Caiazzo. Elezioni locali. Domande mai fatte e risposte neanche auspicate: ‘cui prodest ut’?

https://i2.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2018/06/giaquinto-ruggieri-OK-11-615×410-3.jpg?resize=615%2C410&ssl=1

A circa 50 dalla chiusura della campagna elettorale e circa 100 ore dall’apertura dei seggi. si affilano gli stiletti (ovviamente linguistici) dei due raggruppamenti e soprattutto di ambo i contendenti la leadership cittadina: Stefano Giaquinto per “Uniti per Caiazzo” e Michele Ruggieri per “Caiazzo Bene Comune”, riportati nell’ordine di rispettiva presentazione delle liste.

Essendo stato impossibile promuovere un pubblico faccia a faccia (per ferma indisponibilità di un interessato) e non essendo previste domande “esterne” in quello indiretto proposto dal gruppo facebook “Idee e Proposte per Caiazzo”, riteniamo quindi doveroso, per chiarezza informativa, porre agli antagonisti alcune domande stranamente ignorate da entrambi, pur sembrando degne della massima attenzione e soprattutto chiarificazione da parte degli interessati.

Ponendo un pietoso velo sulle reciproche accuse inerenti il presunto richiamo della camorra nella città buonviverina, dove, nel corso di una precedente campagna elettorale cittadina, è intervenuto anche il sottosegretario alla Giustizia, parrebbe interessante sapere, ad esempio, osservando il medesimo ordine cronologico, che fine ha fatto il varco di uscita dal parcheggio previsto nell’area sottostante l’ex palazzo Acerra, già sede della caserma Carabinieri, al posto del quale sono sorti ben dodici appartamenti e vari negozi, si presume lucrosissimi, con una “forzatura” della legge all’epoca definita opportuna proprio in cambio del grosso beneficio che ne sarebbe conseguito per la comunità; ciò sempre che, ovviamente, per tutti i politici-uomini le pubbliche dichiarazioni valgano non meno della carta straccia.

Ancor più seria e per certi versi doverosa parrebbe un’inequivocabile chiarificazione, da parte di Giaquinto, al dubbio, da lui stesso ingenerato allorché durante un comizio ha paventato sia l’evenienza che lui non fosse interessato, quale socio più o meno diretto, del Decò, sia quella contraria, cioè che effettivamente vi fosse qualche interesse in tal senso.

E poiché la faccenda pare molto delicata, sia per la palese contrapposizione rispetto agli interessi del Comune, sia per come si intende procedere al riguardo, far inequivocabilmente luce sul tutto parrebbe interesse di tutti; ciò anche alla luce dei vari incontri con maestranze e soci dei quali si è appreso anche durante l’ultima campagna elettorale politica.

Quanto alla stazione dei Carabinieri, per cui dai palchi tutti pare abbiano confermato che, sia pure temporaneamente, il trasferimento a Ruviano è ormai inevitabile (sebbene da altro articolo, al quale rimandiamo, si evince decisamente il contrario, grazie all’attivismo dell’ex sindaco Nicola Sorbo), sarebbe interessante sapere il perché dell’entusiasmo e delle rassicurazioni esternate dopo che una delegazione politica (del PD) si è recata al ministero se, invece, proprio in tale sede è stato appreso il contrario, cioè che la sorte della caserma era già segnata per disinteresse dei caiatini.

Possiamo invece rassicurare tutti, al riguardo, grazie alla disponibilità dell’ex sindaco Nicola Sorbo (la promettente figlia del quale è candidata proprio con Giaquinto), il quale ci consente di divulgare il “documento-chiave”, con cui lo stesso ha denunciato l’assoluta improponibilità del pur concordato trasloco poiché la struttura che dovrebbe ospitare la stazione Carabinieri, peraltro non ultimata, è beneficiaria di ben due finanziamenti comunitari con espresso vincolo di destinazione scolastica, a quant’è dato sapere, irremovibile per almeno 40 anni.

E ovviamente alcun contratto basato su illecito può avere valore legale, soprattutto se sottoscritto con la Benemerita!

Il tutto come meglio si evince da un articolo al quale rimandiamo e soprattutto dal documento-denuncia, liberamente scaricabile semplicemente cliccando sulla foto.

Dulcis in fundo, una domanda, classica da cento pistole, la riserviamo al sindaco in pectore e tenente colonnello della Benemerita Michele Ruggieri, che, giusta legge, per potersi candidare ha dovuto chiedere e ottenere l’aspettativa.

Una condizione che ovviamente dovrebbe durare per tutto il previsto quinquennio di legislatura e che immaginiamo verosimile in caso di vittoria ma… non potendosi ovviamente escludere l’opposto esito e considerato ancor più che, in fase di presentazione della lista, è stato già individuato un alter ego del leader, a quant’è dato sapere, nella figura del segretario cittadino PD, riteniamo non opportuno ma doveroso che lo stimatissimo militare assicuri pubblicamente tutti circa il proprio intento di restare in aspettativa, rinunciando quindi alla brillante carriera già prospettata proprio “dai palchi”, per tutta la durata della legislatura, non potendosi certamente immaginare che, sia pure implicitamente, la sua candidatura rappresenti un mero specchietto per allodole, peraltro a beneficio di un ben individuato politico.

Ove mai, invece, anche stavolta dovessero atteggiarsi a “gnorri” i destinatari di tali cruciali domande, non resterebbe, a quanti dovessero restare nel cruciale dubbio, che trarne le opportune conclusioni, ovviamente nel segreto dell’urna.

Cliccare sulla foto per scaricare l’esposto-denuncia per la caserma carabinieri dell’ex sindaco Nicola Sorbo

(News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2018/06/06/caiazzo-elezioni-locali-domande-mai-fatte-e-risposte-neanche-auspicate-cui-prodest-ut/

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.