Ultima ora, live/ Manifestazione a Caserta

https://i2.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2020/10/Manif_monumento.jpg?resize=730%2C521&ssl=1

CASERTA – È di qualche ora fa, anche meno, la notizia di una manifestazione che si sta svolgendo lungo le strade della città di Caserta.

Un gruppo di persone, circa un centinaio, sta protestando lungo le vie di Caserta.

I manifestanti sono partiti dal Monumento dei caduti di via Unità d’Italia.

A scendere in piazza una gran parte  dei commercianti di Caserta, per protestare contro il coprifuoco e contro le misure eccessivamente restrittive introdotte dal governo.

«Nessuna violenza, chiediamo solo di poter lavorare», questo il loro slogan.

Davanti al Monumento ai Caduti è stata inscenata la morte del commercio di Caserta.

Sul posto è stata infatti portata una bara e tanti lumini sono stati disposti lungo le gradinate, a testimoniare che, se non si cambierà rotta, le chiusure legate al Coronavirus saranno mortali per l’economia casertana

Al momento la manifestazione si sta svolgendo in maniera pacifica.

L’articolo Ultima ora, live/ Manifestazione a Caserta proviene da BelvedereNews.


(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Ultima ora, live/ Manifestazione a Caserta

di TeleradioNews Contrassegnato da tag

Gasparri (Fi): killer Nizza sbarcato a Lampedusa? Conte riferisca subito

https://i0.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2020/10/gasparri.jpg?resize=800%2C471&ssl=1

Il comunicato.

“Cosa aspetta il governo italiano ad appurare subito la veridicità della notizia secondo la quale l’attentatore tunisino di Nizza sarebbe arrivato poco fa a Lampedusa? Che sui barconi si infiltrassero anche terroristi è sempre stato più che un sospetto. Solo il governo rossogiallo ha continuato con una politica cieca e negazionista sui pericoli dell’immigrazione clandestina aprendo a tutti, annunciando pericolose sanatorie e smantellando i decreti sicurezza. Il processo va fatto a chi porta i clandestini, non a chi li blocca. Basta sbarchi, basta immigrazione incontrollata. Il terrorismo islamico è una costante minaccia per l’Europa e l’Occidente. Per fermarlo servono scelte ben più serie e drastiche, non certo i porti spalancati a chiunque”. Lo dichiara il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri

L’articolo Gasparri (Fi): killer Nizza sbarcato a Lampedusa? Conte riferisca subito proviene da BelvedereNews.


(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Gasparri (Fi): killer Nizza sbarcato a Lampedusa? Conte riferisca subito

di TeleradioNews Contrassegnato da tag

Arriva al “Pinto” la sorpresa Turris

https://www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2020/10/1A4634B3-73C9-4655-9DE1-5C6611C2EFBE.jpe

Domani andrà di scena allo stadio “Pinto” la sfida tra Casertana e Turris, valevole per ottava giornata del girone c di serie c.

Per i falchetti sarà un ritorno a casa, dato che l’inizio di stagione è stato giocato ad Avellino, per dare il tempo alla ditta incaricata dalla Casertana di terminare i lavori al manto erboso del “Pinto”.

Come avversario, la Casertana avrà una squadra che ha cominciato bene questo campionato, la squadra di mister Fabbiano, che però è sembrata un po’ stanca, tanto da realizzare appena due punti sui nove disponibili.

Per i falchetti si cerca la prima vittoria stagionale sia per dare sollevare un po’ il morale, che per uscire dalla zona playout.

 

 

L’articolo Arriva al “Pinto” la sorpresa Turris proviene da BelvedereNews.


(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Arriva al “Pinto” la sorpresa Turris

di TeleradioNews Contrassegnato da tag

Campi estivi. Campolattano è furioso: i soldi ci sono in cassa, le attività non possono essere mortificate dalla burocrazia. Vanno pagate subito.

https://i1.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2020/10/angelo-campolattano-di-maddaloni.jpg?resize=701%2C638&ssl=1

