Casertana/ Fedato ancora fermo ai box

Ancora fermo Francesco Fedato, attaccante rossoblù che tramite Instagram ha fatto sapere di doversi fermare per l’ennesima volta.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Queste le parole di Fedato: “Neuroma di Morton… Chi poteva averlo? Inizierà anche per me questa stagione. Ora sono concentrato nel recupero di questo male stupido che purtroppo mi ha impedito e mi sta impedendo di fare ciò che mi piace di più, giocare libero e sereno senza dolore. Cosa che purtroppo da inizio stagione fino ad ora non ho potuto fare…Spero di recuperare il prima possibile ma continuare così non aveva senso con troppo dolore da sopportare tutti i giorni”. 

Mediaservice Caserta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2020/11/28/casertana-fedato-ancora-fermo-ai-box/

Aversa, salta il Consiglio Comunale/ la minoranza contraria allo slittamento

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Aversa-In un momento così delicato per la città, la maggioranza con a capo il Sindaco GOLIA, che tanto decantava il cambiamento e l’elevato senso di responsabilità istituzionale, per beghe interne legate alla divisione delle poltrone, non si presenta in Aula ad un Consiglio da loro convocato.
Sono loro la pandemia della politica aversana.

Mediaservice Caserta 640×300

La minoranza presente e compatta, stigmatizza tale comportamento irresponsabile ed invita il sindaco a fare una attenta riflessione, non vorremmo che solo l’attaccamento alla poltrona lo porta a proseguirla, confermando la debacle di agosto, quando nel Consiglio Comunale sul bilancio di previsione, i numeri della maggioranza non furono 13, bensì 10, denotando l’assoluta mancanza di fiducia nella sua sindacatura.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Aversa, salta il Consiglio Comunale/ la minoranza contraria allo slittamento

Insieme per il futuro

Dialoghi di Comunità per Immaginare insieme la Città del Futuro: un incontro on line per discutere di rigenerazione e valorizzazione

Nell’ambito di AAA Accogliere Ad Arte, riprendono i Dialoghi di Comunità mercoledì 2 dicembre alle ore 17 con l’incontro in diretta on line Immaginare insieme la città del futuro.

AAA Accogliere Ad Arte è un progetto nato con l’obiettivo di creare una comunità dell’accoglienza diffusa e spontanea, pronta a dare indicazioni a turisti e visitatori desiderosi di conoscere l’immenso patrimonio di arte, ma anche il prezioso carico di umanità della città.

Al meeting parteciperanno Andrea Bartoli, fondatore di Farm Cultural Park di Favara, gli artisti Bianco-Valente, Gabriele Pasqui, professore di Tecnica e Pianificazione Urbanistica del Politecnico di Milano, e Paola Piscitelli, ricercatrice in Urbanistica e Politiche del territorio, introdotti dal presidente di  Progetto Museo Francesca Amirante.

Gli interventi saranno moderati da Michelangelo Russo, direttore del DIARC | Dipartimento di Architettura dell’Ateneo federiciano.

Nella discussione proveranno a dare risposte il professor Gabriele Pasqui, autore di numerose pubblicazioni, e la ricercatrice Paola Piscitelli, che sta sviluppando una ricerca-azione sugli immaginari dei giovani in contesti urbani in rapida trasformazione con l’uso di metodologie partecipative audio-visuali.

Porteranno il loro contributo anche gli artisti Bianco-Valente autori di numerose opere e installazioni, nate dalla relazione e dal dialogo con le persone e con le comunità che abitano i luoghi, come Il Mare non bagna Napoli.

E ancora Andrea Bartoli, che porterà l’esperienza di Farm Cultural Park, un progetto che ha trasformato il centro storico abbandonato di Favara, in provincia di Agrigento, in un attrattore culturale e turistico, luogo di arte, cultura e sperimentazione e piccola capitale di rigenerazione urbana.

