le nostre esistenze. Il 2021 sia l’anno della sconfitta del virus“.

Il Presidente della Repubblica parla di questo delicato momento che l’Italia e il mondo intero stanno attraversando e spiega: “La pandemia ha seminato un senso di smarrimento: pone in discussione prospettive di vita. Basti pensare alla previsione di un calo ulteriore delle nascite, spia dell’incertezza che il virus ha insinuato nella nostra comunità. E’ questa la realtà, che bisogna riconoscere e affrontare“.

Mai un vaccino è stato realizzato in così poco tempo“. Per questo, sottolinea Mattarella, “vaccinarsi è una scelta, un dovere e una responsabilità, tanto più per chi opera a stretto contatto con malati e per i più fragili. Io mi vaccinerò appena possibile, dopo le categorie che, essendo a rischio maggiore, debbono avere la precedenza“.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Il piano europeo per la ripresa, e la sua declinazione nazionale – che deve essere concreta, efficace, rigorosa, senza disperdere risorse – possono permetterci di superare fragilità strutturali che hanno impedito all’Italia di crescere come avrebbe potuto. Cambiamo ciò che va cambiato, rimettendoci coraggiosamente in gioco“, afferma Mattarella che lancia la sfida: “Lo dobbiamo a noi stessi, lo dobbiamo alle giovani generazioni. Ognuno faccia la propria parte“.

Abbiamo avuto la capacità di reagire. La società ha dovuto rallentare ma non si è fermata. Non siamo in balia degli eventi. Ora dobbiamo preparare il futuro – aggiunge -. Non viviamo in una parentesi della storia. Questo è tempo di costruttori. I prossimi mesi rappresentano un passaggio decisivo per uscire dall’emergenza e per porre le basi di una stagione nuova. Non sono ammesse distrazioni. Non si deve perdere tempo. Non vanno sprecate energie e opportunità per inseguire illusori vantaggi di parte. E’ questo quel che i cittadini si attendono“.

La sfida che è dinanzi – prosegue Mattarella – a quanti rivestono ruoli dirigenziali nei vari ambiti, e davanti a tutti noi, richiama l’unità morale e civile degli italiani. Non si tratta di annullare le diversità di idee, di ruoli, di interessi ma di realizzare quella convergenza di fondo che ha permesso al nostro Paese di superare momenti storici di grande, talvolta drammatica, difficoltà. L’Italia ha le carte in regola per riuscire in questa impresa“.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella conclude rivolgendosi ancora alle “care concittadine e ai cari concittadini, quello che inizia sarà il mio ultimo anno come Presidente della Repubblica. Coinciderà con il primo anno da dedicare alla ripresa della vita economica e sociale del nostro Paese. La ripartenza sarà al centro di quest’ultimo tratto del mio mandato. Sarà un anno di lavoro intenso. Abbiamo le risorse per farcela“.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA “CERCHIAMO DI VACCINARCI”

NUOVO ACQUISTO PER LA CASERTANA

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Nuovo acquisto per la Casertana football club.

Mediaservice Caserta 640×300

È praticamente in dirittura di arrivo la trattativa per il player Gianluca Turchetta ,che arriva in rossoblù dall’FC Sudtirol con la formula del prestito con diritto di riscatto. L’accordo verrà ratificato e di conseguenza avrà effetto a partire dall’apertura della sessione di mercato prevista per il prossimo 4 gennaio.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Per l’attaccante classe 1991 si tratta di un ritorno all’ombra della Reggia dopo l’esperienza della stagione 2017-18 che lo vide assoluto protagonista e trascinatore della squadra che si attestò come la migliore dell’intera serie C per punti conquistati nel girone di ritorno. Sette gol e 5 assist in 33 presenze con la maglia dei falchetti per colui che proprio in quell’annata venne soprannominato ‘flauto magico’ per la sua inconfondibile esultanza.

Questo uno stralcio delle dichiarazioni del centrocampista che sta per arrivare nel capoluogo di provincia casertano, “Sono felicissimo di tornare in una città che mi ha dato tanto e che porto nel cuore – commenta Turchetta- Proprio questo legame con Caserta, con la famiglia D’Agostino, la Casertana e i tifosi, mi ha spinto a vestire nuovamente questa maglia. Conservo stupendi ricordi di tre anni fa, quando fummo protagonisti di una grande cavalcata. Ora non vedo l’ora di scendere in campo. Sto bene, l’infortunio è un vecchio ricordo lontano ormai 11 mesi, ed ho tanta voglia di dare il mio contributo ad una squadra che, fin qui, ha sempre mostrato un bel calcio. Purtroppo la Casertana ha pagato caramente questo momento difficile per l’intero Paese. Ma con il nuovo anno spero che si possa raccogliere quanto si merita”.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

NUOVO ACQUISTO PER LA CASERTANA