COMUNICATO STAMPA

«I soldi ci sono e vanno assegnato: non è possibile che la burocrazia possa mettere in difficoltà tante attività che hanno svolto un servizio utilissimo per i nostri bimbi e che oggi sono costrette ad elemosinare quello che è un loro diritto. La cosa assume un carattere tragicomico se si pensa che ci sono attività per le quali i soldi del ristoro non ci sono con professionisti in serissime difficoltà, qui ci sono, ma, non vengono attribuite… ». E’ durissimo il consigliere comunale di Italia Viva a Maddaloni Angelo Campolattano sulla questione campi estivi. «Il Comune ha ottenuto un finanziamento di 119mila euro per i campi estivo che ora va distribuito tra i vari asili e i vari centri della città che hanno svolto questo servizio – ha spiegato il consigliere d’opposizione – una misura introdotta per sostenere le attività dopo il difficile periodo del lockdown e per restituire un momento di socialità ai bambini costretti in casa per via di questo tremendo virus non può diventare l’ennesimo calvario per i nostri operatori. La dottoressa Varra si attivi sull’ufficio politiche sociali per sanare questa anomalia e per fare in modo che chi ne ha diritto, riceva la somma. La disponibilità economica per erogare queste somme c’è, dal momento che i soldi sono stati già incamerati dal Comune. Ora si velocizzino le procedure burocratiche. Nelle prossime ore, se non ci dovessero essere risposte concrete in tal senso, presenterò un’interrogazione per fare luce sulla vicenda».

L’articolo Campi estivi. Campolattano è furioso: i soldi ci sono in cassa, le attività non possono essere mortificate dalla burocrazia. Vanno pagate subito. proviene da BelvedereNews.


(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Campi estivi. Campolattano è furioso: i soldi ci sono in cassa, le attività non possono essere mortificate dalla burocrazia. Vanno pagate subito.

di TeleradioNews Contrassegnato da tag

FOCOLAIO COVID AL COMMISSARIATO DI POLIZIA DI AVERSA

https://i1.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2020/10/commissariato-polizia-aversa.png?resize=800%2C446&ssl=1

Aversa (CE) – Focolaio covid 19 scoppiato ad Aversa, precisamente all’interno del Commissariato della Polizia di Stato di Aversa ( provincia di Caserta) a causa di un focolaio da Coronavirus.

Si vocifera e ci sarebbero alcuni positivi, pare un poliziotto su quattro

Il commissariato di polizia di Aversa, che  è un importante presidio di legalità sarà pertanto  chiuso per alcuni giorni al fine di consentire le operazioni di sanificazione, ma anche per consentite agli agenti in servizio l’ isolamento domiciliare e cercare di evitare di contribuire all’aumento della curva dei contagi.

Nella sezione di polizia di Aversa, precisiamo che sono praticamente sessanta i poliziotti in servizio all’ufficio di polizia, che gestisce una città dalla densità di popolazione molto ampia, infatti la città di Aversa conta oltre 50mila abitanti e un hinterland anche molto molto esteso con la presenza ramificata della camora.

Ttutti gli agenti che ad ogni modo  non sono stati o comunque non sono risultati contagiati, sono stati invece messi in isolamento.

Il controllo del territorio verrà assicurato da pattuglie del vicino drappello di Casapesenna e della sede centrale di Caserta ,che manderà alcune pattuglie di rinforzo con altri agenti per far fronte alla temporanea situazione che si è venuta a creare.

 

 

L’articolo FOCOLAIO COVID AL COMMISSARIATO DI POLIZIA DI AVERSA proviene da BelvedereNews.


(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

FOCOLAIO COVID AL COMMISSARIATO DI POLIZIA DI AVERSA

di TeleradioNews Contrassegnato da tag

Covid-19, a Casagiove il Sindaco chiude le piazze: la Municipale pronta a multare i ragazzi

Da ieri è ufficiale. Il sindaco di Casagiove (CE), Giuseppe Vozza, ha firmato una nuova ordinanza per prevenire il contagio da Covid-19. Il primo cittadino ha disposto il divieto di stazionamento in alcune piazze e villette della cittadina fino al 13 novembre.
Le persone, tutti i giorni dalle ore 18,00 alle ore 23,00, non potranno stazionare a piazza degli Eroi, piazzale F.lli De Rege (area fiera), piazzale adiacente l’Ufficio Postale, piazzetta Crocco, villetta di via Tescione e villetta di via De Angelis. L’intento di Vozza è di seguire le decisioni prese dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutosi lo scorso 27 ottobre, convocato dal Prefetto di Caserta e a cui ha partecipato anche il responsabile dell’ASL di Caserta.
Tra i primi obiettivi del neosindaco c’è proprio quello di mitigare il rischio di contagio, legato soprattutto a comportamenti consuetudinari di concentrazione e di aggregazione di persone senza che sia rispettato l’obbligatorio distanziamento interpersonale. Numerose nei giorni scorsi sono state, infatti, le segnalazioni di persone, per lo più adolescenti, che si aggregavano per le strade della città senza alcuna sicurezza. Per questo motivo la Polizia Municipale è pronta a sollevare sanzioni da €. 400 ad €. 1.000 anche ai minorenni.
The post Covid-19, a Casagiove il Sindaco chiude le piazze: la Municipale pronta a multare i ragazzi appeared first on Gazzetta di Caserta | Cronaca e notizie da Caserta e provincia.
(Fonte: Gazzetta di Caserta – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Covid-19, a Casagiove il Sindaco chiude le piazze: la Municipale pronta a multare i ragazzi

di TeleradioNews Contrassegnato da tag

Spaccio di droga tra Marcianise e l’Atellano. Il GIP dispone gli arresti domiciliari per Ricci Palma

