Treviso. Renzi, prima uscita, prime contestazioni: ‘Buffone, fascista’

Renzi-contestato-treviso-2La prima visita ufficiale del presidente del Consiglio Matteo Renzi comincia dal cuore del Nord Est, dove è arrivato alla scuola media Luigi Coletti di Santa Bona, alla periferia della città. Qui è stato salutato dagli studenti delle numerose etnie che frequentano la scuola e che insieme canteranno l’Inno di Mameli.

 CUNEO FISCALE

«Noi abbiamo annunciato l’intenzione di ridurre di almeno 10 miliardi ilcuneo fiscale. Come lo riduci? È modulabile». Lo ha detto il premier Matteo Renzi al termine dell’incontro con gli imprenditori a Treviso.

 “NON FACCIAMO PASSERELLE”

«Noi non facciamo passerelle. Non siamo qui a tagliare nastri. Siamo qui a parlare con il paese reale, è normale che siano anche contestazioni». Lo dice il premier Matteo Renzi in conferenza stampa a Treviso a proposito delle contestazioni.

IL JOBS ACT

«Da qui al 17 marzo quando avremo il bilaterale con Angela Merkel andremo con le idee chiare sul piano del lavoro e con il jobs act sostanzialmente pronto». Lo ha detto il premier Matteo Renzi incontrando a Treviso una settantina di sindaci locali ed il governatore Luca Zaia.

CONTESTATO

Contestazioni hanno accolto poco fa Matteo Renzi al suo arrivo a Palazzo Rinaldi a Treviso. Da un gruppo eterogeneo di persone sono partite grida di «buffone buffone» e sono anche volate alcune arance che non hanno però raggiunto il premier. Del gruppo fanno parte anche alcuni esponenti del movimento dei forconi.

BOTTA E RISPOSTA

Botta e risposta tra gli studenti e il premier Matteo Renzi alle medie Coletti di Treviso. Dopo essere stato accolto dall’inno di Mameli e da ‘La vita è bellà eseguiti dagli studenti di un laboratorio di musica, il premier si è rivolto loro parlando di educazione civica, spiegando cosa fa lui e quali sono i suoi compiti e chiedendo invece agli studenti cosa vorrebbero che portasse a Roma. Tra le richieste: più lavagne elettroniche nelle classi, più connessioni a internet e impegno sulla storia dell’arte. All’uscita Renzi alla folla di cronisti e telecameramen ha detto che l’incontro «è andato benissimo».

L’ARRIVO

Il premier è stato accolto dal sindaco Giovanni Manildo e dal prefetto Maria Augusta Marrosu. Fuori della scuola un piccolo gruppo di trevigiani lo ha salutato ed applaudito e il premier si è avvicinato per stringere loro le mani, mentre un gruppo di attivisti di Forza Nuova lo hanno contestato.

ZAIA

Dopo la visita alla scuola, il premier incontrerà Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, il presidente della Provincia Leonardo Muraro, amministratori imprenditori, i sindacati, una delegazione di operai dell’ Electrolux. «Siamo felici ed orgogliosi che il presidente Renzi abbia scelto Treviso come sede della prima uscita ufficiale – sottolinea il sindaco Manildo – Il premier ci porterà sicuramente un’iniezione di fiducia». Ad attendere il presidente all’aeroporto Canova anche il presidente della società Save, Enrico Marchi. Alla Coletti, intanto, il personale delle pulizie degli istituti scolastici del Veneziano ha protestando con uno striscione «Basta tagli pulizie scuole».

(Fonte & Aggiornamenti: http://www.leggo.it/NEWS/ITALIA/matteo-renzi-treviso-scuola-luigi-coletti/notizie/541875.shtml – via Renzi a Treviso, i forconi contestano: “Buffone, fascista”. Il premier risponde: “Cuneo fiscale, taglio da 10 milioni”)

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.