Caiazzo. Supermercato ‘abusivo’: al Comune fanno i pateracchi ma a pagare sono i lavoratori?!

https://i0.wp.com/www.teleradio-news.it/wp-content/uploads/2018/04/diavolo-pentole-coperchi-615×410.jpg?resize=615%2C410&ssl=1
Spettabile redazione, volevo spendere due parole per il polveroneche si è alzato per quanto riguarda il caso del supermercato abusivo, come si dice, anche se tutti i cittadini sapevano da anni che quella struttura non era idonea per questo tipo di attività, ma purtroppo, con quello che è successo, a farne le spese sono i dipendenti di tutte e due i supermercati.

Vi siete resi conto che voi tutti cittadini avete la doppia faccia e che pur vedendo finire in mezzo ad una strada altri dipendenti che non lavorano in quella struttura a voi non ve ne frega niente perché tanto non lavorano per la iper Volturno, non servono a niente e poi li prendete in giro con la doppia faccia, come sapete fare molti di voi caiatini dato che avete trattato come stracci e ne ho lette tanto su Facebook, specialmente da persone e ragazzi e ragazze che, pur scrivendo qualcosa su Facebook per farsi belli e pensare di essere persone intelligenti, purtroppo è l’ignoranza che fa parlare tante persone.

Spero che questo articolo venga pubblicato su TeleradioNews Caiazzo.

(Lettera Aperta – Archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)
https://www.teleradio-news.it/2018/04/12/caiazzo-supermercato-abusivo-al-comune-fanno-i-pateracchi-ma-a-pagare-sono-i-lavoratori/

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.