In relazione al blitz dei Carabinieri della Compagnia di Marcianise del 20 ottobre scorso e all’arresto di 38 persone ree per la Pubblica Accusa di aver messo in piedi una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo hashish, cocaina e crack, tra Marcianise e i comuni dell’agro aversano di Orta di Atella, Gricignano di Aversa, Sant’Arpino, Succivo e Cesa, il GIP del Tribunale di Napoli, dr. Luca Della Ragione, ha disposto per la 35enne Ricci Palma, la misura cautelare degli arresti domiciliari. L’indagata era tra le 31 persone raggiunte dall’Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere. Ricci Palma è difesa dall’avvocato Giuseppe Foglia di Marcianise.
Nel blitz di quella mattina insieme all’indagata, altre 30 persone finirono in carcere: Barbato Carmela, classe 97, Bortone Armando classe 95, Bencivenga Enza classe 76, Bencivenga Paolo classe 98, Cecere Pasquale classe 95, Chiacchio Andrea classe 85, Corona Caiazzo Marco classe 83, Costanzo Salvatore classe 95, Di Maio Gennaro classe 87, Falcone Nicola classe 63, Ferriero Armando classe 83, Indaco Eugenio classe 89, Introvaia Fabio classe 87, Iuliano Benito classe 93, Iuliano Francesca classe 72, Laurenza Nunzia classe 75, Marino Cristina classe 88, Milone Angelina classe 74, Milone Anna classe 94, Milone Giovanni classe 76, Milone Antonio classe 95, Milone Massimiliano classe 78, Milone Michele classe 73, Milone Nicola classe 93, Natale Salvatore classe 92, Rossetti Raffaele classe 76, Russo Fabio classe 92, Salernitano Vincenzo classe 67, Vozza Salvatore classe 90 e Zacchia Pasqualina classe 82. Mentre 7 finirono agli arresti domiciliari: Andreozzi Elisabetta classe 95, Barbato Giovanni classe 96, Limone Salvatore classe 87, Marino Anna classe 93, Mauriello Stefano classe 88, Mozzillo Pasquale classe 91 e Puca Marcello classe 79.


The post Spaccio di droga tra Marcianise e l’Atellano. Il GIP dispone gli arresti domiciliari per Ricci Palma appeared first on Gazzetta di Caserta | Cronaca e notizie da Caserta e provincia.
(Fonte: Gazzetta di Caserta – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Spaccio di droga tra Marcianise e l’Atellano. Il GIP dispone gli arresti domiciliari per Ricci Palma

di TeleradioNews Contrassegnato da tag

App Immuni: Storia di un ritardato tracciamento

Caserta – La storia che vi stiamo per raccontare in questo tempo di emergenza epidemiologica ci lascia davvero con un grande amaro in bocca. A raccontare il tutto un nostro concittadino, da più di 8 anni residente in Trentino Alto Adige che ci ha chiesto di riserbare il suo anonimato, appena rientrato (per essere precisi ieri ndr) nella nostra città. Questa mattina, come è mio solito fare – ci dice – ho aperto l’App Immuni, è sono rimasto letteralmente gelato “Rilevata esposizione a rischio con una persona COVID-19 Positiva”. 
Un sobbalzo, non tanto perchè il rischio di contagio c’è, è tutti nè siamo consapevoli – prosegue il nostro anonimo interlocutore – quanto perchè la notifica mi è giunta a due settimane dall’avvenuto e malcapitato incontro”. 
A questo punto, anche noi come Redazione della Gazzetta di Caserta, ci chiediamo se non sia davvero necessario evitare che questi episodi si ripetano, cercando di essere più solerti nell’invio della notifica onde prevenire realmente e ancora di più l’ulteriore diffusione del contagio.
Meditate gente, meditate
The post App Immuni: Storia di un ritardato tracciamento appeared first on Gazzetta di Caserta | Cronaca e notizie da Caserta e provincia.
(Fonte: Gazzetta di Caserta – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

App Immuni: Storia di un ritardato tracciamento

di TeleradioNews Contrassegnato da tag

Magliocca a De Luca: “Rendiamo operativi i medici di base”

