Gita fuori porta ad Alvignanello: Pasquetta all’Eremo con l’ombrello!

Alvignanello-15x8-eremo-2Sagra-15x10-Asparagi-2014-SquilleIn attesa della Sagra degli Asparagi di Squille e della Marcialonga Campagnanese. Alvignanello--eremo-1squille-15x8-sagra+asparagi-1Le previsioni meteorologiche non proprio rassicuranti per il Lunedì dell’Angelo (per il comprensorio caiatino sempre rilevabili sul nostro sito web http://www.teleradio-news.it) dopo la Pasqua caratterizzata dal tempo incerto, inducono molti a rinunciare alla tradizionale gita fuori porta di Pasquetta, in particolare per i napoletani verso le  località matesine e circostanti il monte Taburno, certo amene e interessanti nelle giornate calde e soleggiate, ma difficili anche da raggiungere quando invece piove.

Un’alternativa molto interessante, anche se poco nota (forse non pubblicizzata per evitare i vacanzieri incivili e irriguardosi per l’ambiente, purtroppo immancabili) è rappresentata dall’escursione, tradizionale in particolare per i residenti nel comprensorio casertano-sannita, all’eremo di Santa Maria degli Angeli, ubicato nel territorio di Alvignanello, amena frazione di Ruviano, ma confinante con quello (viabilità a parte) altrettanto ameno, di Squille-Castel Campagnano e San Giovanni e Paolo-Caiazzo, ricchissimo di eccellenti aziende agrituristiche, parchi attrezzati, maneggi, B6B  e quant’altro ideale per consumare un gustosissimo pasto tipico accompagnato da ottimi vini locali, nonché ripararsi in pochi minuti qualora la pioggia dovesse scoraggiare la permanenza nell’ambito del “convento”, ove però una tappa è d’obbligo nella mattinata almeno per partecipare a una delle funzioni officiate dal parroco don Massimiliano Giannico e, tempo permettendo, alla tradizionale processione nel circondario, fra bancarelle ed esibizioni, anche spontanee, di amanti della buona musica, del “karaokae” e soprattutto del ballo, nelle più disparate sfaccettature.

Una sorta di prodromo alla prima festa di primavera programmata nella vicina Squille per l’ultimo week end di aprile e il primo di maggio, con la tradizionale Sagra degli Asparagi (del sottobosco territoriale), il cui potere afrodisiaco, qualche anno fa, è stato esaltato anche dalla Rai

Kermesse, che il 25 aprile si incrocerà anche con la altrettanto tradizionale Marcialonga Campagnanese, il cui itinerario rurale prevede appunto una tappa nel largo Palazzo d Squille, per la sagra trasformato in una sorta di ristorante all’aperto, con tavoli e quant’altro necessario per gustare pietanze rigorosamente a base di asparagi raccolti nel sottobosco del comprensorio, cucinate secondo antiche ricette tramandate dalle massaie squillesi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.