Caiazzo. Disservizi postali e ‘farmaceutici’: pronto intervento del sindaco ‘speed’

Tom-11x15-Poste1tom-11x15-tricolore1Sarà pure “slow” la storica città caiatina, ma certo è che i cittadini stanno abituandosi a convivere con un sindaco davvero “speed” cioè super veloce, iper attivo e sempre disponibile nei confronti di tutti: un modo di fare davvero inusitato, soprattutto per quanti -per motivi anagrafici- non hanno avuto modo di constatare analoga disponibilità nel compianto genitore Giovanni, da tutti noto come “Giannino” Sgueglia, sempre disponibile verso tutti, senza se, senza ma e soprattutto senza condizioni di sorta in cambio del “favore” che per lui era dovere e soprattutto piacere.

I caiatini meno giovani ignoreranno pure che proprio il padre del sindaco Sgueglia, insieme a Giovanni Campana, altro compianto amministratore dei bei tempi andati, si batté a suo tempo per cercare di far impiantare a Caiazzo il centro di smistamento corrispondenza in seguito attivato a Piedimonte Matese, dove pertanto avrebbero origine gli inenarrabili disagi e disservizi inerenti il (mancato/tardivo) recapito della corrispondenza  postale di cui sempre più spesso la popolazione si lamenta.

Nel rispetto del “canovaccio familiare” invero, non se ne è stato con le mani in mano Tommaso Sgueglia che, dopo reiterate quanto vane segnalazioni in ambito locale, ha deciso di scrivere alla direzione generale delle poste per invocare provvedimenti idonei a rimuovere i disservizi.

Allnna dottoressa Cortis, della direzione Affari Istituzionali delle Poste Italiane, il nostro ha scritto:

Le rappresento che negli ultimi mesi continua il mancato recapito della corrispondenza nella Città di Caiazzo.

Comunico, inoltre, che la mancata consegna della posta, soprattutto per quanto riguarda quella in scadenza di pagamento, provoca ai cittadini l’aggravio di spese di mora.

Per quanto da lei riportato nella missiva del 24 settembre 2013, in risposta alla mia precedente segnalazione…, rappresento che il problema del mancato recapito si manifest anche e soprattutto nel centro storico, dove la toponomastica è perfettamente puntuale e precisa.

Come già da lei giustamente evidenziato, Le rappresento che il problema maggiore è costituito dall’alternanza dei portalettere che ovviamente ogni volta devono apprendere e conoscere il territorio e, specie nelle zone rurali, ciò risulta più difficoltoso.

Nello spirito di collaborazione mi auguro che anche lei, come me, abbia a cuore il miglioramento dei servizi offerti ai cittadini, pertanto, ognuno per la propria parte, dobbiamo impegnarci per migliorarlo. …

Tom-11x15-farmacie-1Non è tutto perché, con pari solerzia, il sindaco “del fare” ha affrontato il problema delle farmacie cittadine chiuse contemporaneamente di domenica, invocando dai preposti provinciali una diversa organizzazione dei turni, tale da assicurare comunque l’apertura domenicale di una farmacia caiatina,

Ed ovviamente, le due note, riportate anche sul contatto facebook del sindaco, hanno fatto incetta di “mi piace”, atti a significare il gradimento dei cittadini-elettori per un iper attivismo “a 360 gradi”.

di TeleradioNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.