Venezia. Scandalo Mose: ‘mollato’ dal PD si dimette il sindaco Orson:

venezia-mose-collage-1venezia-orsoni-15x11-torna-libero-sindaco-3“Mi dimetto da sindaco” La decisione dopo le forti pressioni Pd: ma prima si sarebbe dimesso l’intero esecutivo, mettendo di fatto alle strette Orsoni.

La decisione dopo le forti pressioni Pd”Grande amarezza per la vicenda”. L’annuncio dopo le forti pressioni del Pd. Anche 24 consiglieri del Comune di Venezia gli avevano chiesto un passo indietro, dicendogli di essere pronti a lasciare12:59 – Il sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, ha deciso di dimettersi. Dopo le ripetute sollecitazioni arrivate dal Partito democratico a lasciare il suo incarico per ragioni di “opportunità”, il primo cittadino finito nel mirino della magistratura per lo scandalo Mose ha scelto di farsi da parte. Anche in Comune 24 suoi consiglieri gli avevano chiesto un passo indietro, comunicandogli di essere pronti a dimettersi.

“Ragioni opportunistiche e ipocrite” – Nell’atto con cui ha rassegnato le dimissioni, Orsoni scrive che nei suoi confronti “ci sono state reazioni opportunistiche e ipocrite, anche da parte di elementi della giunta”.

Salta la giunta – E nella conferenza stampa convocata per annunciare la decisione, prima di dimettersi Orsoni dispone la revoca delle deleghe a tutta la giunta comunale della città, spiegando: “Non è un atto contro i singoli amministratori, ma vuole significare che è venuto meno il rapporto tra la mia persona e la politica che mi ha sostenuto finora”.

“Estraneità alla politica” – Le vicende dell’inchiesta Mose, aggiunge, “hanno fatto emergere la mia estraneità al mondo della politica a cui mi ero prestato con spirito di servizio. Dopo un chiarimento e dopo la disponibilità a rinnovare la mia carica, mi sono messo a disposizione nuovamente”. Ma conclude: “Non sussistono le condizioni minime” per il mantenimento dell’incarico.

In carica per altri venti giorni – Il sindaco resterà ora in carica per altri venti giorni, durante i quali provvederà al solo disbrigo delle questioni urgenti e obbligatorie. E in questo periodo renderà conto direttamente al Consiglio comunale, anch’esso in carica per altre venti giorni. Trascorso il termine, nella città lagunare subentrerà un commissario prefettizio.

Orsoni era tornato in libertà giovedì mattina dopo una settimana passata ai domiciliari con l’accusa di finanziamento illecito nell’inchiesta sul Mose.

Per video cliccare su una delle foto

(Fonte & Aggiornamenti: http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo2051030.shtml – via Mose, Orsoni: “Mi dimetto da sindaco” La decisione dopo le forti pressioni Pd – Tgcom24)

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.