Uno screening per decidere della scuola in presenza

https://i2.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2020/11/uno-screening-per-decidere-della-scuola-in-presenza.jpg?w=800&ssl=1

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

(Fonte: Gazzetta di Caserta – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Uno screening per decidere della scuola in presenza

Fermato dai Carabinieri con un richiamo per Allodole

https://i2.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2020/11/fermato-dai-carabinieri-con-un-richiamo-per-allodole.jpg?w=800&ssl=1

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

(Fonte: Gazzetta di Caserta – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Fermato dai Carabinieri con un richiamo per Allodole

Allagamenti nell’agro aversano: salvata una famiglia

https://i1.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2020/11/allagamenti-nellagro-aversano-salvata-una-famiglia.jpg?w=800&ssl=1

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

(Fonte: Gazzetta di Caserta – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Allagamenti nell’agro aversano: salvata una famiglia

Piana M.Verna. Covid-19, buone nuove dal sindaco Lombardi: guariti tre (oltre lui), nuovi casi zero

Emergenza Covid-19, Comunicato del Sindaco di Lunedì 16 Novembre alle ore 20.00

Continua a leggere

RUBRICA ACI A CURA DEL DIR. MARINO PERRETTA: FRENA MERCATO USATO A OTTOBRE

rOMA, 4 Novembre 2020 –
MERCATO AUTOVEICOLI

ACI: RALLENTA AD OTTOBRE IL MERCATO DELL’USATO�

IN AUMENTO ROTTAMAZIONI AUTO E COMPRAVENDITE TRA PRIVATI

Rallenta ad ottobre il trend di crescita del mercato dell’usato, complice la presenza di una giornata lavorativa in meno rispetto all’analogo mese del 2019. Il�settore delle quattro ruote, al netto delle minivolture,�ha fatto registrare ad ottobre un�lieve incremento mensile dei passaggi di propriet� dello 0,2%,�che tuttavia in termini di media giornaliera si traduce in un ben pi� consistente +4,7%.�In modesta crescita anche itrasferimenti netti dei motocicli,�che ad ottobre hanno messo a segno una�variazione positiva dell’1,8% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente�(anche in questo caso, tuttavia, la media giornaliera sale a +6,4%).

Come gi� osservato a settembre, il forte sbilanciamento rilevato anche ad ottobre nel settore auto tra passaggi di propriet� netti e minivolture (quest’ultime scivolate in terreno decisamente negativo: -12,7% la variazione mensile e -8,7% quella media giornaliera), documenta una prevalenza di compravendite effettuate direttamente tra privati.� �

Per ogni 100 autovetture nuove ne sono state vendute 185 usate nel mese di ottobre e 189 nei primi dieci mesi del 2020.

Sul fronte delle�prime iscrizioni,in netta contrazione le vendite mensili di�auto a benzina (-24,9%),�mentre le�auto diesel contengono le perdite (-4,9%).�Sempre sugli scudi invece le prime iscrizioni di�auto ibride ed elettriche (+316,5% le ibride a benzina, +230,8% le elettriche e un pi� modesto +31,7% le ibride a gasolio). Significativi aumenti per le alimentazioni pi� ecologiche si riscontrano ad ottobre anche in relazione ai trasferimenti di propriet� al netto delle minivolture (+82,6% le ibride a benzina, +138,5% le elettriche e +144,1% le ibride a gasolio), pur ricoprendo tali alimentazioni quote percentuali inferiori o prossime all’1%.

Nonostante i bilanci positivi di ottobre il mercato dell’usato presenta nei primi dieci mesi del 2020 un quadro complessivo ancora poco confortante, con contrazioni dei passaggi di propriet� netti del 15,5% per le autovetture, del 4,2% per i motocicli e del 13,2% per tutti i veicoli.

I dati sono riportati nell’ultimo�bollettino mensile “Auto-Trend”, l’analisi statistica realizzata dall’Automobile Club d’Italia sui dati del PRA, consultabile sul sito�www.aci.it�.

Bilancio diversificato ad ottobre per le�radiazioni.�Il�settore delle quattro ruote�ha fatto registrare un�incremento mensile delle radiazioni del 6%�(+10,8% la media giornaliera per le autovetture), trainato come nel mese precedente da un significativo aumento delle rottamazioni (+16,9%). Il�parco circolante italiano, tuttavia, riprende a crescere:�il tasso unitario di sostituzione nel mese di ottobre risulta pari a 0,90 (ogni 100 auto iscritte ne sono state radiate 90) e a 0,89 nei primi dieci mesi dell’anno. In flessione, invece, le radiazioni di motocicli che hanno archiviato ad ottobre una�variazione mensile negativa del 5,2%�(-0,9%� la media giornaliera).

