CAMBIO DI DIRETTORE SANITARIO ALL’ASL DI CASERTA

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Nella mattinata di oggi 16 dicembre all’Asl di Caserta si è dimesso il direttore sanitario. Pasquale Di Girolamo Faraone ha presentato le sue dimissioni,  annunciando l’addio agli uffici di via Unità d’Italia dove nei prossimi giorni andrà a ricoprire lo stesso ruolo all’ospedale dei Colli a Napoli. Il periodo in cui è stato nominato Faraone all’Asl di Caserta è stato breve , la nomina fu nell’agosto 2019. Dato il periodo della pandemia L’Asl di Caserta ha subito nominato un nuovo direttore sanitario , la scelta cade su Marco De Fazio, valutato il suo curriculum è idoneo a svolgere l’incarico,  considerato che lo stesso si è reso disponibile  a ricoprire il ruolo  presso L’Asl di Caserta ecco che il ruolo di direttore sanitario non rimarrà vuoto.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

CAMBIO DI DIRETTORE SANITARIO ALL’ASL DI CASERTA

Avellino poker al Monopoli

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Tutto facile per l’Avellino nel recupero dell’undicesima giornata di campionato. La squadra irpina rifila un poker al Monopoli, che continua ad aver enormi problemi. Alla fine dei primi 45 di gioco gli irpini sono già avanti 3-0. I gol di Berdadotto, D’Angelo e Dossena. Nella ripresa poi è arrivato anche il poker di Fella grande ex della sfida. Una vittoria cje porta Avellino a -6 dal secondo posto .

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Avellino poker al Monopoli

Serie C GOLD e Serie C SILVER – Gli Allenatori vogliono iniziare il rispettivo Campionato

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

(Fonte: Gazzetta di Caserta – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Serie C GOLD e Serie C SILVER – Gli Allenatori vogliono iniziare il rispettivo Campionato

Rubrica “Per ogni donna”/ la quarta storia giunta in redazione

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Aversa-Salve a tutti i lettori che ci seguono! Siamo al quarto numero della rubrica “ Per ogni donna”, curata dalla dottoressa Speranza Anzia Cardillo, giurista e criminologa e dalla dottoressa Iolanda Vassallo, psicologa e criminologa. La storia di ogni, dal titolo “Nel bel mezzo della bufera” riproduce una realtà molto triste e molto frequente.

La storia giunta in redazione 

Mediaservice Caserta 640×300

Ero ancora una ragazza quando conobbi L. – inizia così il racconto di C. – ed eravamo entrambi molto innamorati. Avrei fatto di tutto per lui. Ero felice in sua compagnia al punto di non notare i suoi difetti. Ero fiduciosa e ingenua da credere a tutte le sue bugie. La mia famiglia non sapeva di questo legame e non mi permetteva spesso di uscire, ma io inventavo qualsiasi scusa pur di vederlo. Un giorno, avevo da poco compiuto diciotto anni, e dopo aver trascorso qualche ora insieme, L. si rifiutó di riaccompagnarmi a casa nonostante io mi opponessi al suo proposito di portarmi a casa sua. Mi disse che per dimostrare il mio amore dovevo assecondare la sua decisione . Passarono giorni ed io, non tornai più a casa mia, anche se i miei genitori mi pregarono di non fare sciocchezze. Dopo alcuni mesi nacque il mio primo figlio e poi dopo qualche anno il secondo. L’unione con il padre dei miei figli non fu mai ufficializzata per volere di entrambi. Nel mio caso io cominciavo ad avere seri dubbi sulla validità di un rapporto fatto di prepotenze continue che vedevo compiere dall’uomo con cui vivevo. Tutti atteggiamenti ampiamente giustificati dai suoi familiari con i quali, purtroppo, continuavo a condividere lo stesso tetto. Ero completamente sottomessa anche da loro, i quali non approvavano mai nulla di quello che io facessi . Spesso mi rendevo conto del fatto che l’abuso di alcolici da parte del padre dei miei figli era deleterio per tutti.
Un giorno riuscii a farmi dire da lui la verità sul farei che  aveva questo problema fin da adolescente. Fu allora che decisi di scappare dai miei genitori che mi accolsero nella loro casa insieme ai miei figli. Credevo di aver trovato un po’ di tranquillità ma non fu così perché all’improvviso L. si presentó sotto casa dei miei genitori per insultarmi a voce alta e per attribuirmi colpe che non avevo. Questi episodi si ripeterono ed io per vergogna tornai di nuovo a vivere con lui, ma i problemi continuarono e un bel giorno mi picchió  facendomi pentire di essere tornata. Fu allora che decisi di denunciarlo e di trasferirmi in una città lontana in cerca di lavoro per dare una svolta alla mia vita. Ora sono una donna che ha riacquistato la sua autostima e un posto in società e tutto ciò lo devo solo alla mia forza d’animo
”.