L’incontro Immaginare insieme la città del futuro, aperto a tutta la cittadinanza, è promosso da Progetto Museo, in collaborazione con il DIARC e SuperOtium, con il contributo di Regione Campania e Napoli Salerno Airports Gesac.

 

Dialoghi di Comunità, curati da Laura Fusca e Caterina De Vivo, che ogni anno mette a confronto le persone che partecipano all’iniziativa AAA Accogliere Ad Arte – tassisti, agenti di polizia municipale, dipendenti del trasporto pubblico, personale alberghiero, ristoratori, agenti del turismo, addetti al verde e personale di custodia coinvolti in un percorso di conoscenza e riappropriazione delle bellezze della città – con esperti, esponenti del mondo della cultura e protagonisti di esperienze di rigenerazione urbana sui temi della partecipazione attiva.

«In questo momento così delicato per la nostra città e per il mondo intero – ha spiegato Francesca Amirante, Presidente di Progetto Museo e coordinatrice di AAA Accogliere Ad Arte– non abbiamo voluto interrompere il dialogo con i partecipanti al progetto, in nome anche del concetto di formare una comunità. Favorire l’incontro tra il patrimonio culturale e le categorie professionali che vivono quotidianamente la città e le sue difficoltà è l’obiettivo primario di Accogliere Ad Arte, ma vuole anche diventare un’opportunità per riflettere  – e in questo momento storico più che mai – sul ruolo e sulla responsabilità individuale; la partecipazione attiva è uno strumento imprescindibile per pianificare piccole e grandi trasformazioni e questo Dialogo vuole essere un’opportunità per un confronto con esperienze virtuose, con metodologie da conoscere perché l’importante non è solo partecipare, ma partecipare in modo costruttivo riuscendo a condividere una visione.»

Così hanno commentato le curatrici dell’iniziativa Laura Fusca e Caterina De Vivo: «I Dialoghi di Comunità sono momenti di partecipazione in cui affrontiamo temi cruciali per la città e per chi la vive nel quotidiano. Sono pensati per le persone che partecipano all’iniziativa AAA Accogliere Ad Arte e sono aperti a tutti. Nell’incontro di quest’anno abbiamo chiesto ad alcuni architetti e urbanisti esperti di progettazione partecipata, ad artisti il cui lavoro si nutre del rapporto con i luoghi e a cittadini che hanno scelto di impegnarsi in prima persona per produrre un cambiamento di condividere con noi le loro esperienze, le loro competenze e le loro storie. La volontà è aprire una riflessione sul ruolo che ciascuno può avere nel costruire risposte collettive sull’abitare contemporaneo e nell’immaginare una città del domani inclusiva, coesa e attenta ai bisogni e ai desideri delle persone.»  

Nel corso dei Dialoghi di Comunità. Immaginare insieme la città del futuro si focalizzerà il  significato del rigenerare le città, favorendo un partecipazione dei soggetti coinvolti e dei cittadini,  e su come riuscire a connettere volontà e competenze per rendere più umani gli spazi urbani, necessità sempre più urgente alla luce della recente crisi sanitaria, e come l’arte e la valorizzazione del patrimonio culturale possano essere parte della rigenerazione.

L’incontro si terrà sulla piattaforma zoom ed è aperto a tutti. 

Per partecipare all’incontro è sufficiente inviare una mail a info@accogliereadarte.it, in modo da ricevere il link della diretta zoom. 

http://www.accogliereadarte.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Insieme per il futuro

IL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE – E’ stato il tema di un convegno presso l’Istituto “Nicola Stefanelli” di Mondragone

Archivio Notizie Precedenti

Agenzia Stampa Mediapress – Quotidiano on line diretto da Ferdinando Terlizzi – Testata giornalistica registrata al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere – (CE) con il num. 430/93 – Sede Legale: Corso Aldo Moro, 276 81055 Santa Maria Capua Vetere – (CE) – Telefono 388 429 38 28

Sito Web Realizzato da SimplyWeb

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

IL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE – E’ stato il tema di un convegno presso l’Istituto “Nicola Stefanelli” di Mondragone