‘Donna Straordinaria’: club nato per aiutare le donne a diventare la propria priorità nella vita

Arriva “Donna Straordinaria”, progetto ideato dalla psicologa russa e coach professionista Angelina Ermakova,

Continua a leggere

Riardo ricorda il ‘re del pallone’ Diego che venne alla ‘Ferrarelle’ col portiere locale Di Fusco


 

L’intero mondo del calcio è a lutto per la perdita del più grande calciatore di tutti i tempi: Continua a leggere

Covid-19. ‘Buoni-Spesa’; 8,3 milioni di euro stanziati per Caserta e provincia: esulta Del Sesto (5Stelle)


Nel decreto “Ristori Ter” (Misure finanziarie urgenti connesse all’emergenza epidemiologica Continua a leggere

E’ morto il Re, viva ‘O Rre!

E’ morto il Re, viva ‘O Rre!

Mediaservice Caserta 640×300

Napoli e il mondo dei comuni mortali piangono la morte del loro rappresentante terreno.

Domenica una Tv trasmetteva per l’ennesima volta un filmato su Maradona. Mio figlio, guardando quei gesti magnifici, quelle parabole quasi impossibili, mi ha chiesto: “Papà ma davvero Maradona era così forte?” Gli ho semplicemente risposto: “Sì, era così forte che a parole non riesco a spiegartelo.”

Muore un campione, rinasce una Leggenda. Lui, il papà putativo di tanti Diego nati a Napoli e dintorni; dopo la sua venuta nessuno che ama il calcio e l’azzurro dei partenopei voleva rinunciare a un pezzo di Maradona, e, almeno rinnovandogli il nome, attraverso i propri figli, lasciavano intendere quanto amore c’era verso quest’uomo piccolo, tarchiato, che arrivava da lontano, da una vita fatta di povertà come tanti di noi, fatta di sacrifici oggi inimmaginabili, così simile alle tante facce di Partenope, del Sud povero, uno che non può essere paragonato a nessun altro, perché ha vinto in quegli angoli della terra dove non si vince mai, ha vinto a Napoli non a Barcellona o Madrid o Monaco di Baviera o Liverpool, ha vinto con l’Argentina reduce come nazione, dalla sconfitta delle Isole Falkland, ha vinto umiliando e sbeffeggiando come uno scugnizzo delle “4 giornate”, i forti inglesi, gli imbattibili figli di Albione, ha vinto quasi da solo, contro i giganti, un uomo piccolo e sgraziato, che quando accarezzava la pelota era un tutt’uno con lei, un mago, una goduria quasi lussuriosa vederlo muoversi sul rettangolo verde. Il calcio è a lutto, solo chi non ama il pallone al di là del tifo, non sta piangendo, solo chi non ha anima fanciulla non comprende tutto ciò.

Muore un capopopolo, un vero rivoluzionario, muore un Angelo terreno, con le sue debolezze, con il suo bagaglio pieno zeppo di stravaganze, dettate dalle sue origini umili, che però proprio per questo il mondo, quasi tutto il mondo, ma di sicuro quelle sacche di gente povera, gli ha sempre perdonato tutto. Muore l’eroe degli ultimi, per questo ancora più grande.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Adios cabecilla, ti ho sempre considerato la reincarnazione di don Josè Borjes, tornato a Napoli per completare il lavoro di liberazione che non poté finire il grande caudillo catalano.

 Una notizia terribile, la sua morte, confesso candidamente che ho pianto ininterrottamente, durante tutto il periodo che i tabloid trasmettevano notizie e immagini del Pibe, del Pelusa, del grande DIOS.

Io non piango solo il capitano del mio Napoli , anche se davanti agli occhi mi passano le immagini senza tempo della punizione contro la Juve di Trapattoni, il dribbling pazzesco contro i belgi ai mondiali messicani, il gol al Verona da centrocampo, la rabona contro l’Arezzo in coppa Italia, la rovesciata da terra contro il Pescara, il gol al Bologna da 40 metri e mentre tira indica al padre in tribuna, che è per lui, la faccia di mio cognato interista, che rimane stupito quando lo vede dal vivo per la prima volta, il colpo di magia di testa al Milan di Sacchi, ma piango soprattutto un momento che fissa la fine di un’epoca, fatta di poesia, di magia vera, un mondo non edulcorato, piango la fine del sogno.

