Napoli. Tossicomani in tribunale fermati dalla Polizia Penitenziaria

penitenziaria-cinofili-3penitenziaria-cinofili-2Le Unità Cinofile Antidroga della Polizia Penitenziaria – Campania – fermano tossicomani nel Palazzo di Giustizia di Napoli.

Sono ancora gli Uomini dell’Antidroga del Nucleo Regionale Campania dei Distaccamenti Cinofili di Benevento e Avellino a sequestrare stupefacente nel Palazzo di Giustizia del capoluogo campano.
Dalle prime ore del mattino sono state controllate centinaia di persone che si recavano al Palazzo di Giustizia.

Già dai primi accertamenti i cani molecolari segnalavano la presenza di stupefacente nell’aria.

Un giovane napoletano, suo malgrado, veniva segnalato dall’Unità Cinofila composta dal cane Umea e dal conduttore Assistente Capo Maglio Giovanni.

A seguito degli accertamenti D.G., per motivi di privacy indichiamo solo le iniziali del nome, veniva trovato in possesso di hashish.

Per il tossicomane, assicurato all’Autorità Prefettizia, sono scattate le sanzione previste dalla Legge Stupefacenti.

Poco dopo, ignoti, alla vista dei Cinofili, hanno abbandonato derivati della cannabis indica che venivano rintracciate dai cani Barry e Anjia, rispettivamente condotti dal Sovrintendente Pace Antonio e dall’Assistente Capo Marino Vincenzo.

Tutto ciò è il proseguimento di attività di prevenzione e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti iniziate già da tempo.

Ricordiamo i sequestri degli ultimi mesi dello scorso anno.

Il giorno 3 ottobre 2013 durante i controlli operati sempre nel Palazzo di Giustizia di Napoli, i cani antidroga Umea, Barry e Hiro, quest’ultimo condotto dall’Assistente Capo Falco Umberto, segnalarono la presenza di droga in un angolo delle scale mobili del Varco Cenni dello stabile giudiziario partenopeo.

Le successive attività di polizia giudiziaria, coordinate dal Nucleo Regionale Cinofili della Campania, consentirono il rinvenimento ed il sequestro di sostanza stupefacente denominata hashish.

Il 17 ottobre dello stesso anno, invece, P.R., trentenne ucraino, che per motivi di privacy indichiamo solo le iniziali del nome, fu segnalato dal cane antidroga Hiro quale possessore di droga.

Gli accertamenti effettuati nei confronti dello straniero accertarono che lo stesso fosse in possesso di uno spinello già pronto al consumo.

L’esame chimico speditivo effettuato dal Personale Cinofilo accertò che il tabacco fosse mescolato a derivati della cannabis.

Alle attività odierne hanno preso parte tutti gli Uomini del NRC Campania, Assistente Capo Napolitano Francesco conduttore del cane antidroga Buk, Assistente Sabatino Della Monica conduttore del cane antidroga Bella, Assistente Capo Ambrosone Vittorio conduttore del cane antidroga Peppe, Assistente Capo Claudio Riccardi conduttore del cane antidroga Ulla e l’Assistente Sandullo Angelo conduttore del cane antidroga Zolly.

Alle operazioni era presente anche l’Istruttore delle Unità Cinofile Antidroga Assistente Capo Testa Gerardo.

Gli stupefacenti oggetto dei sequestri sono stati messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e dell’Autorità Amministrativa.

È con senso di orgoglio e compiacimento che esprimo la mia gratitudine ai colleghi tutti, per i meriti di alta professionalità raggiunti e gli eccellenti risultati ottenuti negli ultimi periodi, dalle azioni di polizia a tutela della comunità Campana.

(Comunicato Stampa) 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.