Caserta. Addio Indesit: mille famiglie senza reddito bloccano superstrada e traffico

INDESIT: OPERAI BLOCCANO STRADE PER PROTESTA NEL CASERTANOcaserta-lotta-15x10-lavoro-blocco-strada-1E’ una dramma senza fine. Una tragedia sulla quale urge intervenire. sciopero-15x10-strada-blocco-caserta-1bosco-15x10_luigi-euro+candidato-1Nell’immediato per tamponare la falla, dal giorno dopo l’insediamento del nuovo parlamentino campano per far ripartire il motore della Brianza del sud.

«Ieri ho solidarizzato con i 16 lavoratori della Aos di San Leucio che stanno rischiando il posto a causa di uno sfratto.

Oggi tocca parlare di 800 famiglie che vedono rischiano di non avere più un’entrata economica visto che Whirpool non ritiene di dover continuare le produzioni nello storico stabilimento Indesit di Teverola.

Un evento nefasto, che dimostra ancora una volta la fragilità del sistema economico e produttivo casertano» sostiene Luigi Bosco, candidato alle prossime elezioni regionali nella lista Campania Libera.

«Una debolezza costruita nel tempo grazie al disinteresse di chi, in questi anni, avrebbe dovuto, e potuto, rendere più attrattivi questi territori».

Il commento arriva dopo l’annuncio della multinazionale statunitense di ridurre il personale di 1300 persone.

Lo stabilimento casertano, che verrà cancellato dalla rete produttiva dell’azienda, contribuirà con 800 esuberi allo snellimento della struttura produttiva.

«I lavoratori casertani –ha concluso Bosco- hanno già subito il forte ridimensionamento imposto dalla Indest un paio di anni fa, non è accettabile che la nostra provincia continui a pagare con il proprio sangue, perché di questo si tratta, le debolezze di altri.

C’è bisogno di un intervento immediato del Governo centrale e di quello regionale per bloccare questo massacro, poi, dopo le elezioni, bisognerà mettere mano ad una seria politica di incentivi agli insediamenti produttivi.

L’unica cosa che posso dire in questo momento è che condivido le angosce dei lavoratori che stanno vivendo momenti terribili, così come delle loro famiglie».

(Comunicato Stampa – Terre del Sud)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.