Il Commento della dottoressa Cardillo:

Realtà come quella narrata dalla protagonista della storia di oggi sono molto frequenti e spesso si sviluppano in contesti in cui l’incapacità di gestire, accettare e affrontare determinate problematiche è ancora più grande del problema della dipendenza stessa. Purtroppo esistono ancora contesti di questo tipo in cui soggetti che fanno uso di droghe o alcool credono di uscirne da soli, cioè senza seguire un programma di recupero. Nulla di più sbagliato! Anche giustificare ,poi, comportamenti inaccettabili, così come nel racconto facevano i familiari dell’autore di certi gesti, è un po’ come negare l’esistenza del problema.
Minimizzare, inoltre, comporta il rischio di non tutelare abbastanza anche i minori, che, in questo caso, erano i figli della persona con problemi. Le violenze,in casi come questo, sono commesse con molta frequenza ed è impossibile, senza un valido sostegno che il soggetto con problemi possa continuare a rapportarsi con gli altri normalmente. Impensabile quindi , in simili casi, e cioè quando l’intossicazione è addirittura cronica, che il danno ormai esistente a livello celebrale e comportamentale possa essere ignorato. Le donne, poi, che si trovano a subire maltrattamenti da persone affette da simili problematiche, sono tenute a denunciare non solo per proteggere se stesse da grandi rischi, ma anche per salvaguardare la salute psichica e fisica dei propri figli 

Commento della dottoressa Vassallo

Dipendenza , alterazione, allucinazione e delirio sono le caratteristiche di chi assume sostanze stupefacenti ed abusa di alcolici per poi sentirsi il dominatore del più debole, cioè della sua stessa donna, abusando di lei sia psicologicamente che sessualmente ,trattandola come un oggetto inanimato. La violenza sulle donne è anche il risultato del letale mix di sostanze stupefacenti e alcolici. La cronaca nera riporta sempre più giovani coinvolti in incidenti stradali, in episodi di criminalità e soprattutto come carnefici di violenza domestica.

Chiunque lavori in uno dei Dipartimenti per le politiche antidroga può confermarlo: mai come oggi i tossicodipendenti hanno problemi sistemici, sviluppano malattie mentali, che poi hanno come conseguenza la violenza domestica. 

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Sono nata donna, siamo nate donne , e nessuno deve permettersi di metterci le mani addosso, darci schiaffi, offenderci.
Abbiamo bisogno di carezze, di baci e tanto amore.
Invito tutte le Donne a denunciare gli episodi di violenza, dobbiamo subito parlarne, senza minimizzare la faccenda con frasi del tipo:

Ma no, è stato solo uno schiaffo”,

“Non l’ha mai fatto prima”,

“Si è scusato”,

“Non lo rifarà più”,

“Lei se l’è cercata”,

Diciamo No alla violenza sulle Donne.

Siamo Donne e come tali , per le nostre peculiarità e differenze, dobbiamo essere rispettate ed amate. 

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Rubrica “Per ogni donna”/ la quarta storia giunta in redazione

Caserta. INSTALLAZIONE NUOVA SEGNALETICA TURISTICA

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Caserta. E’ stata avviata l’installazione della nuova segnaletica turistica. Un progetto che ha come finalità il miglioramento della fruibilità turistica della città di Caserta a partire dai siti Unesco, anche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

La segnaletica del piano di comunicazione turistica si presenta omogenea e parte dai principali beni monumentali come la Reggia, il Belvedere di san Leucio e Casertavecchia, fino ad arrivare a luoghi più nascosti ma altrettanto significativi dal punto di vista storico, artistico e monumentale come la chiesa di San Rufo Martire a Piedimonte di Casolla e l’abbazia di San Pietro ad Montes.

Non solo segnali stradali ma anche tabelle descrittive che accompagnano il turista in veri e propri itinerari alla scoperta della città. Percorsi che presto verranno supportati anche da una app per smartphone (CasertaTour) con la quale si potrà accedere ad una piattaforma multimediale dedicata, plurilingue ed accessibile da Qrcode, grazie alla quale i visitatori potranno ottenere numerose informazioni aggiuntive sui siti di interesse.