È giunta questa mattina la lettera del presidente della Provincia di Caserta, Giorgio Magliocca, al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Si tratta di un sollecito, o, per meglio dire, un richiamo politico. “Sono giorni – scrive in premessa Magliocca – che provo a richiamare al senso di responsabilità gli attori istituzionali, le associazioni di categoria e di rappresentanza del mondo datoriale, del commercio e le sigle sindacali, perché solo con la collaborazione e la condivisione delle scelte possiamo pensare di superare e vincere questa difficile sfida.
Magliocca: Il Presidente De Luca ha preso decisioni avventate
“Con estrema sincerità occorre ammettere che sono state fatte scelte avventate” – afferma Magliocca e continua – “in alcuni casi errate, ma questo non è il momento di lanciarsi accuse, l’urgenza è risolvere i problemi reali.
“I numeri dell’epidemia in questa seconda ondata preoccupano particolarmente per la velocità dei contagi e, nonostante il numero elevato di casi asintomatici, i ricoveri aumentano e i reparti degli ospedali si avviano verso la saturazione. Ciò significa che se non ci sarà un immediato rallentamento nella diffusione del virus e, soprattutto se non si correrà ai ripari con una gestione differente dell’assistenza sanitaria, saremo costretti a breve a varare un nuovo lockdown totale e con i primi freddi e l’influenza stagionale, corriamo il rischio di cappottare il sistema sanitario regionale”.
La proposta di Magliocca sulla sanità
Dunque, il presidente della Provincia, preoccupato per le sorti della sanità sia del casertano che della Campania tutta dice: “rendiamo operativi i medici di base che sono una risorsa enorme in questa battaglia”. “I nostri dottori – prosegue – devono essere inseriti in un processo di diagnosi e prime cure organizzato e puntuale, devono diventare per i cittadini l’avamposto di contatto che oggi manca“.
“È necessario potenziare la presenza di personale sanitario nella rete ospedaliera regionale e implementare con nuovi posti letto i reparti di terapia intensiva e sub intensiva: ci vogliono nuove e immediate assunzioni”. Guardando alla soluzione sanitaria veneta, anche Magliocca intende assumere più sanitari, così che l’assistenza domiciliare possa defaticare gli ospedali. Ma su questo punto la Regione Campania fin ora sembra essere con le mani legate.
Per quanto riguarda l’economia, Giorgio Magliocca sembra deciso a seguire la stessa linea di Forza Italia, e infatti dice: “È doveroso preventivare le misure economiche di sussidio e un piano di rilancio per un eventuale lockdown”. La paura per tutti è sicuramente di ritornare alla chiusura, specie per le famiglie casertane. “Le famiglie e le imprese – conclude – sono ormai deboli e un’eventuale chiusura senza tutele porterebbe un aumento di nuovi poveri, ma soprattutto aprirebbe definitivamente le porte di molte imprese alla criminalità organizzata, che in questa crisi sta cercando di piantare nuove radici”.
The post Magliocca a De Luca: “Rendiamo operativi i medici di base” appeared first on Gazzetta di Caserta | Cronaca e notizie da Caserta e provincia.
(Fonte: Gazzetta di Caserta – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Magliocca a De Luca: “Rendiamo operativi i medici di base”

di TeleradioNews Contrassegnato da tag

Elezioni commercialisti Napoli Nord: respinto il ricorso di “Facciamo Ordine”

Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili ha respinto il ricorso che avevano proposto Antonio Carboni e Vincenzo Vallefuoco, rispettivamente candidato Presidente e consigliere della lista «Facciamo Ordine – Commercialisti uniti per Napoli Nord» contro la delibera di ammissione alla competizione elettorale della lista «ODCEC 2.0 Nel segno della continuità determiniamo il futuro» con il dottor Francesco Corbello candidato presidente.
Continua la corsa
Le liste in corsa dunque restano due e competeranno alle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine dei dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Napoli Nord fissate per i prossimi 5 e 6 novembre. Ottimo risultato per Francesco Corbello, difeso dal Prof. avvocato Giovanni Verde e dall’avvocato Gian Luca Lemmo. A loro corre il primo pensiero «Uomini e professionisti che ammiro profondamente, un onore averli al mio fianco» ha dichiarato a caldo il dottor Corbello. Per il candidato presidente della lista «Odcec 2.0. Nel segno della continuità  determiniamo il futuro», si tratta di «un risultato importante. Sono gli elettori i veri protagonisti delle elezioni ed è giusto che possano esprimersi e scegliere i propri rappresentanti. Credo – aggiunge Corbello –  che ormai i colleghi siano stanchi, ancor più di noi candidati, di sentir parlare di ricorsi e questioni che esulano dai programmi e dalle azioni che ciascuna lista intende porre in essere per il futuro dell’Ordine e della categoria. Penso sia arrivato per tutti il tempo di andare oltre e di comprendere insieme quando e come si debbano svolgere le votazioni in ragione della situazione epidemiologia, bilanciando al meglio l’interesse al rinnovo del Consiglio e la tutela della salute».
Erano favorevoli gli esperti
Peraltro, per sgomberare il campo da equivochi sull’eleggibilità, Corbello, prima di presentare la lista aveva provveduto a consultare esperti che avessero le necessarie competenze per opinare a riguardo e rendere un parere conforme a verità, i quali si sono pronunciati in favore della sua candidabilità ed eleggibilità, ritenendo che non fosse integrato l’espletamento di due mandati. La lista era stata quindi ammessa dal Consiglio dell’Ordine previa acquisizione di parere legale pro-veritate e, aveva chiarito Corbello, «ulteriore conferma potrà trovare la questione, anche in altre sedi, ove se ne manifestasse la necessità».
Ecco chi sono i candidati di Corbello
Con Corbello corrono i candidati consiglieri Angelo Capone, Sandro Fontana, Diego Musto, Gerardo Carleo, Giulia Frezza, Michele Frignola, Raffaele Iodice, Eugenia Maisto, Vincenzo Micillo (Ezio). E ancora, Francescopaolo Orabona, Enrico Villano, Luigi Buompane, Luigi Errichiello, Biagio Pagano, Ovidio Caputo (Gianni), Luigi Cecere, Sergio Di Meo, Pasqualino (Lino) Di Vaio, Anna Peluso (Arianna). Come revisori: Paolo de Paola, Gianluca Castiello e Silvio Pedata.
The post Elezioni commercialisti Napoli Nord: respinto il ricorso di “Facciamo Ordine” appeared first on Gazzetta di Caserta | Cronaca e notizie da Caserta e provincia.
(Fonte: Gazzetta di Caserta – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Elezioni commercialisti Napoli Nord: respinto il ricorso di “Facciamo Ordine”

di TeleradioNews Contrassegnato da tag

La denuncia dei docenti di musica di Caserta in possesso del diploma accademico di II livello riguardo l’accusa di invalidità del titolo.

https://www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2020/10/6448F35E-4310-49D4-B869-8330D682CE94.jpe

 

Un gruppo folto di musicisti ha richiamato l’attenzione su una vera e propria anomalia riguardante Caserta. La provincia di Caserta, attestano, sarebbe l’unica non solo in Campania ma in tutta Italia ad aver dichiarato non valido e quindi non valutato come titolo di accesso per le GPS di II Fascia il Diploma Accademico di II Livello per le classi di concorso A55 (strumento musicale per la scuola secondaria di II grado) e A56 (strumento musicale per la scuola secondaria di I grado).

La stranezza inoltre è completata dalla perfetta validazione invece per la classe di concorso A030 (educazione musicale per la secondaria di I grado). L’Ufficio Scolastico Territoriale in questione ha pubblicato in poco più di un mese, almeno quattro edizioni diverse delle graduatorie, partendo inizialmente dalla valutazione forfettaria di questo titolo pari a 3 punti, fino ad arrivare all’ultima edizione del 02/10 c.a. passata poi definitivamente a 12.
Il criterio sembra essere stato quello di assegnare tale punteggio come valore minimo del Diploma Vecchio Ordinamento dichiarato da tutti negli altri titoli valutabili, e quindi senza obbligo di dichiarazione del punteggio.

Nonostante i tanti reclami puntualmente inviati via Pec, a Caserta dichiarano che il Diploma Accademico di II Livello in Discipline Musicali (Biennio Specialistico Sperimentale) non rappresenta quanto disposto dalla normativa vigente e quindi va inserito tra gli altri titoli valutabili ed al quale sono assegnati 3 punti.

A causa di queste situazioni la graduatoria formatasi non é valida poiché falsata.

Chiedono gli insegnanti, dunque, giustizia per il loro futuro lavorativo.

L’articolo La denuncia dei docenti di musica di Caserta in possesso del diploma accademico di II livello riguardo l’accusa di invalidità del titolo. proviene da BelvedereNews.


(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

La denuncia dei docenti di musica di Caserta in possesso del diploma accademico di II livello riguardo l’accusa di invalidità del titolo.

di TeleradioNews Contrassegnato da tag