Benevento. 18enne sequestrata e violentata per 11 ore: preso tunisino

Incubo per una ragazza della provincia di Salerno: la giovane aveva conosciuto Saidi  pochi anni prima, quando i due avevano trascorso un periodo in una casa famiglia.

Questa convivenza aveva fatto nascere la convinzione, nella ragazza, che il tunisino fosse persona di fiducia e un buon amico.

Proprio in nome di questa vecchia amicizia la giovane donna, invitata da lui a trascorrere la domenica in provincia di Benevento, aveva accettato di buon grado ma, appena giunta nell’abitazione dell’amico, le cose sarebbero improvvisamente cambiate.

stupro-salvataLa donna sarebbe stata tenuta in casa contro la propria volontà e costretta a subire atti sessuali.

Per tenerla a bada, il tunisino le avrebbe più volte stretto le mani al collo e provocato contusioni multiple su tutto il corpo e addirittura una sospetta lesione ossea.

Un incubo concluso solo alle 19 di lunedì, quando la Squadra Mobile di Benevento, assieme al Commissariato di Sarno, ha fermato il 19enne Saidi Mondeher.

E’ ritenuto responsabile di aver sequestrato e violentato una 18enne della provincia di Salerno, nella notte tra domenica e lunedì scorsi.

La giovane vittima è stata segregata nell’appartamento dalle 21 alle 8 del mattino successivo, quando Siadi avrebbe deciso di lasciarla andare accompagnandola sino alla stazione di Cancello Arnone, nel Casertano.

In quel momento la vittima ha contattato telefonicamente la madre, che è subito partita.

Insieme sono andate a denunciare tutto negli Uffici della Polizia di Stato di Sarno.

I sanitari dell’Ospedale Civile “Martiri di Villa Marta”, dopo un accertamento clinico, hanno confermato l’avvenuta violenza carnale.

Nel frattempo, la Squadra Mobile di Benevento si è posta immediatamente sulle tracce di Saidi nelle zone tra Paolisi, Montesarchio e Rotondi.

Dopo lunghe ricerche, in tarda serata gli agenti sono riusciti a rintracciarlo mentre camminava sulla strada statale Appia nel comune di Paolisi, nei pressi della stazione di servizio Shell.

Il giovane è stato dunque sottoposto a fermo e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, accompagnato presso la Casa Circondariale di Benevento.

(Fonte & Aggiornamenti: http://www.ildesk.it/newslong.php?id=5966 – via Sannio, sequestrata e violentata per 11 ore da un amico: preso l’aguzzino di una 18enne)

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.