Caiazzo. Decò ‘condannato’ anche dal TAR che rigetta ogni istanza rifacendosi alla sentenza del Consiglio di Stato’


Martedì diciassette decisamente infausto per la società Iper Volturno e per gli stessi dipendenti dello “iperstore Decò” di Caiazzo, coinvolti “ad adiuvandum” nel giudizio promosso dall’avvocato Pasquale Marotta per conto del responsabile aziendale e degli stessi, citati dipendenti contro il Comune di Caiazzo, per invocare dal tribunale amministrativo regionale la revoca dell’autorizzazione commerciale già annullata  in via definitiva dal Consiglio di Stato con sentenza alla quale in buona sostanza si è rifatto l’organo collegiale giudiziario nella camera di consiglio all’uopo tenuta proprio martedì 17 aprile, come ben si evince dal documento, di seguito riportato pressoché testualmente e liberamente consultabile da tutti.

Resta da vedere ora se il Comune procederà con solerzia analoga a quella riscontrata in altri frangenti o se, invece, nel frattempo, la controparte avrà modo d’impugnare anche l’attuale provvedimento, potendo così, come qualcuno ha già ipotizzato, tirare ulteriormente il proverbiale “can per l’aia”, in attesa dei prossimi gradi di giudizio: scommesse aperte!

N. 01151/2018 REG.RIC.

R E P U B B L I C A   I T A L I A N A

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania
(Sezione Terza)

ha pronunciato la presente

ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 1151 del 2018, proposto da

Societa’ Iper Volturno S.r.l., in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dall’avvocato Pasquale Marotta, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso … (omissis)

contro

Comune di Caiazzo, Responsabile Settore 5 del Comune di Caiazzo non costituiti in giudizio;

nei confronti

Golden Market 2 S.r.l., New Golden Market, Concetta Parisi, Antonino Iacoessa, Market Golden, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentati e difesi dall’avvocato Maurizio Ricciardi Federico, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso … (omissis)

e con l’intervento di

ad adiuvandum:

G. A., G. A., M. B., T. L. C., G. C., G. C., I. L. C., G. L. D’A., A. F., D. I., C. M., A. M., S. P., A. P., J. R., L. R., A. R., A. S., V. S., A. V. (n. b.: generalità complete dei dipendenti “adiuvantes” volutamente omesse, sebbene rilevabili dalla pubblica ordinanza) rappresentati e difesi dall’avvocato Pasquale Marotta, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso … (omissis)

per l’annullamento

previa sospensione dell’efficacia,

del provvedimento prot. n. 10 del 12/3/2018, avente ad oggetto la revoca dell’autorizzazione commerciale n. 1 rilasciata alla ricorrente in data 26/05/2011; della comunicazione di avvio del procedimento di revoca prot. n. 840 del
25/01/2018; del verbale di accertamento di violazione amministrativa n. 1/2018;

Visti il ricorso e i relativi allegati;

Visti gli atti di costituzione in giudizio di Golden Market 2 S.r.l. e di New Golden Market e di Concetta Parisi e di Antonino Iacoessa e di Market Golden;

Vista la domanda di sospensione dell’esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente;

Visto l’art. 55 cod. proc. amm.;

Visti tutti gli atti della causa;

Ritenuta la propria giurisdizione e competenza;

Relatore nella Camera di consiglio del giorno 17 aprile 2018 il dott. Alfonso Graziano e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;

Considerato che il provvedimento di revoca impugnato costituisce atto conseguenziale della Decisione n. 255 del 2018 del Consiglio di Stato recante annullamento dei titoli abilitativi rilasciati alla ricorrente, sentenza esecutiva e quantunque fatta oggetto di ricorso per revocazione, non sospesa dal Giudice d’appello.

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Terza), Respinge la domanda cautelare.
Compensa le spese della presente fase cautelare.

La presente Ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Così deciso in Napoli nella Camera di consiglio del giorno 17 aprile 2018 con l’intervento dei Magistrati: Fabio Donadono, Presidente; Vincenzo Cernese, Consigliere; Alfonso Graziano, Consigliere, Estensore.

L’ESTENSORE: Alfonso Graziano;  IL PRESIDENTE: Fabio Donadono; IL SEGRETARIO

Cliccare su una delle foto per scaricare l’ordinanza 

(News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2018/04/17/caiazzo-deco-condannato-anche-dal-tar-che-rigetta-ogni-istanza-rifacendosi-alla-sentenza-del-consiglio-di-stato/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.