Caiazzo. Piazza Portavetere, addio abete: per non raddrizzarlo? insorge Fare Verde

Caiazzo-divieto-lavori-80Caiazzo-Abete-pendente-78Non è finalizzato alla sistemazione della pavimentazione avvallata il segnale di sosta vietata posto (improvvidamente?!) nell’unico spazio della zona riservato ai diversamente abili, bensì alla “festa” da fare lunedì a uno degli abeti che da secoli contribuisce alla purificazione dell’aria inquinata in piazza Portavetere, reo solo di essere cresciuto “storto” senza che mai nessuno per tanti lustri, si sia preoccupato di favorirne una crescita eretta.

Caiazzo-Segnale-lavori-89caiazzo-15x11-pozzanghera-85E così ora che qualcuno ha ipotizzato la pericolosità dei rami e dello stesso fusto, pesantissimo, effettivamente penzolante proprio verso la trafficatissima strada provinciale, qualcun altro ha trovato la soluzione più banale: disporne il taglio,,, e non se ne parla più.

“Lungimiranza” già dimostrata dai preposti allorché, in un recente passato, hanno disposto analoga “soluzione” per un altro enorme abete, con doppio gaudio della ditta aggiudicataria dei lavori (non osiamo crederlo: sempre la stessa?!), si vocifera pagata anche per “smaltire” il legname. e per tanti alberi ritenuti pericolosi o inopportuni perché magari ostruivano parzialmente l’accesso o l l’insegna di qualche locale privato.

Problema ricaduto sull’incolpevole sindaco Tommaso Sgueglia, atteso che per almeno mezzo secolo nessun predecessore sembra essersi preoccupato del problema. ovviamente risalente all’atto della piantumazione.

Questo è niente rispetto alla situazione molto più grave degli enormi platani che continuano a rovinare il marciapiedi di via Portanzia, minacciando secondo esperti non solo il fondo stradale ma le stesse fondamenta delle sottostanti abitazioni ma, secondo consolidata prassi, campa cavallo… che le radici crescono…

Caiazzo-fogna-15x10-rotta-88Abete-pendente-86Tornando all’argomento di stretta attualità, alcuni sconcertati cittadini si sono rivolti al responsabile territoriale dell’associazione ambientalistica “Fare Verde”, Giovanni D’Andrea, il quale, attraverso queste colonne fa appello ai preposti e in primis al sensibile sindaco affinché si attivi senza esitazione per evitare, per quanto possibile, che lo storico abete venga abbattuto, ricordandogli che in passato alcuni caiatini volevano far rimuovere altri alberi aghiformi, anche dai prospicienti giardini pubblici, ritenendo che a suo tempo fossero stati piantati troppo vicini per poter crescere adeguatamente, ma proprio grazie al grande amore per l’ambiente e per gli alberi (esseri viventi) dl compianto genitore, Giovanni Sgueglia, le piante scampate alla falcidie dei successori continuano a vegetare, anche se mostrano i segni dell’incuria, conseguente al disinteresse, come del resto quel che resta dei cycas piantati in sostituzione di alcune palme da dattero, sempre per incuria “sacrificate” nell’area circostante il parimente trascurato monumento ai Caduti di tutte le guerre..

Non dubita D’Andrea che, prima di disporre il taglio dell’enorme conifera, i preposti abbiano acquisito ogni opportuno o dovuto parere e relazione, delle stesso Ispettorato Forestale, ma, invita il sindaco a verificare se sia stata verificata la possibilità di salvare la pianta, disponendone il graduale raddrizzamento, che peraltro risulterebbe non solo ecologico, ma anche più economico, nonché a verificare la lamentata inopportunità di disporre il taglio di una grossa pianta proprio in questo periodo di fine inverno in cui, come tutti possono vedere, la stessa pianta ospita tantissimi nidi anche di canarini, la cui sorte per conseguenza.sarebbe segnata.

D’Andrea confida nella grande sensibilità sempre dimostrata dal nuovo sindaco auspicando a stretto giro una riscontro rassicurante.

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.