Le radiazioni nel periodo gennaio-ottobre 2020 evidenziano nel loro complesso decrementi del 19,6% per le autovetture, del 19,9% per i motocicli e del 19,8% per tutti i veicoli.

(Fonte: CasertaSette – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

RUBRICA ACI A CURA DEL DIR. MARINO PERRETTA: FRENA MERCATO USATO A OTTOBRE

Ugl Autonomie, Petillo nomina la responsabile di Caserta

https://i2.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2020/11/ugl-autonomie-petillo-nomina-la-responsabile-di-caserta.jpg?w=800&ssl=1

Caserta. La responsabile nazionale della Federazione Ugl Autonomie Ornella Petillo ha conferito questo pomeriggio la reggenza della categoria alla dirigente sindacale Marianna Grande della quale si avvarrà nella delicata missione di recuperare e rappresentare numeri importanti in terra di lavoro.

“Conosco la tenacia e la passione lavorativa di Marianna Grande” ha dichiarato la sindacalista “per questo e per le tante altre qualità che possiede, sono certa che svolgerà al meglio, in concerto con la nostra segreteria, il lavoro di ricognizione e proselitismo presso iscritti e simpatizzanti”.

Mediaservice Caserta 640×300
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

“Ho voglia di mettermi immediatamente al lavoro per ricambiare la fiducia concessami” ha commentato Grande “assieme ai ringraziamenti mi sento di esternare la mia emozione, ma anche la mia determinazione”.

Immediate le congratulazioni del Segretario Territoriale Ferdinando Palumbo il quale ha ricordato come alla collaborazione tra Petillo e Grande si aggiunga un nuovo tassello “per quanto mi riguarda” ha precisato “è una squadra che funziona”.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Ugl Autonomie, Petillo nomina la responsabile di Caserta

ESORDIO POSITIVO PER LA NORMANNA AVERSA

https://i1.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2020/11/esordio-positivo-per-la-normanna-aversa.png?w=800&ssl=1

AVERSA – Storica prima vittoria della Normanna Aversa Academy in Serie A3: i normanni si sono imposti 3-1 al PalaJacazzi (tristemente vuoto a causa di questo maledetto Covid-19) contro la Saturnia Lct Aci Castello conquistando i primi 3 punti del campionato dopo le prestazioni non proprio convincenti con Roma (solo un punto) e nel derby con la Gis Pallavolo Ottaviano (0-3 al PalaJacazzi). E’ tornato anche il sorriso sul volto di coach Tomasello, del suo vice Angeloni e di tutti gli atleti che finalmente hanno superato anche le assenze per Covid, dimostrando che con il gruppo al completo (mancava solamente il secondo libero Mignone, infortunato) questa squadra può mettere in difficoltà chiunque. Eppure il primo parziale aveva messo sul binario giusto la sfida per i catanesi che però sono ‘crollati’ alla distanza perdendo i successivi 3 parziali. Adesso Alfieri (ritornato dopo aver battuto il coronavirus) e compagni giocheranno (ufficialmente) la sfida di domenica prossima contro Pineto ma non è esclusa che in settimana (mercoledì 18) si possa addirittura andare in Sicilia per giocare la gara di recupero contro l’Avimecc Modica.
PRIMO SET. Subito 2-0 della Normanna Aversa ma la gioia dura pochi secondi visto che Reina con un servizio vincente piazza subito il sorpasso siciliano (3-4). Sul successivo ace sempre di Reina coach Tomasello si gioca anche il primo time-out. Lo stop ha i frutti sperati visto che al rientro in campo Cester si carica sulle spalle i suoi e trova anche il punto del sorpasso con l’ace dell’8-7. Punto a punto fino a 14 poi poi Arezzo Di Trifiletti piazza il solco col diagonale del 17-21. Dahl regala lo 0-1 ad Aci Castello (21-25).
SECONDO SET. Parte subito forte la squadra ospite con un nuovo ace di Reina che porta la squadra siciliana fino al 5-8. Aversa non molla e dopo il time-out di Tomasello rientra in campo con maggiore fiducia piazzando un break importante fino all’11-10 con numerosi errori di fila di Dahl. Punto a punto fino al 24-24. Poi ci pensano Cester e un errore siciliano a portare la contesa sull’1-1 (26-24).
TERZO SET. Darmois inizia a fare la differenza, si carica anche con l’allenatore e piazza il +4 (11-7). Poi sul 13-7 c’è l’azione più bella della gara: l’opposto Cester da ‘1’ alza in ‘4’ un pallone perfetto per Sacripanti che lo chiuse alla grande prendendosi gli applausi di tutti. Saturnia si rifà sotto fino al 23-22 ma poi Darmois dice che il set deve finire e chiude 25-23.
QUARTO SET. Nel quarto e decisivo parziale la Normanna Aversa Academy ha la concentrazione altissima e in pochi minuti è già avanti di 4 (17-13) poi Sacripanti in diagonale non sbaglia sul 23-18 e la vittoria è già nell’aria. Finisce 25-19. 