Vai Maradò ti stanno aspettando in cielo, si sente già il coro da qui “ O mamà, mamà, mamà sai perché mi batte el corazon? Ho visto Maradona…ho visto Maradona, ue Mammà innamorato sò “

Ciao Diego

Con te scompare un calcio romantico e irripetibile.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2020/11/25/e-morto-il-re-viva-o-rre/

Aversa, Fidapa/ 25 novembre:una giornata importante in un periodo storico complesso

Aversa-FEDERAZIONE ITALIANA DONNE ARTI PROFESSIONI AFFARI FIDAPA

Mediaservice Caserta 640×300

“Una mascherina 1522“. Non è un nuovo modello di dispositivo di protezione individuale, ma una frase in codice per denunciare una violenza domestica in farmacia. Basterà pronunciare questa frase al proprio farmacista, per attivare una rete d’aiuto. L’iniziativa nasce da un accordo tra i centri antiviolenza e la Federazione Farmacisti, che permetterà ai farmacisti di fornire sostegno alle donne vittime di violenza dando non solo informazioni utili ma mettendo in campo una filiera di aiuto concreto.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

I due mesi di lockdown e le misure anticontagio ancora in vigore nel nostro Paese, hanno fatto registrare, come denunciato da Amnesty International Italia, un generale e preoccupante incremento di episodi di violenza domestica nei confronti delle donne. Uscendo meno di casa, si riducono notevolmente le occasioni di denuncia e alcune donne si ritrovano intrappolate insieme a partner violenti.

Al fianco delle vittime di violenza resta attivo, insieme ai centri anti-violenza, il numero gratuito 1522, promosso dalla dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio. Un servizio che offre la possibilità di denunciare via chat un episodio di violenza per chi non potesse parlare.

. , Presidente della sezione di Aversa della FEDERAZIONE ITALIANA DONNE ARTI PROFESSIONI AFFARI FIDAPA – BPW Italy

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2020/11/25/aversa-fidapa-25-novembreuna-giornata-importante-in-un-periodo-storico-complesso/

Mondragone, donna anziana investita mentre attraversa la strada/vana la corsa in ospedale

Mondragone – Era originaria di Sessa Aurunca, ma viveva con il resto della famiglia a Mondragone, la donna di 85 anni, Maria Pellegrino, deceduta ieri in seguito alle gravi ferite riportate nell’incidente stradale avvenuto intorno alle ore 13,00 in via Fiume. La donna era in procinto di attraversare la strada quando il conducente di un furgone nell’atto di fare manovra, in quanto corriere di una società di spedizione pacchi, non si sarebbe avveduto di lei andando ad investirla. Nulla ha potuto la corsa in ospedale all’arrivo dei soccorsi a distanza di un’ora e mezza dall’incidente, a causa della carenza sia dei mezzi che del personale sanitario.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Mondragone, donna anziana investita mentre attraversa la strada/vana la corsa in ospedale

VI RACCONTO IL MIO LIBRO – DUE DELITTI ASSURDI CON MOVENTI STUPIDI A MADDALONI NEL 1949  Un giovane ucciso per il furto di una patata; un altro per i polli che avevano beccato una piantagione di cavoli…


VI RACCONTO IL MIO LIBRO – DUE DELITTI ASSURDI CON MOVENTI STUPIDI A MADDALONI NEL 1949  Un giovane ucciso per il furto di una patata; un altro per i polli che avevano beccato una piantagione di cavoli… | Cronache Agenzia Giornalistica

19

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

VI RACCONTO IL MIO LIBRO – DUE DELITTI ASSURDI CON MOVENTI STUPIDI A MADDALONI NEL 1949  Un giovane ucciso per il furto di una patata; un altro per i polli che avevano beccato una piantagione di cavoli…

VIOLENZA SU DONNE ED EMERGENZA COVID: DA REPARTO ALTA SICUREZZA DEL CARCERE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE MIGLIAIA DI MASCHERINE DESTINATE A ENTI, PROCURE, PREFETTURE  PER CELEBRARE LA GIORNATA.


VIOLENZA SU DONNE ED EMERGENZA COVID: DA REPARTO ALTA SICUREZZA DEL CARCERE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE MIGLIAIA DI MASCHERINE DESTINATE A ENTI, PROCURE, PREFETTURE  PER CELEBRARE LA GIORNATA. | Cronache Agenzia Giornalistica

47

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

VIOLENZA SU DONNE ED EMERGENZA COVID: DA REPARTO ALTA SICUREZZA DEL CARCERE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE MIGLIAIA DI MASCHERINE DESTINATE A ENTI, PROCURE, PREFETTURE  PER CELEBRARE LA GIORNATA.

Talento divino

Con il talento divino si nasce. Il nostro autore ricorda con emozione il tocco Diego, un talento quasi divino e il suo carisma che riuscì a risollevare Napoli https://wp.me/p60RNT-83R

di Giovanni Renella

Sembrava che, lassù, qualcuno gli avesse conferito un talento naturale e che lui dovesse solo fare attenzione a non sciuparlo.

