Caiazzo. Riapriranno nel 2021 le scuole comunali: dopo l’Epifania, salvo complicazioni

Con una nuova ordinanza, il sindaco Stefano Giaquinto ha differito ulteriormente la riapertura delle scuole. Continua a leggere

Carinaro-Afragola. Assicurati alla Giustizia ladri ‘seriali di auto con la ‘tecnica del bullone’


A seguito di provvedimento restrittivo, a firma del Sostituto Procuratore Continua a leggere

Pignataro Maggiore. ‘Beccato’ a Capua con cocaina da spaccio e arrestato 32enne


Nel corso di un servizio volto alla prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti, Continua a leggere

Caserta piange Gianfranco Lamonica

Caserta-Ancora una giornata di lutto in città.

È venuto a mancare Gianfranco Lamonica “Bluto” poco più che 40enne Il suo corpo giace al momento all’obitorio dell’ ospedale S.Anna e S.Sebastiano di Caserta.

Secondo le prime notizie trapelate Gianfranco sembra sia stato vittima di una colica renale.

Un malanno che sembrava il frutto di una banale patologia ben presto si è trasformato in tragedia.

Difatti il cuore di Gianfranco ,che viveva con i genitori in un appartamento in via Picazio,ha cessato di battere.

La redazione di Belvederenews si stringe intorno all’ immenso dolore che ha colpito la famiglia lamonica.

 

 

L’articolo Caserta piange Gianfranco Lamonica proviene da BelvedereNews.


https://www.teleradio-news.it/2020/11/27/caserta-piange-gianfranco-lamonica-2/

di TeleradioNews

Caserta piange Gianfranco Lamonica

Caserta-Ancora una giornata di lutto in città.

È venuto a mancare Gianfranco Lamonica “Bluto” poco più che 40enne Il suo corpo giace al momento all’obitorio dell’ ospedale S.Anna e S.Sebastiano di Caserta.

Mediaservice Caserta 640×300

Secondo le prime notizie trapelate Gianfranco sembra sia stato vittima di una colica renale.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Un malanno che sembrava il frutto di una banale patologia ben presto si è trasformato in tragedia.

Difatti il cuore di Gianfranco ,che viveva con i genitori in un appartamento in via Picazio,ha cessato di battere.

La redazione di Belvederenews si stringe intorno all’ immenso dolore che ha colpito la famiglia lamonica.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Caserta piange Gianfranco Lamonica

All’ospedale di Polla maggiore velocità di indagine

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

(Fonte: Gazzetta di Caserta – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2020/11/27/allospedale-di-polla-maggiore-velocita-di-indagine/

Recale domani diserta il consiglio comunale. Ecco perché

Recale Domani diserta il consiglio comunale: “Diabolico continuare in presenza. Si faccia in streaming”. Comune indebitato per 15 anni: “Cittadini pagano cattiva amministrazione”

Il comunicato:

Mediaservice Caserta 640×300

Recale Domani non si presenta in consiglio comunale e protesta contro la scelta del presidente Francesco Ommeniello di convocare, ancora una volta, la seduta in presenza.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

“Al termine dell’ultimo consiglio comunale – fanno sapere i consiglieri comunali Antimo Argenziano, Mario Caporaso e Maria Sorbo – si è verificata la positività di un consigliere di maggioranza, con la conseguente chiusura del Comune e la quarantena obbligatoria per alcuni dipendenti. Gli stessi presenti del nostro gruppo sono stati costretti a sottoporci al tampone. E allora, dopo quell’esperienza, davvero non comprendiamo il motivo per cui si perda ancora tempo e non si avvii la pratica del consiglio comunale in streaming, come accade in numerosi Comuni vicini al nostro, che garantirebbe anche una maggiore partecipazione della cittadinanza interessata, oggi esclusa a monte da un’assise a porte chiuse, piuttosto che costringerci a dover scegliere tra la nostra attività di amministratori e la salute”.

Ma non solo lo streaming. I tre consiglieri contestano pesantemente la scelta dell’amministrazione di ricorrere all’anticipazione di cassa per questioni di liquidità di cassa. “Indebitiamo il Comune ed i cittadini per 850mila euro per 15 anni per spese di gestione e senza fare alcun investimento, quindi senza un progetto capace di migliorare la vita dei cittadini – rivelano i consiglieri – Una scelta che non rispetta le regole imposte dalla legge, cioè l’articolo 119, 6 comma della Costituzione. L’approvazione di quest’anticipazione è prevista per il Consiglio Comunale in programma oggi. Se l’approvino da soli”.

Recale Domani, infine, critica pesantemente la gestione dell’emergenza da parte dell’amministrazione Porfidia. “Al netto di qualche ordinanza spot è stato fatto poco o nulla – proseguono i consiglieri – Addirittura viviamo con il paradosso del cimitero chiuso mentre quello adiacente di Capodrise è regolarmente aperto. Cosa temono? Che i nostri morti siano più contagiosi di altri? Inoltre, in una situazione di emergenza i cittadini si ritrovano abbandonati a sé stessi in un contesto epidemiologico sempre più complesso. A Recale si sono registrati 4 decessi per Covid nelle ultime settimane e non ci sono state comunicazioni al riguardo. Proponiamo di attivare un numero verde per poter fornire indicazioni ai numerosi cittadini recalesi che brancolano nel buio. Un’amministrazione ha il compito di stare vicina ai cittadini, soprattutto in un momento emergenziale come quello che stiamo vivendo. L’amministrazione di Recale, invece, ha scelto il silenzio”, concludono i tre consiglieri.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Recale domani diserta il consiglio comunale. Ecco perché

Solidarietà: arrivati beni di prima necessità per le famiglie di Castel Volturno

Il comunicato:

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Oggi l’Associazione C’entro di Castel Volturno si è impegnata per il trasferimento di prodotti ortofrutticoli dal territorio di Foggia. La donazione è stata foraggiata da Bethel Italia, ente caritatevole nazionale.

Mediaservice Caserta 640×300

Nelle prossime ore i volontari dell’Associazione C’entro, promotrice di questa ed altre iniziative benefiche sul territorio castellano, si occuperanno della distribuzione dei prodotti alle famiglie indigenti di Castel Volturno.
Il Presidente Giuseppe Miele e il socio Cesare Diana, subito dopo il trasferimento degli alimenti, hanno dichiarato: “Un piccolo gesto che si propone di essere d’esempio per chi ha volontà e risorse sufficienti per fare del bene. Il tema della solidarietà è un tema cogente in tempi difficili. Questo secondo lockdown sta dando fondo a tutte le risorse residue, per questo riuscire ad essere d’aiuto ha un valore inestimabile.”

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Solidarietà: arrivati beni di prima necessità per le famiglie di Castel Volturno