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

ESORDIO POSITIVO PER LA NORMANNA AVERSA

Appalti ‘strani’ le sigle sindacali vanno in Procura

https://i1.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2020/11/appalti-strani-le-sigle-sindacali-vanno-in-procura.jpg?w=800&ssl=1

Caserta – Ecco quanto accaduto in quello che è un settore da sempre o quasi delicato quello dei rifiuti, breve sunto: Le quattro sigle sindacali attive nel settore dei rifiuti – Cgil-Fp, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Fiadel – hanno chiesto a Procura della Repubblica e Prefettura di Caserta di effettuare verifiche sull’assunzione da parte dell’azienda “Tekra”, nel cantiere di Aversa (Caserta), di un dipendente che non faceva parte della lista degli assunti contenuta nel verbale sottoscritto da sindacati e azienda a fine ottobre scorso.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

La Tekra si è aggiudicato l’appalto della raccolta rifiuti ad Aversa un anno e mezzo fa, ma ad oggi, non ha ancora iniziato ad effettuare il servizio; per le strade della città continuano ad operare i mezzi della Senesi spa, azienda marchigiana colpita da numerose indagini e che sta andando verso il fallimento dopo che il Tribunale di Macerata le ha bocciato la richesta di concordato preventivo. Proprio dalla Senesi, come prevede la legge, la Tekra doveva prendere i 106 lavoratori indicati nel capitolato d’appalto pubblicato dal Comune di Aversa; la fase del passaggio di cantiere è stata lunga e travagliata, e si è conclusa il 26 ottobre scorso, quando azienda e sindacati si sono accordati sulla lista dei lavoratori da assumere, cristallizzando tutto in un verbale. Un verbale “calpestato e disatteso” tuonano i rappresentanti dei lavoratori, che contestano in una nota inviata alla magistratura e alle altre istituzioni competenti, l’assunzione da parte di Tekra, dell’ex responsabile tecnico della Senesi Spa, “figura apicale della Senesi che riveste un ruolo di responsabilità nella fallimentare gestione operativa che ha generato molte pendenze giudiziarie civili e penali”. “L’assunzione del soggetto in questione – scrivono le quattro sigle – non rientra nel bando di gara di raccolta rifiuti del Comune di Aversa ed è stato energicamente contestato all’unanimità finanche dalla Tekra, durante le riunioni.

Mediaservice Caserta 640×300

Inutile nascondere che la suddetta ingiustificabile scelta apre scenari imbarazzanti ed inquietanti, nonché, oggi più che mai, è meritevole di approfondite attenzioni e verifiche da parte di prefettura e autorità giudiziaria, in quanto trattasi di un quadro aziendale con responsabilità rilevanti nella società Senesi, uno dei pochi fiduciari dell’ex amministratore  ancora coinvolto in vicende giudiziarie. Per i pessimi risultati operativi ottenuti dalla Senesi, che hanno relegato la città di Aversa tra le realtà con la più bassa percentuale di raccolta differenziata, riteniamo del tutto improbabile – proseguono i sindacati – che il cambio di volontà della Tekra srl, sia dettato dall’esigenza di assumere una figura professionale di garanzia, in quanto, possiamo affermare con certezza che la Tekra non ha alcuna esigenza di assumere tale figura perché ha nel suo organico figure di rilievo con specifiche competenze per gestire efficacemente il cantiere di Aversa; inoltre si poteva evitare questa assunzione ricorrendo alle stesse maestranze del cantiere dove alcuni lavoratori, volutamente tenuti in ombra in passato, hanno tutte le carte in regola per gestire in modo migliore la realtà aversana, o si poteva attingere ai lavoratori del Consorzio Unico di Bacino delle province di Napoli e Caserta, come prescrive la legge regionale”.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Appalti ‘strani’ le sigle sindacali vanno in Procura

Continua a volare la Ternana che sbanca il San Nicola, vittoria importante del Foggia in trasferta

https://i0.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2020/11/continua-a-volare-la-ternana-che-sbanca-il-san-nicola-vittoria-importante-del-foggia-in-trasferta.jpg?w=800&ssl=1

