Acerra (NA). «Non si può vivere nel baratro»: si uccide operaia ‘anti-suicidi’

baratto-maria-suicida-napoli-1Il 22 agosto del 2012, il sito web “comitatomoglioperai.it” pubblicava un articolo scritto un anno prima dall’operaia Fiat in cassa integrazione Maria Baratto, intitolato «Suicidi in Fiat», che iniziava così: «Non si può continuare a vivere per anni sul ciglio del burrone dei licenziamenti».

Non era un modo di dire: nel 2011 Maria aveva scritto quell’articolo perché un suo collega aveva appena tentato di uccidersi, e nel testo parlava anche di un altro che solo pochi giorni prima, dopo aver ricevuto la lettera di licenziamento, uccise la moglie, tentò di ammazzare la figlia e poi si suicidò.

E non era un modo di dire nemmeno per quanto la riguardava direttamente, perché martedì scorso Maria si è ammazzata.

Si è piantata una coltellata nello stomaco e poi un’altra e un’altra ancora, finché ne ha avuto la forza.

L’hanno trovata i carabinieri dopo quattro giorni, quando i vicini di casa di Maria li hanno chiamati perché lei non rispondeva al telefono e loro avvertivano un odore troppo sospetto venire da dietro la porta del suo appartamento, in una piccola palazzina di Acerra.

Era stesa sul letto, e prima di farla finita aveva chiuso la porta a chiave dall’interno.

Dei suoi 47 anni, Maria gli ultimi sei li aveva passati in cassa integrazione…

(News completa, fonte & aggiornamenti: http://www.corriere.it/cronache/14_maggio_26/non-si-puo-vivere-baratro-si-uccide-l-operaia-anti-suicidi-1c9e12fe-e492-11e3-8e3e-8f5de4ddd12f.shtml – via «Non si può vivere nel baratro» Si uccide l’operaia anti-suicidi – Corriere.it)

2 commenti su “Acerra (NA). «Non si può vivere nel baratro»: si uccide operaia ‘anti-suicidi’

  1. Pingback: Acerra (NA). «Non si può vivere nel baratro»: si uccide operaia ‘anti-suicidi’ | teleradionews ♥ non solo notizie da caiazzo & dintorni

  2. Pingback: Acerra (NA). «Non si può vivere nel baratro»: si uccide operaia ‘anti-suicidi’ | teleradio-news ♥ non solo notizie da caiazzo & dintorni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.