Alitalia ‘saudita’: ultimo (mal)affare per uno stato inqualificabile?

alitalia-emirati-1Uscida de sicureza de qua e de là? La politica italiana sul volo AZ389.

Mentre il M5s è ‪”‎ a un passo dal baratro”, nessuno si è accorto che una certa politica italiana, zitta, zitta compie dei grandi passi in avanti sulla svendita del patrimonio pubblico ed è indicativo come i suoi curatori fallimentari stiano svendendo il patrimonio economico pubblico con il nostro consenso, ormai un popolo assuefatto al malaffare e ridotto alla totale rassegnazione.

Nessuno può più fare nulla. L’Italia tutta, è veramente ad un passo dal baratro e quelle che seguono: sono risate amare.

La vicenda “Vendesi Alitalia al miglior offerente” è una delle più riprovevoli ed evitabili della storia italiana.

Anni fa, la grande “manovra scellerata del governo Berlusconi” una task force di imprenditori che ha contribuito ad accelerare la dipartita di Alitalia, ed oggi il suo epilogo: una morte che non fa clamore, voluta da una élite politica facinorosa ed affaristica, che ha messo in ginocchio ed alla berlina, uno dei gioielli più invidiati per sicurezza ed eleganza aeronautica: Alitalia!

Un orgoglio nazionale degli ultimi.

Ormai i dementi, quando succede si commuovono solo con l’inno nazionale alle partite, quando accade che non fischino e nessuno si chiede perché cazzo stiamo vendendo anche i reni della gente.

Perché stanno svendendo il nostro orgoglio nazionale? La pasta, le compagnie aeree, il cibo, i vestiti?

Mi rode sapere che la politica in maniera beffarda e senza ritegno ha  sperperato un patrimonio pubblico.

Molte persone rimarranno a casa, senza lavoro, senza una prospettiva di vita e di lavoro, ben sapendo, noi passeggeri che la sicurezza dei velivoli è sempre più precaria.

Così oggi, il compratore porta a casa la nostra compagna di bandiera a prezzi da Outlet.

Svenduta senza ritegno.

Hanno sputato sulla nostra bandiera, l’hanno sfregiata e calpestata i politici passati e attuali, senza ritegno, e con boria e saccenza, senza vergogna si dicono anche orgogliosi di essere italiani.

Li dovremmo dilaniare pubblicamente, pestare selvaggiamente e invece ci limitiamo ad inveire in forma ridotta, con l’informativa.

Verba volant, scripa pure.

Co ste facce da ca**o che si ritrovano, tutto gli scivola addosso.

Hanno trasformato l’Italia in uno STATO DISUNITO e sempre più incazzoso.

Così per farci tutti una risata amara, perché noi cittadini non contiamo veramanete nulla, ho immaginato una giornata tipo, su un aereo di linea Roma – Milano – AZ389.

Con i nuovi assistenti di volo AZ/Etihad molto poco italiani e qualcuno proveniente dall’Africa del nord e dall’Egitto, questi ultimi con l’accento del mio fruttivendolo.

L’aereo l’ho voluto pieno di politici, di tutti gli schieramenti, così non facciamo torto a nessuno.

Pensavo a Khalil, un uomo egiziano mite e laborioso che mi chiama “Ammmore, commme sdai?”, e mi dice sempre: brende piccadelli che so’ boni!

Brende melanzane de jiu’ che poi li fai coi fonghi porscini be marido bbravo e bbbbono.

Ed io rispondo scherzando: de SCERNOBIL fonghi o de jiù, porscino de Alesandria de Egitu?

E lui risponde: Ammore mio, quando cuscini bbe marido, tu leva tutta  a cosccia de melanzana amara e metti due biccadello.

Traduzione: quando cucini per tuo marito, alle melanzane togli la buccia perchè è amara, poi butti giù i porcini e infine i pomodorini piccadilly.

Ormai ci sto in confidenza con Khalil, ci si passa le ricette, e ogni tanto gli chiedo della moglie e di cosa succede in Egitto.

Tempo fa leggendo sui giornali della crisi egiziana e il casino che era scoppiato, andando a fare la spesa da Khalil (non lo chiamo con il suo vero nome) gli chiesi: che se dice al Cairo, come vanno le cose?

Bofonchiò qualcosa tra l’italiano, l’accento romano e l’egiziano e capii: bella, bbrende dinamide che ogji i fresca, arivata ora da Cairo.