La Ternana di mister Lucarelli continua a volare, un secco 1-3 contro la grande corazzata Bari. Sorridono anche il Palermo che batte la Paganese per 2-1 in casa e la Vibonese che dopo non aver giocato in settimana contro la Casertana, ha battuto per 1-0 il Potenza. Pari invece nel derby tra Turris e Juve Stabia, mentre il Foggia supera in trasferta la Cavese. Rinviate Avellino-Monopoli e Bisceglie-Casertana.
Risultati: Avellino-Monopoli Rinviata, Teramo-Catania 1-0, Palermo-Paganese 2-1, Vibonese-Potenza 1-0, Bisceglie-Casertana rinviata, Cavese-Foggia 0-1, Turris-Juve Stabia 1-1, Virtus Francavilla-Catanzaro 1-1, Bari-Ternana 1-3.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Classifica:

Mediaservice Caserta 640×300
  • Ternana 27
  • Bari 20
  • Teramo 20
  • Turris 16
  • Catanzaro 16
  • Avellino 15
  • Juve Stabia 14
  • Foggia 13
  • Vibonese 12
  • Paganese 10
  • Catania 9
  • Palermo 9
  • Monopoli 9
  • Francavilla 9
  • Potenza 9
  • Bisceglie 7
  • Viterbese 7
  • Casertana 6
  • Cavese 5

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Continua a volare la Ternana che sbanca il San Nicola, vittoria importante del Foggia in trasferta

Sgominata banda che assaliva benzinai tra Caserta e Napoli

https://i1.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2020/11/sgominata-banda-che-assaliva-benzinai-tra-caserta-e-napoli.jpg?w=800&ssl=1

Un 35enne a fare da guida e tre giovanissimi, tra cui due sedicenni, a fare da manovalanza violenta e senza scrupoli, come aspiranti criminali: è la foto della banda di rapinatori sgominata dalla Polizia di Stato, responsabile di almeno sei colpi a benzinai e ad un pizzaiolo compiuti tra le province di Caserta e Napoli negli ultimi caldi giorni dello scorso agosto.

Mediaservice Caserta 640×300
ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

L’indagine è stata coordinata da due Procure, quella di Santa Maria Capua Vetere, che ha emesso il decreto di fermo per i due maggiorenni, il 35enne e un 21enne, e la Procura per i Minorenni di Napoli, che ha chiesto e ottenuto dal Gip l’emissione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere per i due sedicenni. Quest’ultimi non avevano precedenti, frequentavano anche le scuole, ma durante l’estate – ha accertato la Squadra Mobile di Caserta guidata da Davide Corazzini – si sono trasformati in rapinatori, peraltro molto violenti. Le famiglie da cui provengono non sono benestanti  e così si sono tuffati nel crimine con un fine ultimo tanto semplice quanto inquietante: guadagnarsi dei soldi per comprare il cellulare più costoso o il paio di scarpe alla moda.
Con gli altri membri della banda, i due minori avevano creato un gruppo whatsapp in cui si scambiavano foto sui luoghi da rapinare ma anche immagini con i soldi guadagnati. Erano insomma ben organizzati. La prima rapina c’è stata il 20 agosto scorso, quando i quattro banditi, di cui due travisati con mascherine chirurgiche e con in mano pistole giocattolo, hanno aggredito l’addetto all’erogazione di benzina di un distributore, sito sulla Statale Appia Antica a Caserta, sottraendogli 1.500 euro in contanti.

Dal raid sono partite le indagini; gli investigatori della Mobile hanno acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza del distributore, e dopo un lungo lavoro, sono riusciti ad identificare l’auto della banda, intestata ad un soggetto ignaro di tutto e poi i responsabili. Durante gli accertamenti è poi emersa la responsabilità della gang per altri cinque colpi compiuti ai danni di distributori in pochi giorni dopo il 20 agosto; il 22 agosto i malviventi hanno colpito nel quartiere napoletano di Capodimonte, il 24 agosto a Castel Volturno, il 26 agosto a Giugliano in Campania e il 28 agosto a San Marco Evangelista.

Il 30 agosto l’escalation di violenza con la rapina ad un pizzaiolo di Castel Volturno, che stava rincasando di sera; l’auto dell’imprenditore – è emerso – fu bloccata da matrtoni posti lungo la strada, i banditi uscirono improvvisamente, malmenarono l’uomo e gli portarono via il borsello con l’incasso giornaliero. gli inquirenti hanno addebitato al gruppo anche una rapina compiuta il 5 luglio ad un distributore di Castel Volturno.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Sgominata banda che assaliva benzinai tra Caserta e Napoli