Bologna. Finto prete indagato per truffa: torna in carcere Gennaro Salvatore

gennaro-15x9-senatore-battesimoGennaro Senatore, l’oste mitomane arrestato nel 2007 per le telefonate e le lettere di minaccia a Sergio Cofferati è stato riportato in carcere.

Senatore è stato di recente indagato per truffa e falso per la vicenda in cui si è spacciato per Michel Upmann, superiore della Opera di San Michele Arcangelo, una congregazione che sosteneva essere riconosciuta come ente morale.

Ne da’ notizia la Procura di Bologna:

Nella notte la polizia di Stato ha dato corso ad un ordine di esecuzione emesso dalla Procura di Bologna nei confronti di Gennaro Senatore a seguito di decreto urgente di sospensione dell’affidamento in prova ai servizio sociali emesso dal magistrato di sorveglianza di Bologna“, ha spiegato il procuratore aggiunto Valter Giovannini.

Ieri infatti il magistrato di sorveglianza Susanna Napolitano ha deciso di sospendere l’affidamento in prova per Senatore, condannato ad una pena di circa tre anni per le minacce al sindaco Cofferati, per le ripetute violazioni delle attività rieducative previste.

Nel provvedimento del magistrato di sorveglianza non si fa riferimento alle denunce per le recenti vicende relative al falso prete, nella foto mentre “somministra” il sacramento del battesimo ad un’ignara creatura.

(Fonte & Aggiornamenti: http://www.leggo.it/index.php?p=articolo&id=609075 – via Finto prete indagato per truffa: Gennaro Salvatore torna in carcere)

di TeleradioNews Contrassegnato da tag

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.