Scherzo, me lo ero immaginato. Khalil così mite fare il “dormiente” e poi trasformarsi in un terrorista alla mia richiesta di: damme un po’ de basilico fresco. Scambiandolo per un messaggio in codice di Al Fatah.

Ed ecco la mini storia di Alitalia mediorentale….

Dli dlon: attenzione ai signori passeggeri…AZ389 in partenza per Milano uscita GATE 10..

10 minuti dopo: Dli dlon: ci scusiamo ma l’aereo è stato temporaneamente spostato al GAte 12

…15 minuiti dopo : DLI DLOOOON…ci scusiamo ancora con i passeggeri per il disagio, ma il personale è in ritardo sulla pulizia del velivolo, l’aereo partirà dal gate 15.

Leghisti: questi negher spostano in continuazione il gate, ma si può?

Pd: che noiosi che siete, ma di cosa vi lamentate sempre, pensate che l’aereo ce lo pagano gli italiani. Ok, telefoniamo a Mosè o gli telefonate voi di Forza Italia per stasera, dove mangiamo?

Forza Italia: fate voi, tanto a noi va tutto bene bene, basta CHE SE MAGNA!

M5s: cosa è successo, dove, quando e perchè? Chiederemo ragioni all’A.D. di Alitalia.

Altri partiti: ma insomma siamo indignati, vorremmo esprime un parere ma siamo una minoranza, pertanto ci asteniamo.

Finita la lamentela di rito, i partiti politici si imbarcano sul volo AZ389, diretto a Milano e vengono accolti dai nuovi assistenti di volo AlitaliaEithiad. Il primo assistente di volo è chiaramente di origine mediorentale:

Assistente di volo 1: Bbbonasdera seggnore e seggnore, bbrendi bbosdo e cindure de sicurezze me rrraccomande.

Leghista: adiamo bene, ci mancava il negher come assistente di volo.

PD e Forza Italia non fiatano

M5s e altri partiti: sei sicuro di avere il contratto in regola, e quanto sei pagato?

Una volta che hanno preso tutti quanti posto, l’aereo entra in fase di rullaggio. Una voce dal chiaro accento mediorentale saluta i passeggeri, è il comandante:

Comandante: bona sserra, el comandente che ve barla. Rrroma tutto bene, figli e nepoti vanno brobrio bbene. Ora tutti a Milano dirette a Expo. Vento forte da nord, nord est, sud e sud ovest soffia su ali e modore. Forse, ma boh, condrollato. Sotto i sedili se tu vomete drovi i sacheti della frutta de Khalil bresdadi. Se senti ogni tanto che sballote, tu non te preocupe che lo radrizo. E adesso tutte a Milano.

Leghista veneto: madunin, el negher de comandante ci ha in ostaggio, dovemo de fa qualcosa, cho!

Forza Italia:ma non vi preoccupate conosciamo gli egiziani. Tutti amici e fidati collaboratori, dai anche noi abbiamo fatto la nostra parte nell’affair. Dovete fidarvi, ci porterà a Milano tutti sani e salvi.

PD: ha ragione il collega, siete i soliti razzisti che sfruttano la manodopera straniera nei campi e nelle fabbriche, ma non volete che prendano in mano un aereo. Siamo sempre sereni e tranquilli noi del PD, sono sicuro ci porterà sani e salvi a Milano. L’Expo e le sue meraviglie ci attende!

M5s: ci vogliamo credere ci porterà sani e salvi a Milano, ma prima di partire vogliamo consultare la rete. Collegamente rapido al blog nazionale e sondaggio di opinione…Tick tack:il comandante ci porterà sani e salvi a Milano? Per i SI clicca il tasto verde, per il NO tasto rosso. Collegamento interrotto! Maledizione la rete…la rete!!! La rete non risponde.

Comandante: flight in bosizione..assistende….AGHAGAGA HAHAHAHA BOOOOMM AGAHHAHAHAHAHA Arrrma scivole

Assistente volo 1 e 2 al citofono con il comandante:

Brima che arrrrma scivole, diamo saladino e bastiggino a tutti. Poi, bofonchiano qualcosa in arabo con il comandante: BOOOOMMMM

AZGHTR ALLAHHERHGEHEHE OYOYOOYO SAHAHHAHAH LGHLHLHLHLLH SCIMITARRBOMBEAMAN ETETGETE HHAHA BOOOMM…SCATATA’…BENG BOOM BOT…

L’aereo decolla e prende il “corridoio” assegnato.

Assistente di volo 2: bona sera segnore e segnore e ora amicu mio basa e da tobba a stomaco tuo. Saladino o bastiggino.

