Castel Campagnano. Telecom: isolato da giovedì il centro della frazione Squille

spago-15x9-telefono-zufolo-1cornetta-telefonica-filo-1Non sanno più a quale santo votarsi i residenti nel centro di Squille, frazione di Castel Campagnano

amena, ma sempre più abbandonata dalle istituzioni.

Non solo l’ufficio postale soppresso senza resistenze né utili iniziative neanche degli amministratori comunali, ma anche la telefonia rappresenta un miraggio per quanti, soprattutto anziani, spesso restano senza comunicazione, quindi senza poter chiamare neanche il medico, le forze dell’ordine o qualunque altro soccorso in caso di bisogno.

Problema, si dice, causato dalla precarietà di una centralina di vecchio tipo, che per la società sarebbe troppo costoso sostituire in rapporto al numero di utenti, per conseguenza in continuo decremento, a beneficio della concorrenza.

Le persone anziane però sono restie a lasciare la via vecchia per la nuova e quindi sopportano stoicamente i disservizi, sperando che, prima o poi, il problema venga risolto per sempre.

Una volta c’era il “posto telefonico pubblico”, poi rimase una banale cabina in piazza, per cui, in caso di guasti alle linee domestiche, i malcapitati potevano almeno segnalare il problema alla società, restando quindi in attesa delle grazie di Cesare; ora però per farlo occorre un amico compiacente ovvero, se tutto il centro è senza linea, è indispensabile un telefonino, col quale ovviamente la stragrande maggioranza delle persone anziane ha un pessimo rapporto o peggio ne ignora l’esistenza.

Così alcuni hanno chiesto la cortesia a un amico che si recava in Comune, ma per poter sollecitare la riparazione devono attendere con pazienza lunedì, restando intanto senza alcuna possibilità di comunicare col resto del mondo, neanche in caso di estremo, vitale bisogno.

Per ironia della sorte, un utente che non può segnalare un disservizio non potrà mai sperare neanche nel risarcimento, previsto infatti dopo alcuni giorni dalla prima segnalazione: un paradosso che rende sempre più difficile il dialogo con incaricati della società telefonica, alla faccia delle pubblicità che invece sembrano speculare proprio sulla sua utilità.

Una situazione insostenibile, per la quale molti auspicano l’interessamento dell’amministrazione comunale o meglio del sindaco, residente nella frazione, che ha tutto il diritto-potere di protestare fermamente, nell’interesse dei cittadini, che peraltro fra un anno torneranno a “contare” anche se solo per alcuni giorni: quelli in cui si terranno le elezioni comunali.

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.