Caiazzo attende il miracolo di San Pantaleone dopo la festa di S.Anna

Pantal-2Pantaleone-15x10_bacioFedeli in apprensione nella ricorrenza di San Pantaleone, ricordato dalla chiesa il 27 luglio, giorno del trapasso del santo del quale nel duomo caiaitino, di recente assurto al titolo di basilica minore, è custodita un’ampolla contenete alcune gocce del sangue del santo martire.

Altre solo ustodite nel tempio di Ravello, altre in Spagna e in altre parti d’Italia e del Mondo, dove spesso nella ricorrenza si registra la liquefazione del sangue.

Un “miracolo” registrato marcatamente l’ultima volta in Caiazzo alcune decine di anni addietro, dopo di che ogni anno di solito il parroco nota -e fa notare ai fedeli nel corso delle funzioni- leggeri accenni alla liquefazione ma nulla di vistoso.

Quest’anno però potrebbe andar diversamente, sia in seguito alla recente visita del papa a Caserta, sia perché alcuni fedeli hanno proposto e ottenuto dal monsignore che l’ostensorio contenente la preziosa ampolla, con a  tergo la bolla vescovile storica di autentica, venisse portato in processione insieme all’effigie di Sant’Anna, festeggiata sabato.

Sarebbe il regalo più bello per monsignor Antonio Chichierchia, del quale l’altro giorno i fedeli hanno festeggiato il cinquantaquattresimo anniversario di sacerdozio, ma anche per i fedeli che attendono con trepidazione…

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.