Capua/ Partita l’attività di rimozione delle ecoballe in località Brezza

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Capua. “Parte con la giunta De Luca e con la grande azione messa in campo dal Vice Presidente Bonavitacola l’attività di rimozione delle ecoballe in località Brezza Sud (frazione di Capua).  Con queste parole si è espresso il Consigliere Regionale Giovanni Zannini nel corso della diretta Facebook dal sito, dove si trovava in veste di Presidente della Commissione Ambiente e Protezione Civile. Vi ha infatti effettuato un sopralluogo nella mattinata di martedì 22 dicembre allo scopo di “vigilare e monitorare sull’ espletamento dell’ attività di rimozione”. Documentate attraverso la diretta le diverse operazioni che vedevano impegnati gli addetti ai lavori nell’ambito del ciclo di trattamento delle ecoballe, partendo dalla raccolta e reimballaggio fino al loro carico sui camion.

“Sarà un’attività lunga e durerà circa un anno se procederà ininterrottamente, senza soluzioni di continuità”, ha dichiarato.

Mediaservice Caserta 640×300
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Centomila sono le tonnellate di ecoballe ubicate nel sito che saranno trasferite all’estero presso un inceneritore, mediante trasporto su ferro, dopo la partenza dall’ Interporto di Maddaloni.

“È importante sottolineare che anche durante questa fase di emergenza Covid, gli obiettivi strategici del settore ambientale vengono portati avanti. Per noi è una priorità recuperare quello che non si è fatto negli ultimi 15 anni”, ha poi concluso.

Ad affiancarlo, il Consigliere Comunale di Villa Literno Giuseppe Ucciero, il candidato alle recenti Regionali nella lista De Luca Presidente Orlando Zaccariello e il Sindaco di Casal di Principe Antonio Schiavone.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Capua/ Partita l’attività di rimozione delle ecoballe in località Brezza

In arrivo a Caserta il Vaccino anti Covid.

Liceo Manzoni Caserta 640×300

In arrivo una i primi vaccini anti Covid  all’ Ospedale di Caserta. Saranno cento i dipendenti dell’Azienda  Sant’Anna e San Sebastiano  che riceveranno domenica 27 dicembre la prima dose di vaccino.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Ha confermare la notizia è stato Gaetano Gubitosa, direttore generale del Nosocomio casertano che insieme al Sindaco di Caserta Carlo Marino e ai vertici aziendali (il Direttore Sanitario Angela Annecchiarico e il direttore amministrativo Amalia Carrara), ha effettuato un sopralluogo al Centro Vaccinazioni dell’ospedale, appositamente allestito per somministrare i vaccini al personale che vi lavora.

Mediaservice Caserta 640×300

Nella struttura saranno impegnati 6 medici, 12 infermieri, 4 operatori socio-sanitari e 4 dipendenti amministrativi, tutti adeguatamente formati per svolgere il loro delicato compito. Gubitosa, con i vertici aziendali e il sindaco hanno poi visitato il Pronto Soccorso, dove è stata completata dall’architetto Virgilio Patitucci, direttore della Unità operativa complessa di Ingegneria Ospedaliera, la ristrutturazione dei locali; l’obiettivo conseguito è stato quello di consentire ai dipendenti di lavorare in sicurezza e di realizzare percorsi dedicati e strutturalmente distinti per pazienti Covid e non Covid.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

In arrivo a Caserta il Vaccino anti Covid.

Comune di Caserta, erogazione buoni spesa

Liceo Manzoni Caserta 640×300

L’elenco dei buoni spesa già pervenuti al Comune di Caserta stanno per essere smistati. Già da qualche giorno sono stati inviati  dal Comune di Caserta, i primi 1336 SMS per i beneficiari dei buoni spesa con la comunicazione dell’importo ricaricato sul codice fiscale e del PIN da utilizzare per il pagamento.

Mediaservice Caserta 640×300
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Questo primo elenco è relativo a coloro i quali hanno dichiarato di non ricevere alcun tipo di sostegno pubblico. Nei prossimi giorni si procederà con l’erogazione in favore di tutti gli altri richiedenti.