Sin da piccolo riusciva ad attirare l’attenzione su di sé, e a catalizzarla, compiendo pochi gesti, all’apparenza semplici, ma che risultavano tali solo a lui: se anche qualcuno avesse provato ad imitarlo, sicuramente non avrebbe ottenuto lo stesso effetto.

Veniva dall’altra parte del mondo e ancora si meravigliava che avessero scelto proprio lui, fra tanti.

Da ragazzino aveva sofferto la fame e la privazione di tutto ciò che potesse desiderare un bambino della sua età, a causa delle difficoltà economiche della famiglia; e aveva imparato ad apprezzare quel poco di cui disponeva, che per lui era già tanto.

Con il tempo, quando il suo talento si era manifestato, le cose erano migliorate e gli stenti erano finiti.

Ora, che era famoso in tutto il mondo, quei tempi bui erano solo un ricordo sbiadito.

Ovunque andasse gruppi di persone festanti lo accoglievano e si accalcavano intorno alla sua figura minuta, sperando di potergli stringere la mano o di abbracciarlo.

Qualche genitore addirittura gli porgeva le proprie creature, affinché ne baciasse le testoline e tanti, fra i nuovi nati, erano stati chiamati con il suo stesso nome.

Riusciva ad infiammare le folle, talvolta portandole fin quasi alla soglia del delirio.

Per celebrarne la grandezza, uomini, donne, vecchi e bambini si riunivano in stadi colmi in ogni ordine di posti, pronti ad evocarne il nome e ad esultare al suo apparire.

In un boato ripetuto e scandito da due sole sillabe: Die-go! Die-go! Die-go!

E il Pibe, talento divino, riusciva a sollevare in alto una città e il suo popolo, semplicemente toccando un pallone.

La redazione di LoSpeakersCorner insieme a Napoli piange il più grande di tutti, che se n’è andato a soli sessant’anni.

Die-go! Die-go! Die-go!

(Fonte: Lo Speakers Corner – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Talento divino

Casaluce/“Voce al silenzio” è l’appello lanciato dall’associazione il Coraggio di Briciola per questo 25 novembre

Casaluce/“Voce al silenzio” è l’appello lanciato dall’associazione il Coraggio di Briciola per questo 25 novembre – BelvedereNews

  • Home
  • Attualità
  • Casaluce/“Voce al silenzio” è l’appello lanciato dall’associazione il Coraggio di Briciola per questo 25 novembre

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2020/11/25/casaluce-voce-al-silenzio-e-lappello-lanciato-dallassociazione-il-coraggio-di-briciola-per-questo-25-novembre/

recensioni936.wordpress.com/

E' solo un punto di vista

Revolver Boots

Scream for me...

che-blog

Blog italiano di cultura generale

Simone Modica

Photography, Travel, Viaggi, Fotografia, Trekking, Rurex, Borghi, Città, Urbex

CELLA VINARIA

sito amatoriale di gusto e retrogusto

AMLETA LA GUERRIERA CORAGGIOSA

Bisogna fare qualcosa, agire, per riportare il mondo alla sua Luce

Medicina, Cultura, e Legge

Articoli su Medicina, Legge e Diritto, ma anche Aforismi, Riflessioni, e Poesie. Autore Stefano Ligorio

Parla come viaggi - il blog di Silvia Wanderlust

Viaggi, archeologia e fotografia sono le mie grandi passioni. Voglio condividere con voi foto, itinerari, esperienze di viaggio e la mia vita da futura archeologa.

Gioia per i libri

Recensioni - Poesie - Aforismi

4000 Wu Otto

Drink the fuel

Judy e Lyth

parole tra due amiche

Blog Femme & Infos

Anita Blogue

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

ตαɾcօ ѵαssҽllí's ճlօց բɾօต 2⃣0⃣0⃣6⃣ – թօաҽɾҽժ ճվ sαճíղα , lմժօѵícα cαɾαตís , αlҽxís ցհíժօղí , αղղα ցմαɾɾαíα, lαմɾα բօɾցíα, cαɾlօ ցօɾí, ցíմsվ ճɾҽscíαղíղí♥ Quindicesimo anno ♥    

Annita Klimt

Mi Nouvelle Vague personal

alle pendici del tifata ed oltre

tradizioni,usi e costumi, meridionalismo e divagazioni

The Daily Think

Laura Quick's book The Quick Guide To Parenting is available to order on Amazon. A perfect gift for parents.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: