Ferrovia ex Alifana: nessuna chiusura, lo assicura (ancora!) Vetrella

alifana-15x10-treno+triflisco1In attesa dell’incontro ufficiale (concordato per venerdì 24 su iniziativa dei sindaci di Piedimonte Matese e Caiazzo anche per conto di altri colleghi interessati), teso a ottenere dall’assessore regionale ai trasporti rassicurazioni ufficiali -cioè epistolari- circa la permanenza della ferrovia ex Alifana, ancora una volta ha ritenuto di muoversi separatamente il vice sindaco di Caiazzo nonché assessore provinciale all’agricoltura che -per immaginabile deficienza del delegato provinciale ai trasporti, se esistente- si è recato (venerdì 17: bando alla scaramanzia?) da Vetrella che in pratica ha ripetuto quanto anticipato nei giorni precedenti a mezzo stampa, come si evince dal seguente comunicato:

Ha chiesto all’assessore regionale ai Trasporti rassicurazioni sul futuro dell’Alifana, linea ferroviaria che collega Piedimonte Matese con la città di Napoli.

Un mezzo di trasporto indispensabile e strategico per tanti studenti e pendolari che ogni mattina viaggiano, ecco perchè l’Alifana e la sua presunta soppressione, sono finite al centro dell’agenda delle priorità dell’assessore provinciale all’Agricoltura Stefano Giaquinto, delegato dell’ente provinciale guidato dal presidente Domenico Zinzi, che venerdì 17, su sollecitazione di numerose fasce tricolori del Matesino, si è recato a Napoli, presso la sede dell’assessorato ai Trasporti, per incontrare l’assessore al settore Sergio Vetrella.

Un colloquio per scongiurare la definitiva perdita di una linea di collegamento fondamentale per le popolazioni dell’Alto Casertano, “una linea di collegamento per i trasporti – aggiunge Giaquinto – ma anche per la promozione del territorio, per mettere in relazione questo spaccato della provincia di Caserta con altre realtà di Terra di Lavoro”.

L’assessore provinciale all’Agricoltura ha dunque difeso l’indispensabilità della tratta e dall’assessore regionale Vetrella  sono arrivate ferme rassicurazioni (ricordiamo che la Regione Campania è l’unica deputata a fornire risposte definitive e ad approvare progetti in tal senso).

L’Alifana quindi non sarà soppressa”, parola dell’assessore Vetrella al quale Giaquinto ha avanzato tra l’altro la proposta (e non è la prima volta) “di partire proprio dall’Alifana e dalla riqualificazione delle stazioni ferroviarie per studiare strategie e idee per la valorizzazione e la rivalutazione di zone lasciate, purtroppo, a se stesse e al loro destino.

Pensiamo a progettazioni che migliorino i servizi all’utenzaha concluso Giaquinto, proposta accolta e condivisa da Vetrella – idee per favorire l’insediamento di iniziative economiche”.

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.