E’ consigliabile controllare i dati inseriti nella domanda. Laddove ci si accorgesse di aver inserito codice fiscale o numero di cellulare errato è possibile segnalarlo all’indirizzo email [email protected] indicando anche nome cognome e numero ricevuta personale.
Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Comune di Caserta, erogazione buoni spesa

LA POSSIBILE RIAPERTURA DELLE SCUOLE IN CAMPANIA DOPO IL 15 GENNAIO

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Anche a Natale la discussione scuola è sempre al centro. La ministra Lucia Azzolina spinge per una riapertura completa il 7 Gennaio , mentre il premier Giuseppe Conte come pochi giorni fa , ha dichiarato nell’intervista porta a porta di un possibili rientro a scuola al 50% in presenza per le scuole Superiori.

In Campania però la situazione potrebbe essere diversa. Il presidente Vincenzo De Luca nei giorni scorsi è stato chiaro , parlando di valutazioni che saranno fatte a seconda di come si evolverà il contagio. Parole confermate e rafforzate nell’intervista rilasciata nei giorni scorsi  dall’assessore Lucia Fortini, ha dichiarato : Non so ancora quando i ragazzi potranno rientrare in presenza in classe , ma escludo che si possa cominciare il 7 Gennaio.

Mediaservice Caserta 640×300
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Nei primi giorni del 2021 ci saranno degli incontri in seno all’unità di crisi per porre in essere tutte le valutazioni del caso.

Inoltre spiega , l’ipotesi al vaglio è dal 15 Gennaio gli alunni della Regione Campania possano tornare gradualmente in classe , ma è l’ipotesi che dovrà essere valutata dall’unità di crisi . In ogni caso la Campania sarà differente non solo per le date di rientro in classe, ma anche per le percentuali degli alunni in presenza.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

LA POSSIBILE RIAPERTURA DELLE SCUOLE IN CAMPANIA DOPO IL 15 GENNAIO

Sacerdote Indagato e denunciato per abusi sessuali

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Un sacerdote di Presenzano , G.R,è stato indagato in seguito a una denuncia per abusi sessuali.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

La Procura di Napoli ha aperto un’ indagine dopo che i Carabinieri della stazione di Teano hanno perquisito l’ abitazione del Prete e  sequestrato computer e cellulare. Sembra che l’ uomo avesse per complice un 19enne che adescava le vittime e le portava presso l’ abitazione del Parroco.

Mediaservice Caserta 640×300

Naturalmente le indagini sono in corso . Per il momento il Vescovo della Diocesi di Teano Giacomo Cirulli anche in via cautelativa ha deciso di sospendere G.R. dal suo incarico.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Sacerdote Indagato e denunciato per abusi sessuali

“La moglie in ostaggio per pagare il boss” la sconvolgente vicenda riguardo un imprenditore veneto.

Liceo Manzoni Caserta 640×300

“Lavori non pagati e la pretesa di interessi sulle somme dovute”: sarebbero al centro del processo contro il clan dei Casalesi del Veneto.

Lavori che vennero pagati con delle cambiali, poi protestate. Dopo alcune minacce sarebbe intervenuta la moglie dell’imprenditore per saldare il debito, di circa 7500 euro, e coprire gli interessi, cosí si è evinto in aula.

Mediaservice Caserta 640×300
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Per la Procura, però, il quadro è diverso.
Donadio avrebbe inviato Antonio Pacifico e Raffaele Buonanno presso la casa dell’imprenditore che si vide costretto a lasciare la moglie in ostaggio per farlo pagare.
Le conferme sono nelle intercettazioni.

Si tornerà ad ogni modo in aula in tempi brevi per decidere sulla vicenda.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

“La moglie in ostaggio per pagare il boss” la sconvolgente vicenda riguardo un imprenditore veneto.

Raffaele Capone orgoglio casertano e campano è finalista a Mister Italia 2020

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Caserta. Raffaele Capone, casertano doc dal fisico irrompente e dal sorriso coinvolgente è l’ unico campano finalista all’ edizione di Mister Italia 2020.