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Caserta. INSTALLAZIONE NUOVA SEGNALETICA TURISTICA

Caserta. INSTALLAZIONE NUOVA SEGNALETICA TURISTICA

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Caserta. E’ stata avviata l’installazione della nuova segnaletica turistica. Un progetto che ha come finalità il miglioramento della fruibilità turistica della città di Caserta a partire dai siti Unesco, anche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

La segnaletica del piano di comunicazione turistica si presenta omogenea e parte dai principali beni monumentali come la Reggia, il Belvedere di san Leucio e Casertavecchia, fino ad arrivare a luoghi più nascosti ma altrettanto significativi dal punto di vista storico, artistico e monumentale come la chiesa di San Rufo Martire a Piedimonte di Casolla e l’abbazia di San Pietro ad Montes.

Non solo segnali stradali ma anche tabelle descrittive che accompagnano il turista in veri e propri itinerari alla scoperta della città. Percorsi che presto verranno supportati anche da una app per smartphone (CasertaTour) con la quale si potrà accedere ad una piattaforma multimediale dedicata, plurilingue ed accessibile da Qrcode, grazie alla quale i visitatori potranno ottenere numerose informazioni aggiuntive sui siti di interesse.

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Caserta. INSTALLAZIONE NUOVA SEGNALETICA TURISTICA

La vita ha perso un capitolo importante della sua storia: è morta Graziella Di Gasparro

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

(Fonte: Gazzetta di Caserta – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

La vita ha perso un capitolo importante della sua storia: è morta Graziella Di Gasparro

La vita ha perso un capitolo importante della sua storia: è morta Graziella Di Gasparro

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

(Fonte: Gazzetta di Caserta – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2020/12/16/la-vita-ha-perso-un-capitolo-importante-della-sua-storia-e-morta-graziella-di-gasparro-2/

NATALE A FERRARA… i ricordi di un viaggio con mamma e papà di Maurizio Mazzotti

Archivio Notizie Precedenti

Agenzia Stampa Mediapress – Quotidiano on line diretto da Ferdinando Terlizzi – Testata giornalistica registrata al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere – (CE) con il num. 430/93 – Sede Legale: Corso Aldo Moro, 276 81055 Santa Maria Capua Vetere – (CE) – Telefono 388 429 38 28

Sito Web Realizzato da SimplyWeb

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

NATALE A FERRARA… i ricordi di un viaggio con mamma e papà di Maurizio Mazzotti

A.I.F.V.S Onlus in udienza, Alberto Pallotti: “Associazioni vittime vengano coinvolte in progetti per sicurezza stradale e controllo utilizzo fondi”

A.I.F.V.S Onlus in udienza, Alberto Pallotti: “Associazioni vittime vengano coinvolte in progetti per sicurezza stradale e controllo utilizzo fondi” – BelvedereNews

  • Home
  • News
  • Sociale
  • A.I.F.V.S Onlus in udienza, Alberto Pallotti: “Associazioni vittime vengano coinvolte in progetti per sicurezza stradale e controllo utilizzo fondi”

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

A.I.F.V.S Onlus in udienza, Alberto Pallotti: “Associazioni vittime vengano coinvolte in progetti per sicurezza stradale e controllo utilizzo fondi”

Covid, chiusura uffici comunali Capua

Liceo Manzoni Caserta 640×300

Capua – Ancora chiusure .questa volta ad essere coinvolto è il Comune di Capua, il vice sindaco chiude tutti gli uffici del Comune

Ed infatti gli uffici del Comune di Capua sono stati chiusi al pubblico. A disporlo è stato il vice sindaco Pasquale Frattasi, alla guida dell’Ente, dopo essere risultato positivo al Covid-19. La chiusura resta in vigore fino a nuova disposizione e non è valida per i servizi di polizia municipale.

Mediaservice Caserta 640×300

Queste le dichiarazioni del vice-sindaco “Il dialogo con gli uffici sarà comunque garantito attraverso i canali telematici e telefonici, fatti salvi i casi di urgenza che saranno di volta in volta valutati dai responsabili dei servizi”, sottolinea appunto il vice sindaco nell’ordinanza.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

A causa dell’evoluzione della situazione epidemiologica che ha interessato in maniera diretta l’Ente, si ravvisa la necessità di articolare in maniera diversa gli accessi del pubblico agli uffici, a tutela della salute dei dipendenti e del pubblico, nelle more delle attività di sanificazione e delle verifiche che stanno interessando il personale dipendente stesso”

 

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Covid, chiusura uffici comunali Capua