Leghista: dai negher, versami da bere.

Assistente di volo 1: Allora va beeene ammmore, ecco bastiggino. Brende agua, cola coca, cafi turche?

Leghista l’acqua va benissimo, troglodita, non sai nemmeno parlare l’itagliano.

Assistente di volo 1: Grazzzie a te amore, grazzzie segnore tanto jentile. Bero se dije italiano no itagliano. Tu barla italiano be modo de dire.

Il comandante che barla – rivolgendosi agli assistenti di volo –  Brende scivolo e arma!!!…Boi brende bosto a sejiolino, ma brima ai basejeri di che  bbrende denamide e fa BOOM!!!

PD E Forza Italia: amici avete capito bene, siamo ostaggio dell’equipaggio…Vogliono ucciderci, oddio non è possibile. Chiamo la sicurezza nazionale..tick tack: collegamento interrotto – non è possibile stabilire una connessione.

M5s: noi siamo tranquilli e sereni signori, la rete sarà in grado di intercedere per noi. In fin dei conti siamo sempre stati gentili con gli extracomunitari. Sarà la rete a decidere se dobbiamo vivere o morire.

Leghista: lo dicevamo di non far entrare i negher in Italia. Prima abbiamo fatto venire su a laurer i terroni meridionali, compresi i romani, altri negher che non vogliono lavurà e poi i vari negher che ci sono in giro per il mondo e che vengono qua a rompere i maroni. Lo dicevamo: niente negher e unità nazionale, lira moderna e trebbiatrici in titanio. E ora siamo ostaggio di tutti. Ma andate a cagher!

Altri partiti: è finita, preghiamo anche se siamo atei. Abbiamo fatto del male a tutta l’Italia e ora, signori è arrivata la nostra fine! Ce lo meritiamo.

Forza Italia e PD: non è detta l’ultima, dobbiamo capire se ci sono dei paracadute a bordo, andate voi del M5s, dai, che poi arrivati una volta a Milano cederemo a tutte le vostre richieste. Dai su, mettiamo i pannelli solari anche ai pinoli.

M5s: noi ci possiamo consultare solo con la rete. Finché la connessione non si ristabilirà, staremo seduti al nostro posto. Anche se siamo in emergenza dobbiamo far fede sempre alla rete. Sono ordini di Beppe e Gianroberto che non si discutono.

Leghista: zio bo’, ma siete scemi? Siamo in piena emergenza e voi rimanete seduti?

M5s: certo che si. Voi insieme agli altri avete rubato di tutto e vi permettete di fare la morale a noi? Avete dilaniato il patrimonio italiano. Noi rimaniamo seduti e attendiamo il ripristino del collegamento. Eccoci, forse ci siamo…

La rete ha votato, ecco ci siamo, ci siamo… Ecco il risultato finale, la rete dice: ANNATE AFFANCULO, SCEMI, FATEVE AMMAZZA’!!!!

Gli assistenti di volo ritornano nel corridoio, il nervosismo è tanto..

Assistente 1 e 2: che suscede? Dudde che sda nervose. Dra un bo ariva tutti quante a Milano.

E i politici: ma non dovevate farci fuori, ammazzarci con la dinamite?

Assistente 1 e 2: la denamide? No, ah ah ah è una bebbeda ejiziana. Noi no amaziamo nesuno.

Voi drobbo nervosi e guarda zembre sballe, po darse che tu a la coscienza asporca.

MOLTO COSCIENZA SBORCA POLITICE ITALIANE.

Il Comandande: dra un po io scendo a Milano.

Il volo molto, molto nervoso e cattivo co bolitici che cianno alla coscienze asporca.

…A BBBROSSIMA VORDA IO FACCIE BOOOOM SERIO CO DDDENAMIDE VERA e cosi Italia vive bbbne sensa bbbolidice italiane.

ITALIANE GGENTE ABBRAVA…BOLIDEJE ITALIANE NO..AREBEDO A BBBOLIDECE ITALIANE: BROSSIMA VORDA – TRITOLE VERO.

L‘Italia non sarà più la stessa e nemmeno l’Alitalia – Uscida de sicureza de qua e de la’? ‪#‎aunpassodalBARATRO‬.

(Fonte & Aggiornamenti: http://paolarosati.wordpress.com/2014/06/06/uscida-de-sicureza-de-qua-e-de-la-la-politica-italiana-sul-volo-az389/ – via Uscida de sicureza de qua e de là? La politica italiana sul volo AZ389 | Passato Presente Futuro)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.