Raffaele ha convinto la qualificata giuria di tecnici oltre che con la sua indiscussa bellezza fisica anche con la simpatia e l’ intraprendenza. L’ appuntamento per la finalissima è per il prossimo mese di Gennaio a Lignano Sabbiadoro 

Mediaservice Caserta 640×300

Sono contento – ha dichiarato il giovane casertano– ora punto alla vittoria ,lo devo ai miei familiari e a tutti i miei amici che mi hanno sostenuto” .

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Del trionfo di Raffaele sarà contenta anche la ragazza di Milano che nel corso della nota trasmissione Real-Time cerca l’ amore condotta da Rossella Brescia  lo scelse come suo presunto partner ideale fra altri numerosi concorrenti.

Belvederenews continuerà a seguire attentamente la scalata di Raffaele che a questo punto si candida ad essere un nuovo concorrente all’ edizione del Grande Fratello 2021.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Raffaele Capone orgoglio casertano e campano è finalista a Mister Italia 2020

ITAMIL Friuli Venezia Giulia, i referenti: “Pronti a far valere diritti di categorie in difficoltà, buon Natale a tutti” 

Archivio Notizie Precedenti

Agenzia Stampa Mediapress – Quotidiano on line diretto da Ferdinando Terlizzi – Testata giornalistica registrata al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere – (CE) con il num. 430/93 – Sede Legale: Corso Aldo Moro, 276 81055 Santa Maria Capua Vetere – (CE) – Telefono 388 429 38 28

Sito Web Realizzato da SimplyWeb

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

ITAMIL Friuli Venezia Giulia, i referenti: “Pronti a far valere diritti di categorie in difficoltà, buon Natale a tutti” 

GRAZZANISE: “CENTO PASSI” VERSO I 100 GIORNI, A RITMO SERRATO

Liceo Manzoni Caserta 640×300

GRAZZANISE (Raffaele Raimondo) – L’Amministrazione comunale a maggioranza “Cento passi” e guidata, con passione straordinaria, dal sindaco Enrico Petrella si muove verso i primi 100 giorni di attività gestionale. Impegnatissima a recuperare il “tempo perduto” e le opportunità sprecate dalle antecedenti compagini, rilanciando anzitutto idee ed opere “accarezzate” per lungo periodo dal comitato “Senso civico” di cui il primo cittadino è stato cofondatore, questa “squadra” di governo del paese si dispone a fare il punto sui primi steps compiuti e, a dire il vero, apprezzati dalla cittadinanza. Abbiamo chiesto al sindaco e ottenuta la disponibilità ad una verifica giornalistica entro il 31 dicembre, data esatta del centesimo dì. Infatti, grazie ai 2.299 voti (51,6%) che la lista “Cento passi” raccolse il 21 settembre di quest’anno che finalmente (in dipendenza della covid-19 sopraggiunta) volge al termine, la coalizione petrelliana sta reggendo le innovative sorti di questo Comune sfortunato e malridotto assai. Le intenzioni e le determinazioni di partenza appaiono tendenzialmente indovinate e sudate, facendo perno, in via proritaria, su tre piste: riassetto e rafforzamento della “pianta organica”; cantierizzazione di vecchi progetti e rastrellamento di nuovi finaziamenti; realizzazione di interventi visibili sull’arredo urbano. Dal canto suo, il quartetto di minoranza futurorizzontina capeggiata dal Martino Conte – che nella medesima tornata ottenne 1.902 consensi (42,7%), mentre rimase fuori dal consiglio comunale la civica “Campi stellati”, riproposta da Domenico D’Elena, che contò a suo favore soltanto 258 voti (5,8%) – svolge il suo ruolo di controllo, stimolo e configurazione di alternative possibili alle scelte politico-amministrative dei “Cento passi”.

Il 7 ottobre scorso la riunione di insediamento del civico consesso; qualche altra seduta intermedia ugualmente aperta al pubblico “da remoto” (a causa della persistente pandemia); la prossima fissata, in prima convocazione, per le ore 18 di mercoledì 30 dicembre prossimo, con 6 punti all’odg (-Approvazione verbali seduta precedente; -Ratifica delibera giuntale 24/2020 ad oggetto “Variazione d’urgenza al bilancio di previsione 2020/21…”; -Ricognizione Società partecipate; -Riconoscimento debiti fuori bilancio; -Approvazione piano economico finanziario TARI 2020; -Transazione contenzioso Avv. Caputo/comune di Grazzanise).

Mediaservice Caserta 640×300
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Non v’è dubbio che sull’Amministrazione comunale in carica è piombata, difficile e pesante, l’emergenza sanitaria da coronavirus già fronteggiata, fra febbraio e settembre, dal commissario straordinario Aldo Aldi (coadiuvato dalla solerte subcommissaria Carmela Lucchese), però duole constatare che la programmatica visione del municipio “palazzo di vetro” mostra qualche ritarduccio di troppo: ci riferiamo, in primis, al “sito ufficiale” del Comune che tuttora giace nel pregresso abbandono, fatte salve le pubblicazioni di atti imposte dalle norme nazionali (un sito assolutamente incompleto, farraginoso e poco interattivo, mancando scelte tecniche e contenuti informativi che soddisfino “la comunicazione palazzo-cittadino, cittadino-palazzo”). Si tratta di un problema che abbiamo ripetutamente affacciato a tutte le segretarie comunali degli ultimi 10 anni (tranne che all’attuale, la laboriosa Maria Angela Terribile di temperamento diametralmente opposto al suo cognome) e ai politici che si sono succeduti sulle poltrone municipali più ambìte. Giusto per esemplificare sul minimo, come cliccando per una ricerca di conoscenze sulle “deleghe assessoriali” la schermata mostra “zero risultati”, così per la ristrutturazione ex novo dell’intero sito registriamo, da anni a questa parte, “zero esiti significativi”. Giacché la questioncella è stata prospettata pure al sindaco Petrella, c’è da sperare che, se non nel corrente tremendo anno, almeno agl’inizi del 2021 nasca del sito comunale la “vita nova”.

Terra di Lavoro 300×250

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

GRAZZANISE: “CENTO PASSI” VERSO I 100 GIORNI, A RITMO SERRATO

Il giocoliere

Un artista di strada, un giocoliere, non aveva nulla da donare, ma… Il nostro autore racconta una favola piena di amore

di Giovanni Renella

Preso com’era dal cercare di catturare l’attenzione dei passanti, per raggranellare qualche spicciolo, in un primo momento non aveva prestato una particolare attenzione a quell’insolito movimento.

Con il trascorrere delle ore il numero dei pellegrini era però cresciuto, fino a trasformarsi in una lenta processione.

A quel punto, spinto dalla curiosità di sapere dove fossero diretti, decise di accodarsi a quella fila silenziosa.

Il tragitto che seguivano si inerpicava su per una salita e sembrava condurre verso una grotta.

Nell’osservare quella piccola folla, che trovò assiepata sul limitare dell’antro, si aggiunse stupore a stupore: donne e uomini si erano spinti fin lassù per un neonato!

Tutti avevano portato un regalo a quel bimbo appena venuto alla luce.

Più che regali, sembravano omaggi ad una persona di cui si riconosceva il rango superiore.

Si spinse in avanti, facendosi largo fra la gente assiepata dinanzi a quel giaciglio, per poter osservare la scena da vicino.

Si accorse così che era l’unico ad essere lì senza avere nulla da poter donare ed ebbe vergogna: una sensazione di disagio che solo i poveri conoscono.

In realtà non ricordava di aver mai  posseduto nulla,  se non quelle sfere che faceva volteggiare in aria per ricevere l’obolo dei passanti: era un artista di strada e così sbarcava il lunario.

Cominciò allora a lanciare in aria quelle palle colorate: prima una, poi due, poi tre e altre ancora.

Giravano nel vuoto, confondendosi fra di loro in un caleidoscopio di colori e figure che fece tanto ridere quel cucciolo d’uomo, fino ad allora disinteressato ai doni, più o meno preziosi, ricevuti.

Gratificato da quei sorrisi, per qualche istante al giocoliere apparve più lieve anche il peso della sua povertà.

Così, da allora, in tutto il mondo c’è l’usanza di adornare l’albero di Natale con tante palline colorate, per non dimenticare il divertimento e le risate di Gesù Bambino, di fronte allo spettacolo di un artista di strada che non aveva altro da offrire.

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2020/12/25/il-giocoliere/